Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 65
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 

Oroscopo

 


                 width="200" height="250" scrolling=no marginwidth=0 marginheight=0 frameborder=0 border=0 style="border:0;margin:0;padding:0;">
    

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvViolentina8380QuartoProvvisoriosin69m12ps12milano2009stufissimoassaidaniele.devita1996france20010francotrottakaren_71Silvia11973cassetta2
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/202

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/2020/07/RADIO-GARDEN-300x176.png

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

 

MINACCE AL SINDACO DI PESCHICI, LA SOLIDARIETÀ DEL VESCOVO MOSCONE 12 Aprile 2024

Post n°32140 pubblicato il 12 Aprile 2024 da forddisseche

MINACCE AL SINDACO DI PESCHICI, LA SOLIDARIETÀ DEL VESCOVO MOSCONE

Non si può tacere oggi davanti all’ennesimo atto di minacce rivolte al Sindaco di Peschici, Luigi D’Arenzo, e alla sua famiglia, cui va tutta la mia solidarietà personale e dell’intera Chiesa Diocesana.

Sì, non possiamo non alzare la nostra voce oggi davanti a questo atto intimidatorio che danneggia e mette in cattiva luce la cittadina di Peschici. Il lavoro di un Sindaco e delle Amministrazioni, in un momento storico particolare per la nostra terra che è sotto i riflettori di analisi per possibili infiltrazioni mafiose, richiede coraggio, competenza e determinazione. Ne siamo certi e lo ripetiamo con costanza: nelle nostre belle città garganiche non ci può più essere posto per chi vuole o sa solo usare la violenza per i propri personali interessi ed imporre la propria visione di potere.

La mia vicinanza e rinnovata stima in questo momento perciò va al Sindaco D’Arenzo ed alla famiglia per le minacce subite, che sento come rivolte alla mia persona, come anche a tutto il popolo del Gargano, che sta cercando di rialzarsi e porre fine ai tanti lacci delle criminalità organizzate che pretendono di governare il territorio e condizionare le Istituzioni.

Quella della Chiesa locale è voce di condanna, che si alza nei confronti di queste mentalità e modalità che infestano il nostro ‘amato Gargano’ e vogliono che esso sia loro soggiogato, ma è anche voce di conforto ed incoraggiamento per un popolo che ha una storia ed una volontà di bene da difendere e far maturare. Per questo ricordo a tutti che non c’è giustizia, né tantomeno libertà se si perseguono logiche perverse e di parte.

I recenti risultati delle inchieste su Vieste dimostrano che le associazioni mafiose, per quanto organizzate, non riusciranno a imporre la loro logica, anche grazie alle tante persone che sono fedeli servitori delle Istituzioni statali e locali al servizio delle comunità del territorio.

Al sindaco Luigi D’Arenzo e a quanti si impegnano quotidianamente dentro e fuori le Istituzioni, ad ogni titolo e grado, nella lotta per la trasparenza e la legalità, continuo a ripetere: coraggio, andiamo avanti, è la strada giusta!

p. Franco Moscone crs

Arcivescovo

 
 
 

VIESTE/ “UNA FIRMA PER LA SALUTE” PETIZIONE POPOLARE ORGANIZZATA DA LEGA – FORZA ITALIA – FRATELLI D’ITALIA. FAI SENTIRE LA TUA

Post n°32139 pubblicato il 12 Aprile 2024 da forddisseche

VIESTE/ “UNA FIRMA PER LA SALUTE” PETIZIONE POPOLARE ORGANIZZATA DA LEGA – FORZA ITALIA – FRATELLI D’ITALIA. FAI SENTIRE LA TUA VOCE DOMENICA 14 APRILE

 
 
 

ALLA MASSERIA DIDATTICA “FACENNA” TORNA LA FESTA DELLA TRANSUMANZA 10 Aprile 2024 Appuntamento il 25 aprile

Post n°32138 pubblicato il 10 Aprile 2024 da forddisseche

ALLA MASSERIA DIDATTICA “FACENNA” TORNA LA FESTA DELLA TRANSUMANZA

Appuntamento il 25 aprile per ricordare il pastore Antonio Facenna. Turismo esperienziale per vivere la cultura podolica coi protagonisti.

A Carpino torna la Festa della Transumanza organizzata da Masseria Didattica Facenna, Pro loco Carpino e dalla rivista eno-gastronomica Like. Appuntamento il 25 aprile 2024 con una giornata di turismo esperienziale attorno all’arte pastorale e casara per vivere la cultura podolica e ricordare Antonio Facenna, il giovane pastore scomparso tragicamente nel settembre 2014, durante l’alluvione che colpì il Gargano Nord, mentre si recava nel suo allevamento per controllare amento di vacche podoliche.

L’evento, organizzato con una progettualità della locale Pro Loco, viene realizzato con il contributo della Regione Puglia, Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale e Ambientale e con il Patrocinio di Parco del Gargano, Comune di Carpino e Centro Studi Tradizioni Popolari “Terra di Capitanata”.

Per quello che rappresenta Masseria Facenna di Carpino nella storia e nella cultura podolica del Gargano ma anche per il piacere che regalano al palato caciocavallo, scamorze e trecce realizzati con un sapere caseario che affonda le sue radici nel passato, frutto di una tradizione tramandata di generazione in generazione.

E poi una location che riconcilia lo spirito per meglio sentirti custode dei saperi transumanti e convinto praticante del “podolicesimo”.

Con la FESTA DELLA TRANSUMANZA si ricrea questo percorso interiore riscrivendo un patto culturale attorno alla vita pastorale Tutto sarà vissuto in una enclave ancestrale dove il mondo sembra essersi fermato, dove gesti e consuetudini si ripetono da generazioni con gli occhi dispersi sulla piana di Carpino e le sue immense distese di ogliarola garganica, sul lago di Varano, il mare Adriatico e le Isole Tremiti.

Tutti insieme per apprendere quanto di bello c’è dietro questo mondo degustando eccellenze gastronomiche che non hanno eguali.

– Ore 7: Raduno Parcheggio zona “167” e partenza per località “Passaturo”

– Ore 8: Inizio Transumanza

– Ore 10.30: Arrivo a (Contrada Caminizzo), Mungitura e Colazione

– Ore 11.30: Alla ricerca di erbe mediche spontanee con esperto botanico

– Ore 12.30: Saluti Istituzionali del vice presidente della Regione, del presidente del Parco del Gargano, e del sindaco di Carpino.

– Ore 12.40: Workshop Ritualità di Arte Podolica e Transumanza con il direttore di Asvir Moligal Molise (co-promotore della candidatura della transumanza a patrimonio Unesco),

– Ore 13.30: Pranzo Podolico ai fornelli musica live con melodie della tradizione garganica.

– Ore 15.30: Laboratorio Caseario con Lavorazione e Degustazione Formaggi con i mastri casari

 – Ore 17.00: Panel Test con Olio Evo Biologico a cura della Coop

– Ore 17.30, Saluti

Sarà anche attivo un servizio navetta da e per Masseria Facenna.

Info e prenotazione 3389024989.

 
 
 

IL FESTIVAL ARIOSA SPICCA IL VOLO: SAN GIOVANNI ROTONDO DIVENTA CAPITALE DELL’ARIA. IL PROGRAMMA SARÀ PRESENTATO A FOGGIA GIOVED

Post n°32137 pubblicato il 10 Aprile 2024 da forddisseche

IL FESTIVAL ARIOSA SPICCA IL VOLO: SAN GIOVANNI ROTONDO DIVENTA CAPITALE DELL’ARIA. IL PROGRAMMA SARÀ PRESENTATO A FOGGIA GIOVEDÌ 11 APRILE, ALLE 10.30, A PALAZZO DOGANA

La città di San Giovanni Rotondo, per tre giorni, diventa capitale dell’aria. Da venerdì 19 a domenica 21 aprile ospiterà la prima edizione di ARIOSA, il festival che si dà delle arie.

Salute, musica, arte, sport, cultura, volo e stelle daranno forma all’elemento impalpabile per eccellenza.

Aperitivi e concerti, escursioni in natura, bolle di sapone, volo di mongolfiere, ultraleggeri, artisti del cielo e della strada, esperienze astronomiche compongono l’articolato programma.

ARIOSA, il festival che si dà delle arie intende sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dei cambiamenti climatici e sulla giusta valorizzazione del concetto di aria pulita.

Proprio la salubrità dell’aria, complici la posizione geografica e i dintorni boschivi, nel 1916 convinse Padre Pio, affetto da una malattia polmonare, a trasferirsi nel convento di San Giovanni Rotondo.

Il legame di San Giovanni Rotondo con l’aria si materializza nell’Aviosuperficie del Gargano, in contrada Macerone. 

Dal 2021 il Comune fa parte del Consiglio direttivo dell’Associazione Città dell’Aria che riunisce amministrazioni comunali, aeroclub, avioclub, associazioni e soggetti pubblici e privati legati alla tradizione del volo, con lo scopo di valorizzare e promuovere l’avioturismo.

ARIOSA trasforma l’aria in un attrattore turistico.

Il festival, organizzato dal Comune di San Giovanni Rotondo e curato dalla società Pugliaidea, è patrocinato dalla Regione Puglia e dalla Provincia di Foggia, con il contributo della BCC San Giovanni Rotondo.

L’iniziativa si inserisce nell’ottica di una promozione inedita del territorio inaugurata dal brand turistico San Giovanni Rotondo Accogliente per Vocazione.

Il programma della prima edizione del festival ARIOSA sarà presentato a Foggia giovedì 11 aprile, alle 10.30, nella Sala della Ruota di Palazzo Dogana.

Dopo i saluti del Presidente della Provincia di Foggia Giuseppe Nobiletti, interverranno il Sindaco di San Giovanni Rotondo, Michele Crisetti; il Vice Presidente della Regione Puglia, Raffaele Piemontese; la Consigliera regionale delegata alla Cultura, Grazia Di Bari; il Presidente BCC San Giovanni Rotondo, Giuseppe Palladino; la Presidente del Club per l’Unesco di Foggia, Billa Consiglio; la project manager, Ester Fracasso.

Il musicista Antonio Auciello, direttore artistico dell’evento, Nicola Loviento, Presidente del Foto Cine Club Foggia, e Graziano Ercolino, Presidente dell’Associazione Gargano Volo che gestisce l’Aviosuperficie del Gargano, contribuiranno ad illustrare le iniziative.

 

 
 
 

VIESTE – Pulizia dei fondali della Ripa, anche ReteGargano IN acqua [video] 9 Aprile 2024

Post n°32136 pubblicato il 10 Aprile 2024 da forddisseche

VIESTE – Pulizia dei fondali della Ripa, anche ReteGargano IN acqua [video]

Dal 4 all’11 Aprile anche Vieste ha celebrato la “Settimana Blu” per la salvaguardia del mare e delle coste. Si sono susseguiti diverse attività e laboratori per promuovere l’educazione ambientale con particolare riferimento alle risorse eco-sistemiche marino e costiere. Associazioni, scuola e capitaneria di porto si sono adoperati per seminari, dimostrazioni e pulizia di spiagge e fondale marino. ReteGargano ha seguito in particolare l’ASD Vieste Scuba Explorer, una scuola di subacquea ricreativa nata da due anni e che ha adottato una zona in particolare di Vieste che è quelle della Ripa. Due giornate intense raccolte in un reportage di circa dieci minuti nel quale raccontiamo parte della storia del giovanissimo concittadino Michele Urbano un OTS (operatore tecnico subacqueo) per l’alto fondale e la sua seconda pulizia del fondale nella zona Ripa di Vieste. Una zona che oltre ad averlo visto crescere nei suoi primi anni di vita viestana, è legato in modo particolare per affetti famigliari. Michele Urbano ha lasciato Vieste all’età di undici anni e ha proseguito gli studi in Francia, dove ha acquisito diversi brevetti per svolgere la sua professione; oggi è tra i pochissimi tecnici in Europa per lavori in vasche nucleari. Nei mesi di pausa, essendo istruttore Padì, da due anni ha messo su una scuola sub che sta facendo scoprire ai già numerosi brevettati i fondali di Vieste, scoprendo ancora una particolarità della nostra città ed aprendo un nuovo mercato ancora sconosciuto sul nostro territorio. 

La mattina del 6 aprile, purtroppo la Ripa ha dato ancora una volta grossi numeri di plastica arrivata in acqua: circa Kg 375, tra bottiglie, reti, oggetti e altri rifiuti. Anche ReteGargano è scesa in acqua con la Vieste Scuba Explorer partecipando attivamente alla Settimana Blu come potrete vedere dal servizio che segue:

Gaetano Simone

 
 
 

“Futura per la città di Foggia” culminerà, venerdì 12 aprile, con un concerto in piazza Cavour, con Fiorella Mannoia redazione 9

Post n°32135 pubblicato il 10 Aprile 2024 da forddisseche

“Futura per la città di Foggia” culminerà, venerdì 12 aprile, con un concerto in piazza Cavour, con Fiorella Mannoia

I versi di Lucio Dalla in piazza Cavour, a Foggia, e un grande evento con Fiorella MannoiaPaola TurciErica Mou e Rosmy venerdì 12 aprile per celebrare il centenario dall’attivazione della Fontana del Sele, avvenuta il 21 marzo del 1924: il primo zampillo di acqua pubblica in città.

L’iniziativa, dal titolo “Futura“, è promossa dalla Regione Puglia in collaborazione con l’Acquedotto pugliese e il Comune e ha l’obiettivo di porre le istituzioni a confronto con la comunità e illustrare gli scenari del governo dell’acqua pubblica.

Una festa che, come ha spiegato il vicepresidente della Regione Puglia e assessore alle Risorse idriche, Raffaele Piemontese, diventerà «un momento popolare. Come e forse più di 100 anni fa, quando quel primo zampillo diede impulso alla modernizzazione non solo della provincia di Foggia ma di tutta la Puglia, l’acqua è il bene pubblico più avvertito come tale dalle persone di ogni condizione sociale, essendo percepita come risorsa fondamentale per distribuire benessere, per tenere in equilibrio il pezzo di pianeta che abitiamo, per innovare l’economia e per diffondere cultura della responsabilità». Secondo Piemontese, «la festa intorno alla nostra Fontana evoca il desiderio di rinascita della comunità foggiana e apre una nuova fase storica in cui, con l’approvazione il 15 marzo scorso della legge regionale, il pieno controllo dei cittadini pugliesi sull’acqua pubblica si realizza con la partecipazione, nel capitale di Acquedotto pugliese, della Regione Puglia e di tutti i Comuni pugliesi».

La Fontana del Sele, ha aggiunto la sindaca Maria Aida Episcopo, «è “il” simbolo di Foggia: non solo per quello che ha rappresentato l’arrivo dell’acqua nel nostro territorio, sia da un punto di vista economico che sociale, ma per il valore intrinseco di un monumento la cui sagoma rimanda immediatamente alla nostra città».

L’arrivo dell’acqua a Foggia, ha sottolineato la direttrice generale di Acquedotto pugliese, Francesca Portincasa, «ha infuso speranza e ha rinnovato lo spirito di una popolazione assetata anche di progresso e di nuove possibilità. Oggi, cento anni dopo, celebriamo non solo l’ingegno tecnico che ha reso possibile questa impresa, ma anche l’indomito spirito di una comunità che ha visto nell’acqua una fonte di vita, un legame che unisce passato, presente e futuro».

L’evento “Futura per la città di Foggia” culminerà, venerdì 12 aprile, con un concerto in piazza Cavour, alle 20:30, con Fiorella Mannoia, Paola Turci, Erica Mou e Rosmy che si alternano sul palco allestito dinanzi alla Fontana del Sele.

Ad accompagnare le cantanti l’Orchestra sinfonica del Conservatorio di Foggia diretta dal maestro Beppe D’Onghia, storico collaboratore del grande maestro Lucio Dalla. Presenta la serata Gino Castaldo, noto critico musicale.

Durante la giornata, inoltre, dalle 16 alle 18:30, nella villa comunale spazio ai laboratori educativi dedicati all’acqua, per bambini da 4 a 10 anni.

 
 
 

VIESTE/ CONVOCATO IN COMUNE IL 23 APRILE, UN TAVOLO TECNICO PER DISCIPLINARE LE INSTALLAZIONI, IL MONITORAGGIO, IL CONTROLLO DEG

Post n°32134 pubblicato il 10 Aprile 2024 da forddisseche

VIESTE/ CONVOCATO IN COMUNE IL 23 APRILE, UN TAVOLO TECNICO PER DISCIPLINARE LE INSTALLAZIONI, IL MONITORAGGIO, IL CONTROLLO DEGLI IMPIANTI DI TELECOMUNICAZIONE AD ALTA FREQUENZA

 
 
 

VIESTE – Giovedì 11 aprile incontro letterario con la scrittrice Pamela Ferlin Il Apr 9, 2024

Post n°32133 pubblicato il 09 Aprile 2024 da forddisseche

VIESTE – Giovedì 11 aprile incontro letterario con la scrittrice Pamela Ferlin

68


Dopo il clamore mediatico iniziale seguito al ritorno dei talebani, oggi l’Afghanistan è praticamente sparito dalle cronache occidentali; eppure lì continuano a consumarsi terribili violazioni dei diritti umani. La scrittrice Pamela Ferlin ha deciso di affidare a un diario-romanzo il racconto di quanto sta accadendo. Giovedì 11 aprile, l’autrice presenterà “In questa notte afgana” (Piemme) a Vieste, nell’ambito della rassegna letteraria organizzata dal Comune con Il Libro Possibile. L’evento si terrà alle 9.15, nell’auditorium dell’I.I.S.S. Fazzini-Giuliani. Interverranno Grazia Maria Starace, assessora alla cultura di Vieste, e Rosella Santoro, direttrice artistica del Libro Possibile. Ingresso libero fino a esaurimento posti.
“Abbiamo detto loro di studiare, perché lo studio è affermazione, è costruzione dell’identità, è libertà perché chi studia non potrà più essere schiavo. E poi ce ne siamo andati, abbandonandole in un mondo in cui una donna non sposata, una donna istruita è considerata una fuorilegge”. Così Ferlin ci consegna la storia vera di due ragazze il cui sogno è stato brutalmente infranto dal ritorno dei talebani, il 15 agosto 2021. Sima e Aziza frequentavano l’università di Kabul, avevano il futuro nelle loro mani. Ma dopo il ritiro delle truppe americane, l’Afghanistan ripiomba in un regime autoritario e fondamentalista, dove non solo i diritti delle donne ma l’idea stessa di libertà vanno in fumo.
Pamela Ferlin, scrittrice ed editorialista del Corriere della sera, ci guida in un viaggio intenso attraverso un territorio vessato da povertà e violenza, raccontando di chi rischierebbe la vita pur di fuggire da lì.
Appuntamento con l’autrice giovedì 11 aprile, a Vieste, nell’ambito della rassegna di incontri letterari organizzata con Il Libro Possibile. L’evento si terrà alle 9.15, nell’auditorium dell’I.I.S.S. Fazzini-Giuliani. Ingresso libero fino a esaurimento posti.VIESTE

 
 
 

VIESTE – Da mercoledì 10 aprile questua cittadina per la festa di Sant’Antonio Il Apr 8, 2024

Post n°32131 pubblicato il 09 Aprile 2024 da forddisseche

VIESTE – Da mercoledì 10 aprile questua cittadina per la festa di Sant’Antonio

320


Parte mercoledì, 10 aprile, la questua per l’organizzazione della festa di Sant’ Antonio di Padova, in programma l’11-12 e 13 giugno prossimi.
A questo proposito, il presidente del Comitato, Libero Guerra, fa sapere che da mercoledì e per i prossimi giorni, i componenti dello stesso Comitato, dotati di tesserino di riconoscimento, visiteranno le famiglie per la consegna del dépliant con il programma e il santino. Abbiamo grandissima fiducia nel vostro sostegno – evidenzia il presidente Guerra -. E’ nota la difficoltà di organizzare una festa che coniughi devozione, tradizione e promozione del territorio,vi chiediamo perciò di contribuire in massa, a prescindere dall’entità della vostra oblazione. Col poco di molti, o meglio ancora di tutti – c onclude il presidente – potremo raggiungere qualcosa di bello da custodire per sempre nei nostri cuori e nella storia di questa città.

 
 
 

CICLOVIA ADRIATICA, FIRMATO IL CONTRATTO PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI TECNICI. A GIUGNO I LAVORI SULL’ASSE LESINA-MANFREDONIA 8

Post n°32130 pubblicato il 09 Aprile 2024 da forddisseche

CICLOVIA ADRIATICA, FIRMATO IL CONTRATTO PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI TECNICI. A GIUGNO I LAVORI SULL’ASSE LESINA-MANFREDONIA

Il futuro della nostra provincia è sempre più green e sostenibile. Sono molto felice di poter annunciare che è stato firmato il contratto per la progettazione esecutiva e la realizzazione dei lavori della Ciclovia Adriatica, inserita nel Sistema Nazionale delle Ciclovie Turistiche istituito nel 2016 dal Ministero Infrastrutture e Trasporti per collegare, lungo un suggestivo percorso, Chioggia al maestoso Gargano. Il tronco pugliese al momento riguarda esclusivamente la provincia di Foggia.    

L’intervento, di cui la Regione Puglia è soggetto beneficiario e la Provincia di Foggia è soggetto attuatore, è stato finanziato con € 22.455.194,89 di cui fondi statali del DM 517/2018 pari a € 3.512.212,43 per il lotto Lesina-Apricena e fondi del programma NextGenerationEU pari a € 18.942.982,46, per il lotto Apricena-Manfredonia. Mai prima d’ora il territorio foggiano aveva beneficiato di risorse così ingenti per le ciclovie turistiche. 

Un plauso va anche espresso nei confronti degli Uffici dell’Amministrazione provinciale di Foggia che, nel corso del 2023, hanno adempiuto a tutte le gravose incombenze tecnico-amministrative

finalizzate alla redazione ed approvazione del progetto definitivo della ciclovia e alla pubblicazione e a aggiudicazione della gara dell’appalto integrato per l’affidamento dei servizi tecnici entro il 31 dicembre, come richiesto dal PNRR. In mancanza il finanziamento sarebbe stato perso. Gli Uffici con lo stesso impegno garantiranno che i lavori procedano senza intoppi e siano rispettati i tempi previsti.

Il nostro obiettivo è chiaro: rendere la Ciclovia Turistica Nazionale Adriatica accessibile a tutti, contribuendo allo sviluppo sostenibile del nostro territorio e offrendo un’esperienza unica ai nostri cittadini e ai visitatori provenienti da tutto il mondo.

Ma la ciclovia Adriatica dovrà essere collegata al tronco del Molise. 

A tale fine chiederemo a RFI, nell’ambito degli interventi di raddoppio ferroviario Lesina-Termoli e di conseguente ripristino naturale dei luoghi, di recuperare e riutilizzare quale percorso ciclabile, le infrastrutture ferroviarie e i manufatti esistenti, incluso l’attuale ponte ferroviario sul fiume Saccione, che saranno dismessi a seguito dello spostamento a monte dei binari.

Tale operazione, richiesta dal Comune di Chieuti e condivisa da altre Amministrazioni comunali foggiane, consentirebbe in tempi rapidi e con notevoli benefici ambientali e risparmi economici, di proseguire quanto già fatto dalla Regione Abruzzo che ha riconvertito un tratto di ferrovia dismessa di oltre 40 Km nell’attuale ciclovia dei Trabocchi.

 
 
 

ORARIO DEL CIMITERO COMUNALE DI VIESTE (PRIMAVERA-ESTATE) 7 Aprile 2024 Si informa la cittadinanza che dal 8 aprile 2024, il c

Post n°32126 pubblicato il 07 Aprile 2024 da forddisseche

ORARIO DEL CIMITERO COMUNALE DI VIESTE (PRIMAVERA-ESTATE)

Si informa la cittadinanza che dal 8 aprile 2024, il cimitero comunale osserverà i seguenti orari:

  • Feriali:
    • dalle ore 7.30 alle ore 18.30 (orario continuato);
       
  • Domenica e Festivi:
    • dalle ore 7.00 alle ore 13.00.
  • ————————————–

 
 
 

VIESTE/ STRAGE DI CAPACI, LA VEDOVA SCHIFANI SUL GARGANO. “STATO ERA COLLUSO CON LA MAFIA. NESSUNO MI HA CHIESTO SCUSA” 7 Aprile

Post n°32125 pubblicato il 07 Aprile 2024 da forddisseche

VIESTE/ STRAGE DI CAPACI, LA VEDOVA SCHIFANI SUL GARGANO. “STATO ERA COLLUSO CON LA MAFIA. NESSUNO MI HA CHIESTO SCUSA”

Rosaria Costa, la vedova del poliziotto Vito Schifani, morto nella strage di Capaci il 23 maggio del 1992, ha trascorso due giorni sul Gargano tra Peschici e Vieste dove ha incontrato i ragazzi di alcune scuole per parlare del suo libro “La mafia non deve fermarvi”, un racconto della sua vita dedicata alla lotta per la legalità.

In molti ricordano il grido di dolore ai funerali di Stato, una scena che scosse la coscienza di tutti. Nel 1992, Rosaria aveva appena 22 anni con un figlio di 4 mesi, oggi ufficiale della Finanza. Vito Schifani, uomo della scorta del giudice Falcone, morto anche lui insieme alla moglie, perse la vita insieme ad altri suoi colleghi poliziotti. “È stato il giorno più brutto della mia vita.

Un fermo immagine tratto da un video mostra Rosaria Costa, vedova di Vito Schifani, uno dei poliziotti della scorta del magistrato antimafia Giovanni Falcone, Roma, 23 maggio 2023. Rosaria Costa si racconta in un libro autobiografico “La Mafia non deve fermarvi” ANSA/ CECILIA FERRARA

Quel grido di dolore ha fatto cambiare tante cose, ha fatto iniziare a capire che la mafia è cattiva, fa male. E non solo la mafia, anche alcuni apparati dello Stato sono stati complici ed hanno collaborato a quella strage. In 57 giorni sono stati uccisi ben 11 uomini dello Stato. Sono morti i nostri migliori giudici. Gli attentati a Falcone e Borsellino non hanno solo la firma della mafia, nessuno me lo toglie dalla testa che lo Stato era colluso con la mafia”.

Mafia ancora invincibile? “È difficile sconfiggerla”. Qualcuno in questi 32 anni che sono trascorsi ha chiesto scusa? “Nessuno”.

Un libro toccante, dove Rosaria Costa racconta la sua vita da quando era ragazzina al momento in cui ha dovuto lasciare la sua Palermo per andare a vivere in Liguria per costruirsi una nuova vita.

“Tanta rabbia ancora oggi, i giudici Falcone e Borsellino dovevano essere tutelati di più. Recentemente, se pur a fatica sono tornata a Palermo come testimone diretta di un’epoca drammatica, consapevole di dover  continuare a tenere alta la bandiera della legalità. In questo libro racconto tutto ciò”.

Ad accompagnare Rosaria Costa sul Gargano, la docente dell’Istituto alberghiero di Vieste, Tiziana Vescera.“Rosaria è una donna straordinaria, con lei ho vissuto due giorni intensi con gli studenti di Peschici e Vieste. Spero torni presto”. L’assessora alla Cultura del Comune di Vieste, Graziamaria Starace ha incontrato Costa a scuola. “Un appuntamento interessante a dimostrazione che il nostro comune continua a diffondere la cultura della legalità”.

saverio serlenga

 
 
 

VIESTE/ L’ORA DEI POETI…ERA ORA! DOMENICA 7 ALLE ORE 19,30 VI ASPETTIAMO ALLA LEGA NAVALE 5 Aprile 2024 La poesia fa respirare

Post n°32124 pubblicato il 05 Aprile 2024 da forddisseche

VIESTE/ L’ORA DEI POETI…ERA ORA! DOMENICA 7 ALLE ORE 19,30 VI ASPETTIAMO ALLA LEGA NAVALE

 
 
 

VIESTE – TANTI GIOVANI HANNO DATO L’ULTIMO SALUTO A GIOVANNI PERONE 5 Aprile 2024 La Chiesa di Santa Maria delle Grazie era co

Post n°32123 pubblicato il 05 Aprile 2024 da forddisseche

VIESTE – TANTI GIOVANI HANNO DATO L’ULTIMO SALUTO A GIOVANNI PERONE

La Chiesa di Santa Maria delle Grazie era colma di persone riunitesi per partecipare ai funerali di Giovanni Perone, il giovane di soli 18 anni tragicamente scomparso l’altra notte per un incidente stradale in località Defensola, a pochi chilometri da Vieste. Alla funzione, celebrata all’aperto, erano presenti tantissimi coetanei di Giovanni, suoi compagni dell’Istituto Alberghiero “Mattei” ma anche dell’altra scuola superiore, il “Fazzini-Giuliani”, affranti dal dolore per dover dare l’ultimo saluto ad un loro amico.

Nell’omelia, il parroco don Celestino Iervolino ha condiviso parole di conforto e saggezza, invitando i giovani presenti a riflettere sulla fragilità della vita e a non farsi travolgere dalle sfide e dalle tentazioni che possono portare a oltrepassare i limiti.

All’uscita, mentre il feretro veniva portato via, un applauso lungo e commosso ha salutato Giovanni, accompagnato dal lancio di palloncini bianchi e celesti. Le note struggenti di “Sta passando novembre” di Eros Ramazzotti hanno risuonato nell’aria, mentre il rombo dei motori di moto e scooter, la passione di Giovanni, ha accompagnato la salma fino al cimitero.

In questo momento di profonda tristezza, la comunità viestana si è stretta intorno alla famiglia di Giovanni, mostrando solidarietà e affetto di fronte alla grave perdita di un ragazzo così giovane.

Al dolore per la scomparsa di Giovanni si unisce la preoccupazione per le condizioni di salute di Aurora Santoro, la 16enne sua fidanzatina, presente in macchina al momento dell’incidente. La ragazza è stata portata in ospedale con l’elicottero subito dopo l’incidente e sottoposta ad un delicato intervento chirurgico.

 

 
 
 

L'Aquila, 15 anni dal terremoto. L'approfondimento del direttore David Filieri con il dottor Massimo Cinque.

Post n°32122 pubblicato il 05 Aprile 2024 da forddisseche


L'Aquila, 15 anni dal terremoto. L'approfondimento del direttore David Filieri con il dottor Massimo Cinque.

 
 
 

Lopriore cariglia, scrittore viestano (video) 5 Aprile 2024 Ho incontrato uno scrittore viestano, autore di ...

Post n°32121 pubblicato il 05 Aprile 2024 da forddisseche

Lopriore cariglia, scrittore viestano (video)

 
 
 

VIESTE – Chiusura totale per 30 giorni di piazza del Fosso per la nuova pavimentazione Il Apr 5, 2024

Post n°32120 pubblicato il 05 Aprile 2024 da forddisseche

VIESTE – Chiusura totale per 30 giorni di piazza del Fosso per la nuova pavimentazione

175


Al fine di consentire l’esecuzione, in sicurezza e celerità, dei lavori di pavimentazione del tratto non pedonabile (collegamento tra corso Fazzini e via Pola, ndr) di piazza Vittorio Emanuele II (piazza del Fosso), ad opera dell’impresa appaltatrice, il dirigente del Settore tecnico del Comune di Vieste, ing. Vincenzo Ragno, ha emanato la ordinanza n. 12, in data di oggi, con la quale si dispone la “interdizione al transito veicolare e pedonale della Piazza Vittorio Emanuele II per un periodo di 30 giorni a far data dal giorno 08.04.2024, secondo la confinazione (zona rossa) riportata nella tavola grafica allegata che costituisce parte integrante e sostanziale del presente provvedimento”. L’ing. Ragno, ha ordinato, altresì “alla ditta esecutrice dei lavori di adottare ogni misura organizzativa necessaria per consentire il transito in sicurezza dei mezzi di soccorso e dei mezzi necessari per far fronte a situazioni di emergenza impreviste ed imprevedibili che non possano essere procrastinate”.

 
 
 

QUANDO RE ALFONSO XIII DI SPAGNA SCRIVEVA A PADRE PIO. LETTERA IN CUI CHIEDE L’INTERCESSIONE PER GUARIGIONE DEI FIGLI 4 Aprile 2

Post n°32119 pubblicato il 04 Aprile 2024 da forddisseche

QUANDO RE ALFONSO XIII DI SPAGNA SCRIVEVA A PADRE PIO. LETTERA IN CUI CHIEDE L’INTERCESSIONE PER GUARIGIONE DEI FIGLI

Nel numero da domani in edicola di “Maria con Te”, settimanale mariano del gruppo editoriale San Paolo, è pubblicata la lettera di Re Alfonso XIII che scrisse a san Pio da Pietrelcina, nel quale gli chiedeva preghiere per la salute di tre dei suoi sei figli.

La curiosità viene raccontata in un servizio del condirettore Luciano Regolo.

L’articolo rivela tutti gli indizi anche sullo slancio mariano di Leonor di Borbone, primogenita di re Felipe VI e della regina Letizia di Spagna, una delle cinque principesse d’Europa destinate a diventare sovrane dei loro Paesi.
    “Reverendo padre! Venuto a conoscenza del fatto che le sue preghiere sono ascoltate dall’Altissimo e che in varie occasioni ella ha ottenuto la guarigione completa di ammalati dichiarati incurabili e di altri che per il grave stato di salute solo il divino intervento poteva guarire, mi permetto di rivolgermi a lei, padre, con la mia supplica”.

 Esordisce così la lettera, trovata nel 1977 da padre Gerardo di Flumeni e datata “Madrid, 3 marzo 1923” con cui Re Alfonso XIII chiedeva intercessione a Padre Pio per i figli colpiti da gravi patologie (emofilia e sordità).

Quasi certamente, racconta il settimanale, la lettera riservata del sovrano, che poi vivrà esule con la famiglia a Roma dal 1931 sino alla morte, fu portata al convento da persona di fiducia e consegnata “sue proprie mani” a san Pio.

 
 
 

ARRIVA A VIESTE IL TRIATHLON GOLD DI CUPRA 4 Aprile 2024 CUPRA SI VESTE D’ORO E… RADDOPPIA! Il mese di aprile segna l’inizio

Post n°32118 pubblicato il 04 Aprile 2024 da forddisseche

ARRIVA A VIESTE IL TRIATHLON GOLD DI CUPRA

CUPRA SI VESTE D’ORO E… RADDOPPIA!

Il mese di aprile segna l’inizio della stagione del triathlon e il circuito Adriatic Series torna a fare tappa nell’ormai tradizionale sede di Cupra Marittima, con una grande novità: dallo sprint delle passate stagioni si passa al triathlon olimpico, in versione GOLD!

Il 28 aprile gareggia nel tuo primo triathlon del 2024 a Cupra, qui tutti i dettagli e le modalità di iscrizione:

LA SUPER PROMO DI VIESTE

Il 2 giugno si svolgerà nella Perla del Gargano un triathlon olimpico GOLD, culmine del trittico di cui fanno parte anche le due gare sulla stessa distanza di Cupra Marittima (28 aprile) e Pesaro (19 maggio). E proprio partecipando a queste due prove, avrai la possibilità di scalare la classifica del circuito e conquistare l’ambito “pettorale di leader” che ti darà la possibilità di iscriverti gratuitamente all’olimpico di Vieste!

Partecipa alle gare Adriatic Series, guarda tutti i dettagli sul nostro sito:

ADRIATIC SERIES

 
 
 

LA CITTÀ DI FOGGIA OSPITERÀ LA XIV EDIZIONE DEL PRESTIGIOSO PREMIO INTERNAZIONALE “PUGLIESI NEL MONDO” 4 Aprile 2024

Post n°32117 pubblicato il 04 Aprile 2024 da forddisseche

LA CITTÀ DI FOGGIA OSPITERÀ LA XIV EDIZIONE DEL PRESTIGIOSO PREMIO INTERNAZIONALE “PUGLIESI NEL MONDO”

Sarà la Città di Foggia ad ospitare il grande evento annuale a carattere internazionale. Per la prima volta questo evento si svolgerà in questa provincia. La manifestazione, che viene sempre patrocinata da numerosi enti istituzionali regionali, nazionali e  internazionali,  a questa edizione sarà affiancata e patrocinata dall’Amministrazione Comunale della Città di Foggia e si svolgerà nel Teatro Giordano, sabato 23 novembre 2024.

Sarà occasione per promuovere la Città e territorio della Capitanata con tutte le sue bellezze e i suoi prodotti. All’evento  parteciperanno illustri ospiti e durante l’intera manifestazione, saranno premiati 15 Eccellenze Pugliesi che si sono distinti e dato prestigio all’Italia, alla Puglia e/o ai Paesi ove vivono. Inoltre si esibiranno Artisti pugliesi nati o avente origine.

In quel periodo, sarà anche possibile organizzare iniziative collaterali (artistiche, culturali, culinarie e sportive) coinvolgendo associazioni ed enti di ogni genere presenti sul territorio.

La manifestazione, che vedrà la partecipazione di diplomatici, mass media e autorità istituzionali e corregionali, provenienti anche da Paesi lontani, assicurerà una notevole visibilità nazionale e internazionale e di ciò potranno ottenere notevoli benefici anche i partners che vorranno sostenere l’iniziativa, sponsorizzandola.

Sul nostro sito web trovate il Regolamento per le candidature e il Bando per il Premio. Clicca QUI

Eventuali candidature da proporre alla Commissione esaminatrice possono essere inviate, insieme ad un Cv. aggiornato anche via email. Lo stesso per aziende e imprese interessate a sponsorizzare l’evento e/o per informazioni di ogni genere, scrivere a: info@puglianelmondo.com

Nell’occasione, desideriamo ringraziare tutte le Amministrazioni Comunali che si sono candidate e che si sono proposte per lo svolgimento dell’Edizione 2024 nella propria Città.

ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE PUGLIESI NEL MONDO

Via Carlo Sforza n.2/D – 70023 Gioia del Colle (BA) – Italia

www.puglianelmondo.com

 
 
 
Successivi »
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963