Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 62
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotving.desantismicheledefra9francesco_defilippisgiovanni.poloni2015cp2471967White_Feather_Xfondazione.foarasputin1964mailros2011heidik71geco2313quincyl82
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Messaggi di Luglio 2021

Foggia, non ancora attivati presidi medici nelle località turistiche L'Adiconsum contesta l'Asl per i rtitardi Redazione

Post n°28472 pubblicato il 23 Luglio 2021 da forddisseche

Foggia, non ancora attivati presidi medici nelle località turisticheL'Adiconsum contesta l'Asl per i rtitardi

  
Parroco si tuffa in mare ad Ostuni e muore annegato
 
 

FOGGIA - «Le responsabilità della mancata apertura dei presidi medici nei centri a forte attrazione turistica della Capitanata sono della direzione generale della ASL di Foggia. Sembra impossibile, eppure è vero: siamo nel pieno della stagione turistica e sul Gargano e nelle altre zone turistiche, la ASL di Foggia ancora non è nelle condizioni di aprire i centri di assistenza medica turistica. Lesina, Vieste, Peschici, Rodi ne sono privi. Non è accettabile, la direzione generale della ASL di Foggia ammetta tutte le sue responsabilità».

 

La denuncia è del Presidente dell’Adiconsum di Foggia, Giovanni D’Elia.

 

«Questo grave risultato è il chiaro segnale di una mancanza di programmazione che doveva partire già dal mese di Gennaio. Come Adiconsum chiediamo all'assessore regionale alla sanità Lopalco e al Presidente della Regione Puglia Emiliano che vengano assunte immediatamente iniziative efficaci per ovviare a queste gravissime mancanze e per garantire in provincia di Foggia gli standard previsti nel piano regionale della salute. Nell’ultima riunione del Comitato di Coordinamento della ASL - prosegue Giovanni D’Elia - il Direttore generale Vito Piazzolla ha ammesso che gran parte dei medici ha dichiarato l’indisponibilità a recarsi sul presidi a causa delle deficienze organizzative, come l’assenza di alloggi o il mancato riconoscimento delle regolari indennità. Sono migliaia le segnalazioni di grave disagio che ci sono pervenute, sia da parte dei turisti, che degli stessi residenti nelle località. Emblematica è la situazione di Marina di Lesina, dove per accedere alle urgenze si è costretti a recarsi negli ospedali di San Severo, Foggia o San Giovanni Rotondo, mettendo totalmente a rischio la sicurezza sanitaria. La carenza di programmazione nelle politiche della salute pubblica sul territorio dauno - sottolinea il presidente dell’Adiconsum di Foggia - è fortemente caratterizzata dall'assenza di provvedimenti da parte della direzione generale della ASL, che si rifugia, per incomprensibile comodità, nella situazione pandemica, dimenticando che gli utenti, in special modo quegli anziani, devono aspettare mesi per una visita specialistica, che i presidi territoriali e zonali lavorano con il personale ridotto all’osso e che solo grazie all’azione e all'impegno di questi ultimi si riesce a malapena a garantire le urgenze. Sono decine di migliaia le visite in attesa, addirittura molti pazienti dimenticano di aver fatto la prenotazione o sono costretti a rivolgersi ai privati, per non parlare dei medici di base che al massimo rispondono alle richieste dei pazienti solo via telefono. Sono chiare le responsabilità per tali situazioni da parte della Direzione Generale della ASL di Foggia ed è per questo che sia il Presidente della regione, sia l’assessore alla sanità devono intervenire con urgenza».

 
 
 

PINUCCO Alessio Giannone Il Libro Possibile

Post n°28471 pubblicato il 23 Luglio 2021 da forddisseche

PINUCCO Alessio Giannone Il Libro Possibile

 
 
 

Le notti magiche seduti sul divano di casa Olimpiadi di Tokyo, campioni che hanno fatto la storia Antonello Raimondo

Post n°28470 pubblicato il 23 Luglio 2021 da forddisseche

Le notti magiche seduti sul divano di casaOlimpiadi di Tokyo, campioni che hanno fatto la storia

Antonello Raimondo

23 Luglio 2021

 

 

Arriva l'ufficialità: le Olimpiadi di Tokyo spostate al 2021

 

 

 
 

Gli echi dello splendido titolo europeo dei ragazzi del calcio ancora vivi. E all’orizzonte un’altra «partita» da vivere tutto d’un fiato. Le Olimpiadi non saranno mai una cosa banale. Figurarsi con tanti mesi complicati da mandar giù. Tokyo, evidentemente, nasce sotto una stella diversa. I Giochi a braccetto con la pandemia, le gare senza pubblico, la paura di non farcela nonostante il disumano sforzo organizzativo. L’emozione, però, è la stessa. Stesse sensazioni, identica spasmodica attesa, quel filo di magia che ti avvolge gli occhi camminando fino al cuore.

 


Parliamo della «casa» dello sport, il trionfo di quei valori che restano un autentico marchio di fabbrica. Quando racconti le Olimpiadi sai che vai oltre il «campo». E che spesso ti ritrovi a descrivere intrecci con storie di vita. Gli affanni, le difficoltà, la voglia di tirare la testa fuori dalla sabbia dell’indifferenza. Le medaglie olimpiche, spesso, sono il riassunto di un percorso a ostacoli. E tu, spettatore, ti ritrovi quasi «nudo» di fronte a tale bellezza, anche emotiva.

 


L’Italia sbarca a Tokyo petto in fuori e la solita valigia carica di sogni. Spedizione imponente, numeri da record: saranno 384 (197 uomini, 187 donne) a gareggiare nelle trentasei discipline previste dal regolamento. Asticella sempre alta, ci mancherebbe. Con riferimenti precisi in attesa dei bilanci consuntivi. Il record di medaglie porta in evidenza due date: Los Angeles 1932 e Roma 1960. Trentasei volte sul podio, nella capitale addirittura con tredici ori al collo. Ecco, l’impressione è che avvicinarsi a questi numeri suonerebbe come una promozione. Senza se e senza ma.

 


C’è la tradizione a ricordarci in quali gare potremo mettere in campo l’artiglieria pesante. Il nuoto, per esempio. Ma anche scherma, pallanuoto, pallavolo, pallacanestro, canottaggio, atletica leggera. Cambiano i tempi, e quindi anche generazioni e uomini, ma l’Italia riesce quasi sempre ad alzare la voce. Noi siamo un popolo che ama farsi prendere per mano. I Giochi non sono un’etichetta ma un enorme libro di storia. Basta un attimo e ti tornano in mente le volate di Pietruzzo Mennea, i salti verso il cielo di Sara Simeoni, le sbracciate dei fratelloni Abbagnale. Quelle cose che nascono in un attimo ma poi diventano per sempre.

 


Chissenefrega, insomma, se non ci saranno Messi e Djokovic. E se il più importante talento italiano (Sinner) ha scelto di allenarsi per poi andare a raccogliere punti e quattrini sul cemento dei tornei americani. Non ci mancheranno, questi signori. Le Olimpiadi sono un’altra cosa. Lontane dai conti in banca e da quel business estremo che, oggi, ci fa dire che nessuno si accorgerà che l’Italia del calcio non giocherà a Tokyo. Non è questione di essere buoni o cattivi. Scende in campo la diversità. Che non ha nemmeno bisogno di essere spiegata. Sarà tutta in quelle immagini che faranno il giro del mondo. Sarà bello scoprire cose diverse, a volte finanche sconosciute. Sarà bello, un giorno, poter raccontare che «io c’ero». Sul divano di casa, sì. Ma con anima e cuore a Tokyo. Aspettando altre notti magiche. E, per una volta, senza aspettare un gol.

 
 
 

VITTORIO SGARBI Il Libro Possibile Vieste

Post n°28469 pubblicato il 23 Luglio 2021 da forddisseche

VITTORIO SGARBI Il Libro Possibile Vieste

 
 
 

VIESTE – Martedì 27 luglio riunione del Consiglio comunale Ultimo aggiornamento Lug 22, 2021

Post n°28468 pubblicato il 23 Luglio 2021 da forddisseche

VIESTE – Martedì 27 luglio riunione del Consiglio comunale

159

In applicazione dell’art. 73 comma 1 del D.L. n. 18 del 17 marzo 2020 e dell’art. 28 comma 3 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale, è convocato il Consiglio Comunale, in seduta di 1^ convocazione e con modalità “in Presenza”, per il giorno 27-07-2021 (Martedì) alle ore 9:00 e di 2^ convocazione per il giorno 28-07-2021 (Mercoledì), alle ore 11:00 per la trattazione del seguente:
Ordine del giorno
1 Interrogazioni della seduta consiliare.-
2 Ratifica Delibera di G.C. n. 186 del 08.07.2021 avente per oggetto “VII variazione urgente al Bilancio di previsione 2021/2023 ai sensi dell’art. 175 c. 4 del D. lgs 267 del 18.08.2000 e variazione al piano delle OO.PP. 2021/2023.”
3 Art.175 comma 4 e art. 193 comma 2 del D.Lgs. 267 del 18.018.2000: Assestamento di bilancio di previsione e verifica equilibri di bilancio 2021/2023. VIII Variazione e modifica al Piano Triennale delle OO.PP. 2021/2023.
4 “Regolamento disciplinante misure preventive per sostenere il contrasto dell’evasione dei tributi locali – Modifiche ed
integrazioni.”
5 Regolamento sulla tassa sui rifiuti (TARI) – Applicazione riduzioni alle utenze non domestiche – Modifica art. 24.”
6 Presa d’atto del Piano Finanziario del Servizio Integrato di gestione dei rifiuti per l’anno 2021.
7 Approvazione tariffe della TARI per l’anno 2021.
8 Atto di indirizzo in materia di personale alla Società controllata A.S.E. S.p.a. di Manfredonia.
9 Conservatorio di musica “Umberto Giordano” di Rodi Garganico.- Determinazione-.

10 “Percorso della Memoria del cimitero di Vieste”- Approvazione regolamento.

Il Presidente del Consiglio
Cons. Alessandro SIENA

 
 
 

IL MARE PIÙ PULITO D'ITALIA È IN PUGLIA, "ECCELLENTI" LE ACQUE DI BALNEAZIONE

Post n°28467 pubblicato il 22 Luglio 2021 da forddisseche

IL MARE PIÙ PULITO D'ITALIA È IN PUGLIA, "ECCELLENTI" LE ACQUE DI BALNEAZIONE

 
 
 

Manfredonia ELEZIONI COMUNALI VESCOVO MOSCONE

Post n°28466 pubblicato il 21 Luglio 2021 da forddisseche

Manfredonia ELEZIONI COMUNALI VESCOVO MOSCONE

 
 
 

Vieste INAUGURAZIONE SEDE BCC SAN GIOVANNI ROTONDO PALLADINO

Post n°28465 pubblicato il 21 Luglio 2021 da forddisseche

Vieste INAUGURAZIONE SEDE BCC SAN GIOVANNI ROTONDO PALLADINO

 
 
 

Vieste / GIUSEPPE PALLADINO presdente BCC San Giovanni Rotondo

Post n°28464 pubblicato il 21 Luglio 2021 da forddisseche

 
 
 

VIESTE – Tre nuove app comunali a servizio dei nostri ospiti Il Lug 20, 2021

Post n°28463 pubblicato il 21 Luglio 2021 da forddisseche

VIESTE – Tre nuove app comunali a servizio dei nostri ospiti 

 
176
 

L’assessore al turismo, Rossella Falcone, e il consigliere comunale con delega all’informatizzazione, Sandro Siena, comunicano che per la stagione turistica in corso i nostri ospiti possono usufruire dei servizi messi a disposizione da tre app per dispositivi mobili, ossia:
1) MyCicero: tra i tanti servizi, permette di pagare la sosta dell’auto sulle strisce blu. Inoltre consente anche di sottoscrivere abbonamenti per l’intero periodo del soggiorno;
2) EasyPark: anche questa app consente il pagamento della sosta auto sulle strisce blu con addebito diretto su carta di credito;
3) inSpiaggia: descrive tutte le spiagge del nostro territorio e i servizi messi a disposizione dagli stabilimenti balneari che hanno aderito (gratuitamente) all’iniziativa.
In aggiunta, è in fase di completamento il nuovo sito e la app “Compro a Vieste”, uno store online per acquisti nelle attività commerciali viestane anche con consegna a domicilio (per chi prevede questa modalità).
Si coglie l’occasione per augurare buona estate.

 
 
 

VIESTE – Arriva 4Lavori di Akira Il Lug 20, 2021

Post n°28462 pubblicato il 20 Luglio 2021 da forddisseche

VIESTE – Arriva 4Lavori di Akira

251

C’è chi la rabbia per non aver avuto un’infanzia facile e agiata la sfoga con la violenza, c’è chi la sfoga sfrecciando a folle velocità con un mezzo perché in preda a qualche “sostanza estranea”, c’è chi per lo stesso motivo si chiude in se stesso e soffre in silenzio
Non è il caso di Akira, che nei giorni scorsi ha pubblicato il suo primo singolo 4Lavori, nel quale sbatte in faccia al mondo cose che molti vedono ma girano la faccia dall’altra parte.
Il giovane artista viestano Akira, non si gira dall’altra parte avendo vissuto direttamente tutti i problemi che derivano dall’avere una mamma single costretta a fare 4 lavori contemporaneamente per potergli assicurare una vita dignitosa, ma che alo stesso tempo toglievano tempo allo star insieme.
4Lavori è un brano musicalmente in linea con i tempi che stiamo attraversando, ricco di sonorità trap e con un linguaggio diretto da ascoltare con attenzione per entrare in un mondo che non appartiene a tutti.
Il brano è presente su tante piattaforme digitali, di seguito il link per ascoltarlo su Spotify
https://open.spotify.com/track/47KKStmCCVnqNh47hlP9Rs?si=ASZ2Be8_TVag755E7UCSbA

 
 
 

Il nuovo Foggia si presenta, ecco l’organigramma al completo. Canonico: “Ora costruiremo una rosa che ci farà divertire”

Post n°28461 pubblicato il 20 Luglio 2021 da forddisseche

Il nuovo Foggia si presenta, ecco l’organigramma al completo. Canonico: “Ora costruiremo una rosa che ci farà divertire” 

 

Presentazione allo Zaccheria. Canonico: “Siamo pronti alla campagna abbonamenti, ma attendiamo che il governo precisi le nuove norme Covid-19 per la prossima stagione”

   

La squadra amministrativa del Foggia è al completo. È stato presentato il nuovo organigramma del club presieduto da Nicola Canonico: responsabile dell’area tecnica sarà Emanuele Belviso, il preparatore dei portieri Botticella, il team manager Mario de Vivo e l’allenatore in seconda Vincenzo Cangelosi. Il patron del Foggia ha subito fatto il punto sulle trattative di mercato: “Il calciomercato è una partita di bocce, ci sono momenti di attesa e di accelerata, il Calcio Foggia non si sta cullando, ma sta lavorando intensamente”. Inoltre, Canonico ha aggiunto: “Siamo pronti alla campagna abbonamenti, ma attendiamo che il governo precisi le nuove norme Covid-19 per la prossima stagione”.

 

 
 

Accanto al presidente rossonero c’erano Zeman e il nuovo direttore sportivo, Peppino Pavone. Quest’ultimo ha precisato: “La squadra che partirà in ritiro sarà completa per il 75%. Oggi c’è stata la risoluzione di Salvi, domani quella di Fumagalli e stiamo lavorando anche a quella di Del Prete. Curcio è convocato per il ritiro, ma ci ha rilasciato un certificato medico. La rosa che costruiremo ci farà divertire”. In chiusura della conferenza stampa, Canonico ha sottolineato come i satanelli siano una priorità assoluta del club: “I satanelli torneranno sulla maglia dei rossoneri, è una promessa. Inoltre, cambieremo denominazione da Calcio Foggia a Foggia Calcio”.

 
 
 

A fine luglio riapre il “Gino Lisa” di Foggia, pronto per il piano di rilancio. Ora c’è anche l’ok dei vigili del fuoco

Post n°28460 pubblicato il 20 Luglio 2021 da forddisseche

A fine luglio riapre il “Gino Lisa” di Foggia, pronto per il piano di rilancio. Ora c’è anche l’ok dei vigili del fuoco 

 

Si starebbe lavorando per un collegamento Foggia-Milano. Intanto, lo scalo supera agevolmente il test antincendio

   

Superato il test antincendio per l’aeroporto Gino Lisa di Foggia. L’ok dei vigili del fuoco era l’ultimo passaggio per rendere finalmente operativo lo scalo foggiano.

Come anticipato qualche giorno fa dal vicepresidente della Regione Puglia, Raffaele Piemontese, entro la prossima settimana l’aeroporto sarà pronto per il piano di rilancio. Dalle indiscrezioni trapelate, si starebbe lavorando per un collegamento Foggia-Milano.

 
 
 

e2021Luglio20EventiVIESTE – In una scenografia da sogno parte il festival “Il Libro possibile”

Post n°28459 pubblicato il 20 Luglio 2021 da forddisseche

  • e
  • 2021
  • Luglio
  • 20
  • Eventi
  • VIESTE – In una scenografia da sogno parte il festival “Il Libro possibile”
VIESTE – In una scenografia da sogno parte il festival “Il Libro possibile”
219

Fervono gli allestimenti a Marina Piccola di Vieste, location del festival “Il Libro possibile” che, dopo la prima parte a Polignano a Mare, approda nella cittadina del Gargano. Una scenografia suggestiva, caratterizzata da splendide luminarie che fanno parte del patri-monio artistico-artigianale di Puglia, renderanno ancora più spettacolare ed attraente la meravigliosa piazza sul mare di Vieste dove si alterneranno, in quattro serate, personaggi di rango del mondo della cultura, dello spettacolo, della politica, della scienza, della me-dicina.
Ed è così che ‘Il Libro Possibile’ inaugura a Vieste una nuova pagina della sua storia ventennale. Il 22 luglio 2021, per la prima volta in assoluto, il festival presieduto da Gian-luca Loliva e diretto da Rosella Santoro fa tappa nell’antico borgo marinaro a Nord della Puglia, ribattezzato ‘La Perla del Gargano’ per la sua suggestiva bellezza.
Conclusa con successo la prima sezione nella storica sede di Polignano a Mare (7-10 lu-glio), la XX edizione del Libro Possibile prosegue a Vieste con quattro ulteriori serate: il 22, 23 luglio e il 29, 30 luglio sono attesi sul palco della centralissima piazza Marina Pic-cola autori nazionali, internazionali, alte cariche istituzionali e personalità di spicco della scienza, della giustizia, dell’imprenditoria.
L’ospite internazionale è Patrick McGrath (23 luglio). L’autore inglese, in questi giorni in Italia per presentare il suo ultimo thriller new gothic, ‘La lampada del diavolo ‘(La nave di Teseo), interviene a Vieste accompagnato sul palco dalla lettura di alcuni suoi brani a cura del talentuoso attore foggiano, Gianmarco Saurino.
C’è grande attesa per l’intervento della terza carica dello Stato Roberto Fico (29 luglio) su ‘SUD, cultura e ripartenza’ introdotto dal giornalista di La7 Paolo Celata. Mentre il di-vulgatore, geologo, saggista e presentatore TV Mario Tozzi (23 luglio) presenta, in ante-prima assoluta per Il Libro Possibile, lo spettacolo inedito dal titolo ‘I padroni del mondo’ ovvero i virus e la loro incidenza su ecologia, evoluzione e storia raccontati con il con-trappunto jazz di un maestro della musica come Enzo Favata.
D’intesa con il Comune di Vieste, ampio spazio viene dedicato al tema della LEGALITÀ, con una serie d’incontri importanti che affidano alla ‘cultura della Giustizia’ l’ulteriore di-fesa di un territorio, come quello garganco, ancora troppo segnato dalla criminalità orga-nizzata. A Vieste infatti Roberto Saviano (30 luglio) apre la serata con il suo ultimo libro ‘Gridalo’ (Bompiani), mentre Lirio Abbate (29 luglio), tra i più apprezzati giornalisti che scrive di mafia, autore di ‘Faccia da mostro’ (Rizzoli), partecipa in dialogo con l’ex procu-ratore generale presso la corte d’Appello di Palermo Roberto Scarpinato. E Salvatore Borsellino (29 luglio), fratello del magistrato ucciso dalla mafia nel ’92 a Palermo, tributa la figura di Paolo Borsellino in dialogo con il giornalista Peter Gomez, direttore del Fat-toquotidiano.it.
Le pagine viestane del Libro Possibile dedicate alla scienza sono affidate all’immunologa Antonella Viola (30 luglio), autrice di ‘Danzare nella tempesta’ (Feltrinelli) e alla biologa Barbara Gallavotti (30 luglio), giornalista e divulgatrice scientifica ospite fissa del programma di Giovanni Floris su LA7, protagonista sul palco del Libro Possibile con la lectio magistralis ‘Virus e Libertà’. Una riflessione sulla nostra società post pande-mica è affidata a Paolo Crepet (29 luglio) e al suo libro ‘Oltre la Tempesta’ (Mondadori).
Dal Gargano si guarda all’America contemporanea di Trump e Biden con l’intervista in-crociata dei giornalisti Francesco Costa e Giovanna Pancheri (22 lu-glio), rispettivamente autori di ‘Una storia americana’ (Mondadori) e ‘Rinascita America-na’ (Sem). Mentre il mondo ammira la magnificenza artistica italiana con il critico Vittorio Sgarbi (22 luglio) che presenta il suo libro ‘Ecce Caravaggio’ (La Nave di Teseo).
Si parla di diritti inviolabili e del sogno possibile di salvare vite umane nell’incontro a tre voci con Cecilia Strada, responsabile della comunicazione di ResQ – People Saving People, Gabriella Nobile fondatrice dell’associazione Mamme per la pelle e l’ex magistra-to di ‘Mani Pulite’ Gherardo Colombo, oggi presidente onorario della’Associazione ResQ (30 luglio).
A spiegare al pubblico ‘Le regole di un mondo senza regole’ ci pensano gli imprenditori italiani tra i più apprezzati anche all’estero per il nostro made in Italy: Brunello Cucinelli, Oscar Farinetti, Giuseppe Stigliano e Michele Andriani (30 luglio). Mentre l’economi-sta Carlo Cottarelli (23 luglio) parte dal suo libro ‘All’inferno e ritorno’ (Feltrinelli) per una riflessione sulla rinascita del nostro Paese e con un’incursione telefonica di Alessio Giannone in arte Pinuccio, l’inviato da Bari di Striscia La Notizia, a sua volta protagonista (il 22 luglio) della presentazione del suo libro ‘Annessi e Connessi’ (Mondadori). Un altro popolare volto TV e imprenditore nella ristorazione Joe Bastianich (29 luglio) interviene con il suo ultimo decalogo ‘Le regole per il successo’ (Mondadori). E il vicedirettore di Rai1, giornalista di origine tarantina, Angelo Mellone (23 luglio) presenta il suo libro ‘Nel-le migliori famiglie’ (Mondadori).
Ancora il 23 luglio, il direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio nell’appuntamento ‘Il Golpe Buono e il Governo dei migliori’ propone una personale e lucida analisi di attualità politica che parte dal suo ultimo lavoro editoriale ‘I segreti del Conticidio’ (PaperFirst).
La musica apre e chiude il capitolo viestano del Libro Possibile con un’inci-pit decisamente rock affidato all’opening del 22 luglio con il cantante Piero Pelù in veste di scrittore con il suo libro ‘Spacca l’infinito’ (ed. Giunti). Si prosegue con la band salenti-na Boomdabash (29 luglio), già in testa alle classifiche con il nuovo tormentone dell’e-state firmato con Baby K, e presente a Vieste per parlare del libro ‘Salentu d’amare’ (DeAgostini). Gran finale con l’ultimo appuntamento dell’ultima sera (30 luglio) con il rapper BLIND che racconta la sua storia di riscatto dalla strada al podio di XFactor, per poi scalare le classifiche musicali e adesso al suo debutto in libreria con ‘Cicatrici’ (Mondadori).
Tutti gli incontri di Vieste avvengono nella piazza di Marina Piccola, suggestiva location affacciata sul Mare Adriatico. Uno sguardo sul blu che richiama il tema della XX edizio-ne, ‘Il cielo è sempre più blu’, doppio omaggio al cantautore Rino Gaetano a 40 anni dalla scomparsa, e alla questione ambientale che rende i nostri cieli sempre più pericolo-samente blu alla luce della cultura che rischiara i momenti di buio.
“Il Festival rappresenta un risultato di straordinario prestigio nell’offerta di cultura che la città è pronta ad offrire ai suoi visitatori unitamente al suo straordinario patrimonio di bel-lezze naturali – ricorda l’assessore alla Cultura di Vieste, Graziamaria Starace – La mani-festazione si inserisce nel percorso di valorizzazione del patrimonio culturale riscoperto e rilanciato da questa Amministrazione, che dal binomio radici-paesaggio ripone negli in-vestimenti culturali un’aspettativa accattivante al pari della sua vocazione balneare.
Non c’era modo migliore per celebrare il ventennale del Festival del Libro Possibile an-che nella prestigiosa e suggestiva cornice di Vieste, che con i suoi 2 milioni di presenze, è riconosciuta la regina del turismo in Puglia”.

La XX edizione del Libro Possibile è sostenuta dalla Regione Puglia.
Partner istituzionali: Comune di Polignano a Mare e Comune di Vieste.

PROGRAMMA
Giovedì 22 luglio 2021
20.30 Piero Pelù – Spacca l’infinito
Presenta Alessio Giannone (Pinuccio)
___________________________________________
21.15 Intervista incrociata
Francesco Costa – Una storia americana
Giovanna Pancheri – Rinascita americana
______________________________________________
22.00 Alessio Giannone (Pinuccio) – Annessi e connessi
______________________________________________
22.45 Vittorio Sgarbi – Ecce Caravaggio
Presenta Enzo Magistà

Venerdì 23 luglio 2021
20.00 Mario Tozzi – I padroni del mondo
Interviene Enzo Favata
Introduce Giorgia Messa
______________________________________________
20.45 Patrick McGrath – La lampada del Diavolo
Interviene Gianmarco Saurino
Presenta Rosella Santoro
______________________________________________
21.30 Carlo Cottarelli – Per la nostra rinascita sociale ed economica
Telefonata di Alessio Giannone (Pinuccio)
Presenta Michelangelo Borrillo
______________________________________________
22.15 Angelo Mellone – Nelle migliori famiglie
Presenta Mauro Pulpito
______________________________________________
22.45 Marco Travaglio – Il «golpe buono» e il «governo dei migliori»

Introduce Rosella Santoro

Giovedì 29 luglio 2021
20.00 Salvatore Borsellino e Peter Gomez – La casa di Paolo
______________________________________________
20.40 Paolo Crepet – Oltre la tempesta
Introduce Nica Ruggiero
_____________________________________________
21.20 Roberto Fico – Sud, cultura, ripartenza
Presenta Paolo Celata
_____________________________________________
22.00 Boomdabash – Salentu d’amare
Presenta Alessio Giannone (Pinuccio)
_____________________________________________
22.40 Lirio Abbate – Faccia da mostro
Interviene Roberto Scarpinato
Presenta Giancarlo Fiume
______________________________________________
23.20 Joe Bastianich – Le regole per il successo
Presenta Mauro Pulpito

Venerdì 30 luglio 2021
20.00 Roberto Saviano – Gridalo
Introduce Rosella Santoro
______________________________________________
20.45 Lectio magistralis
Barbara Gallavotti – Virus e libertà
Introduce Rosella Santoro
_____________________________________________
21.25 Brunello Cucinelli, Oscar Farinetti, Giuseppe Stigliano e Michele Andriani – Le regole per un mondo senza regole
______________________________________________
22.15 Antonella Viola – Viaggio nella fragile perfezione del sistema immunitario
Presenta Giancarlo Fiume
______________________________________________
22.55 Gherardo Colombo, Gabriella Nobile e Cecilia Strada – Il sogno di ResQ, la nave che salva vite umane
Modera Giancarlo Fiume
______________________________________________
23.35 BLIND – Cicatrici
Presenta Giorgia Messa

L’ingresso è gratuito, previa prenotazione online dalla pagina www.vieste.libropossibile.com. Per garantire il distanziamento in fase di accesso e rag-giungimento del posto a sedere, è obbligatorio l’ingresso degli spettatori dalle ore 19.30 al-le ore 20.00. Il biglietto non prevede la preassegnazione del posto che sarà attribuito in funzione dell’ordine di arrivo ai varchi.
Il programma completo della tappa di Vieste del festival è consultabile sul sito www.libropossibile.com.

 
 
 

San Severo, il sindaco chiede alla ministra più forze di polizia I timori di Miglio: «Una nuova recrudescenza criminale

Post n°28458 pubblicato il 20 Luglio 2021 da forddisseche

San Severo, il sindaco chiede alla ministra più forze di poliziaI timori di Miglio: «Una nuova recrudescenza criminale ha ricreato grande preoccupazione e forte percezione di insicurezza nella cittadinanza»

San Severo, il sindaco chiede alla ministra più forze di polizia
 
 
 
 
 
 

San Severo - Dopo l’omicidio di Matteo Anastasio durante i festeggiamenti per la vittoria dell’Italia agli Europei di calcio, il sindaco di San Severo, Francesco Miglio, ha scritto alla ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, per chiedere un potenziamento delle forze della Polizia di Stato.

Il sindaco ricorda che nell'agguato quella notte è stato anche ferito il nipotino di Anastasio, di appena 6 anni, che è ancora in gravi condizioni. «Signor Ministro - scrive Miglio - non posso che dare atto dell’ottimo lavoro svolto dal 2017 in poi dalle Forze di Polizia che, operanti in numero limitato e con esigue strumentazioni, sono meritevoli di tutto il nostro encomio e ringraziamento. Tuttavia - aggiunge - negli ultimi tempi si è assistito ad una nuova recrudescenza del fenomeno che ha riportato alta la preoccupazione della cittadinanza e con essa la forte percezione di insicurezza».

Per questo il primo cittadino  chiede «un maggiore riconoscimento del Presidio di Polizia di Stato di San Severo elevando la sede del Commissariato di P.S. distaccato di San Severo a sede dirigenziale, ovvero retta da un Primo Dirigente della P.S». Altro provvedimento non più procrastinabile è, secondo Miglio, «la trasformazione del Distaccamento della Polizia Stradale di San Severo in Sottosezione della Polizia Stradale, ciò per garantire un più capillare pattugliamento del territorio». Il sindaco conclude auspicando una visita istituzionale della ministra Lamorgese a San Severo e nel resto della provincia di Foggia, «magari - sottolinea - convocando un Comitato Nazionale dell'Ordine e Sicurezza Pubblica»

 
 
 

Vieste INAUGURAZIONE CORTE DELL’ELITE

Post n°28457 pubblicato il 20 Luglio 2021 da forddisseche

 

Vieste CORTE DELL’ELITE SCULTRICE DOMENICA REGAZZONI

Vieste CORTE DELL’ELITE STARACE

Vieste INAUGURAZIONE CORTE DELL’ELITE

 
 
 

Foggia, Accadia città del blues dal 4 al 10 agosto Una serie di appuntamenti molto attesa dagli appassionati

Post n°28456 pubblicato il 19 Luglio 2021 da forddisseche

Foggia, Accadia città del blues dal 4 al 10 agostoUna serie di appuntamenti molto attesa dagli appassionati

  
 
 
 
 

FOGGIA - Blues tra i Monti Dauni. E’ la proposta che, dal 4 al 10 agosto, invita gli appassionati della cosiddetta «musica del diavolo» ad Accadia, il comune del Subappennino che si accinge a ospitare la New Wave italiana del blues, appunto, in un anno nel quale riuscire a intercettare i tour dei grandi artisti statunitensi è ancora un miraggio a causa della pandemia.

 


Un atto di coraggio, quindi, che vedrà l’antico borgo del Rione Fossi, oggi completamente disabitato, riprendere vita già dalla serata di mercoledì 4 agosto, quando verrà inaugurata la mostra fotografica «Le leggende del Blues», un omaggio alla grande musica afroamericana, ma anche un viaggio nella memoria attraverso i ritratti di alcuni dei suoi più significativi protagonisti, sia americani, sia italiani. Le foto, in formato gigante, «arrederanno» il borgo, quasi a voler scaramanticamente augurare una nuova vita alla parte più antica del Comune pugliese.

 


Sempre il 4, poi, partiranno anche i concerti in piazza Matteotti, prima con una esibizione della Banda di Accadia e, a seguire, con una performance del duo di Max Bizzo e Leno Landini, veri specialisti italiani del cosiddetto rural blues, molto apprezzati anche al di fuori dei confini nazionali.

 


Giovedì 5 alle 21.30 la serata sarà aperta dal Crash Boom Bang Group, una giovane band che fonde abilmente blues e rockabilly: ne fanno parte Nancy De Lucia a voce e ukulele, Max Abbatino a voce e chitarra, Antonello Gravela al sax, Giuseppe Pignatelli al contrabbasso e Roberto Fiorino alla batteria. Concluderà la serata il blues al femminile della Betta Blues Society.
La folksinger pugliese Rosalba Santoro, in trio con Michelangelo Musci alla chitarra e Sergio Picucci al basso, aprirà la serata di venerdì 6. Dotata di una originalissima voce dal timbro forte e molto scuro, la Santoro attinge al ricco patrimonio dei canti tradizionali del Sud e porta sul palco diapositive romantiche e feroci di grandi cantautori e poeti della Puglia, della Calabria e della Sicilia. Nel secondo set, il progetto The Blues Queen che rievoca storie nate sul delta del Mississippi attraverso suoni crudi nello stile blues con strumenti acustici e resofonici, slide, washboard e stomp box.

 


Il quartetto del chitarrista genovese Dany Franchi sarà quindi il protagonista del set di apertura di sabato 7 agosto. Considerato uno dei nuovi talenti più interessanti nel panorama Blues internazionale, Franchi ha all’attivo tre dischi due dei quali completamente prodotti negli Stati Uniti. Nel 2016 è stato scelto per partecipare all’”International Blues Challenge” di Memphis, Tennessee e nello stesso anno è stato l’unico italiano ad esibirsi al “Dallas International Guitar Festival” in Texas. Il suo disco «Problem Child», registrato nel 2017 in Texas, ha raggiunto il quarto posto nella celebre classifica americana «Billboard Blues Chart». Concluderà la serata la band napoletana dei Terza Classe, la cui singolare miscela di folk e bluegrass ha conquistato anche il pubblico americano. Grazie alla stima del premio Grammy Jim Lauderdale, la band ha preso parte a ben quattro edizioni del programma televisivo Music City Roots di Nashville e si è esibita alla Rockwood Music Hall di New York. E’ stata anche semifinalista del programma televisivo Italia’s Got Talent e ha prodotto il film documentario ÍFlat Tyre - An American music dream» che ha vinto il primo premio speciale della giuria al Salento International Film Festival.

 


La conclusione è in programma alle 21 di martedì 10 agosto al Santuario del Monte Crispignano con «Voci di Stelle» che proporrà il blues e il gospel della vocalist Alessandra Bene con il suo quintetto e le sonorità, i colori di Napoli, affidati alle intense interpretazioni di Barbara Buonaiuto – voce dell’Orchestra Italiana di Renzo Arbore – in duo con Luca Urciuolo al pianoforte.
Il Festival, finanziato dal Comune di Accadia e dalla Regione Puglia, è affidato all’organizzazione e alla direzione artistica di Rocco Pasquariello, un figlio di Accadia da sempre nella musica, con ruoli organizzativi sin dai tempi delle leggendarie edizioni di Foggia Jazz e successivamente impresario e manager di numerosi artisti dell’area partenopea, da James Senese a Lino Cannavacciuolo, Enzo Avitabile e Peppe Barra, giusto per citarne alcuni.

 

Per tutta la durata del festival, nell’area Mostra del Rione Fossi, sono previsti seminari ed incontri di intrattenimento tra musicisti e pubblico.

 
 
 

VIESTE – Domani, martedi 20 luglio, c’è Piero Pelu’ con “Spacca l’Infinito” Il Lug 19, 2021

Post n°28455 pubblicato il 19 Luglio 2021 da forddisseche

VIESTE – Domani, martedi 20 luglio, c’è Piero Pelu’ con “Spacca l’Infinito” 

 
134
 

Presentazione a Vieste del nuovo  libro del cantautore e cofondatore del gruppo “Litfiba”,  Piero Pelù, “Spacca l’Infinito”. L’appuntamento è per domani, martedì 20 luglio alle ore 21,00,  nell’anfiteatro “Carlo Nobile”. L’iniziativa, organizzata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Vieste, in collaborazione con le associazioni Spazio Musica e Musica Civica, rientra nell’ambito della lunga e ricca estate culturale, e precede di qualche giorno la prima tappa viestana de Il Libro Possibile che vedrà la partecipazione dello stesso frontman dei mitici Litfiba. Un libro nel quale il rocker fiorentino ha fatto un excursus della storia della sua famiglia fino alla partecipazione all’ultimo Festival di Sanremo. Il racconto di un uomo di successo che si ferma a riflettere e ci conduce in un viaggio nei ricordi. La presentazione del libro sarà accompagnata dall’esibizione musicale del Furano Saxophone Quartet con musiche di Piero Pelù, arrangiate e rielaborate dal compositore Alberto Napolitano. Intervistato da Pietro Loconte, Pelù si racconterà in uno dei luoghi più suggestivi del Gargano, con al suo fianco il sindaco Giuseppe Nobiletti e l’assessora alla Cultura del Comune di Vieste, Graziamaria Starace.   “Un’estate a tutta cultura. Un onore per la città di Vieste di ospitare uno dei più grandi artisti della musica internazionale come Piero Pelù. Un evento che fa da preludio alla prima de Il Libro Possibile.  Ormai siamo in grado di poter affermare che il settore culturale ricopre un ruolo fondamentale nella nostra comunità e nel nostro vivere quotidiano – ha sottolineato Graziamaria Starace.

 
 
 

VIESTE – Non ce l’ha fatta Mimmo Iaquilino il camionista rimasto gravente ustionato un mese fa Il Lug 19, 2021

Post n°28454 pubblicato il 19 Luglio 2021 da forddisseche

VIESTE – Non ce l’ha fatta Mimmo Iaquilino il camionista rimasto gravente ustionato un mese fa 

 
562
 

Non ce l’ha fatta Domenico Iaquilino, il camionista 55enne originario di Gela, ma da anni residente a Vieste, rimasto gravemente ustionato il 15 giugno scorso a seguito di un incidente avvenuto sull’autostrada A1, nel tratto Calenzano – Barberino del Mugello. L’uomo, dopo oltre un mese di sofferenze, e nonostante le cure dei medici del Centro grandi ustioni di Cisanello a Pisa, è morto nella giornata di ieri.

 

Il gravissimo incidente, come detto, avvenne lo scorso 15 giugno a seguito dello scontro fra due Tir, di cui uno guidato da Domenico (Mimmo) Iaquilino, che ebbe la peggio. Difatti, a seguito dell’incendio dei due grossi mezzi, Iaquilino riportò ustioni di terzo grado su oltre il 60% del corpo. Fin da subito le sue condizioni apparvero gravissime, tant’è che fu trasportato in elisoccorso al già menzionato Centro grandi ustioni di Pisa e ricoverato in prognosi riservata. Purtroppo le sue condizioni si sono ulteriormente aggravate con il passare dei giorni, tanto da provocarne la morte nella giornata di ieri, 18 luglio.

Mimmo Iaquilino, che lascia la moglie, Angela, e i figli Alessandro, Davide e Giovanni, era molto conosciuto a Vieste. Grande lavoratore, per alterne vicende è stato costretto a cambiare spesso attività, fino a quella di autista di Tir

 
 
 

VIESTE – Guerra agli zozzoni, consegnate al Comune 20 nuove fototrappole Il Lug 19, 2021

Post n°28453 pubblicato il 19 Luglio 2021 da forddisseche

VIESTE – Guerra agli zozzoni, consegnate al Comune 20 nuove fototrappole 

 
308
 

Lotta sempre più incisiva ai zozzoni, specialisti del lancio del sacchetto selvaggio, e non solo. Il Comune di Vieste, previa richiesta formalizzata nelle settimane passate, è risultato assegnatario da parte dell’Ager (Agenzia regionale per il servizio di gestione di rifiuti) di 20 cosiddette “fototrappole”. Si tratta di innovativi sistemi di videosorveglianza che, appena rilevano un movimento, scattano video e foto di giorno ed anche di notte grazie ai led infrarossi invisibili ad occhio umano, pertanto l’intruso non si accorge di essere ripreso.

 

Le attrezzature, che saranno impiegate nell’azione di contrasto all’abbandono dei rifiuti, sono state consegnate al comando di Polizia Locale che, su progetto del Settore Ambiente, predisporrà la loro collocazione sul territorio, sia nell’ambito del centro urbano, sia nelle aree periferiche dove si riscontro maggiormente l’abbandono incontrollato di rifiuti di tutti i generi.

Negli ultimi mesi, il Comune di Vieste, con la Polizia Locale, ha avviato un’attenta attività di controllo del territorio attraverso l’ausilio di fototrappole già in dotazione, elevando decine di verbali amministrativi a carico di altrettanti cittadini sorpresi a lasciare spazzatura ai margini di strade e campi. Al tempo stesso, sono stati promossi accertamenti sulla posizione dei trasgressori in relazione alla loro presenza nell’anagrafe Tari ed al puntuale pagamento della tariffa.

 

Da qui la scelta di intensificare l’azione di monitoraggio. Con le nuove 20 fototrappole, assegnate a Vieste dalla Regione Puglia, si potrà incidere ulteriormente nella lotta all’abbandono dei rifiuti da parte di chi continua a non avere rispetto dell’ambiente in cui, tra l’altro, egli stesso vive.