Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 65
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 

Oroscopo

 


                 width="200" height="250" scrolling=no marginwidth=0 marginheight=0 frameborder=0 border=0 style="border:0;margin:0;padding:0;">
    

 

 

Vieste / Petizione per : Smantelliamo il Ripetit

Vieste / Petizione per :

Smantelliamo il Ripetitore 5G che Disturba il Nostro Paese .
Il link per firmare e questo :  https://chng.it/xvFYh5RSk2

Grazie .

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvLeccezioneMadamenazario1960QuartoProvvisorioViolentina8380sin69m12ps12milano2009stufissimoassaidaniele.devita1996france20010francotrottakaren_71
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/202

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/2020/07/RADIO-GARDEN-300x176.png

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi di Maggio 2024

VIESTE – Domenica 26 maggio “7° Memorial Alessandro Curatolo” Il Mag 23, 2024

Post n°32288 pubblicato il 23 Maggio 2024 da forddisseche

VIESTE – Domenica 26 maggio “7° Memorial Alessandro Curatolo”

103


Avrà luogo domenica, 26 maggio, dalle ore 9:00 fino alle ore 18:30, presso il campo sportivo comunale “Riccardo Spina”, il “7° Memorial “Alessandro Curatolo” organizzato dall’Asd Nuova Gioventù di Vieste. Si tratta di una bellissima giornata di sport per ricordare il giovane Alessandro, scomparso nove anni fa in seguito a un incidente stradale in moto sul lungomare Enrico Mattei. Ricordare per sempre il suo sorriso e la sua grande voglia di vivere: questo lo spirito dell’evento.
Grazie alla famiglia Curatolo, che ripone massima fiducia negli organizzatori, l’associazione sportiva “Nuova Gioventù Vieste” riesce a dar vita ad un entusiasmante torneo di calcio giovanile, tra compagini di spicco, riservato alla categoria Esordienti 2012.
Le Società invitate all’evento sono: Pescara calcio, U.S.Tolentino (Macerata), Tozzona Pedagna (Imola), Audace Cerignola, Gargano Academy, oltre all’ospitante ASD Nuova Gioventù’ Vieste.
Saranno presenti sul sintetico dello Spina più di cento ragazzi, accompagnati dai rispettivi familiari. Una giornata di festa, dunque, piena di sport e di sorrisi nel ricordo del sorriso più bello, quello del giovane Alessandro, per un memorial che riesce a unire i più piccoli nello spirito di gruppo e di sportività.

 
 
 

VIESTE/ TRABUCCHI E PESCA AL CENTRO DEL DIBATTITO DEL GAL PESCA “GARGANO MARE” 23 Maggio 2024

Post n°32287 pubblicato il 23 Maggio 2024 da forddisseche

VIESTE/ TRABUCCHI E PESCA AL CENTRO DEL DIBATTITO DEL GAL PESCA “GARGANO MARE”

Vieste, trabucchi e pesca al centro del dibattito del Gal Pesca “Gargano Mare” Il Museo Civico Archeologico “M. Petrone” di Vieste è stato scenario suggestivo dell’incontro tenutosi lo scorso 17 maggio del costituendo GAL Pesca “Gargano Mare” dedicato alla costruzione della strategia di sviluppo locale. Il ciclo di incontri, che sta giungendo a conclusione, ha visto la partecipazione, nella tappa Viestana, tra gli altri, del Presidente della Provincia di Foggia e Sindaco di Vieste Giuseppe Nobiletti.

Durante la riunione, si è discusso del valore attrattivo del Gargano per il turismo esperienziale e culturale, sottolineando l’importanza dell’eco-turismo nella blu economy.

“La nascita di un Gal sulla pesca è importante per il nostro territorio, soprattutto per i comuni costieri che si affacciano sul mare, per cercare di sviluppare un segmento che ormai in questi anni stenta e che è vittima di tante vicissitudini. – ha dichiarato il primo cittadino Viestano.

Questa è un’opportunità non solo per Vieste ma per tutta la costa della provincia – ha ribadito poi il Presidente della Provincia.

Il confronto con gli stakeholder ha portato poi alla luce l’importanza della salvaguardia e valorizzazione dei beni storici e della pesca tradizionale con i trabucchi, come elementi chiave per un turismo sostenibile e culturale, così come sottolineato dal presidente dell’associazione ONLUS “la rinascita dei trabocchi storici” Matteo Silvestri: “i trabucchi che sono diventati un esempio virtuoso per quanto riguarda il turismo lento sul territorio, convertendo queste macchine da pesca in attrattori culturali”.

Ancora una volta si è sottolineata l’importanza della collaborazione tra pubblico e privato per il successo della strategia di sviluppo locale del GAL Pesca “Gargano Mare” per non perdere le opportunità e cogliere le sfide per il futuro. Per ulteriori informazioni e aggiornamenti, vi invitiamo a visitare il sito web del GAL Pesca “Gargano Mare” su galpescagarganomare.it

 
 
 

DOLCI EMOZIONI – Michela e Mariagiulia (Ipeoa Mattei) sul podio di Termoli Il Mag 22, 2024

Post n°32286 pubblicato il 23 Maggio 2024 da forddisseche

DOLCI EMOZIONI – Michela e Mariagiulia (Ipeoa Mattei) sul podio di Termoli

126

ll Concorso Nazionale di Pasticceria “Vietato Calpestare i Sogni” si è concluso pochi giorni fa con successo a Termoli, manifestazione ideata e organizzata dalla Federazione Italiana Pasticceria Gelateria Cioccolateria (FIPGC) in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e del Merito (MIM) e l’Istituto Professionale di Stato “Federico di Svevia” di Termoli. Questo concorso, ha rappresentato un importante momento di inclusione, formazione e valorizzazione del talento dei giovani pasticcieri valorizzando le abilità e le capacità metodologiche degli allievi con PEI (Piano Educativo Individualizzato).

All’evento hanno preso parte 40 studenti che hanno presentato creazioni originali di altissimo livello, dimostrando la propria creatività e passione per la pasticceria. Il terzo gradino del podio è stato conquistato da Michela Lapomarda e MariaGiulia De Noia dell’IPEOA “Enrico Mattei” di Vieste.

“Il pasticciere non è solo un Produttore di Dolci ma è anche…. un Costruttore di Emozioni”, come quella che ci hanno dato le nostre studentesse della classe 5 Cucina A, Michela Lapomarda e MariaGiulia De Noia, presentando una preparazione dolciaria denominata “Sogni Cremosi”, valorizzando anche i prodotti del nostro territorio: un dessert che unisce sapori classici e contemporanei in un equilibrio armonioso.

Desideriamo esprimere la nostra profonda gratitudine al Dirigente Scolastico e al corpo docente per il prezioso contributo fornito nell’organizzazione e realizzazione di questa significativa esperienza educativa: la referente per l’inclusione Gianna Lucatelli, Michele Castriotta, Angelo Lorusso, Domenico Gallo e Rachele Bonfitto.

 
 
 

VIESTE – VENERDI’ 24 MAGGIO CONVEGNO CONFCOMMERCIO SU “STRUMENTI PER LA CRESCITA DELLE IMPRESE: MINI PIA TURISMO” 22 Maggio 2024

Post n°32285 pubblicato il 22 Maggio 2024 da forddisseche

VIESTE – VENERDI’ 24 MAGGIO CONVEGNO CONFCOMMERCIO SU “STRUMENTI PER LA CRESCITA DELLE IMPRESE: MINI PIA TURISMO”

Si svolgerà a Vieste venerdì 24 maggio alle ore 15,00 presso la sede della Confcommercio (via Cavour 12) il convegno “STRUMENTI PER LA CRESCITA DELLE IMPRESE: MINI PIA TURISMO”. Interverranno per i saluti istituzionali il Presidente di Confcommercio della Provincia di Foggia, Antonio Metauro, il Sindaco di Vieste, Giuseppe Nobiletti. Seguiranno le relazioni di Roberto Maresca, Direttore Generale di Confidi Confcommercio Puglia, e di Mario Cassandro, esperto di progettazione e finanza. 

 
 
 

IL TAR: POSSIBILE ALLUNGARE LE CONCESSIONI BALNEARI SE C’È STATA UNA PROCEDURA PUBBLICA 22 Maggio 2024

Post n°32284 pubblicato il 22 Maggio 2024 da forddisseche

IL TAR: POSSIBILE ALLUNGARE LE CONCESSIONI BALNEARI SE C’È STATA UNA PROCEDURA PUBBLICA

È legittima la proroga delle concessioni balneari disposta a seguito di una procedura a evidenza pubblica. È un caso particolare, ma molto importante, quello su cui si sono pronunciati i giudici del Tar di Bari sconfessando l’operato – o meglio il ripensamento – del Comune di Barletta.

La vicenda è simile a quella relativa alle spiagge di Monopoli e riguarda quattro imprese nei cui confronti l’amministra-zione comunale barlettana, nello scorso dicembre, ha disposto la riduzione della durata delle concessioni al 2024, dopo che (nel dicembre 2020) le stesse concessioni erano state prorogate al 2033. Una decisione, quella dell’«accorciamento», che il Comune ha motivato con l’intervento dell’Autorità garante della concorrenza: a inizio 2020 l’Antitrust aveva infatti contestato la proroga, ritenendola contraria ai principi delle norme comunitarie (la direttiva Bolkestein).

La particolarità sta nel fatto che i quattro gestori di storici stabilimenti balneari barlettani (tutti assistiti dagli avvocati Emanuele Tomasicchio, Giacomo Tarantini, Roberto Ventura e Francesco Tomasicchio) avevano conseguito la proroga a seguito di una procedura prevista dal Codice della navigazione, cioè attraverso la pubblicazione di un «rende noto» che permetteva agli eventuali interessati di partecipare a una gara per l’assegnazione della concessione.

Questo passaggio basta, secondo i giudici baresi (Terza sezione, presidente ed estensore Carlo Dibello), a ritenere «scongiurata» la «proroga automatica delle concessioni demaniali, più volte stigmatizzata dalla giurisprudenza nazionale e comunitaria. E può quindi ragionevolmente concludersi che la procedura comparativa in forza della quale la ricorrente ha ottenuto la proroga dell’efficacia delle proprie concessioni è tutt’altro che automatica e, quindi, appare del tutto legittima e in linea con il diritto dell’Unione europea».

Le procedure seguite in questo caso sono considerate equivalenti a quelle previste dal Codice degli appalti. Il Comune di Barletta aveva però motivato la sua «resipiscenza» spiegando che, in realtà, il «rènde noto» era stato pubblicato all’albo pretorio per meno di 20 giorni. Il Codice della navigazione, ha però osservato il Tribunale, «non impone affatto un termine di pubblicazione di venti giorni dell’avviso in oggetto.

 Viceversa, detto termine è indicato, al comma 4, quale termine minimo prima del quale non è possibile procedere alla stipula». In questa cornice (con una procedura pubblica) non si può dunque parlare di proroghe automatiche, bensì -dice il Tar – «di una vera e propria proroga di carattere procedimentale ben lontana da qualunque automatismo dettato dal legislatore».

La pronuncia del Tar di Bari non è in contrasto con quella del Consiglio di Stato che, lunedì, in tre sentenze gemelle riguardanti il Comune di Lecce, ha ribadito l’illegittimità delle proroghe «generalizzate» volute dal governo Meloni (ma anche dal governo Conte fino al 2018 e da Draghi fino al 2020) perché incompatibili con la direttiva europea.

Da qui l’obbligo per le amministrazioni comunali «di bandire immediatamente procedure di gara imparziali e trasparenti per l’assegnazione delle concessioni ormai scadute il 31 dicembre 2023»: Tunica proroga possibile è quella – tecnica – al 31 dicembre prossimo, prevista soltanto nei Comuni in cui è stato già deciso di avviare le gare.

 
 
 

VIESTE – Da oggi al 30 maggio novena della Madonna delle Grazie Il Mag 22, 2024

Post n°32283 pubblicato il 22 Maggio 2024 da forddisseche

VIESTE – Da oggi al 30 maggio novena della Madonna delle Grazie

17

Novena di preparazione alla festa della Madonna delle Grazie. Si svolgerà da oggi, 22, al 30 maggio, presso la parrocchia di Santa Maria delle Grazie, con il seguente orario: – 18:30: recita Santo Rosario; – 19:00: Santa Messa; – 19:30: Novena.
Giorno 31 maggio (venerdì): Festa della Madonna delle Grazie e conclusione del mese mariano: ore 19:00 – Santa Messa; ore 20:00 – Processione mariana e fiaccolata nell’ambito della parrocchia.
don Celestino Jervolino

 
 
 

VIESTE – Trabucchi e pesca al centro del dibattito del Gal Pesca “Gargano Mare” Il Mag 22, 2024

Post n°32282 pubblicato il 22 Maggio 2024 da forddisseche

VIESTE – Trabucchi e pesca al centro del dibattito del Gal Pesca “Gargano Mare”

49

Il Museo Civico Archeologico “Michele Petrone” di Vieste è stato scenario suggestivo dell’incontro del costituendo GAL Pesca “Gargano Mare” dedicato alla costruzione della strategia di sviluppo locale. Il ciclo di incontri, che sta giungendo a conclusione, ha visto la partecipazione, nella tappa viestana, tra gli altri, del Presidente della Provincia di Foggia e Sindaco di Vieste Giuseppe Nobiletti. Durante la riunione, si è discusso del valore attrattivo del Gargano per il turismo esperienziale e culturale, sottolineando l’importanza dell’eco-turismo nella blu economy. “La nascita di un Gal sulla pesca è importante per il nostro territorio, soprattutto per i comuni costieri che si affacciano sul mare, per cercare di sviluppare un segmento che ormai in questi anni stenta e che è vittima di tante vicissitudini. – ha dichiarato il primo cittadino Viestano. Questa è un’opportunità non solo per Vieste ma per tutta la costa della provincia – ha ribadito poi il Presidente della Provincia. Il confronto con gli stakeholder ha portato poi alla luce l’importanza della salvaguardia e valorizzazione dei beni storici e della pesca tradizionale con i trabucchi, come elementi chiave per un turismo sostenibile e culturale, così come sottolineato dal presidente dell’associazione ONLUS “la rinascita dei trabucchi storici” Matteo Silvestri: “i trabucchi che sono diventati un esempio virtuoso per quanto riguarda il turismo lento sul territorio, convertendo queste macchine da pesca in attrattori culturali”. Ancora una volta si è sottolineata l’importanza della collaborazione tra pubblico e privato per il successo della strategia di sviluppo locale del GAL Pesca “Gargano Mare” per non perdere le opportunità e cogliere le sfide per il futuro.

 
 
 

VIESTE – “Caino e Abele”, musical nella parrocchia di Santa Maria delle Grazie Il Mag 22, 2024

Post n°32281 pubblicato il 22 Maggio 2024 da forddisseche

VIESTE – “Caino e Abele”, musical nella parrocchia di Santa Maria delle Grazie

20
Avrà luogo domenica, 26 maggio, con inizio alle ore 20:00, il musical “Caino e Abele, l’eterna lotta tra il bene e il male, dalle origini ai giorni nostri”. L’evento si svolgerà presso la sala teatro della parrocchia di Santa Maria delle Grazie, con ingresso gratuito. Don Celestino Jervolino, parroco della suddetta chiesa, invita tutti a prendere parte alla rappresentazione teatrale, curata da giovani e meno giovani della parrocchia.

 
 
 

Sbarca a Vieste “Porto Rubino” con Joe Barbieri, Colapesce Dimartino, Dente, Elasi, Mannarino, Riccardo Sinigallia Il Mag 21, 2

Post n°32280 pubblicato il 22 Maggio 2024 da forddisseche

Sbarca a Vieste “Porto Rubino” con Joe Barbieri, Colapesce Dimartino, Dente, Elasi, Mannarino, Riccardo Sinigallia

759

Porto Rubino torna a spiegar le sue vele e si prepara a solcare i mari della Puglia con la sua sesta edizione in programma dal 15 al 21 luglio. Una serie di appuntamenti ricchi di novità, sorprese inaspettate e suggestioni che porteranno il pubblico in un viaggio evocativo in cui la musica si fonde con la bellezza del mare, la magia delle acque pugliesi e la forza della parola. Porto Rubino si sta trasformando: avevamo la necessità di intitolare le nuove tappe per raccontare nuove storie e far vivere nuove esperienze. Il festival sarà sempre di più un luogo in cui vivere il mare sotto altri punti di vista, non solo musicale, diventando un vero e proprio spettacolo del mare. – racconta Renzo Rubino, cantautore ed ideatore del Festival. Dalle magiche atmosfere della nuova location di Vieste al fascino senza tempo di Tricase Porto, passando per gli incantevoli porti di Giovinazzo e Monopoli, quest’anno ogni serata sarà dedicata a un tema marino ben preciso, che guiderà il pubblico in questa odissea musicale e non, tra riflessioni, scoperte e connessioni inattese.
La tappa di Vieste si svolgerà lunedì, 15 luglio, nell’ampio piazzale di testata del molo del porto turistico, e verterà sul tema “Poeti”, un omaggio al cantautorato italiano contemporaneo, tra versi e melodie che raccontano storie di mare e di terra, con: Joe Barbieri, Colapesce Dimartino, Dente, Elasi, Mannarino, Riccardo Sinigallia. Ingressp gratuito.
“Si tratta di uno dei nostri eventi estivi più importanti – afferma Tano Paglialonga, assessore ai Grandi Eventi – che fa parte del ricco cartellone che stiamo per pubblicare. Sono certo che sarà una bella serata di musica che richiamerà tanti giovani a cui tengo molto e per i quali ho in serbo altre sorprese che diventeranno ancora più magiche il prossimo anno”.

 
 
 

MOVIMENTO VIESTANO – “La Vieste che vogliamo” Il Mag 21, 2024

Post n°32279 pubblicato il 22 Maggio 2024 da forddisseche

MOVIMENTO VIESTANO – “La Vieste che vogliamo”

222

“Dopo il primo comunicato stampa del Movimento Viestano, entità politica civica, sono pervenute le ragguardevoli richieste informative da parte di curiosi, simpatizzanti, attendisti, partiti e movimenti politici.

È pertanto necessario delineare una linea politica di interesse civico. Il nostro faro ci indica tre priorità: Salute, Lavoro, Abitare. Non sarà semplice, ma l’impegno ed il coraggio non mancheranno.

Pertanto, abbiamo voluto in qualche maniera cercare di sintetizzare alcuni aspetti che ci condurranno nel tempo a misurarci con la società civile viestana.

Il dialogo deve essere sempre costruttivo passando attraverso tutta la cittadinanza: dagli imprenditori ai dipendenti privati e pubblici; dai professionisti agli artigiani; dai commercianti ai produttori agricoli e non; dalle associazioni di rappresentanza agli enti no profit; da chi non è rappresentato a chi non vuole farsi rappresentare; da chi è residente e da chi è ospite; il tutto cercando di avere un orecchio di Dionisio non tirannico ma, con attenzione responsabile, cercando soluzioni nell’interesse del benessere pubblico.

Per fare ciò bisogna promuovere l’educazione e la conoscenza come pilastri fondamentali della società; promuovere idee per il dibattito intellettuale per poi attuare lo sviluppo pragmatico; promuovere la collaborazione con esperti e professionisti per affrontare le sfide; promuovere ed incoraggiare la partecipazione politica informata e responsabile; promuovere la costruzione di relazioni e progetti tra le realtà produttive, formative, associative, la politica e la società civile; promuovere la diffusione di informazioni accurate e contrastare la disinformazione; promuovere, ma soprattutto farsi parte attiva dell’ascolto e rappresentare le diverse prospettive della società; promuovere un futuro basato sull’innovazione e sulla consapevolezza delle potenzialità del territorio.

Tutto questo per costruire una Vieste più bella”.

Il portavoce – Movimento Viestano

Gaetano DIMAURO

 

 
 
 

VIESTE/ ATTENZIONE ALLE TRUFFE DI TELEASSISTENZA SOFTWARE AD ALBERGHI E VILLAGGI. 21 Maggio 2024

Post n°32278 pubblicato il 21 Maggio 2024 da forddisseche

VIESTE/ ATTENZIONE ALLE TRUFFE DI TELEASSISTENZA SOFTWARE AD ALBERGHI E VILLAGGI.

Ci hanno segnalato che le strutture ricettive di Vieste stanno ricevendo telefonate da persone che millantano di essere referenti di una nota azienda di software per il turismo.  Il pretesto è di dover fare teleassistenza al sistema, così chiedono di accedere al terminale dell’azienda e al relativo archivio dati.

La brutta sorpresa è che viene saccheggiato l’archivio dati dell’azienda e in particolare cambiati gli Iban bancari per ricevere i pagamenti.

Si consiglia di non concede l’accesso e di richiamare la propria azienda software per accertarsi della veridicità del contatto.

 
 
 

TPL E TURISMO/ POTENZIATI I COLLEGAMENTI ESTIVI SU GOMMA E FERRO TRA LE PRINCIPALI METE TURISTICHE PUGLIESI, GLI AEROPORTI E LE

Post n°32277 pubblicato il 21 Maggio 2024 da forddisseche

TPL E TURISMO/ POTENZIATI I COLLEGAMENTI ESTIVI SU GOMMA E FERRO TRA LE PRINCIPALI METE TURISTICHE PUGLIESI, GLI AEROPORTI E LE STAZIONI FERROVIARIE. FINANZIATO CON UN MILIONE DI EURO PUGLIA EASY TO REACH. CIRCA 429.000 EURO PER LA PROVINCIA DI FOGGIA

 
 
 

FINAL DAY WINDSURF TORBOLE (TN) LAGO DI GARDA (16-19 MAGGIO 2024). L’ATLETA GARGANICO MICHELE BONSANTO CONQUISTA IL PRIMO POSTO

Post n°32276 pubblicato il 21 Maggio 2024 da forddisseche

FINAL DAY WINDSURF TORBOLE (TN) LAGO DI GARDA (16-19 MAGGIO 2024). L’ATLETA GARGANICO MICHELE BONSANTO CONQUISTA IL PRIMO POSTO

 
 
 

JUVE, ROMA E TORINO SUL GARGANO: È TORNATA LA ZANGARDI CUP 20 Maggio 2024

Post n°32275 pubblicato il 21 Maggio 2024 da forddisseche

JUVE, ROMA E TORINO SUL GARGANO: È TORNATA LA ZANGARDI CUP

Calcio giovanile e turismo: atleti, staff tecnici e famiglie da tutta Italia per 5 giorni. Carpino inaugura il suo nuovo campo sportivo con bianconeri, giallorossi e granata

Ci saranno anche le giovanili di Juventus, Roma e Torino alla ventunesima edizione della Zangardi Cup, torneo di calcio giovanile per squadre delle categorie d’età “pulcini” ed “esordienti” che quest’anno si terrà nelle giornate del 5-6 e 7 giugno 2024: le squadre dei “pulcini” giocheranno nell’area sportiva della struttura turistica polivalente Arianna Club di Rodi Garganico, mentre gli “esordienti” avranno l’onore di inaugurare il nuovissimo campo sportivo di Carpino.

L’inaugurazione del campo sportivo di Carpino terrà a battesimo anche il torneo: tutti sul manto verde mercoledì 5 giugno, alle ore 15, per il taglio del nastro con il sindaco Rocco Di Brina. “È un onore per noi inaugurare il nostro campo sportivo ospitando gloriose società calcistiche quali la Juventus, la Roma e il Torino e avendo modo di dare ospitalità a un appuntamento importante come la Zangardi Cup”, dichiara il sindaco Di Brina. “Siamo felici che la nostra manifestazione”, aggiunge Bruno Zangardi, tour operator e presidente del consorzio turistico Gargano Ok, “quest’anno si svolga per una parte anche a Carpino, dove il Comune ha realizzato una struttura davvero bella, un campo da calcio costruito secondo le più recenti e moderne tecnologie, con spogliatoi adeguati, tribune accoglienti, una vera e propria ‘cittadella dello sport’ grazie anche agli impianti per il tennis e per i calcetto sempre in erba sintetica, ai quali presto sarà aggiunto un campo da padel”.

All’inaugurazione sarà presente Raffaele Piemontese, vicepresidente della Regione Puglia e assessore regionale allo Sport, oltre alle autorità locali e ai vertici provinciali della FIGC.

Squadre, dirigenti, staff tecnici e genitori delle società calcistiche partecipanti arriveranno sul Gargano il 4 giugno e ripartiranno la mattina di sabato 8 giugno.

La “Zangardi Cup”, in 21 anni di storia, ha annoverato tra le squadre partecipanti società sportive del calibro di Inter, Napoli, Lazio, Empoli, Palermo, Foggia, Pescara, Bari, Udinese, Cagliari, Verona, Frosinone e Bate Borisov. Per la Juve si tratta della settima partecipazione, mentre per la AS Roma si tratta della primissima volta al torneo di calcio giovanile nazionale accolto dal Gargano.

“Il calcio continua a essere un veicolo potentissimo di partecipazione e di entusiasmo. Vogliamo che questi ragazzi si affezionino al nostro territorio, che possano serbarne un ricordo meraviglioso, legato a momenti di divertimento e condivisione, così che abbiano sempre voglia di tornarci e di conoscerlo sempre più approfonditamente, scoprendone ogni angolo.

Il Gargano è cresciuto molto negli ultimi anni, i villaggi turistici e gli alberghi si sono dotati di strutture all’avanguardia per ogni tipologia di sport. Qui si svolgono competizioni di livello mondiale, basti pensare all’orienteering, ma anche a tutti gli sport che hanno il mare come ‘campo’ di gara. Crediamo che la promozione dello sport possa essere un segmento fondamentale per una ulteriore crescita del turismo, ed è per questo che ci stiamo impegnando anche attraverso la Zangardi Cup”, conclude Bruno Zangardi.   

 
 
 

IL COMUNE DI VIESTE STANZIA 40MILA EURO PER IL PUNTO DI PRIMO INTERVENTO IN VISTA DELL’ESTATE 20 Maggio 2024

Post n°32274 pubblicato il 20 Maggio 2024 da forddisseche

IL COMUNE DI VIESTE STANZIA 40MILA EURO PER IL PUNTO DI PRIMO INTERVENTO IN VISTA DELL’ESTATE

Il consigliere regionale Giannicola De Leonardis: “Gravissimo precedente. In pratica, chi ha i soldi può offrire cure, chi no si arrangiasse”. Presentata una interrogazione sul tema.

“La disastrosa gestione della sanità pugliese da parte di Emiliano e del centrosinistra è diventata capitolazione totale”. Lo afferma il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Giannicola De Leonardis, che spiega: “L’assenza di una visione sulla materia e, adesso, anche di un assessore dedicato al tema, lascia la comunità pugliese allo sbando e costringe i territori a un “fai da te” che costituisce un precedente, come nel caso di Vieste in cui l’amministrazione comunale, con una delibera di Giunta dello scorso 14 maggio, ha stanziato un contributo di 40mila euro all’Asl per incentivare la presenza di medici nel Punto di Primo Intervento in vista della stagione estiva”.

In pratica, denuncia il Consigliere regionale, “chi ha i soldi può offrire cure, chi no si arrangiasse. Un fatto grave – evidenzia De Leonardis – che dimostra la totale abdicazione di Emiliano, assessore alla sanità in pectore, rispetto a problematiche arcinote e che non sono state mai affrontate né risolte. Vieste e il Gargano sono meta di milioni di turisti ogni estate e, nel raggio di decine di chilometri, non c’è una struttura ospedaliera in grado di gestire emergenze. Bisogna affidarsi all’elisoccorso e sperare che non si sia mai costretti a fare ricorso alle cure mediche per casi gravi e urgenti”, prosegue De Leonardis che ha presentato una interrogazione sul tema.

“Una vicenda che rappresenta tutta l’inadeguatezza di Emiliano e del centrosinistra in quella che dovrebbe essere una efficace e costante azione di buona amministrazione a tutela dei pugliesi rispetto alla quale, purtroppo, devono sopperire i sindaci di Comuni che possono evidentemente permettersi di mettere una pezza. Il guaio è che ci sono tantissimi altri Comuni che non possono permetterselo, che vivono nel costante isolamento e che sono purtroppo accomunati dal totale disinteresse della Regione Puglia nei confronti della salute dei cittadini e di chi sceglie i nostri territori per le proprie vacanze”, conclude De Leonardis.

 
 
 

VIESTE – “Trekking acquatico marino”, nuova frontiera del turismo esperenziale Il Mag 20, 2024

Post n°32273 pubblicato il 20 Maggio 2024 da forddisseche

VIESTE – “Trekking acquatico marino”, nuova frontiera del turismo esperenziale

173

Un nuovo modo per conoscere e apprezzare la nostra splendida costa. Si chiama “trekking acquatico marino” e potrebbe rappresentare la nuova frontiera del turismo esperenziale sul Gargano.

Oggi se n’è avuta una dimostrazione, a Vieste, sulla spiaggia di “Portonuovo”, tra le più belle della costa garganica. All’evento vi hanno preso parte una trentina di giovani (per gran parte studenti dell’Alberghiero “Enrico Mattei”) che hanno potuto “nuoteggiare” fin verso la costa di “Gattarella”.

Ma cos’è, in pratica, il “trekking acquatico marino”. Lo spiega Angelo Falletta, presidente dell’associazione Natura ATA (Associazione Trekking Acquatico), una realtà fondata nel 1988, e ideatore del particolare zaino ecologico, realizzato in tessuto ottenuto dalle bottiglie in plastica riciclate che, grazie a un processo di rilavorazione, vengono sminuzzate, fuse e trasformate in filato. Zaino indispensabile (e comodissimo) per poter effettuare le escursioni. Si chiama Lontra ed è uno zaino anfibio, capace non solo di tenere all’asciutto quanto custodito all’interno, ma permette di alternare tratti a nuoto e a piedi. L’ideale per una giornata di “trekking acquatico marino”.

“Questa – dice Angelo – è un’attività pensata per persone di tutte le età per poter “nuoteggiare”, cioè fare una passeggiata nuotando in serenità, proprio perché non è uno sport estremo, ma un’attività adatta a tutti: una nuotata e una escursione tranquilla per esplorare il territorio da una nuova prospettiva. Il bello – aggiunge – è che anche chi non sa nuotare è in grado di ondeggiare ed esplorare le coste, per affacciarsi al mondo dell’acquaticità. Oggi abbiamo sperimentato, per la prima volta a Vieste, questo nuovo modo di fare trekking. E i ragazzi che vi hanno partecipato sono rimasti entusiasti, al punto che abbiamo dovuto farli uscire dall’acqua quasi per forza”.

Un nuovo modo da fare trekking, ma anche turismo, quel turismo esperenziale di cui tanto si parla? “Certamente sì – sostiene il responsabile ATA della regione Puglia prof. Matteo Giovanditto – e il Gargano è ancora vergine in questo senso. Sono certo che riusciremo a far sviluppare anche qui questo tipo di sport-natura, perché in tanti si appassioneranno. Ci siamo resi conto che la maggior parte delle persone non ha una conoscenza vera del mare ed è un peccato, perché l’Italia ha 8000 chilometri di splendide coste. Per questo nel prossimo futuro brevetteremo il trekking acquatico marino e poi formeremo delle guide che permettano a chiunque, anche a chi non sa nuotare, di poter esplorare in sicurezza il nostro bellissimo mare, come questo di Vieste ricco di scenari davvero mozzafiato. Il senso è stimolare, specialmente negli adolescenti, il senso di avventura, la voglia di fare e quella sete di conquista del mondo, naturalmente non materiale ma interiore, che ognuno ha dentro di sé”.

 
 
 

VIESTE – All’Istituto Alberghiero “Mattei” il memorial “Perone-Potè” Ultimo aggiornamento Mag 20, 2024

Post n°32272 pubblicato il 20 Maggio 2024 da forddisseche

VIESTE – All’Istituto Alberghiero “Mattei” il memorial “Perone-Potè”

129

L’Istituto alberghiero “Enrico Mattei” si è aggiudicato il primo memorial “Perone-Potè”, gara di calcio tra istituti superiori viestani ideata per ricordare Giovanni e Moreno, due alunni dell’alberghiero recentemente deceduti in incidenti stradali. È stata una festa, in campo e sugli spalti, per mostrare vicinanza alle famiglie colpite dalle tragedie.
I saluti degli assessori comunali allo sport, Gaetano Desimio, e alle politiche giovanili, Gaetano Paglialonga, assieme ai rappresentanti delle Forze dell’Ordine e a don Antonio, hanno dato ufficialità all’iniziativa.
Poi la parola è passata al campo! Il doppio vantaggio per i ragazzi del “Fazzini-Giuliani”, grazie a Michele Candelma e Gennaro Carlino, aveva dato l’illusione della vittoria, ma le partite finiscono al novantesimo!
Negli ultimi 15 minuti il risultato è stato ribaltato: Alessandro Carlino ha portato in parità il derby tra i fratelli; poi la rovesciata di Antonio Ferri ha ripristinato l’equilibrio, e la cavalcata vincente di Stefano Scamarcia ha sancito il successo del “Mattei”. Scamarcia ha seminato l’intera difesa avversaria depositando il pallone in rete. 3 a 2 e coppa al “Mattei”.
Le emozioni più forti si sono vissute durante le premiazioni, quando gli allenatori delle squadre hanno consegnato targhe ricordo alle mamme di Moreno e Giovanni. Le loro parole hanno commosso i giovani presenti al “Riccardo Spina”.
Si ringraziano i Dirigenti Scolastici che hanno approvato l’iniziativa e a chi si è impegnato (alunni, docenti, assistenti tecnici, collaboratori scolastici, istituzioni, sponsor), con una menzione speciale per la prof.ssa Cinzia d’Altilia.
Il messaggio lasciato dal memorial “Perone-Potè” è nelle parole di Melissa, alunna dell’Alberghiero: “Oggi è stata una giornata ricca di emozioni, abbiamo ricordato le nostre due stelle con amore e impegno. Non è importante vincere o perdere ma essere presenti in un giorno dove tutti ci siamo sentiti vicini a Giovanni e Moreno. Per la prima volta ho visto la mia generazione fare un qualcosa di meraviglioso. Oggi non siamo stati solo ragazzi di scuole diverse, oggi siamo stati una vera FAMIGLIA. Questa prima vittoria è per Giovanni e Moreno”.
@ipeoa_enrico_mattei_studenti_

 
 
 

VIESTE – Sarà inaugurata il 28 maggio la grande ruota panoramica sul porto turistico Ultimo aggiornamento Mag 20, 2024

Post n°32271 pubblicato il 20 Maggio 2024 da forddisseche

VIESTE – Sarà inaugurata il 28 maggio la grande ruota panoramica sul porto turistico

578

Sarà inaugurata martedì 28 maggio, la grande ruota panoramica, alta 32 metri, che quest’anno farà da cornice all’estate viestana. Già da domani cominceranno le operazioni di montaggio del grande impianto nell’area scelta per l’installazione, vale a dire quella all’ingresso del porto (ove sono previsti i giardini) a lato del grande parcheggio del molo di ponente. Nessuna spesa – fa sapere l’assessore ai Grandi Eventi, Tano Paglialonga – da parte del Comune di Vieste che ha solo concesso la gratuità dell’occupazione del suolo pubblico, in cambio di ampia promozione turistica da parte del richiedente. Si tratta di Jorge Lorenzo Guerrero, ex pilota di motociclismo nonché ex campione mondiale di MotoGP, di concerto con la Jody Luxury Events s.r.l., che ha proposto per la stagione estiva 2024 l’installazione, appunto, di una ruota panoramica di 32 metri di altezza. Dalla deliberazione della Giunta comunale, con la quale è stata autorizzata l’installazione e il funzionamento per tutta l’estate della grande ruota panoramica, si evince che Jorge Lorenzo Guerrero, nome di fama internazionale nel mondo del motociclismo, sarà presente a Vieste per la cerimonia di inaugurazione. Lo stesso ex pilota pubblicizzerà attraverso i suoi canali social, non solo la presenza della grande ruota panoramica, ma tutti gli altri eventi che si terranno a Vieste durante la prossima stagione turistica. Durante l’estate saranno previste serate a tema e di solidarietà.

 
 
 

Oggi e la giornata dedicata alle api .

Post n°32270 pubblicato il 20 Maggio 2024 da forddisseche

Potrebbe essere un'immagine raffigurante ‎il seguente testo

 
 
 

IL FUTURO E ADESSO. LE CRITICITÀ E I CORRETTIVI . «ESTATE D’INFERNO E MENO SPIAGGE IL CLIMA CAMBIERÀ LA PUGLIA» 20 Maggio 2024

Post n°32269 pubblicato il 20 Maggio 2024 da forddisseche

IL FUTURO E ADESSO. LE CRITICITÀ E I CORRETTIVI . «ESTATE D’INFERNO E MENO SPIAGGE IL CLIMA CAMBIERÀ LA PUGLIA»

Ecco gli impatti su erosione costiera, acquacoltura e turismo Su «Frontiers» lo studio di Università e Politecnico di Bari.

L’estate sarà infernale, il ma­re si solleverà di due centimetri e mezzo e l’Adriatico si “mangerà” le spiagge lungo i suoi 725 chi­lometri di coste (Tremiti incluse). Nello studio «Impatti climatici e strategie di adattamento per l’ero­sione costiera, l’acquacoltura e il turismo lungo il fronte adriatico della Puglia», c’è scritto cosa – pre­sumibilmente – accadrà di qui al 2050-2060 e anche quali correttivi mettere in campo.

La ricerca (pri­ma firma il dott. Giuseppe Parete) è pubblicata su Frontiers ed è stata condotta da scienziati di Univer­sità di Bari (Dipartimento di Scienze del Suolo, della Pianta e degli Alimenti; Dipartimento di Bioscienze, Biotecnologie e Ambiente) e Politecnico di Bari (Dipartimento di Ingegneria Civile, ) Ambientale, del Territorio, Edile e di Chimica), in collaborazione col Dipartimento Ambiente, Pae­saggio e Qualità Urbana della Re­gione Puglia.

Vi si spiega che la Puglia «è riconosciuta come area partico­larmente esposta agli effetti dei cambiamenti climatici» e si fa la seguente ricognizione.

ACQUACOLTURA

La Puglia è leader per la produ­zione di mollu­schi (5.000 ton­nellate nel 2020). Un totale di 32 alleva­menti dedicati all’allevamento ittico operano lungo la costa, di cui «23 in pro­vincia di Foggia, 1 in provincia di Bari, 3 in provincia di Brindisi, 4 in provincia di Taranto, e 1 in provincia di Lecce».

«Per quanto riguarda gli impianti offshore at­tivi, la maggior parte si trova nelle province di Foggia (4) e Taranto (3), con un solo impianto offshore per le province di BAT e Lecce».

Le principali specie ittiche allevate sono la spigola e l’orata. Alleva­menti di cro­stacei sono a Taranto e lun­go la costa garganica. Pro­prio lo “spero­ne” vanta 36 impianti (9 dei quali nel Golfo di Manfredo­nia). Le specie di mitili più allevate sono cozza, ostrica giapponese e vongola fi­lippina.

TURISMO

«Il turismo rappre­senta uno dei settori economici più significativi della Puglia. Nel 2022 ha contribuito tra l’8,3% e l’8,8% del PIL regionale».

Ma “quale” turismo? Gli scienziati non hanno dubbi: il turismo pu­gliese è balneare e le località costiere adriatiche valgono il 60% di esso. Oggi i visitatori hanno a di­sposizione un litorale per il 29 % di scogliere, il 28% di spiagge sab­biose, il 26% di roccia. Ma domani tutto cambierà.

EROSIONE COSTIERA

 Tra il 1960 e il 1992, 103 chilometri di spiagge (equivalenti al 40% della costa sabbiosa) si sono ritirate «a causa di una riduzione dell’ap­provvigionamento di sedimenti».

Dal 1992 al 2005, i fenomeni erosivi hanno interessato solo il 23% della costa sabbiosa, pari a 60 km di costa. Tuttavia di recente «c’è sta­to un notevole aumento dei feno­meni erosivi» e tra il 2005 e il 2017 «la lunghezza della costa sab­biosa erosa è quasi raddop­piata, raggiun­gendo i 97 km, circa il 38% della costa sab­biosa totale».

«Sono emerse nuove situa­zioni di crisi lungo la costa (ad esempio, Rodi Garganico, Torre Canne, Torre Guaceto)». Con «ri­tiri costieri di oltre 30 metri».

IL FUTURO

Gli scienziati di­cono che tutti i modelli concor­dano nel predire un aumento glo­bale del livello del mare, in special modo del Mediterraneo e soprat­tutto del Mare Adriatico. Elabo­rati gli indicatori climatici in una griglia di 8×8 km e applicati agli scenari del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Cli­matici, fanno due previsioni.

Una è “pessi­mista”: gli Sta­ti non prenderanno contromisure e le emissioni continue­ranno ai tassi attuali. Questo sce­nario presuppone che, entro il 2100, le concentrazioni atmosferi­che di C02 triplichino o quadru­plichino rispetto ai livelli prein­dustriali.

L’altro scenario è “rea­lista”: ci sarà una moderata mi­tigazione e, entro il 2070, le emis­sioni di C02 scendono al di sotto dei livelli attuali e le concentra­zioni atmosferiche si stabilizzano a circa il doppio dei livelli prein­dustriali entro la fine del secolo.

Con queste premesse, si preve­de un aumento delle temperature medie annue in tutta la Puglia di 1,7 gradi nel primo scenario e di 1,36°C nel secondo. Entrambi gli scenari futuri mostrano una riduzione delle precipitazioni me­die annue (riduzione massima di -80,2 mm) e più giorni di siccità consecutivi (fino a 18 giorni di sic­cità consecutivi nello scenario peggiore).

Le stagioni fredde sa­ranno mitigate, l’estate sarà più calda e aumenta la probabilità di picchi di calore più alti e frequen­ti. L’innalzamento medio del li­vello del Mare Adriatico meridio­nale è di 0,19-0,25 metri.

GLI IMPATTI E AZIONI

L’ac­quacoltura già oggi «soffre delle ondate di calore». Per proteggersi, ai coltivatori di molluschi si con­siglia di attrezzarsi anche con tec­nologia di tracciamento satellita­re per avere «un sistema infor­mativo di “allarme precoce”».

In genere si consiglia agli impren­ditori di selezionare specie «tol­leranti alle condizioni indotte dai cambiamenti climatici» e magari puntare sull’Acquacoltura multitrofica integrata (Imta), un si­stema di allevamento che combi­na specie comunemente allevate come pesci e crostacei con altri organismi come alghe e inverte­brati in un’unica azienda.

Gli impatti dei cambiamenti cli­matici sul turismo possono essere classificati in due categorie principali:

 i) impatti diretti che cau­sano cambiamenti nell’andamen­to dei flussi turistici tipici di una destinazione turistica;

 ii) impatti indiretti che inducono cambia­menti nell’attrattività della desti­nazione turistica, influenzando così i suoi arrivi e soggiorni tu­ristici.

Le temperature in aumento pos­sono portare a un calo del numero di turisti in Puglia in estate e a un

loro aumento in altri mesi. Però, bisogna agire per evitare l’«aumento degli incendi boschivi nelle zone costiere turistiche» e l’«aumento di specie esotiche e inva­sive» come alghe e meduse.

Anche le aree urbane densa­mente popolate, come Bari, devo­no prevenire lo stress termico di chi si trova in città (residenti e turisti). Bisognerà poi attrezzarsi per contrastare la diminuzione dell’acqua potabile, l’aumento del consumo energetico e danni da eventi meteorologici estremi.

In­fine, siccome «le proiezioni future indicano un alto rischio di ero­sione lungo la costa adriatica pugliese» e visto che, «considerando le già limitate larghezze delle spiagge medie», si potrebbe arrivare «alla scomparsa di alcune spiagge esistenti», è importante notare che la «presenza di strutture di protezione costiera ha, in molti casi, mitigato l’evoluzione della tendenza impedendo il ritiro costiero e i cambiamenti irreversibili verso la costa».

La Puglia che verrà, dipenderà da quanto si farà oggi.

gazzettamezzogiorno

 
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963