Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 65
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 

Oroscopo

 


                 width="200" height="250" scrolling=no marginwidth=0 marginheight=0 frameborder=0 border=0 style="border:0;margin:0;padding:0;">
    

 

 

Vieste / Petizione per : Smantelliamo il Ripetit

Vieste / Petizione per :

Smantelliamo il Ripetitore 5G che Disturba il Nostro Paese .
Il link per firmare e questo :  https://chng.it/xvFYh5RSk2

Grazie .

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvLeccezioneMadamenazario1960QuartoProvvisorioViolentina8380sin69m12ps12milano2009stufissimoassaidaniele.devita1996france20010francotrottakaren_71
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/202

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/2020/07/RADIO-GARDEN-300x176.png

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi del 07/02/2024

La giornata mondiale del malato (video) 7 Febbraio 2024 Ogni anno, l’11 febbraio, il mondo si unisce per celebrare la Giornata

Post n°31926 pubblicato il 07 Febbraio 2024 da forddisseche

La giornata mondiale del malato (video)

Ogni anno, l’11 febbraio, il mondo si unisce per celebrare la Giornata Mondiale del Malato. Questa giornata è un tributo globale alla dignità e alla lotta dei malati di tutto il mondo. Fondatanel 1992 da Papa Giovanni Paolo II, questa giornata offre un’opportunità unica per riflettere sulle sfide che i malati affrontano ogni giorno e per rinnovare l’impegno a fornire loro cure accessibili e compassionate. Tale giornata ha lo scopo soprattutto di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle realtà dei malati e di chi se ne prende cura.

In tutto il mondo, questa giornata viene osservata attraverso una varietà di eventi, come conferenze mediche, servizi religiosi, incontri di preghiera e attività di volontariato. Per la prima volta qui a Vieste viene tenuto un concerto a tal proposito. L’11 febbraio presso l’auditorium Falcone-Borsellino, alle ore 19,00, la scuola Nuova Diapason della prof.ssa Maria Candelma, ormai una realtà ultraventennale, ha organizzato un recital pianistico sulle musiche di Ezio Bosso accompagnate da letture del maestro di canto Michele Bottalico.

Sarà un’occasione per riconoscere anche il ruolo fondamentale di cargiver, che dedicano il loro tempo ed energie per assistere coloro che sono malati.

Tuttavia la Giornata Mondiale del Malato è molto più di una celebrazione; è anche un richiamo alla necessità di migliorare l’accesso alle cure mediche per tutti, indipendentemente dalla loro situazione economica o geografica; è un’opportunità per sollevare problemi come l’accessibilità finanziaria, la disparità di trattamento e la mancanza di risorse sanitarie in molte parti del mondo.

Per Vieste e la scuola Nuova Diapason non vuole essere solo una giornata di polemiche, ma comunque di battaglia e di stimolo a sensibilizzare chiunque, in modo che nessuno si senta solo o abbandonato nella propria lotta contro la malattia.

Gaetano Simone

 
 
 

A LUCERA LA PRESENTAZIONE DEGLI ATTI DEL CONVEGNO “GLI ANNI DEL FASCISMO IN CAPITANATA” 7 Febbraio 2024

Post n°31925 pubblicato il 07 Febbraio 2024 da forddisseche

A LUCERA LA PRESENTAZIONE DEGLI ATTI DEL CONVEGNO “GLI ANNI DEL FASCISMO IN CAPITANATA”

L’ 8 febbraio, alle ore 19.00 presso il Circolo Unione di Lucera,  a cura di  Francesco Barbaro,  Massimiliano Monaco e Giuseppe Trincucci, ci sarà la presentazione degli “Atti del Convegno: Gli anni del fascismo in Capitanata”, un’opera in due tomi di circa 800 pagine, curata da Pasquale Corsi e Giuseppe Trincucci.

  In essa sono raccolte le testimonianze e gli studi di ventotto Autori che il 14 e 15 ottobre 2022, presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Foggia)  hanno approfondito la storia del fascismo nella nostra  provincia con dovizia di particolari, basandosi su nuove ricerche e studi rispetto al fondamentale volume di Raffaele Colapietra “La Capitanata nel periodo fascista 1926-1943”, pubblicato dall’Amministrazione provinciale di Capitanata (Foggia, 1978).

Come scrive in prefazione il prof. Pasquale Corsi (presidente della Società di storia Patria per la Puglia), il periodo storico che va dai primordi del fascismo agli anni successivi alla caduta del regime, si intreccia con una molteplicità di tematiche politiche, sociali, economiche e culturali in senso lato, trattate da numerosi esperti dei diversi settori esaminati.

Corsi rimarca che il cosiddetto Ventennio non può ridursi al concetto di corpo estraneo alla società italiana, una sorta di anomalia ed escrescenza episodica da riassorbire. Fu invece espressione di un determinato momento storico, caratterizzato dalla crisi del liberalismo e dalle conseguenze della Grande Guerra. In Italia dovrebbero ormai essere maturi i tempi, a distanza di tanti anni, per una pacificazione del pensiero storico nell’esame del ventennio fascista, da valutare sine ira et studio, evidenziando, in un quadro di esame globale,  gli aspetti che hanno interagito con esso e lo hanno condizionato. E richiama la metodologia di Renzo de Felice che, pur tra critiche e dissensi, resta sostanzialmente valida.

Nell’introduzione ai due volumi, il prof. Stefano Picciaredda (Dipartimento di studi umanistici-Università di Foggia) sottolinea che “La Capitanata fu la provincia d’Italia in cui le iniziative di più profondo impegno del regime fascista, quali la battaglia del grano e la bonifica integrale, assunsero il significato di una parola d’ordine estremamente impegnative e qualificanti e proprio in Capitanata esse ebbero il loro massimo banco di prova e il più eloquente sostanziale fallimento … I problemi di fondo rimasero persistenti e sarebbero tornati prepotentemente alla ribalta nel secondo dopoguerra”.

Le relazioni del  Convegno, pubblicate dalla Società di Storia Patria per la Puglia in collaborazione con i presidenti delle sezioni di Lucera, Foggia, Manfredonia e San Severo e con il Dipartimento di studi umanistici dell’Università di Foggia, sono tutte da leggere. Fondamentali per capire un periodo cruciale della nostra storia. Non solo pugliese, ma  nazionale.

teresa m.rauzino

 
 
 

I FIORI SECCHI DI SAN NICANDRO GARGANICO IN FRANCIA CON LE FOTO DI MIMMO ATTADEMO By Redazione - 7 Febbraio 2024

Post n°31924 pubblicato il 07 Febbraio 2024 da forddisseche

I FIORI SECCHI DI SAN NICANDRO GARGANICO IN FRANCIA CON LE FOTO DI MIMMO ATTADEMO

0
144

Molta gente per la mostra fotografica “Bouquet” che ha portato in Francia la bellezza e la originalità dei fiori secchi di San Nicandro Garganico.

La mostra che si è svolta dal 18 gennaio al 1° febbraio 2024 è stata organizzata nell’abito dell’evento “Fleuralies”, una manifestazione dedicata al mondo dei fiori e delle piante che si tiene ogni due anni nel centro di Saint Maximin la Sainte Baume, vicino a Marsiglia.

L’autore delle fotografie Mimmo Attademo, grande fotografo foggiano che ha saputo catturare con la sua macchina fotografica la magia e il fascino dei bouquet di fiori secchi realizzati nel territorio sannicandrese.

 

I pannelli fotografici, esposti una sala appositamente allestita, hanno attirato l’attenzione e l’ammirazione dei numerosi visitatori provenienti da tutta la Provenza, che hanno apprezzato la qualità artistica delle immagini e la ricchezza dei dettagli, che rendevano i bouquet quasi tridimensionali,

Ma non solo. Attademo ha voluto rendere ancora più reale e tangibile la sua opera, esponendo anche dei veri bouquet di fiori secchi arrivati in Francia direttamente da San Nicandro Garganico grazie alla collaborazione e al sostegno di quattro aziende locali: Caruso, Ciavarella, Guerriere e Montemitro.

Un gesto cha ha permesso ai visitatori di toccare con mano la bellezza e la fragranza dei fiori secchi e di scoprire una delle eccellenze del Gargano che da secoli si tramanda di generazione in generazione. (gazzettah24.it)

 
 
 

FASANO – Trovato senza vita il regista Carlo Formigoni, visse a Vieste per vent’anni Ultimo aggiornamento Feb 7, 2024

Post n°31923 pubblicato il 07 Febbraio 2024 da forddisseche

FASANO – Trovato senza vita il regista Carlo Formigoni, visse a Vieste per vent’anni

243


E’ stato trovato in mare, nei pressi di alcuni scogli lungo la costa di Fasano, in provincia di Brindisi, il corpo senza vita del regista teatrale 90enne Carlo Formigoni, originario di Mantova ma che da anni si era stabilito a Ostuni. Ieri si sarebbe fatto accompagnare in taxi sulla litoranea. Poi di lui si sarebbero perse le tracce. Ieri pomeriggio sono state avviate le ricerche di sommozzatori dei vigili del fuoco, Capitaneria di Porto e carabinieri. Sulla costa sono stati trovati solo alcuni effetti personali.
Formigoni, fondatore del teatro Kismet di Bari agli inizi degli anni Ottanta e direttore della scuola per registi e attori, ha vissuto per parecchi anni a Vieste. Aveva acquistato la torre della cinta urbana (che ancor oggi molti chiamano “Torre Formigoni),  un tempo collegata al castello svevo e che (trasformata in B&B) si conserva molto bene. Era innamorato di Vieste, tanto è vero che acquistò anche un vecchio frantoio del 1700, ubicato in via Mafrolla (poi trasformato nel ristorante all’insegna “Il Cantinone”) divenuto luogo di scuola di recitazione oltre che spazio per varie mostre artistiche. Negli anni Ottanta, Formigoni lasciò Vieste per trasferirsi nel Sud della Puglia, ad Ostuni.

 
 
 

VIESTE – Parte la raccolta differenziata: si comincia stasera con plastica e metalli Ultimo aggiornamento Feb 7, 2024

Post n°31922 pubblicato il 07 Febbraio 2024 da forddisseche

VIESTE – Parte la raccolta differenziata: si comincia stasera con plastica e metalli

599


Parte da stasera il nuovo e rivoluzionario (almeno per Vieste, decisamente con grave ritardo) servizio di raccolta differenziata dei rifiuti. Si comincia con la plastica e metalli (che dovranno essere conferiti nella busta gialla consegnata al momento del ritiro del Kit), per continuare domani con carta e cartone (bidoncino di colore blu) e sabato con l’umido (bidoncino di colore marrone). I rifiuti, come già spiegato, vanno conferiti a partire dalle ore 22 della sera prima del giorno fissato per la raccolta e fino alle ore 4:00 dello stesso giorno. Tutti i vecchi cassonetti sono stati già rimossi dalle strade cittadine.
Intanto, a partire da domani, la Polizia Municipale intensificherà i controlli sull’osservanza delle norme riguardanti la raccolta differenziata dei rifiuti in tutto l’abitato di Vieste.
Non sarà tollerata alcuna forma di abbandono dei rifiuti, che sia nelle campagne, lungo i bordi delle strade, vicino ai cestini o negli spazi dove erano posizionati i vecchi cassonetti.
Saranno impiegate fototrappole per individuare i trasgressori, e in caso di violazione, si procederà con una denuncia penale, in conformità alla legge 137/2023 che ha stabilito il reato di abbandono di rifiuti come punibile con una multa da mille a 10 mila euro. Questa nuova normativa ha trasformato l’abbandono di rifiuti da un illecito amministrativo a un reato contravvenzionale, con sanzioni pecuniarie aumentate fino al doppio se si tratta di rifiuti pericolosi.
L’ impegno è di mantenere la nostra comunità pulita e sostenibile con la piena collaborazione di tutti i cittadini affinché Vieste si confermi un luogo di bellezza e rispetto ambientale.

Ma come si fa per evitare di sbagliare? Un primo aiuto è assicurato dalla documentazione cartacea nel kit rilasciato dall’infopoint Impregico (sul retro del Cineteatro Adriatico), ma risulterà di grande aiuto la app Junker, gratuita, semplice ed intuitiva, scaricabile dagli store di Google e Apple e da installare sul proprio cellulare, tramite la quale sarà possibile risalire al contenitore adatto per ogni tipo di rifiuto semplicemente inquadrando il codice a barre del prodotto.
Si potranno chiarire anche i molti dubbi: ad esempio, per i contenitori di marmellate o maionese la app ci spiegherà che il barattolo va gettato nel vetro mentre il tappo va nella plastica.
In mancanza del codice a barre si potrà usufruire dell’elenco telematico per scoprirne il corretto conferimento.
E se non bastasse l’elenco? Nessun problema! Basterà fare una foto ed inviarla ai responsabili che risponderanno alla richiesta con i richiesti chiarimenti. Disponibile anche il calendario e le notifiche per ricordarci quale tipo di rifiuto va messo nei pressi di ogni abitazione sera dopo sera.
Insomma, Junker sarà un valido aiuto per differenziare senza troppe preoccupazioni.
ATTENZIONE: Tolleranza zero sarà riservata a chi verrà beccato a gettare i rifiuti nelle campagne, sui cigli delle strade, vicino ai cestini o dove in precedenza c’erano i bidoni. “Installeremo delle fototrappole e per i trasgressori partirà immediatamente la denuncia per un reato che dall’ottobre scorso è diventato penale”.

 
 
 

VIESTE – Differenziata: da domani in funzione il Centro comunale di raccolta Il Feb 7, 2024

Post n°31921 pubblicato il 07 Febbraio 2024 da forddisseche

VIESTE – Differenziata: da domani in funzione il Centro comunale di raccolta

314


Con l’avvio del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti, entra in funzione, da domani, 8 febbraio 2024, il primo Centro Comunale di Raccolta (CCR1), ubicato in contrada “Coppa Cardillo” (a fianco alla sede operativa del Gruppo D’Aprile Edilizia), poco prima del cimitero.
A gestirlo, come da ordinanza del sindaco di Vieste, Giuseppe Nobiletti, n. 6 in data di oggi 07-02-2024, sarà la Impregico Srl, la stessa che cura il servizio di Igiene urbana cittadina. Si tratta di una struttura molto importante perché in questa area, dotata delle necessarie attrezzature, sarà possibile conferire, tutti i giorni, escluso la domenica, dalle ore 9:00 alle ore 12:00, (dal prossimo mese di aprile, tutti i giorni, mattina e pomeriggio ed anche di domenica)i seguenti rifiuti:
o Imballaggi carta e cartone (codice EER 150101)
o Imballaggi in plastica ( EER 150102)
o Imballaggi in legno ( EER150103)
o Imballaggi in metallo ( EER 150104)
o Imballaggi in materiali misti (EER 150106)
o Imballaggi in vetro ( EER 150107)
o Contenitori T/FC (EER150110 e 150111)
o Rifiuti di carta e cartone ( EER 200101)
o Rifiuti in vetro (EER 200102)
o Frazione organica umida ( EER 200108 e 200302)
o Abiti e prodotti tessili ( EER 200110 e 200111)
o Solventi (EER 200113)
o Acidi ( EER 200114)
o Sostanze alcaline ( EER 200115)
o Prodotti fotochimici ( EER 200117)
o Pesticidi (EER 200119)
o Tubi Fluorescenti ed altri rifiuti contenenti mercurio ( EER 200121)
o Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche ( EER 200123, 20135 e 200136)
o Oli e grassi commestibili ( EER 200125)
o Oli e grassi diversi, ad es. oli minerali esausti (EER 200126)
o Vernici, inchiostri, adesivi e resine (EER 200127 e 200128)
o Detergenti contenitori sostanze pericolose (EER 200129)
o Detergenti diversi da quelli al punto precedente ( EER 200130)
o Farmaci ( EER 200131 e 200132)
o Batterie ed accumulatori di cui alle voci ( EER 160601, 160602, 160603 proveninti da utenze domestiche) (codice EER 200133*26 rifiuti legnosi EER 200137 e 200138)
o Rifiuti plastici ( EER 200139)
o Rifiuti metallici (EER 200140)
o Sfalci e potature ( EER 200102)
o Ingombranti ( EER 200307)
o Cartucce toner esaurite ( EER 200399)
o Toner per stampa diversi da quelli di cui alla voce 80317( prov.da ut.Dom.EER 80318)
o Imballaggi materiale composti (EER150105)
o Imballaggi in materiale tessile (EER 150109)
o Pneumatici fuori uso (solo da utenze domestiche EER 160103)
o Filtri olio (EER160107)
o Componenti rimossi da apparecchiature fuori uso diversi di cui alla voce 160215 (limitatamente ai toner e cartucce di stampa provenienti da utenze domestiche (EER 160216)
o Gas in contenitori a pressione (limitatamente a estintori ed aerosol ad uso domestico EER 160504 e EER 160505)
o Miscugli o scorie di cemento, mattoni mattonelle ceramiche diverse da quelle di cui alla voce 170106 (solo da piccoli interventi di rimozione eseguiti dal conduttore della civile abitazione (EER 170107) o Rifiuti misti dall’attività di costruzione e demolizione diversi da cui alle voci 170901, 170902, 170903 (solo da piccoli interventi di rimozione eseguiti dal conduttore della civile abitazione EER 170904)
o Batteria ed accumulatori diversi da quelli di cui alla voce 200133 (EER 200134)
o Rifiuti prodotti dalla pulizia dei camini (solo provenienti da utenze domestiche) EER 200141
o Terre e roccia ( EER 200202)
o Altri rifiuti non biodegradabili (EER 200203)
– Le modalità di gestione dei rifiuti dovranno garantire il rispetto delle norme in materia di sicurezza e tutela dell’ambiente ed in particolare:
o I rifiuti dovranno essere depositati all’interno di cassoni a tenuta stagna;
o I rifiuti pericolosi dovranno essere depositati all’interno di contenitori chiusi;
o I rifiuti liquidi dovranno essere depositati all’interno di contenitori chiusi dotati di bacino di contenimento;
o Dovranno essere rispettati i requisiti temporali di cui al punto 7 dell’allegato 1 al DM 08/04/08;
o Tutti i mezzi mobili e fissi di contenimento dovranno essere depositati su superficie impermeabile;
o L’area dovrà essere recintata ed accessibile solo al personale autorizzato

 
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963