Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 65
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29      
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 

Oroscopo

 


                 width="200" height="250" scrolling=no marginwidth=0 marginheight=0 frameborder=0 border=0 style="border:0;margin:0;padding:0;">
    

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvQuartoProvvisoriofrancotrottakaren_71Silvia11973cassetta2mvwhynotmilano2009kappa10antonio_to1975dra.grassodomenicomorgante1aleromadgl0
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/202

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/2020/07/RADIO-GARDEN-300x176.png

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29      
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi del 05/11/2023

PRIMA CATEGORIA/ RISULTATI E CLASSIFICA DELLA VII GIORNATA 5 Novembre 2023 Atletico Peschici – Real Sannicandro 1-3

Post n°31504 pubblicato il 05 Novembre 2023 da forddisseche

PRIMA CATEGORIA/ RISULTATI E CLASSIFICA DELLA VII GIORNATA

 
 
 

INIZIATE, DOPO ALCUNI TEST SUGLI IDROFONI, LE ATTIVITÀ DI STUDIO DEL “PAESAGGIO SONORO SOMMERSO” NEL MARE DELLE ISOLE TREMITI. 5

Post n°31503 pubblicato il 05 Novembre 2023 da forddisseche

INIZIATE, DOPO ALCUNI TEST SUGLI IDROFONI, LE ATTIVITÀ DI STUDIO DEL “PAESAGGIO SONORO SOMMERSO” NEL MARE DELLE ISOLE TREMITI.

Una volta, il pianeta mare era definito come “Il mondo del silenzio”, in realtà, è un ambiente costantemente attraversato da segnali acustici, suoni ma anche da rumori, spesso questi, generati dalle attività dell’uomo. Allo studio partecipano e collaborano esperti con competenze in vari settori: biologia marina, Bioacustica, geologia, elettronica, con ingegneri e sviluppatori, e vedrà il coinvolgimento, nelle varie fasi, anche dei subacquei ricreativi che solitamente visitano le Isole Tremiti per la bellezza dei suoi fondali.
Lo studio consentirà di verificare, per la prima volta come in una Area Marina Protetta, i rumori prodotti dalle attività antropiche, incluse quelle subacquee, incidano su tutto l’ecosistema e con quale rilevanza.

“Un progetto originale – afferma Adelmo Sorci, responsabile Attività scientifiche Laboratorio del Mare  – che oltre alle informazioni e alla elaborazione dei dati registrati, le attività saranno l’occasione per informare come l’ambiente naturale, vive anche grazie ai suoi suoni. E’ attraverso i suoni, o meglio le “firme sonore”, che gli animali comunicano, si corteggiano, si riproducono, o ascoltando, trovano cibo. Il monitoraggio, attraverso la registrazione, l’individuazione e l’analisi dei segnali acustici, è un ottimo modo per comprendere come gli animali, i pesci, tendono ad interagire tra di loro, assumendo specifici comportamenti, tanto individuali quanto di gruppo.

Ma non solo, lo studio consentirà di verificare, per la prima volta come in una Area Marina Protetta, i rumori prodotti dalle attività antropiche, incluse quelle subacquee, incidano su tutto l’ecosistema e con quale rilevanza. Questo approccio non invasivo e automatizzato elabora in modo efficiente grandi set di dati acustici, consentendo di mappare continuamente, e su lungo periodo, l’evoluzione della distribuzione spaziale delle sorgenti sonore con una precisione molto elevata. Il Progetto, “Paesaggio sonoro sommerso” che il Laboratorio del Mare ha avviato in collaborazione con la società Contralto Audio, esperti, nomi illustri della ricerca scientifica, è molto importante e innovativo, unico ad oggi, ad essere programmato in una Area Marina Protetta.

Per raggiungere gli obiettivi il Team si avvarrà anche di strumenti ad alta tecnologia e sistemi di Intelligenza artificiale. Oggi il paesaggio sonoro e l’ambiente acustico sono riconosciuti come componenti fondamentali di un ecosistema, che deve essere studiato, monitorato, tutelato, e anche ripristinato se alterato dall’azione dell’uomo. I vantaggi derivanti dallo studio e dall’utilizzo delle tecniche bio-acustiche hanno permesso alle “firme sonore” di essere un efficiente strumento per lo studio della biodiversità, divenendo un elemento di riconoscimento alquanto selettivo e specifico che permette, con un impatto ambientale nullo, l’individuazione di determinate specie mediante l’ascolto di segnali ad esse associate. La comprensione del paesaggio sonoro può portare ad una maggiore conoscenza nell’ambito della biologia e dello studio del comportamento animale, come per esempio l’attività riproduttiva, la classificazione sistemica, i legami filogenetici, le pressioni selettive e l’adattamento ambientale, ma anche lo studio dell’habitat e le possibili strategie di conservazione”.

 
 
 

PARCO/ I SINDACI SI DIVIDONO QUATTRO POSTAZIONI (DUE UOMINI E DUE DONNE) NEL CONSIGLIO DIRETTIVO 5 Novembre 2023

Post n°31502 pubblicato il 05 Novembre 2023 da forddisseche

PARCO/ I SINDACI SI DIVIDONO QUATTRO POSTAZIONI (DUE UOMINI E DUE DONNE) NEL CONSIGLIO DIRETTIVO

Lunedì mattina gli ultimi incontri per trovare la quadra, nel pomeriggio la seduta della Comunità. Merla si sente sicuro, vieste potrebbe lasciare spazio ad altri.

Dopo anni di governance solitaria, affidata al presidente Pasquale Pazienza (che scadrà nei 2024) e ai direttore facente funzioni Vincenzo Totaro, l’ente Parco nazionale dei Gargano sta per tornare ad avere il proprio consiglio direttivo.

Lunedì mattina si terranno gli ultimi incontri prima della seduta convocata per il pomeriggio, dalle ore 15.30, dal presidente della Comunità dei Parco (e sindaco Pd di Carpino) Rocco di Brina.

All’ordine del giorno dell’assemblea, che si riunirà nella sede del PNG in via Sant’Antonio Abate a Monte Sant’Angelo, c’è in particolare la designazione dei rappresentanti della Comunità del Parco in seno a! consiglio direttivo, seguita dal parere della Comunità in merito alla variazione al bilancio di esercizio 2023 e dall’accapo relativo a varie ed eventuali.

Si comincia, dunque, a fare sul serio dopo che Ministero e Corte dei conti hanno tirato le orecchie all’ente pervia dell’assenza degli organi previsti dalla legge, oltre che per tutta una serie di altre mancanze, tra cui Piano del Parco e regolamento.

Dopo la scadenza del mandato quinquennale del consiglio direttivo nominato nel 2015, e decorso il periodo di prorogatio ordinaria, gli atti di indirizzo politico sono assunti da tre anni monocraticamente dal presidente, “situazione che si sta protraendo nel tempo con una lunghezza ingiustificabile” a detta della magistratura contabile.

Manca anche la giunta esecutiva, cessata anch’essa a giugno 2020 e ad oggi non ancora rieletta. Insomma, per un anno soltanto Pazienza – che si insediò ad agosto 2019 – ha dovuto condividere la governance con gli altri organi.

Una paralisi incredibile e assurda, che fa il paio con la clamorosa vicenda del direttore facente funzioni Totaro, che da settembre 2020 ha preso il posto di Maria Villani, la direttrice nominata dall’allora ministro Sergio Costa e poi licenziata dopo pochissime settimane da Pazienza (per la quale è in dirittura d’arrivo il processo, ricco di colpi di scena, per presunto peculato, con accuse sgonfiatesi in aula).

La promessa rotazione per l’incarico di direttore facente funzioni non c’è mai stata da allora e trattandosi di un ex incandidabile per mafia (in conseguenza dello scioglimento del consiglio comunale di Monte Sant’Angelo per infiltrazioni) le polemiche sono stati molto forti in questi anni, in primis da parte del M5S, con audizione del presidente Pazienza in Commissione parlamentare antimafia.

Negli scorsi anni, dopo alcune reprimende da parte dei Ministero dell’ambiente, c’è stato un rimpallo di responsabilità tra Roma e Monte Sant’Angelo in merito allo stallo sulla formazione del nuovo consiglio direttivo. Adesso la speranza è che l’organo possa essere nominato dal Ministero entro la fine del 2023, cui manca però davvero poco.

Le fitte trattative nel mondo politico dipendono dalla necessità di assicurare nei consiglio la presenza di Pd, civici e centrodestra. Alla Comunità del Parco spetta indicare quattro amministratori per il consiglio, mentre gli altri quattro membri sono nominati da Roma uno su designazione delle associazioni ambientaliste, uno su designazione dei Ministero dell’Ambiente, uno su designazione del Ministero per le Politiche Agricole e uno su designazione dell’Istituto Superiore per la Ricerca Ambientale (ISPRA). Ieri diversi sindaci garganici si sono riuniti a San Marco in Lamis, ospiti del primo cittadino Michele Merla, piddino, che pare sicuro di poter tornare in consiglio direttivo. Si va verso due nomi di uomini e due di donne, per assicurare quella parità di genere in consiglio che il Ministero rivendicò come necessaria alcuni anni fa annullando l’iter che era stato avviato dall’ente Parco.

Non sono molte le amministrazioni comunali garganiche governate dal centrodestra: Apricena col sindaco forzista Antonio Potenza, Lesina col salviniano Primiano Di Mauro, Serracapriola.

E’ caduta, giorni fa, l’amministrazione Rotice e Manfredonia, nuovamente commissariata, si ritrova per l’ennesima volta fuori dai giochi dopo aver detenuto per anni il controllo della presidenza dell’ente (con Giandiego Gatta prima e Stefano Pecorella poi, ma anche il primo presidente Matteo Fusilli, montanaro, era residente nel Golfo).

Un paio di postazioni andrebbero, a quanto pare, ai civici. Sembra destinata a farsi da parte Vieste, la cui vicesindaca Rossella Falcone sedeva nel vecchio consiglio direttivo. Oggi l’amministrazione Nobiletti è abbondantemente presente nei luoghi del potere, data Provincia (col sindaco che ne è il presidente da gennaio 2023) al cda di AQP spa (dove siede la stessa Falcone).

Vieste, dunque, potrebbe lasciare spazio ad altri Comuni, ad esempio la San Nicandro Garganico dell’amministrazione Vocale, che non aveva propri referenti al PNG. Chi sì starebbe molto interessando della questione Parco, per il centrodestra, è la senatrice di Fratelli d’Italia Annamaria Fallucchi.

In attesa di capire cosa accadrà lunedì, il PNG è un banco di prova importante per la tenuta del campo largo progressista e, in particolare, dell’alleanza foggiana e regionale tra Pd e M5S, che in questi anni sono stati protagonisti di distanze abissali rispetto alla gestione targata Pazienza&Totaro.

l’attacco

 
 
 

LA CARTA DI MATTINATA LANCIA IL TURISMO DELL’OLIO SUL GARGANO 5 Novembre 2023

Post n°31501 pubblicato il 05 Novembre 2023 da forddisseche

LA CARTA DI MATTINATA LANCIA IL TURISMO DELL’OLIO SUL GARGANO

 
 
 

Il carrubo: un super-alimento quasi dimenticato dagli innumerevoli benefici

Post n°31500 pubblicato il 05 Novembre 2023 da forddisseche

Il carrubo: un super-alimento quasi dimenticato dagli innumerevoli benefici

Di - Redazione - 1 Ottobre 2023 in Prodotti naturali

facebook sharing button Condividi
twitter sharing button Twittare
messenger sharing button Condividi
whatsapp sharing button Condividi
pinterest sharing button Pin

Il carrubo, conosciuto scientificamente come Ceratonia siliqua, è un albero sempreverde originario delle regioni mediterranee.

Questa pianta ha giocato un ruolo importante nella storia dell’alimentazione umana, ma oggi è spesso dimenticata. Per i nostri nonni, ad esempio, faceva parte della loro dieta quotidiana.

Tuttavia, il carrubo offre una vasta gamma di benefici per la salute ed è una fonte nutrizionale preziosa che merita di essere riscoperta.

Benefici del carrubo1. Ricco di nutrienti essenziali

Il carrubo è una ricca fonte di nutrienti, tra cui vitamine (come la vitamina A, la vitamina B6 e la vitamina E), minerali (ad esempio calcio, ferro, magnesio e potassio) e fibre alimentari. Questi nutrienti sono fondamentali per il corretto funzionamento del corpo e per il mantenimento di una buona salute.

2. Antiossidanti naturali

Il carrubo è ricco di flavonoidi e polifenoli, potenti antiossidanti naturali che aiutano a combattere lo stress ossidativo nel corpo. Gli antiossidanti possono contribuire a prevenire malattie croniche e a migliorare il sistema immunitario.

3. Regola gli zuccheri nel sangue

Il carrubo contiene zuccheri naturali a basso indice glicemico, che possono aiutare a regolare i livelli di zucchero nel sangue. Questo rende il carrubo un’opzione alimentare adatta per le persone con diabete o per coloro che cercano di gestire la loro glicemia.

4. Supporto digestivo

Le fibre presenti nel carrubo possono promuovere la salute del sistema digestivo. Favoriscono una migliore digestione, prevengono la stitichezza e contribuiscono a mantenere un intestino sano.

5. Possibile effetto anticancro

Alcune ricerche suggeriscono che il carrubo potrebbe avere proprietà anticancro. I flavonoidi e i polifenoli presenti possono aiutare a prevenire il rischio di sviluppare alcuni tipi di tumori.

Come consumare il carrubo

Il carrubo può essere consumato in diverse forme:

1. Polvere di carrubo

La polvere di carrubo è ottenuta dalla macinazione dei semi tostati. Può essere aggiunta a frullati, yogurt, bevande o impastata nell’impasto per il pane per aumentare il contenuto nutrizionale e migliorare il gusto.

2. Farina di carrubo

La farina di carrubo è realizzata dalla macinazione della polpa essiccata. Viene spesso utilizzata per preparare dolci, pane o altri prodotti da forno.

3. Baccelli di carrubo

I baccelli di carrubo possono essere masticati direttamente o utilizzati nella preparazione di tisane e infusi. Hanno un gusto dolce e leggermente simile al cioccolato.

4. Sciroppo di carrubo

Il carrubo può essere trasformato in uno sciroppo dolce che può essere utilizzato come dolcificante naturale in diversi piatti e bevande.

5. Cibi tradizionali a base di carrubo

In molte culture mediterranee, i baccelli di carrubo vengono tradizionalmente usati per fare stufati, zuppe, insalate o mangiati come snack.

Nonostante il carrubo sia stato un alimento comune nei tempi passati, oggi è stato in gran parte dimenticato. Tuttavia, il crescente interesse per gli alimenti naturali e la salute sta portando a un rinnovato interesse per il carrubo.

Dovremmo considerare il reintegro di questo super-alimento nella nostra dieta quotidiana, riconoscendo e apprezzando i suoi numerosi benefici per la salute. Con un passato radicato nelle tradizioni culinarie dei nostri nonni, il carrubo merita un posto speciale nel nostro tavolo oggi e nel futuro.

 
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963