Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 65
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29      
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 

Oroscopo

 


                 width="200" height="250" scrolling=no marginwidth=0 marginheight=0 frameborder=0 border=0 style="border:0;margin:0;padding:0;">
    

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvQuartoProvvisoriofrancotrottakaren_71Silvia11973cassetta2mvwhynotmilano2009kappa10antonio_to1975dra.grassodomenicomorgante1aleromadgl0
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/202

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/2020/07/RADIO-GARDEN-300x176.png

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29      
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi del 24/11/2023

Grande attesa per la nuova commedia in dialetto vichese de «I scarp asciovt» L'Associazione «Nuovi Orizzonti» nasce il 10 marzo

Post n°31596 pubblicato il 24 Novembre 2023 da forddisseche

Grande attesa per la nuova commedia in dialetto vichese de «I scarp asciovt»

L'Associazione «Nuovi Orizzonti» nasce il 10 marzo del 2017 a Vico del Gargano per volontà di un gruppo di giovani capitanato da Filippo Voto.

Obiettivo comune: creare eventi e manifestazioni pubbliche di grande coinvolgimento per momenti di socializzazione e per scoprire nuovi talenti locali e garganici.

Tra i successi organizzativi, un rivisitato Cantavico, appuntamento estivo per tanti appassionati di musica e di canto, che già in passato aveva riscosso notevole successo.

Uno dei momenti di maggior coesione e condivisione la nascita del gruppo di recitazione dialettale «I scarp asciovt», una intuizione del Presidente Filippo Voto che ha curato personalmente la parte della regia, dei testi e della scelta delle tematiche.

A Natale del 2019 la prima rappresentazione: «La Magia del Natale» per poi giungere nel 2020 con «San Valentino nel cuore», tutti momenti goliardici e ironici.

Con «A FRCATUR» e «NN TENC FURTUN» il battesimo con un pubblico più vasto che ha iniziato ad apprezzare la passione l’arte della recitazione dialettale, pur in presenza di dilettanti e di appassionati di un certo tipo di commedie.

E’ già stata annunciata la prossima «fatica dialettale» dal titolo «È ch Natel».

Prime anticipazioni.

Damiano Di Monte è il vecchio di casa, Carmela Ferraraccio è la moglie di Damiano.

Nicola Vitaliano è il figlio di questi, un parroco!

Pina del Conte è la figlia zitona, Valeria di Lella è la figlia separata, Gabriele Bonifacio è il figlio di Valeria, Vincenzo Angelicchio è il futuro compagno di Michela, figlia di Valeria, Vincenzo Fasanella è Babbo Natale. Questi sono gli attori, mentre come al solito, scenografia, canto, testo e regia sono di Filippo Voto.

Grande attesa anche per Antonia Giuliani in veste di maestra di canto e cantante.





 
 
 

“LA FONTANA RACCONTA”, LA STORIA DELL’ACQUA IN PUGLIA NEL CASTELLO SVEVO DI VIESTE 24 Novembre 2023

Post n°31595 pubblicato il 24 Novembre 2023 da forddisseche

“LA FONTANA RACCONTA”, LA STORIA DELL’ACQUA IN PUGLIA NEL CASTELLO SVEVO DI VIESTE

Inaugurata la mostra itinerante di Acquedotto Pugliese. Sarà aperta al pubblico, con accesso libero e gratuito, tutti i lunedì, mercoledì e venerdì fino al 13 dicembre 

L’arrivo dell’acqua in Puglia fu una conquista. La liberazione da sete e malattie, simboleggiata dalle cape de firr, le mitiche fontanine di Acquedotto Pugliese (AQP). E questa storia fino al 13 dicembre sarà celebrata nel Castello Svevo di Vieste grazie alla mostra itinerante di AQP “La fontana racconta”, inaugurata questa mattina. 

Il percorso, circa 60 fotografie e decine di cimeli che raccontano l’evoluzione del rapporto dei pugliesi con l’acqua, è visitabile liberamente e gratuitamente tutti i lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.30 alle 12.30 fino al 13 dicembre. 

“La storia dell’acqua in Puglia – ha spiegato Giuseppe Nobiletti –  non poteva tralasciare la nostra città che ha contribuito, insieme alle tante città pugliesi, al riscatto dalla scarsità d’acqua con le diverse fontanine che per tanti anni sono state il simbolo del nostro acquedotto. L’acqua per noi è stata da sempre una risorsa primaria e questa mostra non è altro che il giusto riconoscimento ad un’operazione di contenuto storico, culturale e turistico che darà ulteriore lustro al nostro castello dove sarà ospitata. Un tuffo nel passato alla riscoperta delle nostre tradizioni”.  

“La mostra fa tappa a Vieste –  ha aggiunto Rossella Falcone – alla vigilia del centenario dell’arrivo dell’acqua in provincia di Foggia, nel 1924. Invito tutti, i giovanissimi in particolare, a visitarla per comprendere a fondo il ruolo che ha avuto l’Acquedotto Pugliese nello sviluppo di quello che noi siamo oggi. Dobbiamo avere tutti consapevolezza che l’acqua pubblica non è una cosa scontata, ma un bene da tutelare”. 

“La fontana racconta” è un grande progetto di conservazione della memoria, rivolto soprattutto ai ragazzi delle scuole, e insieme l’occasione per sottolineare la centralità del servizio idrico e il ruolo insostituibile dell’acqua pubblica per il benessere dei cittadini e lo sviluppo del territorio.  

Alta 128 centimetri e conosciuta come la cape de firr, letteralmente la testa di ferro, la fontanina è la protagonista di questa mostra. Presente nelle piazze di tutta la Puglia, è ancora oggi un simbolo della Regione oltre che un utile ausilio per la sete e la calura. AQP ne ha censite circa 2.300 e geolocalizzate nell’applicazione per dispositivi mobili FontaninApp.

 
 
 

ESCE AL CINEMA “OTTO GIORNI IN AGOSTO” GIRATO TRA VIESTE E MATTINATA (TRAILER)

Post n°31594 pubblicato il 24 Novembre 2023 da forddisseche

ESCE AL CINEMA “OTTO GIORNI IN AGOSTO” GIRATO TRA VIESTE E MATTINATA (TRAILER)

8 giorni in agosto dello svizzero Samuel Perriard è stato presentato come Evento speciale al 24mo Festival del cinema europeo di Lecce, in Puglia, una regione con cui questo lavoro ha un legame particolare. Il film è stato girato interamente tra Vieste e Mattinata, dove il regista e sceneggiatore (di recente co-regista della serie tv Wilder e regista di seconda unità per la serie Davos) ha scelto di ambientare questa storia di una coppia (i tedeschi Julia Jentsch e Florian Lukas) che, durante la loro vacanza in Sud Italia con gli amici, entra in crisi dopo che il loro figlio ha un piccolo incidente.

 

 
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963