Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 65
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Marzo 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 

Oroscopo

 


                 width="200" height="250" scrolling=no marginwidth=0 marginheight=0 frameborder=0 border=0 style="border:0;margin:0;padding:0;">
    

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissecheQuartoProvvisoriolaboratoriotvfrance20010francotrottakaren_71Silvia11973cassetta2mvwhynotmilano2009kappa10antonio_to1975dra.grassodomenicomorgante1
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/202

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/2020/07/RADIO-GARDEN-300x176.png

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Marzo 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi del 07/12/2023

Buon venerdì 8 dicembre da San Giovanni Rotondo / La locandina

Post n°31661 pubblicato il 07 Dicembre 2023 da forddisseche

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 3 persone e il seguente testo

 
 
 

PUNTI DI FACILITAZIONE DIGITALE ANCHE NEI COMUNI DEL GARGANO 7 Dicembre 2023 In seguito al finanziamento di 40mila euro, che l

Post n°31660 pubblicato il 07 Dicembre 2023 da forddisseche

PUNTI DI FACILITAZIONE DIGITALE ANCHE NEI COMUNI DEL GARGANO

In seguito al finanziamento di 40mila euro, che la Regione Puglia ha messo a disposizione in qualità di soggetto attuatore della Misura 1.7.2 (missione 1, componente 1, asse 1) “Rete di servizi di facilitazione digitale” del PNRR, nei comuni dell’Ambito di Vico del Gargano sono stati attivati i “Punti di Facilitazione Digitale” destinati a supportare i cittadini con basse o nulle competenze digitali. Il progetto avrà una durata di 24 mesi.

L’obiettivo dell’intervento è favorire il processo di crescita digitale attraverso un uso autonomo, consapevole e responsabile delle nuove tecnologie e dei servizi on line semplificando il rapporto con la Pubblica amministrazione e promuovendo il pieno godimento dei diritti di cittadinanza digitale attiva da parte di tutti. I destinatari del progetto sono i cittadini di tutte le età.

“Si tratta di un servizio molto importante”, dichiara l’assessore Porzia Pinto, “siamo felici che sia stato attivato, poiché potrà fornire un aiuto concreto a molte persone, aiutandole al contempo a imparare il modo in cui possono essere utilizzati i servizi digitali”. “Facilitare l’accesso ai servizi digitali”, aggiunge Raffaele Sciscio, sindaco di Vico del Gargano, “significa rendere concreto e fruibile il diritto di tutti i cittadini ad avere risposte dalla pubblica amministrazione”.

COSA È UN PUNTO DI FACILITAZIONE DIGITALE? È un luogo fisico, nel quale i cittadini potranno essere supportati dai facilitatori digitali nell’utilizzo di Internet e dei dispositivi digitali. Il facilitatore digitale supporta lo sviluppo di competenze digitali di base nella cittadinanza, contribuendo all’inclusione digitale della popolazione che non accede ancora a internet e ai suoi servizi ed individuando le esigenze dei singoli cittadini fornendo loro supporto e orientamento:  formazione e assistenza personalizzata individuale, su prenotazione o a sportello per attività legate all’accesso e all’utilizzo dei servizi pubblici disponibili online, come la creazione di un’identità digitale (SPID), servizi anagrafici e stato civile tramite ANPR (es. richiedere certificati), prenotazione appuntamento carta identità elettronica (CIE), fascicolo sanitario elettronico e prenotazione di visite mediche, iscrizione a un istituto scolastico oppure a un corso online, operazioni attraverso il sistema di pagamenti elettronici (pagoPA);  formazione in gruppi, sia in presenza sia tramite canali online, per accedere a formazione su misura per le diverse esigenze. I corsi possono includere applicazioni pratiche, esercitazioni, risoluzione di problemi pratici e approfondimenti su temi specifici. E, ancora, formazione online per i cittadini interessati ad apprendere e sviluppare competenze digitali in modo indipendente, quando e dove lo desiderano.

DOVE SI TROVANO? Le sedi dei Punti di Facilitazione Digitale sono localizzate come di seguito indicato: a Vico del Gargano, il Punto di Facilitazione è ubicato nella Biblioteca Civica Del Viscio, in via Sbrasile n. 9/11, il giovedì dalle 15.30 alle 19.30 e il venerdì dalle 15.30 alle 17.30. Per informazioni e richieste appuntamenti: inviare una mail a pfd.montagnadelsole@gmail.com oppure chiamare lo 0884 994666.A Carpino, il Punto di Facilitazione è ubicato presso il Comune, in via Mazzini, ed è attivo il lunedì dalle 9 alle 13 (per info, richieste e appuntamenti inviare una mail a pfd.montagnadelsole@gmail.com oppure chiamare 0884.900848).

A Ischitella, il PFD si trova presso il Comune, in via 8 Settembre n.18 e vi si può accadere il venerdì dalle 9 alle 13 (per per info, richieste e appuntamenti inviare una mail a pfd.montagnadelsole@gmail.com oppure chiamare 0884.918411). A Cagnano Varano, il PFD si trova presso il Comune, in via Aldo Moro 1 ed è accessibile il mercoledì dalle 8.30 alle 12 a sportello e dalle 12 alle 14.30 in modalità telematica (info e prenotazioni pfd.montagnadelsole@gmail.com oppure chiamare numero 0884.88524). A Rodi Garganico in Comune, via Papa Giovanni XXIII n.1, il martedì dalle 9 alle 13 (per info e richieste appuntamenti pfd.montagnadelsole@gmail.com oppure chiamare numero 0884.919480).

 
 
 

VILLAGGI TURISTICI NELLE AREE ABBANDONATE: IN PUGLIA NASCE IL PROGETTO DELLA “GREEN” ZES 7 Dicembre 2023

Post n°31659 pubblicato il 07 Dicembre 2023 da forddisseche

VILLAGGI TURISTICI NELLE AREE ABBANDONATE: IN PUGLIA NASCE IL PROGETTO DELLA “GREEN” ZES

Un villaggio turistico all’interno di un opificio abbandonato, come le vecchie marmerie sul litorale di Polignano a Mare e Monopoli. Riuso e rivalorizzazione di siti industriali in disuso per fini turistici sono le parole chiave della green Zes, il programma, partito due anni fa, che punta a incrementare il flusso di visitatori nella Zona economica speciale Adriatica.

Il progetto è stato messo a punto in un incontro, presso la Camera di Commercio di Bari, a cui hanno partecipato il commissario della Zes Adriatica Manlio Guadagnuolo, l’assessore regionale al Turismo Gianfranco Lopane, il delegato Confimpresa Nicola Diomede e la presidente Aetb Giovanna Castrovilli.

All’ordine del giorno, il binomio tra Zes e turismo e le implicazioni positive che potrebbe avere per il territorio pugliese. L’obiettivo è frenare quanto più possibile il ricorso al cemento, riutilizzando intere aree abbandonate all’interno della Zes e trasformarle in luoghi adatti ad ospitare i turisti. Inoltre, queste strutture dovranno essere totalmente autoefficienti, attraverso l’installazione di pannelli solari o pale eoliche. Il progetto potrebbe portare all’inaugurazione sia di singole strutture ricettive che di villaggi diffusi.

«Ho immaginato il recupero delle vecchie strutture come previsto dall’impegno delle Zes – spiega Castrovilli – che devono essere autoalimentate, perché se dobbiamo raggiungere il traguardo della transizione dobbiamo iniziare a realizzarla sul territorio». Per le aree affacciate sulla costa ci sarebbe anche un elemento in più che la rivalorizzazione potrebbe comportare. Si tratta della possibile realizzazione di porti, case galeggianti e canteristica per la costruzione di imbarcazioni ad energia solare, che favoriscano l’impiego del fotovoltaico nella nautico.

Dall’1 gennaio, le Zes del Mezzogiorno dovrebbero essere raggruppate in un’unica Zes. Un provvedimento a cui i protagonisti della green Zes guardano con interesse. «Burocraticamente il discorso potrebbe anche farsi più veloce, dandoci la possibilità di accedere ad agevolazioni fiscali e di intercettare i bandi», è il ragionamento di Castrovilli. La green Zes, dunque, porterebbe benefici sul fronte dell’ambiente, garante il riuso di siti abbandonati e bloccando la cementificazione, oltre ad utilizzare fonti rinnovabili. Ma c’è anche un altro aspetto per cui vale la pena proseguire sulla strada del riuso ed è quello dell’occupazione, che la nascita di nuove strutture ricettive potrebbe aiutare ad accrescere nel Mezzogiorno.

 
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963