Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 65
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 

Oroscopo

 


                 width="200" height="250" scrolling=no marginwidth=0 marginheight=0 frameborder=0 border=0 style="border:0;margin:0;padding:0;">
    

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvViolentina8380QuartoProvvisoriosin69m12ps12milano2009stufissimoassaidaniele.devita1996france20010francotrottakaren_71Silvia11973cassetta2
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/202

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/2020/07/RADIO-GARDEN-300x176.png

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi del 05/02/2024

VIESTE – Solenne concelebrazione in Cattedrale per il 98esimo della nascita di don Antonio Spalatro Ultimo aggiornamento Feb 5,

Post n°31915 pubblicato il 05 Febbraio 2024 da forddisseche

VIESTE – Solenne concelebrazione in Cattedrale per il 98esimo della nascita di don Antonio Spalatro

66


Sabato scorso, 3 febbraio 2024, la cittadinanza viestana, ha commemorato, presso la Concattedrale di Vieste, la nascita di don Antonio Spalatro,con una solenne concelebrazione eucaristica, presieduta da mons.Domenico Umberto D’Ambrosio, arcivescovo emerito. Con mons. D’Ambrosio, hanno concelebrato don Michele Ascoli, presidente del Capitolo Concattedrale e parroco della medesima chiesa, don Gioacchino Strizzi, già parroco della Concattedrale ed ex Vicario episcopale, don Pasquale Vescera, rettore della chiesa di San Francesco, don Tonino Baldi, parroco del SS.Sacramento e Santa Croce e padre spirituale dell’associazione “Amici di Don Antonio Spalatro”, don Matteo Troiano, già parroco a Rodi Garganico e Ischitella.
Nella sua omelia, mons. D’Ambrosio ha ricordato alcuni passi del diario di don Antonio Spalatro “Un seme caduto in terra”, mettendo in evidenza la centralità della santità. Un vero santo sacerdote, che offre la sua vita al servizio dei più bisognosi, passando dalla scuola fino ad arrivare alle esigenze più urgenti delle famiglie, nonostante le sue sofferenze causate dalla malattia. Intensa e profonda la relazione del postulatore romano della causa di canonizzazione, don Francesco Armenti sul tema: ”La giovinezza della santità nella vita di don Antonio Spalatro”.
L’immagine del vero prete che vive lasciandosi mangiare dalle necessità del popolo, la bellezza interiore che splende nella vita di chi é buono e offre se stesso condividendo le sofferenze della croce di Cristo, con la vita del popolo che chiede aiuto nelle difficoltà quotidiane. Una bellezza che non si confonde e non si consuma mai. Termine degli interventi con il prof. Antonio Tomaiuoli, sulla ”Positio super vita, virtutibus et fama sanctitatis“ un’attenta analisi sulla vita del Servo di Dio, immagine esemplare per la vita di ogni cristiano oggi. Saluti finali del padre spirituale dell’associazione “Amici di Don Antonio Spalatro”, don Tonino Baldi, ai fedeli presenti, con l’invito a conoscere meglio la figura di don Antonio Spalatro, anche attraverso il nuovo sito www.donantoniospalatro.it e a contribuire, sia pure con piccoli gesti di solidarietà, alla causa di canonizzazione che prosegue il suo percorso.

Tiziana Vescera

 
 
 

TURISMO – Vieste si conferma prima destinazione turistica in Puglia anche per il 2023 Il Feb 5, 2024

Post n°31914 pubblicato il 05 Febbraio 2024 da forddisseche

TURISMO – Vieste si conferma prima destinazione turistica in Puglia anche per il 2023

422


Anche per il 2023 Vieste si conferma come prima destinazione turistica in Puglia. Sono state 1 milione 960 mila 580 le presenze registrare durante tutto il 2023, con 328.650 arrivi. Aumentata, in modo considerevole, la presenza di stranieri, specie nel mesi primaverili e autunnali. I dati sono stati resi noti oggi alla Bit di Milano, nel corso della consueta conferenza stampa promossa dalla Regione Puglia.
Per la Puglia il 2024 diventa il punto di partenza per valorizzare la trasversalità del turismo. La nuova direzione è stata presentata oggi alla BIT di Milano nel corso della conferenza istituzionale dedicata a #weareinPUGLIA 2024 Performance, Strategie e Sviluppo Turistico della Destinazione.
“La Puglia nel 2023 supera 16 milioni di presenze turistiche con un +4% sullo scorso anno ed un +8% di incremento degli arrivi – ha evidenziato Gianfranco Lopane, assessore al Turismo della Regione Puglia – . Crescita record dei flussi stranieri con un +22% degli arrivi e +16% delle presenze: un turista su tre, in media, viene dall’estero. Tiene bene il turismo nazionale. Aumenta anche l’incoming da ottobre a dicembre, del 10% sugli arrivi e del 5% per i pernottamenti, in linea con l’obiettivo di ampliamento della stagione turistica. Centrali il lavoro condiviso degli operatori e la trasversalità di strategie e progetti in corso per lo sviluppo dei servizi e della destinazione”.
Di rilievo i risultati delle strategie di internazionalizzazione:
– gli arrivi dall’estero (e cioè la quota di stranieri sul totale) è passata dal 29 al 34% nell’ arco di un anno, nonostante l’andamento del turismo nazionale sia rimasto pressoché stazionario (+2% gli arrivi e -1% le presenze);
· positivo il trend estivo: +3% gli arrivi e +0,5% le presenze da giugno a settembre 2023 rispetto al 2022;
· l’incremento dell’incoming (arrivi) da ottobre a dicembre è stato del +10% e del +5% per i pernottamenti/presenze.
La presentazione dei dati relativi ai flussi turistici dello scorso anno è stato il punto di partenza per poi proseguire con l’analisi del Piano strategico del turismo “Puglia 3x6x5” in fase di ultimazione, illustrando le strategie integrate tra gli assessorati regionali per la crescita della destinazione e dell’offerta turistica complessiva.
Per la Puglia il turismo è un settore economico importante per lo sviluppo della regione, con la capacità di generare ricchezza e occupazione attraverso un grado elevato di interazione con altri settori produttivi. È per questa ragione che, in BIT, dopo l’intervento iniziale in collegamento da Bruxelles del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano,⁠ insieme all’assessore regionale al Turismo Gianfranco Lopane sono intervenuti Raffaele Piemontese vicepresidente della Regione Puglia e assessore a Bilancio e Sport, gli assessori regionali Alessandro Delli Noci assessore allo Sviluppo Economico, Sebastiano Leo assessore alla Formazione, Rosa Barone assessore al Welfare, Grazia Di Bari, consigliera delegata alla Cultura e poi Aldo Patruno direttore del dipartimento Turismo e Cultura della Regione Puglia, Luca Scandale, direttore Generale AReT Pugliapromozione.

I PRINCIPALI INDICATORI E LE VARIAZIONI % DEL 2023 RISPETTO ALL’ ANNO PRECEDENTE
Arrivi stranieri 1.565.000 (+22%)
Arrivi italiani 3.029.000 (+2%)
Arrivi totali 4.594.000 (+8%)
Presenze stranieri 4.988.000 (+16%)
Presenze italiani 11.400.000 (-1%)
Presenze totali 16.390.000 (+4%)
Permanenza media 3,5 NOTTI
Internazionalizzazione 34% IL TURISMO STRANIERO SUL TOTALE (+4 PUNTI IN UN ANNO)
Arrivi 30% (+3 PUNTI RISPETTO AL 2022)

 
 
 

Dove passare San Valentino a Vieste? Ovviamente sotto le stelle! Il Feb 5, 2024

Post n°31913 pubblicato il 05 Febbraio 2024 da forddisseche

Dove passare San Valentino a Vieste? Ovviamente sotto le stelle!

145


In occasione del giorno più romantico dell’anno, il 14 febbraio si terrà a Vieste un incontro di divulgazione astronomica sotto le stelle, promosso da Astro_Gargano, progetto guidato dal viestano Nunzio Micale. Un’indimenticabile serata alternativa sotto il cielo stellato, dove i partecipanti avranno l’opportunità di scrutare al telescopio le meraviglie che il cielo stellato ci offre.
L’evento è gratuito, ma le adesioni sono limitate. Per garantire la partecipazione bisognerà inviare un e-mail a astrogargano@gmail.com entro il 13 febbraio. La location verrà comunicata dopo la compilazione di un modulo di partecipazione.
Per godere di questa iniziativa si consiglia di portare un plaid e un abbigliamento comodo. Nell’occasione sarà possibile anche ammirare bellissimi meteoriti provenienti dalla Luna e da Marte. In caso di condizioni meteorologiche avverse, l’evento potrebbe essere posticipato.

 
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963