Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 65
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 

Oroscopo

 


                 width="200" height="250" scrolling=no marginwidth=0 marginheight=0 frameborder=0 border=0 style="border:0;margin:0;padding:0;">
    

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvViolentina8380QuartoProvvisoriosin69m12ps12milano2009stufissimoassaidaniele.devita1996france20010francotrottakaren_71Silvia11973cassetta2
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/202

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/2020/07/RADIO-GARDEN-300x176.png

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi del 21/02/2024

FERROVIE DEL GARGANO/ Si torna a viaggiare verso Peschici, la tratta che divide sindaci e operatori turistici 21 Febbraio 2024

Post n°31981 pubblicato il 21 Febbraio 2024 da forddisseche

FERROVIE DEL GARGANO/ Si torna a viaggiare verso Peschici, la tratta che divide sindaci e operatori turistici

D’Anelli: “Un’opera del 1930 non può essere smantellata cosi”. Alessandro Nobiletti: “Preferisco la mobilità lenta”.

Semaforo verde da parte dell’Agenzia Nazio­nale per la Sicurezza delle Ferrovie e delle Infrastrutture Stradali e Autostradali al rila­scio dell’autorizzazione di messa in servizio del sottosistema strutturale Controllo Comando e Se­gnalamento sulla tratta ferroviaria Ischitella-Peschici Calenella della linea ferroviaria San Severo- Peschici Calenella gestita da Ferrovie del Garga­no.

Questo significa che la trat­ta in questione dopo i lavori di implementazione del sistema di controllo della marcia del treno, finanziati con 9 milioni di euro a valere sulle risorse FSC 2014- 2020, ha ottenuto l’autorizza­zione alla messa in servizio e al­lo switch-off.

Il caso “ferro” come da alcuni ribattezzato – sulla litoranea che da Ischitella porta a Peschici ha fatto molto discutere negli ultimi anni, spaccando letteralmente a metà le opinioni di ammini­stratori, sindaci, imprenditori turistici e perfino am­bientalisti.

Inutile negarlo, non ci sono vie di mezzo: o è bianco o è nero, o si è favorevoli o contrari. “Non è una storia di adesso- esordisce Car­mine D’Anelli, Sindaco di Rodi Garganico – ma si perde nel tempo.

Il ragionamento è molto sempli­ce. Se ci fosse una situazione chiara, capace di da­re al nostro territorio un tipo di sviluppo diverso, al­lora ci sederemmo attorno ad un tavolo per ragio­nare con le Ferrovie del Gargano e chiedere se ci sono soluzioni di trasporto alternative. Ma al momento – ribadisce il primo cittadino – ci sono solo chiacchiere.

Un’opera costruita nel 1930 non può essere sman­tellata perché ad un certo punto salta fuori qualcuno che sbatte i piedi. Voglio ricordare che le ferrovie hanno evitato l’isolamento della nostra terra: certo, siamo ormai nel 2024 e le cose sono cambiate, ma in meglio, nel senso che non ci sono più i treni ob­soleti di una volta, ma locomotive che viaggiano a 160km/h e che offrono ai viaggiatori il massimo comfort.

L’Europa, poi, va verso il ferro – su cui ci sono fi­nanziamenti – e non verso la gomma. Finora abbiamo ragionato su ipotesi che lasciano il tempo che trovano: laddove ci sono le strade, le ferrovie e gli aeroporti c’è il progresso. Non possiamo tornare in­dietro soltanto per l’idea di qualcuno. L’anno scorso centinaia di persone hanno preso posizione sul te­ma.

Sono assolutamente favorevole alla linea – ribadi­sce D’Anelli che conclude – la ferrovia è importante, ha protetto la costa in tanti anni da abusivismo e speculazione selvaggia. È chiaro che nell’inverno si lavora di meno, ormai tutte le famiglie hanno due o tre auto a disposizione. Ma in estate quella linea tanto discussa porta sul Gargano migliaia di persone a Rodi, a Vico/San Menalo e non solo. Portano i giovani nelle discoteche, fan­no servizi aggiuntivi”.

Di opinione divergente invece, il Sindaco di Ischitella Ales­sandro Nobiletti che ha detto:“Siamo carenti di mezzi che riescono a collegare le nostre comunità, questo anche a cau­sa delle conformazione del territorio – dice. È chiaro che una tratta ferroviaria a ridosso di località bal­neari crea un po’ di pericoli. Purtroppo però, non c’è al momento alternativa.

Personalmente – confida il Sindaco – sono un amante della mobilità lenta, preferirei che venisse­ro allargate le strade provinciali, evitando dunque altri sprechi di soldi. Sono più per il buon senso – tiene a precisare Nobiletti – preferisco la mobilità lenta al ferro, è chiaro.

D’altronde abbiamo un paesaggio che ci invidia tut­to il mondo, quella di un’alternativa sarebbe la giu­sta occasione per far vedere quanto sia davvero bello il nostro Gargano’’.

La notizia come già detto ha spaccato il popolo del web e non solo.

“Alla faccia di chi “intelligentemente” la voleva di­smettere per fare parcheggi e chissà cos’altro”, ha commentato sul suo profilo facebook il presidente del WWF Foggia, Maurizio Marrese,più volte schierato a favore della linea ferroviaria.

“Un per­corso, da San Severo a Calenella, a dir poco bellis­simo che consiglierei a tutti di fare almeno una volta nella vita – scrive al post di Ferrovie un turista – ri­cordo ancora i vecchi vagoni, quando vi salivano pure i contadini. C’è tanta storia su quella tratta”.

l’attacco

 
 
 

VIESTE – “l’Importanza di reagire”, convegno dell’antiracket venerdì 23 febbraio Il Feb 21, 2024

Post n°31980 pubblicato il 21 Febbraio 2024 da forddisseche

VIESTE – “l’Importanza di reagire”, convegno dell’antiracket venerdì 23 febbraio

115


Convegno promosso dall’Associazione FAI Antiracket Vieste ets si terrà a Vieste, venerdì 23 febbraio 2024, intitolato “L’importanza di reagire: sviluppo socio-economico e legalità”, alle ore 17:30, presso il Museo Civico Archeologico “Michele Petrone”, sito in piazzetta Cappuccini, Lungomare Amerigo Vespucci a Viest.e
All’evento parteciperanno:
il Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, On. Chiara Colosimo;
il Commissario Straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket ed antiusura, Prefetto Maria Grazia Nicolò;
il Sindaco di Vieste, Avv. Giuseppe Nobiletti;
il Procuratore Capo della Repubblica di Foggia, Dott. Ludovico Vaccaro;
il presidence nazionale della Fai, Dott. Luigi Ferrucci;
il vice presidente vicario, Avv. Vittoria Vescera;
il presidence dell’Associazione Fai Antiracket Vieste, Sig. Nicola Rosiello.
Associazione Fai Antiracket Vieste
Rosiello Nicola Presidente

 
 
 

VIESTE – “GarganoApp”, la nuova applicazione per conoscere il meglio del Promontorio Il Feb 20, 2024

Post n°31979 pubblicato il 21 Febbraio 2024 da forddisseche

VIESTE – “GarganoApp”, la nuova applicazione per conoscere il meglio del Promontorio

198


Dopo “ViesteApp” nasce “GarganoApp”, grazie all’intuizione dell’ing. Libertantonio Sciannamè, viestano doc, che ha inteso così allargare gli orizzonti informativi e promozionali, non solo di natura turistica, al resto del Promontorio. Grande, infatti, il successo riscosso dall’applicazione “ViesteApp”, che si è dimostrata un utilissimo strumento per conoscere Vieste ed informarsi su tutto quanto essa propone, per cui Liberantonio Sciannamè ha pensato di estendere l’applicazione ad una platea molto più vasta per divulgare il meglio del Gargano che c’è.
Cos’è e come nasce
GarganoApp nasce sulla scia del grande successo di ViesteApp che, lanciata un anno fa, ha già superato i 5.000 download e raccolto recensioni molto positive. GarganoApp risponde all’esigenza di sapere cosa si fa sul Gargano e potersi organizzare
per girarlo senza perdere appuntamenti piacevoli di ogni tipo. L’applicazione per smartphone è un aggregatore di informazioni relative al Gargano, costantemente aggiornata, che permette di avere tantissime informazioni a disposizione
nello stesso spazio digitale, gratuitamente e a portata di clic.
Il Gargano è un territorio vasto, diversificato, ricco e poco collegato. Lo scopo di GarganoApp è unire più paesi per valorizzare il meglio del Gargano che c’è, agevolare lo scambio di visite tra locali e turisti che soggiornano nei vari paesi e ampliare l’offerta di eventi ed esperienze possibili. Lo Sperone d’Italia nasconde tesori in ogni angolo, è così ricco di tradizioni locali, piatti tipici, riti e feste, che sarebbe un peccato non far conoscere tutto questo patrimonio ai turisti che soggiornano in ogni Comune del promontorio. “Il Gargano è un territorio pieno di piccole e peculiari realtà, il digitale può contribuire a creare una connessione tra di esse – afferma l’ing. Sciannamè, ideatore di questo progetto, che continua – La mia idea è partita dall’amore per la mia città, Vieste, e mi ha portato alla creazione di ViesteApp. Le recensioni positive e l’entusiasmo con cui è stata accolta, mi hanno dato l’idea e il desiderio di estendere questo progetto a tutti i paesi del Gargano, in modo da creare una rete che permetta ai residenti e ai turisti che ci raggiungono, di scoprire
le piccole e grandi iniziative che ogni paese può offrire.”
GarganoApp è appena nata, ed è già disponibile in italiano e in inglese, per Android e iOS.
L’ideatore: Liberantonio Pio Sciannamè, ingegnere informatico, viestano, classe ‘85. Ha esperienza su portali di e-commerce e applicazioni mobile di grandi brand, tra cui il gruppo Calzedonia e un gruppo importante del settore banking. L’amore per la propria terra l’ha portato a creare ViesteApp e in seguito GarganoApp, con un team di ingegneri, web developer, grafici, UX
designer e communication specialist.
Qual è la mission di GarganoApp?
Da un lato ha lo scopo di rendere più piacevole la vita delle persone: fa sentire i residenti più partecipi di ciò che accade nelle vicinanze e i visitatori più accolti, meno spaesati e più invogliati a muoversi. L’effetto è che di conseguenza si muovono le economie di tutti i paesi garganici. Dall’altro lato è uno strumento che sfrutta le potenzialità e l’immediatezza del digitale per valorizzare la varietà ambientale e paesaggistica di cui disponiamo, per diffondere micro e macro eventi culturali, sportivi, enogastronomici; per mettere la vita dei singoli borghi a fattor comune, per permettere che ogni iniziativa, sia di nicchia che mainstream, possa avere un pubblico più ampio.
Perché scaricarla?
Con un’unica app ognuno ha modo di sapere in pochi clic cosa accade nei paesi del Gargano, per cosa vale la pena spostarsi e come organizzarsi per visitare più cose negli stessi giorni.
Per chi è pensata?
Locali e visitatori, persone di ogni età che si interessano a ciò che accade e hanno la curiosità di visitare, partecipare, conoscere.
Come funziona?
● qualsiasi utente può scaricare gratuitamente l’applicazione sul proprio smartphone Android e iOS, cercando GarganoApp nello store di riferimento
● I Comuni, gli enti pubblici e privati e le associazioni aderenti, in virtù di accordi commerciali, trasmettono informazioni e aggiornamenti sulle iniziative in programma al gestore dell’app, nella persona dell’ing. Liberantonio Pio Sciannamè
● un community manager si occuperà di aggiornare tempestivamente l’app
● tutti gli utenti che dispongono dell’app potranno visualizzare in ogni momento, in italiano e in inglese, tutte le informazioni utili, scoprire gli eventi in programma nei vari paesi, scegliere esperienze a cui partecipare, organizzare il percorso per raggiungere i diversi luoghi, contattare gli organizzatori degli eventi ai recapiti indicati, lasciare feedback. Tutto questo senza passare da un sito all’altro e scaricando diverse applicazioni, spendendo tempo ed energie in cerca di
un’informazione precisa o di un’idea per una giornata diversa dal solito.
Sviluppi futuri:
Il progetto prevede lo sviluppo di collaborazioni con vari Comuni garganici, al fine divalorizzare il territorio e offrire agli utenti una vasta gamma di possibilità, tra cui avere ampiascelta.
Info:
Liberantonio Pio Sciannamè
Mobile: 3287627465
Mail: info@lpswalnut.i

 
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963