Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 65
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 

Oroscopo

 


                 width="200" height="250" scrolling=no marginwidth=0 marginheight=0 frameborder=0 border=0 style="border:0;margin:0;padding:0;">
    

 

 

Vieste / Petizione per : Smantelliamo il Ripetit

Vieste / Petizione per :

Smantelliamo il Ripetitore 5G che Disturba il Nostro Paese .
Il link per firmare e questo :  https://chng.it/xvFYh5RSk2

Grazie .

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissecheQuartoProvvisoriolaboratoriotvViolentina8380sin69m12ps12milano2009stufissimoassaidaniele.devita1996france20010francotrottakaren_71Silvia11973cassetta2
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/202

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/2020/07/RADIO-GARDEN-300x176.png

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi del 25/02/2024

CALCIO – PRIMA CATEGORIA, RISULTATI E CLASSIFICA DELLA XIX GIORNATA 25 Febbraio 2024 ORE 15,00 Atletico Peschici – Audace Bar

Post n°31991 pubblicato il 25 Febbraio 2024 da forddisseche

CALCIO – PRIMA CATEGORIA, RISULTATI E CLASSIFICA DELLA XIX GIORNATA

ORE 15,00

Atletico Peschici – Audace Barletta 1-3

Atletico Vieste -Cagnano Audace Cagnano   4-1         

Etra Vancouver Barletta – Virtus Molfetta  1-1

Gioventù Calcio San Severo – Maracanà San Severo    1-2      

Real San Giovanni – Noicattaro       1-0 

Virtus Bisceglie – Real Sannicandro 3-2

Ideale Bari – Top Player Minervino  —

LA CLASSIFICA

Maracanà San Severo 52

Audace Barletta         46

Ideale Bari                 40

Virtus Bisceglie        40

Real San Giovanni    31

Atletico Vieste 28

Top Player Minervino 27

Audace Cagnano 27

Gioventù Calcio San Severo 21

Real Sannicandro 16

Virtus Molfetta 16

Noicattaro 14

Etra Vancouver Barletta 12

Atletico Peschici 9

LA PROSSIMA XX GIORNATA DOMENICA 03 MARZO ORE 15,00 –

Audace Barletta 1958 – Atletico Vieste       

Maracanà San Severo – Virtus Bisceglie      

Virtus Molfetta – Gioventù Calcio San Severo        

Audace Cagnano – Real San Giovanni         

Noicattaro – Ideale Bari        

Real Sannicandro – Atletico Peschici           

Top Player Minervino – Etra Vancouver Barletta

 
 
 

CALCIO – TERZA CATEGORIA, RISULTATI E CLASSIFICA DELLA XVIII GIORNATA 25 Febbraio 2024 ORE 15,00 Virtus Calcio Foggia – Virtu

Post n°31990 pubblicato il 25 Febbraio 2024 da forddisseche

CALCIO – TERZA CATEGORIA, RISULTATI E CLASSIFICA DELLA XVIII GIORNATA

ORE 15,00

Virtus Calcio Foggia – Virtus Stornarella     0-5

Audax San Severo – Audace Ascoli Satriano 1-2         

Gargano Academy – Lesina Calcio   4-2

Punto Foggia – Sant’Agata Di Puglia        2-3   

Real Vico – Peschici Calcio   1-0

Red Heart Sannicandro Garganico – Sporting Torremaggiore     1-0   

Virtus Sammarco – Atletico Foggia  5-1

Riposa: Marconi Ischitella

LA PROSSIMA XIX GIORNATA – DOMENICA 3 MARZO – ORE 15,00 –

Atletico Foggia – Gargano Academy           

Ascoli Satriano – Virtus Calcio Foggia         

Lesina Calcio – Red Heart Sannicandro Garganico

Ischitella – Punto Foggia       

Sant’Agata Di Puglia – Audax San Severo   

Sporting Torremaggiore – Real Vico

Virtus Stornarella – Virtus Sammarco          

Riposa: Peschici Calcio

LA CLASSIFICA

Ischitella                              41

 Red Heart Sannicandro Garganico    41  

Audace Ascoli Satriano       39

  Virtus Stornarella                  38      

Virtus Sammarco        33

 Audax San Severo     26

Atletico Foggia          25

Sant’Agata Di Puglia 23

Real Vico        23

Sporting Torremaggiore     20

Gargano Academy     16 

Lesina Calcio 15

Virtus Calcio Foggia 12  

Punto Foggia 4         

Peschici Calcio       3  

 
 
 

LA DESTAGIONALIZZAZIONE TURISTICA PIÙ CONCRETA E LA SIMULTANEA CRESCITA DI VIESTE PASSA ANCHE PER LA CONGRESSISTICA. 25 Febbraio

Post n°31989 pubblicato il 25 Febbraio 2024 da forddisseche

LA DESTAGIONALIZZAZIONE TURISTICA PIÙ CONCRETA E LA SIMULTANEA CRESCITA DI VIESTE PASSA ANCHE PER LA CONGRESSISTICA.

Il turismo congressuale consiste in viaggi lavorativi al fine di partecipare a congressi ed eventi di tipo professionale, un fenomeno che può divenire il volano di un’intera economia territoriale.
Congressi, convegni, conferenze, convention, sono realtà che già in passato hanno fatto parte della storia di Vieste grazie ad alcuni operatori turistici lungimiranti come Michele Di Marca, storico patron del Pizzomunno Palace Hotel, creando le condizioni di una puntuale presenza di professionisti che attraverso i loro meeting conoscevano meglio casa nostra e garantivano indirettamente un proficuo indotto a tutte le realtà economiche locali e un generale refrain degli stessi nelle successive mete vacanziere.
Il turismo congressuale è sempre in crescita in Italia come in Europa e Vieste possiede un ottimo potenziale per pianificare nei prossimi anni la creazione di questo segmento turistico per diversi motivi.
Innanzitutto il nostro territorio possiede diverse imprese turistiche che dispongono di location adatte a questo genere di eventi, strutture ricettive contornate da innumerevoli bellezze naturalistiche che attraggono gli utenti e i gruppi più disparati portando al seguito famiglie e amici;

poi ci sono i PCO ( professional congress organizer) di fondamentale importanza in questo settore nello svolgere il ruolo da intermediari fra gli organizzatori dell’evento e chi affitta o detiene le strutture necessarie allo svolgimento delle attività; attraverso i PCO, lo svolgimento di questi eventi segue una campagna pubblicitaria e informativa capillare, valorizzando e promuovendo l’evento nel miglior modo possibile;
inoltre, abbracciando una ‘vision’ sistemica con i comuni più vicini Vieste può divenire il polo fieristico del Gargano per eccellenza, favorendo itinerari turistici strutturali e completi, stimolando la partecipazione attiva di stakeholders del territorio in varie forme commerciali;
per quanto riguarda l’industria turistica, le potenzialità del mercato congressuale rappresentano una grande opportunità per creare occupazione, favorire l’integrazione culturale e lo scambio di idee.
E’ inoltre stimato che un congressista abbia capacità di spesa ben tre volte superiore rispetto ad un turista tradizionale, il che rappresenta un crescente guadagno per il territorio.
Il nodo focale per raggiungere quest’obiettivo è legato alla crescita delle infrastrutture.
Aerei e treni sono i principali mezzi di spostamento per garantire questo progetto, il che vuol dire potenziamento transfer bidirezionali, voli a/r giornalieri su Foggia, bisogna puntare verso questa direzione a livello politico e culturale in un arco di tempo di 5-10 anni.
Vieste insieme al Gargano ha tutte le carte in regola per farcela.
Organizzazione, sinergia, visione.

matteo simone

 
 
 

VICO/ UN SALTO DI QUALITÀ. MISSIONIMPOSSIBLE? 25 Febbraio 2024 Se la Vico del Gargano, negli anni,

Post n°31988 pubblicato il 25 Febbraio 2024 da forddisseche

VICO/ UN SALTO DI QUALITÀ. MISSIONIMPOSSIBLE?                            

Se la Vico del Gargano, negli anni, avesse realizzato l’1% e creduto ai libri dei sogni degli amministratori con il codazzo di clienti, che hanno soffocato e continuano a soffocare l’aria del cambiamento e della novità nei diversi settori, limitandosi alle feste, farina e fanoje, sarebbe oggi un gioiello di efficienza, di sviluppo ordinato, di attenzione tutto l’anno e non solo nei venti, trenta giorni scarsi delle vacanze con il sol leone.

Alla pari di altri borghi (veri) ostenterebbe il distintivo di paese del turismo, dell’agricoltura, dell’ambiente, del commercio, del lavoro, dotato di servizi primari. Un paese, cioè, che stuzzica, accoglie, attrae, persino coccola i visitatori.

Capace, in modo qualificato, di mostrare il volto (vero) della sua Storia, dell’Arte, del Territorio, del Patrimonio. Quell’insieme di preziosità che gli esperti chiamano “modernità ingegnosa” e che va fiera dei suoi tesori ancora nascosti o abbandonati. (qui l’elenco è lungo e doloroso).

Quale sia la realtà è invece sotto gli occhi di tutti. Emergono disagi, lamentele, carenze di servizi essenziali, il volto del paese imbrattato e sciatto. I propositi, ad ogni campagna elettorale, sono un utile viatico; qualcosa bisogna pur dire.

Ma perché le buone intenzioni, e gli affanni di qualche volenteroso, non vadano a lastricare le vie dell’inferno occorre un salto di qualità, un grido collettivo, un supplemento di materia grigia attorno a una idea.

Pensare “all’altra Vico” significa smetterla con le improvvisazioni, con l’arrangiare, con il Kitsch ornamentale che ha trasformato alcune stradine di Vico in souk di medina.

L’immagine complessiva di un borgo (vero) non è il sogno del singolo volenteroso, non è il sogno di una notte di mezza estate, ma una realtà poggiata su elementi strutturali e studiati. Inseguire, o peggio, alimentare  questo  “arrangiare” , impoverisce, sottrae voglia al cambiamento, rende il respiro corto e miope l’orizzonte, “una rondine non fa primavera”.

Si dice, sbrigativamente, che la nostra Vico, la mia Vico, sia un po’ di tante cose, ma nell’insieme sa di poco o nulla, scarsa d’anima e indifferenziata nel volto, approssimativa nel capire i cambiamenti,  il domani, lamentosa tutti i giorni.

In una parola irriconoscibile  e senza coscienza di sé e dei propri mezzi: umanità, bellezza, storia costruita nei secoli…direbbe Michelangelo Manicone. E’ questa la sfida dei prossimi anni ed è questa la missione impossibile se si vuole fare l’amministratore.

Cordialmente!

  michele angelicchio

 
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963