Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 65
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 

Oroscopo

 


                 width="200" height="250" scrolling=no marginwidth=0 marginheight=0 frameborder=0 border=0 style="border:0;margin:0;padding:0;">
    

 

 

Vieste / Petizione per : Smantelliamo il Ripetit

Vieste / Petizione per :

Smantelliamo il Ripetitore 5G che Disturba il Nostro Paese .
Il link per firmare e questo :  https://chng.it/xvFYh5RSk2

Grazie .

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvLeccezioneMadamenazario1960QuartoProvvisorioViolentina8380sin69m12ps12milano2009stufissimoassaidaniele.devita1996france20010francotrottakaren_71
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/202

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/2020/07/RADIO-GARDEN-300x176.png

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi del 10/04/2024

ALLA MASSERIA DIDATTICA “FACENNA” TORNA LA FESTA DELLA TRANSUMANZA 10 Aprile 2024 Appuntamento il 25 aprile

Post n°32138 pubblicato il 10 Aprile 2024 da forddisseche

ALLA MASSERIA DIDATTICA “FACENNA” TORNA LA FESTA DELLA TRANSUMANZA

Appuntamento il 25 aprile per ricordare il pastore Antonio Facenna. Turismo esperienziale per vivere la cultura podolica coi protagonisti.

A Carpino torna la Festa della Transumanza organizzata da Masseria Didattica Facenna, Pro loco Carpino e dalla rivista eno-gastronomica Like. Appuntamento il 25 aprile 2024 con una giornata di turismo esperienziale attorno all’arte pastorale e casara per vivere la cultura podolica e ricordare Antonio Facenna, il giovane pastore scomparso tragicamente nel settembre 2014, durante l’alluvione che colpì il Gargano Nord, mentre si recava nel suo allevamento per controllare amento di vacche podoliche.

L’evento, organizzato con una progettualità della locale Pro Loco, viene realizzato con il contributo della Regione Puglia, Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale e Ambientale e con il Patrocinio di Parco del Gargano, Comune di Carpino e Centro Studi Tradizioni Popolari “Terra di Capitanata”.

Per quello che rappresenta Masseria Facenna di Carpino nella storia e nella cultura podolica del Gargano ma anche per il piacere che regalano al palato caciocavallo, scamorze e trecce realizzati con un sapere caseario che affonda le sue radici nel passato, frutto di una tradizione tramandata di generazione in generazione.

E poi una location che riconcilia lo spirito per meglio sentirti custode dei saperi transumanti e convinto praticante del “podolicesimo”.

Con la FESTA DELLA TRANSUMANZA si ricrea questo percorso interiore riscrivendo un patto culturale attorno alla vita pastorale Tutto sarà vissuto in una enclave ancestrale dove il mondo sembra essersi fermato, dove gesti e consuetudini si ripetono da generazioni con gli occhi dispersi sulla piana di Carpino e le sue immense distese di ogliarola garganica, sul lago di Varano, il mare Adriatico e le Isole Tremiti.

Tutti insieme per apprendere quanto di bello c’è dietro questo mondo degustando eccellenze gastronomiche che non hanno eguali.

– Ore 7: Raduno Parcheggio zona “167” e partenza per località “Passaturo”

– Ore 8: Inizio Transumanza

– Ore 10.30: Arrivo a (Contrada Caminizzo), Mungitura e Colazione

– Ore 11.30: Alla ricerca di erbe mediche spontanee con esperto botanico

– Ore 12.30: Saluti Istituzionali del vice presidente della Regione, del presidente del Parco del Gargano, e del sindaco di Carpino.

– Ore 12.40: Workshop Ritualità di Arte Podolica e Transumanza con il direttore di Asvir Moligal Molise (co-promotore della candidatura della transumanza a patrimonio Unesco),

– Ore 13.30: Pranzo Podolico ai fornelli musica live con melodie della tradizione garganica.

– Ore 15.30: Laboratorio Caseario con Lavorazione e Degustazione Formaggi con i mastri casari

 – Ore 17.00: Panel Test con Olio Evo Biologico a cura della Coop

– Ore 17.30, Saluti

Sarà anche attivo un servizio navetta da e per Masseria Facenna.

Info e prenotazione 3389024989.

 
 
 

IL FESTIVAL ARIOSA SPICCA IL VOLO: SAN GIOVANNI ROTONDO DIVENTA CAPITALE DELL’ARIA. IL PROGRAMMA SARÀ PRESENTATO A FOGGIA GIOVED

Post n°32137 pubblicato il 10 Aprile 2024 da forddisseche

IL FESTIVAL ARIOSA SPICCA IL VOLO: SAN GIOVANNI ROTONDO DIVENTA CAPITALE DELL’ARIA. IL PROGRAMMA SARÀ PRESENTATO A FOGGIA GIOVEDÌ 11 APRILE, ALLE 10.30, A PALAZZO DOGANA

La città di San Giovanni Rotondo, per tre giorni, diventa capitale dell’aria. Da venerdì 19 a domenica 21 aprile ospiterà la prima edizione di ARIOSA, il festival che si dà delle arie.

Salute, musica, arte, sport, cultura, volo e stelle daranno forma all’elemento impalpabile per eccellenza.

Aperitivi e concerti, escursioni in natura, bolle di sapone, volo di mongolfiere, ultraleggeri, artisti del cielo e della strada, esperienze astronomiche compongono l’articolato programma.

ARIOSA, il festival che si dà delle arie intende sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dei cambiamenti climatici e sulla giusta valorizzazione del concetto di aria pulita.

Proprio la salubrità dell’aria, complici la posizione geografica e i dintorni boschivi, nel 1916 convinse Padre Pio, affetto da una malattia polmonare, a trasferirsi nel convento di San Giovanni Rotondo.

Il legame di San Giovanni Rotondo con l’aria si materializza nell’Aviosuperficie del Gargano, in contrada Macerone. 

Dal 2021 il Comune fa parte del Consiglio direttivo dell’Associazione Città dell’Aria che riunisce amministrazioni comunali, aeroclub, avioclub, associazioni e soggetti pubblici e privati legati alla tradizione del volo, con lo scopo di valorizzare e promuovere l’avioturismo.

ARIOSA trasforma l’aria in un attrattore turistico.

Il festival, organizzato dal Comune di San Giovanni Rotondo e curato dalla società Pugliaidea, è patrocinato dalla Regione Puglia e dalla Provincia di Foggia, con il contributo della BCC San Giovanni Rotondo.

L’iniziativa si inserisce nell’ottica di una promozione inedita del territorio inaugurata dal brand turistico San Giovanni Rotondo Accogliente per Vocazione.

Il programma della prima edizione del festival ARIOSA sarà presentato a Foggia giovedì 11 aprile, alle 10.30, nella Sala della Ruota di Palazzo Dogana.

Dopo i saluti del Presidente della Provincia di Foggia Giuseppe Nobiletti, interverranno il Sindaco di San Giovanni Rotondo, Michele Crisetti; il Vice Presidente della Regione Puglia, Raffaele Piemontese; la Consigliera regionale delegata alla Cultura, Grazia Di Bari; il Presidente BCC San Giovanni Rotondo, Giuseppe Palladino; la Presidente del Club per l’Unesco di Foggia, Billa Consiglio; la project manager, Ester Fracasso.

Il musicista Antonio Auciello, direttore artistico dell’evento, Nicola Loviento, Presidente del Foto Cine Club Foggia, e Graziano Ercolino, Presidente dell’Associazione Gargano Volo che gestisce l’Aviosuperficie del Gargano, contribuiranno ad illustrare le iniziative.

 

 
 
 

VIESTE – Pulizia dei fondali della Ripa, anche ReteGargano IN acqua [video] 9 Aprile 2024

Post n°32136 pubblicato il 10 Aprile 2024 da forddisseche

VIESTE – Pulizia dei fondali della Ripa, anche ReteGargano IN acqua [video]

Dal 4 all’11 Aprile anche Vieste ha celebrato la “Settimana Blu” per la salvaguardia del mare e delle coste. Si sono susseguiti diverse attività e laboratori per promuovere l’educazione ambientale con particolare riferimento alle risorse eco-sistemiche marino e costiere. Associazioni, scuola e capitaneria di porto si sono adoperati per seminari, dimostrazioni e pulizia di spiagge e fondale marino. ReteGargano ha seguito in particolare l’ASD Vieste Scuba Explorer, una scuola di subacquea ricreativa nata da due anni e che ha adottato una zona in particolare di Vieste che è quelle della Ripa. Due giornate intense raccolte in un reportage di circa dieci minuti nel quale raccontiamo parte della storia del giovanissimo concittadino Michele Urbano un OTS (operatore tecnico subacqueo) per l’alto fondale e la sua seconda pulizia del fondale nella zona Ripa di Vieste. Una zona che oltre ad averlo visto crescere nei suoi primi anni di vita viestana, è legato in modo particolare per affetti famigliari. Michele Urbano ha lasciato Vieste all’età di undici anni e ha proseguito gli studi in Francia, dove ha acquisito diversi brevetti per svolgere la sua professione; oggi è tra i pochissimi tecnici in Europa per lavori in vasche nucleari. Nei mesi di pausa, essendo istruttore Padì, da due anni ha messo su una scuola sub che sta facendo scoprire ai già numerosi brevettati i fondali di Vieste, scoprendo ancora una particolarità della nostra città ed aprendo un nuovo mercato ancora sconosciuto sul nostro territorio. 

La mattina del 6 aprile, purtroppo la Ripa ha dato ancora una volta grossi numeri di plastica arrivata in acqua: circa Kg 375, tra bottiglie, reti, oggetti e altri rifiuti. Anche ReteGargano è scesa in acqua con la Vieste Scuba Explorer partecipando attivamente alla Settimana Blu come potrete vedere dal servizio che segue:

Gaetano Simone

 
 
 

“Futura per la città di Foggia” culminerà, venerdì 12 aprile, con un concerto in piazza Cavour, con Fiorella Mannoia redazione 9

Post n°32135 pubblicato il 10 Aprile 2024 da forddisseche

“Futura per la città di Foggia” culminerà, venerdì 12 aprile, con un concerto in piazza Cavour, con Fiorella Mannoia

I versi di Lucio Dalla in piazza Cavour, a Foggia, e un grande evento con Fiorella MannoiaPaola TurciErica Mou e Rosmy venerdì 12 aprile per celebrare il centenario dall’attivazione della Fontana del Sele, avvenuta il 21 marzo del 1924: il primo zampillo di acqua pubblica in città.

L’iniziativa, dal titolo “Futura“, è promossa dalla Regione Puglia in collaborazione con l’Acquedotto pugliese e il Comune e ha l’obiettivo di porre le istituzioni a confronto con la comunità e illustrare gli scenari del governo dell’acqua pubblica.

Una festa che, come ha spiegato il vicepresidente della Regione Puglia e assessore alle Risorse idriche, Raffaele Piemontese, diventerà «un momento popolare. Come e forse più di 100 anni fa, quando quel primo zampillo diede impulso alla modernizzazione non solo della provincia di Foggia ma di tutta la Puglia, l’acqua è il bene pubblico più avvertito come tale dalle persone di ogni condizione sociale, essendo percepita come risorsa fondamentale per distribuire benessere, per tenere in equilibrio il pezzo di pianeta che abitiamo, per innovare l’economia e per diffondere cultura della responsabilità». Secondo Piemontese, «la festa intorno alla nostra Fontana evoca il desiderio di rinascita della comunità foggiana e apre una nuova fase storica in cui, con l’approvazione il 15 marzo scorso della legge regionale, il pieno controllo dei cittadini pugliesi sull’acqua pubblica si realizza con la partecipazione, nel capitale di Acquedotto pugliese, della Regione Puglia e di tutti i Comuni pugliesi».

La Fontana del Sele, ha aggiunto la sindaca Maria Aida Episcopo, «è “il” simbolo di Foggia: non solo per quello che ha rappresentato l’arrivo dell’acqua nel nostro territorio, sia da un punto di vista economico che sociale, ma per il valore intrinseco di un monumento la cui sagoma rimanda immediatamente alla nostra città».

L’arrivo dell’acqua a Foggia, ha sottolineato la direttrice generale di Acquedotto pugliese, Francesca Portincasa, «ha infuso speranza e ha rinnovato lo spirito di una popolazione assetata anche di progresso e di nuove possibilità. Oggi, cento anni dopo, celebriamo non solo l’ingegno tecnico che ha reso possibile questa impresa, ma anche l’indomito spirito di una comunità che ha visto nell’acqua una fonte di vita, un legame che unisce passato, presente e futuro».

L’evento “Futura per la città di Foggia” culminerà, venerdì 12 aprile, con un concerto in piazza Cavour, alle 20:30, con Fiorella Mannoia, Paola Turci, Erica Mou e Rosmy che si alternano sul palco allestito dinanzi alla Fontana del Sele.

Ad accompagnare le cantanti l’Orchestra sinfonica del Conservatorio di Foggia diretta dal maestro Beppe D’Onghia, storico collaboratore del grande maestro Lucio Dalla. Presenta la serata Gino Castaldo, noto critico musicale.

Durante la giornata, inoltre, dalle 16 alle 18:30, nella villa comunale spazio ai laboratori educativi dedicati all’acqua, per bambini da 4 a 10 anni.

 
 
 

VIESTE/ CONVOCATO IN COMUNE IL 23 APRILE, UN TAVOLO TECNICO PER DISCIPLINARE LE INSTALLAZIONI, IL MONITORAGGIO, IL CONTROLLO DEG

Post n°32134 pubblicato il 10 Aprile 2024 da forddisseche

VIESTE/ CONVOCATO IN COMUNE IL 23 APRILE, UN TAVOLO TECNICO PER DISCIPLINARE LE INSTALLAZIONI, IL MONITORAGGIO, IL CONTROLLO DEGLI IMPIANTI DI TELECOMUNICAZIONE AD ALTA FREQUENZA

 
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963