Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 65
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 

Oroscopo

 


                 width="200" height="250" scrolling=no marginwidth=0 marginheight=0 frameborder=0 border=0 style="border:0;margin:0;padding:0;">
    

 

 

Vieste / Petizione per : Smantelliamo il Ripetit

Vieste / Petizione per :

Smantelliamo il Ripetitore 5G che Disturba il Nostro Paese .
Il link per firmare e questo :  https://chng.it/xvFYh5RSk2

Grazie .

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvLeccezioneMadamenazario1960QuartoProvvisorioViolentina8380sin69m12ps12milano2009stufissimoassaidaniele.devita1996france20010francotrottakaren_71
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/202

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/2020/07/RADIO-GARDEN-300x176.png

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi del 13/04/2024

VIESTE – Incendio a Santa Maura, in fumo un ettaro di macchia mediterranea Ultimo aggiornamento Apr 13, 2024

Post n°32146 pubblicato il 13 Aprile 2024 da forddisseche

VIESTE – Incendio a Santa Maura, in fumo un ettaro di macchia mediterranea

212


ncendio boschivo ieri pomeriggio a Vieste, in località “Valle di Santa Maura”, zona alquanto impervia interna alla località “Campi”. Il rogo, sulle cui cause sono in corso accertamenti, scoppiato intorno alle 16:00, ha bruciato circa un ettaro di macchia mediterranea sotto pineta, in quella zona abbastanza folta. Sul posto sono intervenute due squadre del Nucleo Operativo Emergenze delle Gev Capitanata Vieste con due autobotti e una squadra dell’azienda Santa Tecla. Sono occorse più di quattro ore ai volontari per mettere in sicurezza tutta la zona.

 

 
 
 

CAGNANO VARANO/ CELEBRATO L’ANNIVERSARIO DELLA SCOMPARSA DEL LUOGOTENENTE M.O.V.C. ALLA MEMORIA VINCENZO CARLO DI GENNARO. 13 Ap

Post n°32145 pubblicato il 13 Aprile 2024 da forddisseche

CAGNANO VARANO/ CELEBRATO L’ANNIVERSARIO DELLA SCOMPARSA DEL LUOGOTENENTE M.O.V.C. ALLA MEMORIA VINCENZO CARLO DI GENNARO.

Si è svolta a Cagnano Varano la cerimonia, organizzata dal Comando Provinciale di Foggia, in memoria del Luogotenente dei Carabinieri Vincenzo Carlo Di Gennaro, ucciso il 13 aprile del 2019 durante un servizio perlustrativoda un pregiudicato 65enne.

In ricordo del militare dell’Arma, deceduto nell’adempimento del dovere, è stata celebrata una messa presso la Chiesa di San Francesco d’Assisi, a cui hanno preso parte il Comandante della Legione Carabinieri Puglia Generale di Brigata Ubaldo Del Monaco, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Foggia Colonnello Michele Miulli, il sindaco di Cagnano Varano dr. Michele Di Pumpo eautorità civili e militari della Provincia.

Dopo un momento di raccoglimento sul luogo teatro dell’efferato omicidio con la deposizione di una composizione floreale, la commemorazione è poi proseguita presso il locale Municipio, dovescolaresche locali hanno letto diversi elaborati sulla legalità realizzati in memoria del militare, esempio per le giovani generazioni di impegno e dedizione spinti fino all’estremo sacrificio.

Dal 20 dicembre 2019, il Luogotenente Di Gennaro è stato insignito della medaglia d’oro al valor civile alla memoria con la seguente motivazione: “Addetto a Stazione distaccata operante in un’area caratterizzata da un elevato indice di criminalità, con spiccata professionalità e determinata iniziativa, nel consapevole adempimento dei propri doveri, durante un servizio di controllo del territorio, insieme ad altro militare, non esitava ad avvicinare per un controllo un pericoloso pregiudicato, denunciato nei giorni precedenti, il quale, mosso da irragionevole risentimento, estraeva repentinamente una pistola, esplodendo diversi colpi d’arma da fuoco che lo ferivano mortalmente.

Splendido esempio di quotidiana dedizione e impegno profuso in favore della comunità ed esemplare interprete dei più alti valori dell’Arma dei Carabinieri, spinti fino all’estremo sacrificio”.

 
 
 

POSITIVI I DATI DEI VOLI SUL SISTEMA MILANO: DA LINATE A ORIO AL SERIO. AEROPORTO, CON LA CASERMA DEI POMPIERI PRONTI AD ARRIVAR

Post n°32144 pubblicato il 13 Aprile 2024 da forddisseche

POSITIVI I DATI DEI VOLI SUL SISTEMA MILANO: DA LINATE A ORIO AL SERIO. AEROPORTO, CON LA CASERMA DEI POMPIERI PRONTI AD ARRIVARE ANCHE I «LOW COST».

Una occasione di incontro e di confronto sull’assetto futuro dell’aeroporto Gino Lisa. Palazzo di Città è stato teatro di un dibattito aperto sullo scalo foggiano, appuntamento organizzato per illustrare, insieme a tutto il management di Aeroporti di Puglia, alcune importanti novità agli stakeholder locali. Presenti, oltre la sindaca Maria Aida Episcopo, il vicepresidente della Regione Puglia Raffaele Piemontese, il presidente di AdP Antonio Maria Vasile, la consigliera regionale Rosa Barone, i rappresentanti della giunta e i consiglieri comunali, i rappresentanti di Cisl, Uil, Confagricoltura, Federalberghi, Confcommercio,

CNA, e dei comitati Vola Gino Lisa e Mondo Gino Lisa. Per il management di Aeroporti di Puglia hanno presenziato rincontro la consigliera di amministrazione Vania Romano, il DG Marco Catamerò, il direttore tecnico Donato D’Auria, il direttore dei Progetti Speciali e del Monitoraggio della Performance Patrizio Summa e il direttore commerciale Nicola Lapenna.

“Abbiamo deciso di fissare questo incontro – ha spiegato la sindaca Maria Aida Episcopo – perché crediamo sia importante un confronto serio e franco con tutti gli attori locali. Il Gino Lisa è stato oggetto in questi anni di un interessamento straordinario da parte della Regione Puglia, che ha permesso di valorizzare uno scalo fino a oggi sottostimato e sottoutilizzato. Certo, per crescere abbiamo bisogno di un una forte e condivisa intesa interistituzionale, sociale e imprenditoriale.

Ecco perché abbiamo scelto la strada del confronto diretto, coinvolgendo quanti più soggetti possibili. Aeroporti di Puglia, che ringrazio, ha colto immediatamente l’occasione anche per dirimere ogni dubbio sulla bontà delle scelte strategiche operate in questi anni e sugli investimenti, materiali e immateriali, che convergeranno sullo scalo al fine di renderlo competitivo a livello na-

zionale e, speriamo presto, a livello internazionale”.

Unitamente alla presentazione del Master Plan – che ha posto le basi perla realizzazione di un distaccamento dei Vigili del Fuoco, la riqualifica della stazione passeggeri e del piazzale sosta degli aeromobili, nonché interventi tecnici per gli impianti, il tutto per un investimento complessivo di circa 30 milioni di euro -, rincontro e stato caratterizzato anche dall’importante novità della “continuità territoriale”.

“ Il presidente Michele Emiliano e io abbiamo firmato la richiesta al ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini, affinché all’aeroporto di Foggia siano garantiti i benefici scaturenti dal principio della cosiddetta “continuità territoriale” (nel 2003 Foggia fu inserita nella legge finanziaria con un emendamento presentato dall’on.Pepe) – ha annunciato il vicepresidente della Regione Puglia e assessore al Bilancio, Raffaele Piemontese grazie al quale riusciremmo a fronteggiare meglio i costi di gestione dello scalo e ad avere una priorità per atterrare in aeroporto molto affollati e appetibili, come Linate.

L’aeroporto di Foggia cresce ha continuato — in termini anzitutto di offerte di voli e di numero di passeggeri, dopo le nuove rotte, la possibilità di operare su Milano Linate e il collegamento con Bergamo Orio al Serio. La Regione continua a fare la sua parte sull’aeroporto di Foggia, come è doveroso, considerando l’importanza strategica di connettere il nord della Puglia nel migliore dei modi, ma non è scontato, dato che parliamo di un impegno finanziario annuale di 10 milioni di euro presi dal bilancio autonomo regionale.

Ora serve allargare il fronte istituzionale che sostiene gli sforzi del territorio — ha concluso Piemontese — e impegnare seriamente il Governo nazionale, a cui abbiamo detto che siamo pronti anche a finanziare la realizzazione della caserma dei Vigili del Fuoco che ci faccia fare il salto di categoria, ma i il distaccamento del personale può disporlo solo il Ministero dell’Interno”.

Di fronte alla richiesta di rendere appetibile lo scalo foggiano alle compagnie low cost, anche limitatamente alla sola stagione estiva, i vertici AdP hanno spiegato che la lunghezza della pista è un falso problema: la vera priorità è completare le infrastrutture, a partire dall’insediamento del presidio dei Vigili del Fuoco che permetterebbe un innalzamento della categoria, l’ampliamento del piazzale sosta aeromobili, l’ammodernamento e riqualificazione dell’aerostazione passeggeri.

Questo permetterebbe di rendere in un paio d’anni l’aeroporto foggiano “un piccolo gioiello”, e solo così sarebbe davvero possibile aprirsi al mercato internazionale. Intanto è necessario rafforzarsi sul mercato domestico, e il successo della nuova tratta per Bergamo Orio al Serio e i numeri incoraggianti di quella per Linate lasciano decisamente ben sperare, e potrebbero aggiungere ulteriori rotazioni alle 9 settimanali per un solo aereo.

Accolto positivamente dai presenti la notizia di un accordo raggiunto tra due imprenditori turistici locali e la compagnia aerea Lumiwings per prenotare un cospicuo numero di biglietti riservati a turisti stranieri per la prossima estate.

“La nostra presenza qui – ha sottolineato il presidente i di AdP, Antonio Maria Vasile -, gli investimenti di questi anni e futuri, il lavoro svolto da tutto il management sono emblematici dell’assoluta volontà di rendere il Gino Lisa uno scalo importante nel panorama aeroportuale italiano a esclusivo vantaggio del territorio di Capitanata e della Puglia. Da parte nostra e della Regione Puglia sono stati messi in campo tutti gli sforzi per raggiungere un traguardo importante che necessita, ora come non mai, dell’assoluta coesione e partecipazione di tutta la classe dirigente locale. È questo il momento di perseguire un processo di sviluppo che è ormai avviato e che dobbiamo, quanto prima, portare a termine con la fattiva collaborazione di tutti gli attori locali interessati”.

 
 
 

VIESTE SI PREPARA CON OTTIMISMO ALLA STAGIONE ESTIVA: “AVREMO FLUSSI IMPORTANTI”…..E LA POLEMICA SOCIAL: “ABBASSATE I PREZZI” 13

Post n°32143 pubblicato il 13 Aprile 2024 da forddisseche

VIESTE SI PREPARA CON OTTIMISMO ALLA STAGIONE ESTIVA: “AVREMO FLUSSI IMPORTANTI”…..E LA POLEMICA SOCIAL: “ABBASSATE I PREZZI”

Si avvicina l’apertura ufficiale della stagione estiva, prevista per il mese di giugno. Gli operatori dei lidi bal­neari viestani, però, sono già ai lavoro, per non farsi trovare impreparati all’appuntamento.

Passeggiando sul lungomare Enri­co Mattei è facile scorgere alcuni di loro alle prese con la messa a punto dei propri spazi. Il signor Vecera,titolare del lido Vesta, si­stema il manto sabbioso e racconta: “Ci aspettiamo una sta­gione estiva importante. Negli ultimi anni sono arrivati a Vieste un sacco di turisti, e sono certo che quest’anno sarà la stessa cosa”.

Francesca,invece, titolare del lido Albatros, è alle prese con la sistemazione dei ta­voli “Noi anticipiamo”, fa sapere. “Inaugu­riamo la stagione estiva a fine aprile, in oc­casione della festa patronale. A Vieste vie­ne sempre gente, e quest’anno non sarà da meno”, afferma convinta.

Il signor Cariglia,infine, armato di trapano, è intento a montare e smontare la propria struttura. “C’è ancora qualcosa da sistema­re, ma stiamo lavorando duro per farci tro­vare pronti”, racconta, “lo sono fiducioso, credo che anche questa volta arriverà a Vieste un grande flusso di turisti da ogni parte”.

Insomma, una sorta di ottimismo diffuso, a giudicare dalle parole rilasciate dai titolari dei lidi, sembrerebbe pervadere cuori e menti dei balneari viestani, certi che il Gargano, come sempre, anche in questa circostanza, sarà meta di un soddisfacente flusso di turisti, provenienti da ogni parte d’Italia e che Vieste resterà la prima desti­nazione turistica di Puglia.

Sui social, però, in risposta alle dichiarazio­ni dei balneari, è subito montata la polemi­ca, con particolare riferimento ai prezzi dei rispettivi lidi. “Il Gargano è sempre bello, ma è gestito da persone che ci speculano”, sottolinea qualcuno. “Spero che abbiano abbassato i prezzi, altrimenti la gente sce­glierà altri posti”, dice qualcun altro.

“Per una volta, datevi una regolata con i prezzi, e cominciate a guardare al turista come a una risorsa, e non come a un pollo da spen­nare”, ironizza qualcuno.

“Abbassate i prezzi e fatevi trovare gentili e disponibili”, ribadisce un altro. “Non si possono pagare 75 euro a persona, a giugno, in un albergo a tre stelle. Ad agosto, allora, quanti soldi ci vorrebbero?”, si chiede. “Trattate bene i tu­risti, senza spennarli, come succede spes­so sul Gargano”, ammonisce, infine, un al­tro ancora. “I turisti sono la migliore pubbli­cità per il nostro territorio”, conclude.

Quella relativa ai prezzi del Gargano è una polemica atavica, che va avanti da sempre. Nonostante questo, però, Vieste e gli altri paesi della costa continuano a registrare, ogni anno, numeri importanti.

Dal segretario cittadino di Azione, invece, Lorenzo Spina Diana,arriva una propo­sta. “Il salario minimo per il settore turistico è una scelta di dignità e coerenza”, afferma. “In un Comune come il nostro, amministra­to da una forza civica che ha concentrato i suoi investimenti quasi esclusivamente nel settore turistico, anche a dispetto di servizi essenziali in grave crisi come la sanità pub­blica e l’edilizia popolare, l’avere compietamente ignorato, fino ad oggi, la questione del salario minimo è segno evidente dì mancanza di una visione d’insieme di quelli che sono i bisogni dei cittadini”, sottolinea.

 “Se da una parte il riconoscimento del sala­rio minimo consentirebbe di sottrarre allo sfruttamento e alla povertà le fasce più de­boli dei lavoratori stagionali, dall’altra la sua implementazione garantirebbe agli im­prenditori onesti non solo una concorrenza più leale sul mercato, ma anche un regime di incentivi fiscali, qualora l’amministrazio­ne decidesse di investire su questo tema”, fa sapere.

“Difatti, il maggiore costo per l’azienda che sceglie di applicare sul territorio il salario minimo potrebbe essere bilanciato com­pletamente o in parte dalla previsione da parte dell’ente di una quota percentuale dì sgravi fiscali sui tributi locali”, rimarca.

 “Un premio per le aziende che scelgono di ope­rare nella legalità e nella competitività, una sinergia fra pubblico e privato che contra­sterebbe la crisi del mercato del lavoro e, allo stesso tempo, garantirebbe dignità ai lavoratori e maggiore coerenza con quanto finora investito nel settore.

Intanto a Napoli, a Firenze, a Bacoli e in altre città d’Italia, si comincia ad applicare il salario minimo ai dipendenti dell’ente comunale e a tutte le imprese che si aggiudicano gli appalti del Comune stesso.

E noi? Vogliamo provare a fare uno scatto in avanti, o vogliamo restare a guardare?”, chiede rivolgendosi alla cit­tadinanza e alle istituzioni locali.

In definitiva, è intuitivo notare come sul Gargano, e a Vieste in particolare, che ne è a tutti gli effetti la capitale, la popolazione, i commercianti e la politica stessa siano in grande fermento per l’imminente avvio del­la stagione estiva.

Fioccano idee, proposte e iniziative di ogni tipo. Anche qualche polemica, come sem­pre, quando si è prossimi a un appunta­mento così importante.

l’attacco

 
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963