Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 65
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 

Oroscopo

 


                 width="200" height="250" scrolling=no marginwidth=0 marginheight=0 frameborder=0 border=0 style="border:0;margin:0;padding:0;">
    

 

 

Vieste / Petizione per : Smantelliamo il Ripetit

Vieste / Petizione per :

Smantelliamo il Ripetitore 5G che Disturba il Nostro Paese .
Il link per firmare e questo :  https://chng.it/xvFYh5RSk2

Grazie .

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

laboratoriotvGiuliettaScagliettiforddissecheQuartoProvvisorioLeccezioneMadamenazario1960Violentina8380sin69m12ps12milano2009stufissimoassaidaniele.devita1996france20010francotrotta
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/202

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/2020/07/RADIO-GARDEN-300x176.png

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi del 02/05/2024

GINO LISA – Torna il volo Foggia-Torino (ma solo fino a ottobre) Il Mag 2, 2024 75

Post n°32215 pubblicato il 02 Maggio 2024 da forddisseche

GINO LISA – Torna il volo Foggia-Torino (ma solo fino a ottobre)

75


Da maggio a ottobre riaprirà la rotta Foggia-Torino. Ritorna la possibilità di volare dal Piemonte verso la Capitanata in vista dell’imminente stagione turistica. Il primo volo è previsto il 31 maggio alle 13 dal Gino Lisa e alle 15 da Torino. “Questo collegamento è tra i più richiesti e le scelte operate per soddisfare al meglio le esigenze dei passeggeri in termini di aeroporti di destinazione e orari dei voli hanno ricevuto riscontri positivi nel corso del mese” evidenzia il vicepresidente della Regione Puglia nonché assessore al Bilancio e Infrastrutture, Raffaele Piemontese: “Oggi, con maggior determinazione, possiamo riprendere a servire il Nord Ovest e rispondere alla domanda di voli da e per Lombardia e Piemonte. È fondamentale essere flessibili e pronti a seguire le dinamiche del mercato”.
“Dopo aver completato lo spostamento del volo su Milano Linate e l’inserimento dell’operativo su Bergamo Orio Al Serio, che sta riscuotendo grande successo a livello di consensi, è giunto il momento di consolidare questi dati positivi e di ampliare lo sviluppo del network dell’aeroporto Gino Lisa” ha dichiarato Antonio Maria Vasile, presidente di Aeroporti di Puglia. “Il primo passo è rappresentato dal reinserimento della destinazione Torino in vista della prossima stagione estiva, fiduciosi che l’attività del Gargano dei Monti Dauni delle provincie di Potenza e Campobasso, Avellino possa contribuire a far crescere i numeri dei passeggeri in arrivo e partenza dall’aeroporto di Foggia e a creare le basi per un successivo sviluppo di ulteriori collegamenti. Il collegamento rappresenta un passo importate verso una maggiore accessibilità e connettività per i nostri cittadini e per tutti quelli che vorranno visitare la Puglia”.
“Con il ripristino della rotta su Torino, abbiamo l’opportunità di potenziare il traffico sul nord d’Italia, rispondendo alla forte domanda dei passeggeri e supportando attivamente il territorio in cui operiamo” ha affermato Dimitris Kremiotis, accountable manager della compagnia Lumiwings.

 
 
 

SUI BALNEARI È BATTAGLIA IL CONSIGLIO DI STATO: SPIAGGE, SUBITO LE GARE. CENTINAIO DIFENDE LE PROROGHE: CE LA LEGGE. OGGI APRE L

Post n°32214 pubblicato il 02 Maggio 2024 da forddisseche

SUI BALNEARI È BATTAGLIA IL CONSIGLIO DI STATO: SPIAGGE, SUBITO LE GARE. CENTINAIO DIFENDE LE PROROGHE: CE LA LEGGE. OGGI APRE LA STAGIONE

Le spiagge in Italia sono una risorsa «scarsa», quindi bisogna dare «immediata­mente corso alla procedura di gara per assegnare la conces­sione in un contesto realmen­te concorrenziale». E l’ultima data valida per la proroga delle concessioni balneari resta quella del 31 dicembre 2023: tutte le successive sono illegit­time.

Con una nuova sentenza pubblicata ieri e decisa dalla VII sezione il 12 marzo scorso, il Consiglio di Stato ribadisce lo stop alla nuova proroga al 31 dicembre 2024 delle conces­sioni balneari decisa dal go­verno con il decreto Milleproroghe e applicata da molti Co­muni d’Italia in attesa delle nuove norme promesse dal­l’esecutivo, e ordina di dare «immediatamente corso alla procedura di gara».

 La senten­za arriva dopo un ricorso di un proprietario di uno stabilimento balneare a Moneglia contro lo stop della concessio­ne a fine 2023.

Ma i giudici smentiscono anche il governo sulla scarsità delle spiagge. Secondo la mappatura preparata lo scor­so autunno dall’esecutivo, ri­sulta infatti che appena il 33% delle coste sia in concessione, a dimostrazione della non scarsità della risorsa spiaggia e quindi della non necessità di mettere a bando le concessio­ni a tutela del principio di con­correnza come richiesto inve­ce dall’Europa con la direttiva Bolkenstein.

Ma negli 11 mila chilometri mappati sono state incluse anche coste rocciose e zone non balneabili che non andrebbero mai in concessio­ne. Ecco perché il Consiglio di Stato, richiamandosi alla sentenza della Corte di Giustizia europea (20 aprile 2023) e a tutta la giurisprudenza euro­pea precedente, scrive di ri­sorsa «sicuramente scarsa» e ordina quindi di «assegnare la concessione in un contesto re­almente concorrenziale».

E ri­ferendosi alle proroghe, sotto­linea: «La pregressa disciplina del 2018, palesemente contra­ria ai principi del diritto limo­nale» è «come tale, disappli­cabile non solo dai giudici na­zionali, ma anche dalle stesse pubbliche amministrazioni, non ultime quelle comunali».

Immediate le reazioni e le accuse. Il senatore leghista Gian Marco Centinaio, da sempre vicino al mondo dei balneari, attacca: «Esiste una legge dello Stato che proroga al 31 dicembre 2024 le conces­sioni e, dato che il potere legi­slativo spetta al Parlamento, la magistratura deve far rispetta­re quella legge, non boicottar­la».

Parla di «rigorosa mappatura delle coste» e ricorda il «confronto con Bruxelles per giungere a un’intesa che salvaguardi pienamente i conces­sionari attuali».

Assobalneari boccia la «sentenza scellerata che mette a rischio 300 mila lavoratori già assunti per la stagione». Per il deputato di Avs Angelo Bonelli invece «è stato sbugiardato il trucco del governo che ha allungato di 3 mila chilometri le spiagge», e il Pd sottolinea «il rovinoso j fallimento del governo Meloni che porterà alla paralisi degli stabilimenti su tutte le coste italiane».

 
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963