Creato da guidonozzoli il 16/10/2006
Notizie sullo scrittore e giornalista Guido Nozzoli

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

several1Nues.santropoeticotanksgodisfridayguidonozzolisoleggiataterraarmandotestijeremy.pursewardenTristezza.Allegraocchineriocchinerivalentina.barattaDLDDANILOAzad.Zakarianandreadialbinea
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Nozza e Nozzoli, cronist...Un ricordo da Forli' »

Così salvò San Marino nel 1944

Post n°2 pubblicato il 14 Dicembre 2008 da guidonozzoli

In un breve testo pubblicato come introduzione ad una Guida di Rimini del 1933, ristampata da Bruno Ghigi editore, ho ricordato gli eventi successivi a quell'anno sino al 1944. Ed ho citato quanto Guido Nozzoli fece per salvare la Repubblica di San Marino ed i suoi centomila rifugiati italiani.

Ecco il passo relativo al tema:

La Repubblica di San Marino diventa uno «sterminato rifugio», come dichiarò a Bruno Ghigi il giornalista Guido Nozzoli. Che il 19 settembre 1944, mentre si combatte per la presa di Borgo Maggiore, riesce a passare le linee ad Acquaviva giocando il cane di famiglia, Garbì. Deve contattare ufficiali dell'Ottava Armata che stanno preparando la "seconda Cassino". Si consegna loro prigioniero e li informa della «drammatica situazione dei civili rintanati nelle gallerie». Il comando inglese rinuncia così «al bombardamento di spianamento di San Marino programmato prima». Il Titano è salvo con gli oltre centomila rifugiati italiani. Nozzoli, allora sottotenente del Regio Esercito, scrive in un documento ufficiale (edito da Liliano Faenza nel 1994): «Assicurai l'assoluta assenza di batterie tedesche nel perimetro della città».

Il testo completo si può leggere anche nel sito dedicato a Guido Nozzoli.

Antonio Montanari, 14.XII.2008

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog