Creato da: hector67 il 13/06/2009
riflessioni
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Ultime visite al Blog

desireballalicelodicecomelunadinonsolopoladamosalvatorespatty41dglfranco_cottafavietabeta.mimariomancino.mmeli_francescaVolo_di_porporaviolanda72Almostblue2005FilippoPrastarodomedebeppe.kylie
 

Ultimi commenti

Hector tanti auguri di buon compleanno un abbraccio...
Inviato da: alicelodice
il 02/12/2014 alle 21:33
 
Ti abbraccio...
Inviato da: violanda72
il 10/10/2014 alle 19:10
 
le emozioni e gli entusiasmi ci consentono di vivere con...
Inviato da: laura vaccarino
il 11/11/2013 alle 06:40
 
Ben tornato.....
Inviato da: violanda72
il 05/11/2013 alle 18:39
 
Hectorrrrrrrrrrr:))))) bacione e buona estate:))))))) ali^^
Inviato da: alicelodice
il 11/08/2012 alle 11:26
 
 
 

Einaudi

 

Archivio messaggi

 
 << Marzo 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

 

 

La pioggia nel pineto

Post n°259 pubblicato il 09 Marzo 2012 da hector67
 

La pioggia nel Pineto (G.Dannunzio)

Per rasserenare il cuore e l'anima, dopo una settimana di pesi immani.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

La cipolla

Post n°258 pubblicato il 25 Febbraio 2012 da hector67
 


Ancora una altra meravigliosa poesia 
di Wislawa Szimborska


La cipolla è un’altra cosa.

Interiora non ne ha.
Completamente cipolla
Fino alla cipollità.
Cipolluta di fuori,
cipollosa fino al cuore,
potrebbe guardarsi dentro
senza provare timore.

In noi ignoto e selve
di pelle appena coperti,
interni d’inferno,
violenta anatomia,
ma nella cipolla – cipolla,
non visceri ritorti.
Lei più e più volte nuda,
fin nel fondo e così via.

Coerente è la cipolla,
riuscita è la cipolla.
Nell’una ecco sta l’altra,
nella maggiore la minore,
nella seguente la successiva,
cioè la terza e la quarta.
Una centripeta fuga.
Un’eco in coro composta.

La cipolla, d’accordo:
il più bel ventre del mondo.
A propria lode di aureole
da sé si avvolge in tondo.

In noi – grasso, nervi, vene,
muchi e secrezione.
E a noi resta negata
l’idiozia della perfezione.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Nulla due volte accade

Post n°257 pubblicato il 24 Febbraio 2012 da hector67
 

Sono folle di questa poetessa Polacca, che da poco ci ha lasciato.

Il suo stile è asciutto e unico. 
Mai epico o sdolcinato, mai drammatico o struggente.
Eppure catalizza il lettore invitandolo a riflessioni mai fatte.

Nulla due volte (Wislawa Szymborska) 

Nulla due volte accade 
Né accadrà. Per tal ragione 
Nasciamo senza esperienza, 
moriamo senza assuefazione.

Anche agli alunni più ottusi 
Della scuola del pianeta 
Di ripeter non è dato 
Le stagioni del passato.

Non c’è giorno che ritorni, 
non due notti uguali uguali, 
né due baci somiglianti, 
né due sguardi tali e quali.

Ieri, quando il tuo nome 
Qualcuno ha pronunciato, 
mi è parso che una rosa 
sbocciasse sul selciato.

Oggi che stiamo insieme, 
ho rivolto gli occhi altrove. 
Una rosa? Ma cos’è? 
Forse pietra, o forse fiore?

Perché tu, ora malvagia, 
dài paura e incertezza? 
Ci sei – perciò devi passare. 
Passerai – e in ciò sta la bellezza.

Cercheremo un’armonia, 
sorridenti, fra le braccia, 
anche se siamo diversi 
come due gocce d’acqua.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Al dolore

Post n°256 pubblicato il 19 Febbraio 2012 da hector67
 

Sei una canaglia - dico al dolore -

è perfida la tua democrazia

regina o puttana

ladro o facchino 

per te uguali sono.


Sei senza misura 

- mentre lo fisso nella mia carne -

breve ed intrigante 

come un frustino nel gioco d'amore

ma anche lungo e funesto 

come il peggiore anno bisesto.


Per te non esiste il - quanto basta -

indicatore di misura dei saggi o degli indecisi

ma nel tuo nome si proferisce il  - come Dio vuole  - 

dichiarazione di resa della saggezza popolare.


Tu che ferisci il corpo 

ma che laceri e dilani l'anima

- dolore - io ti rispetto!

Hai una tua dignità 

un dovere da compiere  

una delicata e fondamentale missione.


Ricordati di me

un attimo prima dell'ultimo minuto 

appena prima dell'ultimo bacio

mentre ti guardo fisso nel viso

concedimi almeno l'onore delle armi

fammi partire con il mio sorriso.

Ettore

PS. Tranquilli, è stato intenso ma è tutto passato. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

3000 mondi

Post n°255 pubblicato il 18 Febbraio 2012 da hector67
 
Tag: Amore

Come i ritorni in amore

meglio dir poco,

il tanto che basta, nulla di più e nulla di meno.

Il quanto basta, indicatore di misura degli indecisi o dei saggi. 

Ma cosa importa se poco o tanto 

io sono qui 

dopo aver scelto uno dei tremila mondi.

 

Con indefinita emozione ...Ettore

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »