Creato da madamemichel il 17/11/2009

Il riccio

IL BLOG UFFICIALE DEL FILM "IL RICCIO"

 

« RallentareCUORE E CIELO »

Sette saperi necessari

Post n°37 pubblicato il 22 Gennaio 2010 da madamemichel
 

Oggi ho scorso con la mano i dorsi dei miei libri polverosi, tutte le volte che un dubbio mi assale cerco risposta nella mia personale libreria. Pensavo a Paloma, all'educazione borghese impartitale dalla famiglia, al suo disagio. Pesco un mio connazionale Edgar Morin:

"L’essere umano è nel contempo fisico, biologico, psichico, culturale, sociale, storico. Questa unità complessa della natura umana è completamente disintegrata nell’insegnamento, attraverso le discipline ciascuno dovrebbe prendere conoscenza e coscienza sia del carattere complesso della propria identità sia dell’identità che ha in comune con tutti gli altri umani."

Chissà, Paloma, se i tuoi genitori pensano a questo, guardando al tuo futuro.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/ilriccio/trackback.php?msg=8312973

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
vivalavidafuoco
vivalavidafuoco il 22/01/10 alle 16:32 via WEB
Appunto "dovrebbe" attraverso le discipline; ed in particolar modo attraverso "la mediazione" di conoscenze. Quante riflessioni da questo bel libro possono sgorgare.. I propri figli "osservano" l'identitÓ di un genitore molto pi¨ di quel che pensiamo e i dialoghi costruttivi non usano sempre lo stesso linguaggio, impararne le varie forme Ŕ utile e gratificante. Bello pensare alla "persona" che diventerÓ tuo/a figlia/o. Un sorriso...Tonia
 
kuliscioff
kuliscioff il 10/06/10 alle 12:21 via WEB
CIao! bello il tuo post!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

FOTOGALLERY

\'abbraccio

 

CLIP DAL FILM

 

SINOSSI

Ci troviamo a Parigi, in un elegante stabile abitato da famiglie dell’alta borghesia.
Renée Michel ne è la portinaia: vedova, burbera e sciatta. All’apparenza è il classico stereotipo di portinaia, ma lei tiene celato al mondo il suo grande interesse per la musica, la filosofia, l’arte, che coltiva da autodidatta con passione e intelligenza. Qualche piano più in su, Paloma Josse è una bambina di undici anni arguta e sagace decisa a suicidarsi il giorno del suo tredicesimo compleanno. Il suo vero animo si nasconde dietro l’immagine della tipica adolescente superficiale.
Tutto cambia quando un elegante e raffinato giapponese verrà ad abitare in un appartamento della palazzina: Kakuro Ozu. 
Sarà grazie a lui che Madame Michel e Paloma si incontreranno e si riconosceranno come anime simili nella loro sensibilità e approccio al mondo. Un rapporto che porterà le due ad aprirsi al mondo e a decidere di non nascondere più la loro profonda personalità.

 

ULTIMI COMMENTI

Ho letto molto volentieri questo articolo. mi piace il tuo...
Inviato da: diletta.castelli
il 23/10/2016 alle 18:11
 
un grande testo, un grande uomo. ciao da canon82
Inviato da: esternoluce
il 04/01/2016 alle 19:01
 
CIAO UNA BUONA DOMENICA luciano
Inviato da: artfactory
il 22/08/2010 alle 11:20
 
sto leggendo, per la seconda volta, l'eleganza del...
Inviato da: ba_rm
il 18/07/2010 alle 19:43
 
CIao! bello il tuo post!
Inviato da: kuliscioff
il 10/06/2010 alle 12:21
 
 

FACEBOOK

 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963