**TEST**
Blog
Un blog creato da imbranasi il 07/02/2007

I PAGIASSI

imbranasi del 2007

 
 

GNR GENOVA - IL BRUCO

         

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

MA COME FA 'STO COCCODRILLO? BOH!!!

immagine

 

FACEBOOK

 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

PARADA: PRIMA PARTE

 

PARADA: SECONDA PARTE

 

PARADA: TERZA PARTE

 

PARADA: FINALE

 

 

Biancaneve e i sette claun

Post n°39 pubblicato il 12 Giugno 2009 da imbranasi
Foto di imbranasi

Ingresso libero e risate assicurate per lo spettacolo di Venerdi 12 giugno 2009 al Teatro della Gioventu di Genova, via cesarea 14, con i ragazzi del progetto circostanza e tutti i Pagiassi VIP Genova - volontari clown in corsia.

Vi aspettiamo numerosi!

 
 
 

Mostra Pagiassa alla Loggia di Banchi

Post n°38 pubblicato il 22 Maggio 2009 da imbranasi

Grande Mostra Pagiassa dal 21 al 14 maggio 2009:

 

 
 
 

QUINTA GIORNATA DEL NASO ROSSO

Post n°37 pubblicato il 17 Aprile 2009 da imbranasi
 

Genova, domenica 26 aprile 2009

Appuntamento al Porto antico, zona Mandraccio tutto il giorno con i Pagiassi !!!

Vi aspetta il cLaUNAPARK, giochi, stand informazioni e risate per grandi e piccoli...

ore 16.30 Grande spettacolo clown

merenda per i più piccolini offerta da Latte Tigullio  e la Sassellese.

L'evento è inserito nel calendario genovese per il ventennale dei diritti dei Bambini.

TUTTI I FONDI RACCOLTI DURANTE LA GIORNATA SARANNO IMPIEGATI PER SOSTENERE I PROGETTI DI VIP ITALIA ONLUS, dettagliatamente descritti al sito nazinale www.giornatadelnasorosso.it

 
 
 

LUCA FORNO, MOSTRA FOTOGRAFICA SUI PAGIASSI

Post n°35 pubblicato il 03 Febbraio 2009 da imbranasi
 

Mostra fotografica monografica sui PAGIASSI del fotografo luca forno allestita presso la galleria della Feltrinelli in via XX Settembre a Genova.

Visitabile dal 2 febbraio al 1 marzo 2009, negli orari della libreria.

 

 
 
 

Post N° 34

Post n°34 pubblicato il 07 Novembre 2008 da Tatayah

Tatayah corona un suo piccolo sogno, nato prima di lei, nato quando ancora Tatayah era un'ombra nascosta nella vita del suo alter ego.

Il desiderio di diventare un Clown in corsia era nato piano piano, ascoltando le testimonianze delicate e commosse di Clown Farfuglia, che di ritorno dai servizi, mentre guidava verso casa, raccontava di canzoni, giocoleria, magia e miracoli, bolle di sapone e mondi incantati... sorrisi di anziani e scherzi con gli adulti, momenti spensierati proprio lì, in quelle corsie dove i pensieri sono tanti, e tutti poco rassicuranti.

L'alter ego ascoltava, e dentro di sé pensava che mai e poi mai avrebbe 'saputo' fare così e cosà, impossibile per una personcina tutta composta e precisa poter fare un volontariato così bello ma così imprevedibilmente colorato e improvvisato!

Lei, tutta tabelle e schemi, lei tutta scalette e progetti...
Già. Peccato però, perché quella carica e quella spinta le sentiva forti...
L'ater ego remava contro: con la struttura mentale che hai, non ci riuscirai mai.

Ma Tatayah, dentro, scalpitava. Rovesciava barattoli di fantasia, tirava fuori dai cassetti dei ricordi e dell'impossibile tutto quel che da anni giaceva ripiegato e impacchettato, rigorosamente catalogato... Un Clown non dice mai di no. Per un Clown nulla è impossibile. ...neppure scardinare un alter ego ingombrante...

E così finalmente Tatayah corona un sogno, e realizza qualcosa che fino a due anni fa era impensabile: fare servizio nella stessa equipe con Farfuglia...
Persino Tatayah però, la sera prima del tanto atteso servizio, ha un attimo di soggezione: e invece, appena entrata in corsia, si sente libera, libera come un volo di bolle in un cielo azzurro d'estate.

...e la magia continua...

 
 
 

Sogni...

Post n°33 pubblicato il 09 Ottobre 2008 da Tatayah
 

un sogno delicatissimo, come il nostro Tux...

 
 
 

Post N° 32

Post n°32 pubblicato il 16 Giugno 2008 da Tatayah

Irrompe Tatayah nel casino quotidiano della mia esistenza e si prende gli spazi che le sono vitali, chiude le porte ai pensieri e alle preoccupazioni e apre quelle degli sguardi empatici...

Terence ci guida di stanza in stanza con il suo tempo dilatato, con l'atmosfera magica del sogno che prende forma... Gioca con noi la signora Carla, in un viaggio in Cina che la coinvolge sempre di più... sorride divertita la signora Adriana che 'resta a casa' ma aspetta la nostra cartolina...

...e si balla la salsa, e si canta il valzer con la signora Pierina, due occhi blu acuti come spilli, che t'arrivano in fondo al cuore...

Terence è la personificazione dello stupore... nei confronti della magia di essere "quel" clown che prende per mano e porta via, stupore di poter entrare in contatto con l'altro, stupore che quella magia possa ripetersi, ancora e ancora...

Ciliegino sotto tono, secondo lui, molto più plastico secondo me; frenato nel dire e nel fare, ma più attivo nell'ascolto e nella coordinazione di gruppo. Sì, davvero si cresce...

Tatayah dov'è?
Anche lei rimane in contemplazione dei mondi fantastici... esce a modo suo solo nelle stanze visitate con Chiccolina, ritrova il suo ritmo assecondata da Treccino...e si improvvisa cuoca con la signora Eva...

Tortelli di zucca e torta sbrisolona...

 
 
 

Parada: finale dello spettacolo

Post n°31 pubblicato il 18 Maggio 2008 da imbranasi

 
 
 

Post N° 30

Post n°30 pubblicato il 14 Maggio 2008 da imbranasi

25 maggio 2008

Vieni a GENOVA in Porto Antico
a sorridere con

I PAGIASSI !!

per la IV Giornata del NASO ROSSO

 
 
 

"dietro le quinte"

Post n°29 pubblicato il 05 Maggio 2008 da imbranasi

Tante e tutte molto forti le emozioni di questa settimana con i Ragazzi di Bucarest,  ambasciatori del progetto di PARADA.

Ecco le immagini del "dietro le quinte" degli spettacoli del 29 aprile al teatro della gioventù e del 1 maggio al teatro del Ponente di Genova.

 
 
 

LIGURIA: tappa della tournee di PARADA

Ecco le date e gli orari degli spettacoli liguri della Tournee di Parada !!!


Varazze: 19 Aprile ore 17, Palazzetto dello Sport.

Cogoleto: 20 aprile ore 11, Lungomare con i ragazzi delle scuole

Arenzano: 24 aprile, ore 17.30 Parata finale per le strade.

Genova:

26 Aprile 2008: Un pomeriggio al Porto Antico

27 Aprile 2008, ore 18 - Teatro Instabile -
via Cecchi 19r, Genova (ingresso libero)

29 Aprile 2008, ore 21 - Teatro della Gioventù -
via Cesarea 16, Genova ( ingresso libero)
per questa occasione, il teatro aprirà alle 20.20 e si consiglia al pubblico
di arrivare prima e prendere posto
(...ci sono solo 365 posti a sedere... chi prima arriva prima si siede...)


30 Aprile 2008, ore 16.30 - Salone Parrocchiale
SS Andrea e Ambrogio, via Bellini 1, Genova Cornigliano

1 Maggio 2008, ore 21 - Teatro del Ponente
piazza Odicini 9, Genova Voltri (ingresso libero)

Vi aspettiamo!!!!!!!

 
 
 

29 Marzo. In corsia.

Post n°27 pubblicato il 30 Marzo 2008 da Tatayah

...è più di un anno che Tatayah è nata... eppure ancora non ha trovato una sua dimensione definitiva... cambia al cambiare delle situazioni, dei servizi, dei compagni di servizio... e non finisce mai di stupirmi!...

Ieri, primo servizio in veste di Angelo, con Florilla e Ceretta al mio fianco... Magnolia e Soledad entrambe al loro primo servizio, con Megaiver. Un abbraccio pre-servizio, e tanta emozione per tutti...

Chiacchieriamo e scherziamo con la signora della prima stanza, che ci sfida ad andare nella stanza di fronte, che lì sicuramente non ci vorrano... e invece... il signor Ruggero, la figlia insegnante e il signor Enzo sono cordialissimi... :o))

Il tema a cui riferirsi e che ci fa da filo conduttore e argomento di ripiego è l'arrivo della primavera... e a tutti chiediamo un aiuto per ricordare le parole di una canzone che dice più o meno così....

"E' primavera... svegliatevi bambine
alle cascine Messer Aprile fa il rubacuor...."

Cantano, e sorridono... giocano con la loro età mentre distribuiamo i 'Diplomi di Primavera' personalizzati con il nome e il numero di primavere totalizzate... e ogni tanto bariamo sui numeri, invertendo le cifre... ;-)

E' un collega di lavoro del signor Carlo quello che 'regge il muro' della stanza... e sta al gioco, divertendosi con noi, mentre il signor Giorgio che pareva sonnecchiare si risveglia cantando, e scusandosi che... è senza la dentiera!...

Tempi lenti, rallentati a dismisura, in una stanza silenziosa...

...ti ho già incontrato bella signora...
..rivolta sul fianco destro,
 la pelle increspata da mille percorsi,
hai gli occhi dolcissimi,
le mani vicino al cuscino, quasi a proteggere
quel tuo equilibrio di cristallo
che ho il timore di infrangere...
...ti sorrido, e tu ricambi il sorriso silenziosa...
...
dimmi, hai visto bene il mio naso buffo?
...e mi avvicino lentamente finché ho il viso a portata del tuo,
e le tue mani sfiorano il mio naso...
e i tuoi occhi si fanno una fessura,
e le tue labbra asciutte fioriscono in un riso sommesso ma di gusto...
:O) è fatta...

Bella Signora "P".. di Palma, la tua dolcezza non m'abbandona...
...

Scorre via il servizio, con volti sorridenti, anche il signor "Son stanco"... che non vuol nessuno, ma poi ride di gusto nel vedere lo struzzo che balla...
Florilla che intervista, con lo scopino del WC "Ma noooo... è un microfono!"...
Ceretta che si emoziona, commuovendosi più di una volta, di nascosto da tutti...
Magnolia e Soledad, che si riuniscono con noi a fine servizio, e tutti insieme nella stanza del dottor Claudio che si vergogna di non riuscir più a ridere senza anche piangere..., ...spiegando Circostanza alla figlia (Tatayah money-machine non demorde... )

... condivisione finale.. che questi sguardi che corrono fra noi in quei minuti non li scordo più...

...e corre il mio pensiero al mio primo servizio, e a Gnappetta e Pennello, che con Musicotto hanno tenuto a battesimo una Tatayah irrefrenabile.. corre a Maniman, Terence, Qui&Là, Lunetto, Botolo... e a tutti gli angeli dei miei servizi che in quest'anno di tirocinio mi hanno sostenuta con il loro sguardo, le loro ali protettive, il loro fidarsi di me... Grazie, grazie di cuore a ciascuno di voi...


 
 
 

I Ragazzi di Miloud a Genova !!!

A tutti coloro che vogliono approfondire quanto è stato fatto dal clown Miloud, consiglio la lettura di questo articolo reperibile online al seguente link

http://www.ilcounseling.it/articoli/nasorosso.htm

 
 
 

Genova accoglie i Ragazzi di Miloud !

Sono state organizzate due cene di autofinanziamento per la gestione dell'organizzazione degli spettacoli dei Ragazzi di Miloud, ospiti a Genova dal 25 aprile al 2 Maggio 2008.

I Pagiassi vi invitano il 30 marzo e il 13 aprile, a cena presso il Monastero di SS Giacomo e Filippo in via Bozzano 12 - Genova  - prezzo minimo di offerta 10 euro.

Serviremo ai tavoli rigorosamente in veste pagiassa, mentre alcuni di noi vi divertiranno con gags varie. Durante la serata ci sarà anche la proiezione del video di Parada Italia, che illustra la situazione attuale delle iniziative della fondazione.

Per prenotazioni
contattare i pagiassi
presso www.pagiassi.it/parada.htm

Vi aspettiamo!

 
 
 

I pagiassi di Genova ospitano PARADA !!!

Massimiliano Frassi, I bambini delle fogne di Bucarest, Edit. Ferrari, 2002.

Il libro è un viaggio nell’ultimo girone dell’infanzia violata.
Un diario, nudo e crudo, di una realtà dei nostri giorni, nel cuore dei Carpazi e dell’Europa.
Un viaggio “negli orfanotrofi, nelle fogne, nelle stazioni o sui marciapiedi di Bucarest e di tutta la Romania”. Un pugno allo stomaco dell’indifferenza europea sempre più pervasiva e, a volte, capziosamente motivata.
L’autore, in questo impressionante viaggio, scopre l’esistenza di 6000 imprese italiane, metà delle quali sono astute coperture per traffici illeciti o per incontri pedofili di fine settimana (Silvio Mengotto)

 
 
 

MILOUD: i Ragazzi di Bucarest

Paola Mordiglia, Randagi, Edit. Adnkronos, 2001.


Storia romanzata e vera di Miloud, clown parigino, che diventa “randagio” per conoscere i nuovi “randagi” della Romania: metafora della tragica realtà rumena dei bambini abbandonati.
Il clown, colpa un banale ritardo, si ritrova a girare tra i gironi danteschi del XX secolo: i labirinti fognari di Bucarest dove, durante l’inverno, una moltitudine di bambini (2000 circa) si scaldano con il calore irradiato dalle tubature dell’intera città. In questi sottoboschi dell’assurdo Miloud vive per un anno con i bambini e scopre che il volto dell’incredibile diventa il volto del possibile.

Attraverso la costruzione di case di accoglienza, percorsi educativi, Miloud è riuscito a sensibilizzare una città indifferente e reinserire molti bambini, ora ragazzi, nel circuito virtuoso del vivere civile.

 
 
 

Serata spettacolo 29 aprile 2008

I Ragazzi di Bucarest che arrivano a Genova ospitati dall'associazione dei pagiassi, clown di corsia, faranno il loro spettacolo più importante della tappa genovese la sera del

29 aprile 2008
al Teatro della Gioventù
.

Ingresso libero, si raccoglieranno offerte per PARADA, la fondazione che da anni aiuta il clown Miloud nell'aiuto costante ai ragazzi di strada di Bucarest, ai quali viene insegnato il mestiere della clownerie, restituendo dignità umana e un lavoro.

Accorriamo numerosissimi!!!!!!

 
 
 

MILOUD raccontato ai RAGAZZI

Foto di imbranasi

"BUONGIORNO, BUONASERA, TI VOGLIO BENE "

di Alberto Rivaroli

La storia vera di Miloud, un clown da anni impegnato nel recupero dei ragazzi di strada romeni, ai quali offre la possibilità di imparare un mestiere ­ il suo ­ insegnando loro i segreti del teatro e coinvolgendoli come protagonisti dei suoi spettacoli, che toccano in tournée tutte le capitali. In questo romanzo­verità la storia di alcuni di questi ragazzi s'intreccia con quella di Miloud e l'incontro con lui cambia le loro vite per sempre. Età di lettura: da 10 anni.

 
 
 

GENOVA, 25 APRILE- 2 MAGGIO 2008:I RAGAZZI DI MILOUD OSPITI DEI PAGIASSI

Miloud e i ragazzi di strada

di Liana Mussoni:  Il volto non comune di un clown

“In questo libro raccontiamo la storia di Miloud Oukili, il giovane clown franco-algerino che, attraverso l’arte circense, ha permesso a centinaia di bambini abbandonati di uscire dai canali sotterranei di Bucarest per ricominciare a vivere.

Si tratta di una vicenda straordinaria che ci insegna il significato più profondo di parole come “solidarietà”, “ascolto”, “libertà”; un’esperienza che valorizza la dimensione della soggettività, l’intrinseco valore di ogni persona, attraverso l’arte.

(…)
L’arte in generale e il teatro in particolare permettono all’uomo di recuperare quella perdita di anima che caratterizza la nostra società, perché è in grado di donargli la consapevolezza critica di abitare un mondo da lui stesso costruito, le cui regole possono essere cambiate e non accettate passivamente; il teatro aiuta a educare un uomo capace di reagire al “malessere da mancanza di futuro” con un atteggiamento di fiducia. (…)

Tutto questo viene confermato dall’esperienza di Miloud che affronta l’argomento da un altro punto di vista, o meglio, lo affronta vivendolo e non semplicemente analizzandolo.

L’originalità del suo approccio ai ragazzi di Bucarest è il sorriso e l’autoironia: la capacità di ridere di se stessi e degli altri per superare le difficoltà senza cadere nell’autocommiserazione o nell’aggressività.

Il suo lavoro, dunque, incontra l’ambito della comico-terapia, dove curare significa “prendersi cura” della persona malata attraverso la consapevolezza che il buon umore accelera la guarigione e migliora la qualità della vita. Proprio il tema della comicità come terapia mi ha portato ad incontrare Dario Fo che molto generosamente ha arricchito con la sua testimonianza e i suoi disegni questo lavoro.

L’incontro con Miloud è stato uno dei momenti più emozionanti della mia vita, per questo ho pensato di condividerlo con altri pubblicando questo piccolo libro che spero teniate sempre vicino al cuore."

 
 
 

 I RAGAZZI DI MILOUD A GENOVA !

Foto di imbranasi

Dieci anni fa Miloud, dopo aver studiato ad una scuola circense era partito per la Romania e si era esibito nelle enormi piazze di Bucarest.
E così aveva conosciuto i bambini di strada, con i loro sacchetti di colla da sniffare, gli occhi intensi, lo sguardo difficile da sostenere.

Con loro ha poi fondato Parada: tentativi di vita normale, di progettualità (con laboratori di teatro, circo, assistenza notturna, appartamenti) nell’allucinante mondo notturno della capitale romena.

“Ero partito per la Romania con l’idea di salvare qualcuno ed invece mi sono accorto di salvare solo me stesso, ogni giorno. Mi rendo conto che non dobbiamo più salvare, dobbiamo solamente cercare di capire quali siano i bisogni, i sogni e le necessità della quotidianità degli altri. E’ meglio mettere a disposizione spazi per conoscersi, in modo siano loro a trovare le soluzioni che preferiscono. Si può solo cercare di avvicinarsi un po’ più a chi ha bisogno. Rifiuto l’approccio dell’educatore. “Tu chi sei?” spesso si domanda o ci si sente domandare. Rispondere è difficile per me, e non riesco a rispondere facilmente quando un poliziotto me lo chiede. Immagina quanto sia difficile se non sei nessuno, se sei un ragazzo di strada. Quando hai freddo, fame e voglia di soldi. A volte mi chiedo il senso della solidarietà internazionale quando nei nostri stessi paesi non vi è tolleranza. Basti pensare che le nostre stazioni delle metropolitane e dei treni vengono chiuse la notte perché gente senza casa non possa trovarvi riparo”.

(da un'intervista di Davide Sighele)

 
 
 
Successivi »
 
 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

hold_me_closepazza105Tatayahjose001abbbellobarclay_Oltre_il_confineSissy_NOtaxi.ncc.petrocchidafrelros2006_bvponeonef.miriam97rino.guzzosalsasilvialuca_palazzolo_1994
 

I PAGIASSI

immagine

 

immagine

 

I CLAUN BUSTER

immagine

 
 

VIDEO PROMO PARADA GENOVA

25 aprile - 2 maggio 2008

PARADA A GENOVA !!!

 

29 APRILE 2008 - GENOVA

 

PROMO RAI PER PARADA

 

PARADA

SMILZO ALL'OPERA...