**TEST**
Creato da JoyMusette il 22/08/2007

Imperfezioni

la nota stonata

 

«                         ...Messaggio #22 »

RICORDI VULCANICI

Post n°19 pubblicato il 01 Settembre 2007 da JoyMusette

                                                    

____________________________________________________________________

L’Etna.

A pochi chilometri da casa.

Vedo il vulcano vicinissimo ma al tempo stesso irraggiungibile.

Ho 11 anni e  sogno da sempre che  un giorno andrò lassù, a tremila metri, tra quel mare rosso che scivola lento verso il mare azzurro.

Un contrasto surreale.

I miei finalmente si decidono. Si organizza la gita!

 Sono tutta eccitata.

L’equipaggiamento non è certo professionale, ma chi se ne importa, non devo mica andare ad una sfilata!

Durante il tragitto, il paesaggio lentamente si trasforma:  palme e oleandri  lasciano il posto a montagne infinite sempre più aride. Dapprima giallastre per poi diventare grigie, quasi nere.

Mi sporgo un po’ dal finestrino. Accanto alla strada ripida e deserta, vedo strapiombi infiniti, grandi crateri inattivi, pronti a riprendere forza al primo sussulto della terra.

L’atmosfera, al calar del sole è davvero inquietante.

Arriviamo al rifugio, dove una volta gli impianti sciistici richiamavano migliaia di turisti. Un caseggiato lugubre e decadente che si intona perfettamente al paesaggio circostante.

Fa molto freddo ed è quasi notte.

La guida ci consiglia di stare vicini e di controllare bene dove metteremo i piedi. Il terreno è sdrucciolevole e insidioso.

Dopo due ore di cammino nel deserto più totale, vedo in lontananza una scia rossastra. Ci siamo, penso fra me e me. Fra poco lo spettacolo avrà inizio.

Finalmente, a pochi metri di distanza, posso vedere la lava scorrere, ma con una velocità inaspettata. Sembra un fiume impazzito, ansioso di arrivare alla meta.

Il calore scalda violentemente il mio viso e mia madre, preoccupata, mi da uno strattone per farmi indietreggiare.

Un po’ più avanti, un uomo con degli strani cestelli in ferro raccoglie lava incandescente per farne portaceneri da vendere al mercatino del paese.

E’ uno spettacolo fantastico.

Indimenticabile.

Ma quando è ora di andare, sento qualcosa di strano sotto i piedi… Sollevo lentamente gli stivali e mi accorgo che il calore li fa filare come sottilette nel tostapane.

“Ma mamma!!! Proprio gli stivali di gomma dovevi mettermi!!!”

   

 

 

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/imperfezioni/trackback.php?msg=3192900

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
gogh0
gogh0 il 01/09/07 alle 18:18 via WEB
mitico il tuo blog.. mi piace, ti aggiungo se nn ti spiace!! ^_*
 
 
JoyMusette
JoyMusette il 01/09/07 alle 18:41 via WEB
Molto volentieri gogh0! Passerò a trovarti anch'io al più presto. Grazie grazie del commento. :-)
 
Biosbios
Biosbios il 01/09/07 alle 18:24 via WEB
Bellissimo.
 
 
JoyMusette
JoyMusette il 01/09/07 alle 18:42 via WEB
Il vulcano? Si, molto...:-)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 01/09/07 alle 19:29 via WEB
Ehheeheh, Joy. E' in eruzione adesso. Vedo i zampilli di lava dal mio terrazzo. Odette292 :))))
 
 
JoyMusette
JoyMusette il 03/09/07 alle 21:51 via WEB
Come vorrei essere li e godermi lo spettacolo! Ciao cara Odette. A presto.
 
What_your_soul_sings
What_your_soul_sings il 18/09/07 alle 08:28 via WEB
ciao.. ho letto ora il tuo post #19, della gita su Etna... mi piace molto quando leggo questi racconti che ricostruiscono esperienze memorabili vissute da bambini o ragazzi. Complimenti, in poche parole riassumi tante cose, non soltanto i fatti ma anche le emozioni. Mah, a me non sembra di avere questi ricordi, forse ho fatto una vita molto piatta da bambino! Ciao, a presto :-)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Dano George il 19/04/19 alle 13:43 via WEB
For a large portion of the tales with a white fella and a dark lady having a kid in the US amid most of our history, she's bound to have been constrained. The law wasn't actually on her side on the off chance that she said no. This is the way a subjugated lady wound up in my (white American) family tree essay writing generator essaytyper.pro on Ancestry. Basically, this promotion was obtuse and not all around considered. It endeavored to romanticize a story that was extremely horrendous for generally families.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

 

-  

 -

-
-

 


-

-
--

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-.

.

.

.

.

.

 

 

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 


- 

 


-

-

       

 

-
-

-

-

 

-

-

-

-

--

-

-

-

-

-

--

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-

 

 .

.

.

..

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-

.

.

.

.

.

 

 

-

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

AREA PERSONALE

 

                                                      

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 -

-

-

 

 

 

 

ULTIMI COMMENTI

Jolly musette, non ricordo se eravamo amiche... ma visto il...
Inviato da: Afroditemagica
il 18/06/2019 alle 17:59
 
nemomale che non l'ho scitto io questo post poichè...
Inviato da: Afroditemagica
il 18/06/2019 alle 17:57
 
For a large portion of the tales with a white fella and a...
Inviato da: Dano George
il 19/04/2019 alle 13:43
 
Artists are usually tolerant to the world, but not to...
Inviato da: Jeff Stark
il 18/04/2019 alle 07:17
 
Looks like a piece of modern art. And that's the...
Inviato da: Jeff Stark
il 18/04/2019 alle 07:14
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ricky121cassetta2il_tempo_che_verraa676marinovincenzo1958RosecestlavieJoyMusetteboezio62voltstudlesaminatoreannisexantaAfroditemagicanehasharmarookie0sthe
 

JOY

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

     

-

 

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 167