Creato da: Sembrava_Impossibile il 08/06/2004
...

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 10
 

Ultime visite al Blog

venere_privata.xcassetta2RiflessoNelWebSembrava_ImpossibileMarialuisaSantina89Justine.00angi.iurlo5028csbrpatrichtremanzoitalianotrimgel2mblteo70nero425l.portone
 

Ultimi commenti

La lettura di questo commento è riservata agli utenti...
Inviato da: cassetta2
il 25/02/2021 alle 19:29
 
Buon Anno!
Inviato da: Coulomb2003
il 30/12/2008 alle 13:49
 
Mi manchi! :o(
Inviato da: alundrina
il 04/11/2008 alle 08:25
 
A distanza di un anno lascio un saluto.
Inviato da: Coulomb2003
il 31/10/2008 alle 11:57
 
Quand'è che ti deciderai a fare quell'annuncio? :P
Inviato da: Fayaway
il 30/04/2008 alle 20:52
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 
« BUON NATALEMessaggio #205 »

FESTE E DINTORNI

Post n°204 pubblicato il 02 Gennaio 2007 da Sembrava_Impossibile

Anche queste feste sono andate. Manca solo l’appendice dell’Epifania. Ma essendo già al lavoro per me sono già finite.

Sono arrivato con il fiatone al Natale. Ho finito di addobbare l’albero alle otto di sera del 24 dicembre, e solo per giustificare i 50 euro tra panettoni e dolci che avevo speso un paio di settimane prima: da qualche parte dovevo pur metterli, e sotto l’albero mi sembrava il posto ideale.

Anche quest’anno, come prassi consolidata ormai da anni, non ho fatto regali ad esseri umani di età superiore ai 12 anni, per evitare di avviare un circolo vizioso che non mi è mai appartenuto e per debellare finalmente l’annoso problema del riciclaggio di regali in esubero o indesiderati. Nonostante i miei tentativi di rendermi antipatico al prossimo, nonostante non abbia sborsato un centesimo per esseri umani adulti, ho ricevuto con sorpresa due regali molto significativi:

1)      un paio di calze di lana color fuxia, di quelli con i gommini antiscivolo sotto. Fino ad ora li avevo visti indossati solo dai bimbi. Significativo è, oltre al colore, (un fuxia, tipicamente femminile), il fatto che i gommini antiscivolo rappresentano dei punti interrogativi, quasi a mettere in dubbio la mia virilità. Fortuna che l’altro regalo mi è venuto in soccorso (vedi il successivo punto 2)

2)      Un capolavoro della letteratura mondiale dal titolo “L’arte di rimorchiare”, con tanto di dedica “ti può sempre servire, non si può mai sapere…”

Punto nel mio orgoglio maschile, ho cercato di riscattarmi, e credo di esserci riuscito. Già, perché il vero macho è quello che tratta male le donne, si comporta da bastardo, e ha successo con le donne proprio per questo. Le parole “Tanto voi uomini siete tutti stronzi!” sono le più ricorrenti nei discorsi delle donne che mi capita di incontrare a vario titolo.

Questo mi ha sempre portato a fare delle considerazioni: queste donne provano una forte per un certo tipo di uomo, ormai, si sa, con il bravo ragazzo dopo un po’, ci si rompe le balle. Stufo di essere insultato ingiustamente, e per crearmi una fama da bastardo, con tanto di pedigree, ho cercato di rendere quegli insulti quantomeno giustificati; ho conosciuto una donna e, per la prima volta nella mia vita, dopo una vita passata ad essere mollato, l’ho scaricata dopo appena due giorni. Non solo, l’ho fatto nel peggiore dei modi: l’ho fatta scendere all’uscita di un casello autostradale qualunque, alle sei di sera. E non ho scaricato una qualsiasi: una valchiria di 1 metro  e 80 di altezza con uno stacco di gambe infinito; credo che il mio curriculum da bastardo ne sia uscito enormemente arricchito, considerando anche il fatto che poi me ne sono andato tranquillamente a fare un giro per centri commerciali.

Per Capodanno avevo accettato la proposta della mia vicina, sposata con il mio amico, alla perenne ricerca di una fidanzata per me, e di un’amica per sé. Stavolta mi aveva prospettato la presenza di tale Samantahhhh, con quattro h, dove il numero di h dovrebbe essere direttamente proporzionale alla sensualità della fanciulla in questione. Aveva prenotato in un locale con cenone e animazione (la mia prima volta dopo 35 anni), e al nostro tavolo sarebbero state presenti oltre me e alla succitata Samantahhhh, altre due coppie. Ovviamente, come avevo già previsto, dopo pochi minuti ho iniziato a trangugiare vino e a fare cose mai nemmeno immaginate prima: ho fatto partire trenini, ho ballato l’house music, ho sparato cazzate ad un ritmo insolito, giravano persino foto per i vari cellulari che mi ritraevano con cappellino e trombetta … sembravo un vero e proprio “capodannato”.

Per potere risalire, occorre toccare il fondo; e io ho cercato di toccarlo nel migliore dei modi. Ancora, più o meno felicemente, single.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog