Creato da intemperanti il 14/05/2005

silenzio assenzio

(¯`*·.¸,¤°´'`°·.¸O¸.·°´'`°¤,¸.·*´¯)

 

 

s'io fossi poco

Post n°281 pubblicato il 11 Febbraio 2010 da intemperanti

Tra neve, pedaggi e code alle poste il mio sottile senso d’esserci si sciacqua con vino da due soldi.
Immagino che un giorno dovrò pagare il prezzo del mio disinteresse per ciò che mi circonda.  Lavoro. Politica. Genealogia dei soldi.
Miserie da giacca e cravatta.
Mi spezzerò le reni con la mia lama zen un giorno. O forse scrivendo una canzone a Capossela.
Nel mentre mi sparo un corso di Swahili, ho bisogno di mandarti a fare in culo.
Ho bisogno che tu non mi capisca.

 
 
 

@tica

Post n°280 pubblicato il 22 Gennaio 2009 da intemperanti

non posso vivere una vita convenzionale come la tua. io voglio tutto. le discese ardite e le risalite stordite. la crema in mezzo. certo, potrei offendere qualche naso dal sangue blu col mio incedere vanitoso e il mio odore muschiato. io non sarò mai il prediletto dei cosiddetti Padri della città che schioccano la lingua, si allisciano la barba e parlano di quello che deve essere fatto di questo Homer Simpson.
Homer Simpson, La rivale di Lisa.

 
 
 

esecrabilia

Post n°279 pubblicato il 21 Gennaio 2009 da intemperanti

il giroscopio del tuo culo all'ingrasso è la misura dei miei weekend postmoderni, adesso lo sai. è tutto un filo troppo complicato. 'sta tutto nell'avere o non avere la grana' grugnisci, poi esci dalla gabbia. sarà, ma la prima impressione è che i soldi non ti abbiano giovato granchè.
dov'è finita la poesia di quella tua milonga lercia, le tue calzette scompagnate e le tue sveltine a domicilio?
proprio tu poi, in questa suburra italica con le pezze al culo sempre più grosse che hai fatto più soldi di Creso? dio quant'è infelice questa fortuna.

 
 
 

aria fina

Post n°278 pubblicato il 04 Dicembre 2008 da intemperanti


entra in casa con la sciarpa di lana spessa tirata su fino al naso.
-poco fa sul bus un tizio si è alzato improvvisamente dal proprio posto e ha cominciato a gridare SANGUEEE SANGUEEE SANGUEEEEEEEEEEEEEE
-è terribile. per quello porto sempre l'Ipod.
-piantala, insomma non mi aspettavo che qualcuno facesse qualcosa, il tizio era chiaramente fuso. però nessuno gli ha nemmeno dato un'occhiata, niente.
annuisco solo perchè sento di doverlo fare, -milano è una città davvero tentacolare.
-e questo cosa c'entra.
-non togliermi la mia banalità quotidiana, te ne prego.
scioglie la sciarpa stretta a cappio attorno al collo e la appende dietro la porta, ad un gancio che non avevo mai visto prima d'ora. mi stupisco, ogni giorno che passa, di come il mio orizzonte degli eventi si restringa inesorabilmente.
-milano è così indifferente-, prosegue.
adoro queste sue ingenuità da Bambi ancora umido di placenta.
la sento accendersi una sigaretta, -come fai ad avere un figlio in una città così.
ups, -siamo incinti?- potete sentirmi trasalire immagino.
una risata come perle che scivolano su un tavolo di cristallo.
-lo vorresti?
-siamo solo ospiti di questa caduca esistenza, amore mio, volere o non volere sarebbe solo un atto di estremo narcisismo.
-ah! che gran cazzone sei.
-mi adori per questo, no?
-per quello e perchè riesci a parcheggiare ovunque.
-hanno chiamato i tuoi.
-uh, che dicono?
-le solite cose.. uh, sapevi di essere nata in un holiday inn?
-cioè?
-tua madre mi ha fatto promettere di non dirtelo ma era troppo gustosa. devi fartela raccontare, è davvero uno spasso.
-vado a farmi una doccia.
-oki
-...
-...
-...
-amò?
-sì?
-non sono più molto convinto delle tende optical sai..

 
 
 

uomo avvisato

Post n°277 pubblicato il 28 Novembre 2008 da intemperanti

se non la smetti di fischiettare Mr. Sandman toccherà abbatterti.

 
 
 

melanconie

Post n°276 pubblicato il 10 Ottobre 2008 da intemperanti

N:- tristezza ci ho
lele:- eh..
N:- vieni il 26 a buttarti con me?
lele:- sì. prima scopiamo però.
N- se, così se poi muoio muoio con l'amaro in bocca.
lele:- ma zeppa di proteine però.
N:- ecco adesso un mezzo conato mi viene.
lele: -bene, così puoi vomitare sull'erezione

 
 
 

ti ho fatto pure l'haiku, tiè

Post n°275 pubblicato il 10 Ottobre 2008 da intemperanti

guardo amici miei.
alla fine,
sono un sentimentale.

 
 
 

basta saperlo

Post n°274 pubblicato il 14 Settembre 2008 da intemperanti

M: - Amò, vedi... la nostra storia è come quel videogame...
L: - mh.. Worms?!
M: -quello.
L: -quindi?
M: -se mi lasci assicurati di uccidermi, alrtimenti ci penso io.
L: -dio, perchè ti piaccio così tanto?
M: -perchè trovi sempre parcheggio.

 
 
 

msn pills

Post n°273 pubblicato il 25 Giugno 2008 da intemperanti

L: zia
S: zioooooooooo
L: prendo da bere eh.
S: non mi dire
L:
vaffanculo eh
S: come stai?
L: bipolare, a tutti gli effetti
S: ti amo
L: posso sentirlo, sì
S: scusa...è appena passato uno sotto la mia finestra: "annamo porcodddio'. la bestemmia gratuita e san lorenzo sono un tutt'uno.
L: qui c'è un rigurgito puritano invece.
ieri ho smadonnato in casa di sconosciuti e il padrone di casa, incredulo, andava ripetendo 'ma... ha bestemmiato?
S: ahahahahahha.
L: vabbè..
ti sei fatta scopare nel mentre?
S: no. però sabato la ragazza di una mia amica mi ha presentato a tutte le lesbiche che contano di roma come 'new entry'.
L:
giusto, sei l'unica che ancora non lo sa
S: vaffanculo, l'ho pisciata.
L:
pisciare?
S: il contrario di cacare.
L: dio il pragmatismo romano...

 
 
 

questione di stile

Post n°272 pubblicato il 15 Maggio 2008 da intemperanti

L: -ou
Deneuve: -hei
L: -com'è?
Deneuve: -bah, sto guardando 'Piedone', vedi tu..
L: -uh, il vecchio Bud. pieno amarcord eh
Deneuve: -eh.. passami una lucky và
L: -comprarle mai?
Deneuve: -porta male
L: -uh. pensavo di fare un salto al lago domani, pensi di farcela?
Deneuve: -sul presto però che alle 21.18 mi ammazzo. vuoi assistere?
L: -mi tenti, ma non volevo perdere il vecchio Indy.
Deneuve: -bah.. il Tempio Maledetto?
L: -l'Ultima Crociata.
Deneuve: -allora sei perdonato.
L: -troppo buono. sai già cosa indossare?
Deneuve: -pensavo al completo di Boss.
L: -eh no che cazzo, quello è mio.
Deneuve: -e vabbuò, posso mica fare il salto col gessato no?




 
 
 

nani da giardino

Post n°271 pubblicato il 15 Aprile 2008 da intemperanti

-allora chi ha vinto? ce l'ha fatta il nanetto?
-così pare.
-uh, non vedevo l'ora- sghignazza, -così almeno posso tornare in piazza a fare casino.
-stai lucidando i sanpietrini?
-puoi scommetterci le palle.
-...
-ti pare che la cosa più di sinistra che abbiamo in parlamento si chiama Bersani?

 
 
 

pills

Post n°268 pubblicato il 29 Marzo 2008 da intemperanti

non sopporto le persone che mi dicono quello che voglio sentirmi dire.
c'è solo una cosa peggio della condiscendenza, rimanere senza sigarette.

 
 
 

bufale. e mozzarelle

Post n°267 pubblicato il 27 Marzo 2008 da intemperanti


La Santanchè nel salotto di Vespa.
Lei, circa gli immagrati irregolari, che dice una cosa tipo: 'mettiamo il problema della sanità... gli immigrati, prima li curo, poi li faccio espellere e li mando nelle patrie galere'.
ora, bestemmiare è brutto, però cazzo, dire simili cazzate non è 'Apologia della stronzaggine'?.
'certo che anche tu... vedere Vespa..', direbbe il pernicioso amico col dono della sintesi.
e c'ha ragione, perchè non è che posso farmi i cazzi miei per mesi come il Naufrago dell'Interiore (in stile Into The Wild), e poi sparare a zero come se fossi stato in trincea a difendere la linea del Piave per lunghi inverni.
però, cazzo, anche risvegliarsi come un orso dal letargo e scoprire che non cambia mai un cazzo di niente è mica bello.
che poi mi dici 'adesso c'è il PD', gonfio d'orgoglio.
sì. ma se tu a Walter gli volevi davvero bene gli dicevi 'vai pure in Africa e salutami il baobab, come avevi pensato..'.
che io a un amico gliel'avrei mai augurata una sciagura del genere. leader del PD.. con lo PsicoNano di fronte. e andiamo.
io a un amico gli portavo il Pecorino tipico fino a Timbuctù, piuttosto che trattenerlo in Italì..
se faccio mente locale trovo almeno una dozzina di amici che hanno scelto di fuggire dall'italica provincia.
la fuga dei cervelli.
ma de che.
non serve un cervello, bastano un minimo di coglioni.
mica per niente gli italiani che incontro all'estero, quelli che se ne sono andati perchè ne avevano pieni i maroni, sono gente meravigliosa. poi magari c'hanno la malinconia di casa, lo struggimento del portone di casa. ma perdio, sono vivi.
gente che mica se li succhia, gli 'Amici di Maria'.

 
 
 

quelli che

Post n°266 pubblicato il 06 Gennaio 2008 da intemperanti

quelli che bu. quelli che aiuto. quelli che il sole anche di notte. quelli che non te lo avevano spiegato però.
quelli che va bene anche l'ultimo tiro.  quelli che 'come vorrei essere il mio animale domestico'.
quelli che è un gioco al massacro.
quelli che salviamo la regina. quelli che non c'è bisogno di parlarmi a un palmo dal naso.
quelli che 'andiamo a raddrizzare le banane in Africa'.
quelli che 'non ti farò male'. quelli che il riso è una prova di eccellenza. quelli che non sappiamo donde veniamo.
quelli che è una ruota che gira.
quelli che 'parlami, ti prego dimmi qualcosa'.
quelli che 'sappi'.
quelli che c'eravamo tanto odiati.
quelli che vaffanculo i posteri e la tassa di successione.
quelli che io.

 
 
 

mimun mon amour

Post n°265 pubblicato il 29 Novembre 2007 da intemperanti

a morte il tg5.
a morte L'indignato Speciale.

 
 
 

ars retorica

Post n°264 pubblicato il 13 Ottobre 2007 da intemperanti

D: -alla fine ti ho inquadrato sai.
Lele: -uh?
D: -sei un palindromo.
Lele: -cioè?
D: -da qualunque parte ti guardi, resti uno stronzo.

 
 
 

e nixon ciuccia il legno?

Post n°263 pubblicato il 12 Ottobre 2007 da intemperanti
Foto di intemperanti

Lele: -hanno dato il Nobel per la pace ad Al Gore
D: -chi? il trombato presidenziale?
Lele: -lui
D: -e quello per l'economia a chi l'hanno dato, a Napo Orso Capo?

 
 
 

 

Post n°262 pubblicato il 03 Ottobre 2007 da intemperanti



'L'uomo moderno non si preoccupa della sua memoria, attorniato com'è dalla memoria imagazzinata. Ha tutto a portata di mano: enciclopedie, manuali, dizionari, compendi. Biblioteche e musei, librerie antiquarie e archivi. Cassette audio e cassette video. Internet. Riserve inesauribili di parole, di suoni e di immagini conservate in case, magazzini, cantine e soffitte. Se è un bambino, gli insegna tutto la sua maestra, se è uno studente, ricorre al professore.
Nessuna, o quasi nessuna di tali istituzioni esisteva ai tempi di Erodoto. L'uomo sapeva soltanto ciò che la sua maestra riusciva a trattenere. Alcuni rari eletti imparavano a scrivere su rotoli di papiro e tavolette d'argilla. Ma gli altri? La cultura è sempre stata un'occupazione aristocratica. Ogni volta che si scosta da questo principio, perisce.
Nel mondo di Erodoto l'unico (o quasi l'unico) depositario della memoria è l'uomo. Se si vuole conoscere ciò che è stato memorizzato, bisogna consultare l'uomo. Se quest'uomo vive lontano dobbiamo metterci in cammino, raggiungerlo e, una volta trovato, sederci ed ascoltare ciò che ha da dirci. Ascoltare, memorizzare, magari annotare.'

Ryszard Kapuscinski

 
 
 

last but not least

Post n°260 pubblicato il 23 Settembre 2007 da intemperanti

assieme alle più classiche domande su cosmogonia e affini le mie notti si arrovellano attorno a domande quali:
_come fa la Ventura ad essere ancora in tivvù?
__perchè, sei Dio è immortale, ha lasciato ben due testamenti?
___come può Guzzanti Paolo aver concepito Sabina e Corrado?

 
 
 

Post N° 259

Post n°259 pubblicato il 18 Settembre 2007 da intemperanti

Lamberto Dini non entrerà nel partito democratico.
Me cojoni..

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

donatodavenabeth68mattymonetout_of_rangekarman1fattodinientesandro_emailgrandelelenikiv777lisadisabatolasfera_goraesattafuzzycatbiancoelefanteotellina68
 

ULTIMI COMMENTI