Creato da franz_69 il 19/12/2006

KOD King Or Damned

Don't let me die with that silly look in my eyes...

web stats

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

VIDEO OF THE WEEK, MONTH OR YEAR?!

 

FOO FIGHTERS
...WHITE LIMO

Va avanti con la tua
parte cattiva...

 

PERDIAMO NOI STESSI, MA RITROVIAMO TUTTO...

Simphony of destruction...

 

IL SILENZIO È IL VERO CRIMINE CONTRO L'UMANITÀ

La gigantesca Carpa Koi è uno
dei simboli  giapponesi che
viene spesso inserito all’interno
delle composizioni in stile classico
giapponese, e non solo. Il simbolo
del pesce, bellissimo per la sua
particolare colorazione e dalle
sfumature brillanti ( che vanno dal
bianco all’oro) racchiude in se
 nobili virtu.
Nella tradizione
giapponese la carpa Koi dopo aver
risalito la corrente del Fiume
Giallo venne tramutata dagli dei
 in Drago.
Perciò la Carpa Koi viene
associata con le
 qualità come
l’intraprendenza e il coraggio:
la forte volonta di andare avanti
che riesce a far superare qualunque
ostacolo e che fa raggiungere
i propri obiettivi

 

SIAMO BUONI A NULLA MA CAPACI DI TUTTO

Ho cominciato dalla cima e mi sono
fatto strada verso il fondo.
O.W.

immagine
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

PITERPAN75Tartarusparosybari1982cattivo.elementomister.meOmbra_Solasimonadamchiararossanifrancofon56unamamma1zia_edwigedarlingqueenMabelRockpsicologiaforensesuperpaolodgl2
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

NON SONO AVVENTURIERO PER SCELTA, MA PER DESTINO

Solo una persona può decidere il mio
destino, 
e quella persona sono io.
Purtroppo la persona meno adatta...

immagine

 

Gli uomini dovrebbero essere
quello che
sembrano


Stiamo diventando simili agli dei ma
è 
meglio conservare in noi qualcosa
di
diabolico, tanto per non annoiarsi
troppo.

IL DEMONE ONI.

 I racconti popolari e teatrali iniziarono
a descriverli come bruti stupidi e sadici,
felici di distruggere.
Si disse che gli stranieri ed i barbari
fossero oni.
Oggigiorno sono variamente descritti
come spiriti dei morti, della terra,
degli antenati, della vendetta, della
pestilenza o della carestia.
Non importa quale sia la loro essenza,
gli oni odierni sono qualcosa da
evitare e da tenere a bada.

 

NON SOGNARLO, VIVILO.

Coloro che sognano di giorno
sanno molte cose che sfuggono
a chi sogna soltanto di notte.
 
Ma cos'è tutta questa paura
ed avversione all'Oblio?
Qual è il problema
con la soffice
Oscurità,
con il Sonno
privo di Sogni?

immagine
Fa parte delle imperfezioni
e delle rinunce della vita
umana il fatto che la nostra
infanzia debba diventarci
estranea e cadere nell'oblio,
come un tesoro sfuggito a
mani che giocavano, e
precipitato in un pozzo
profondo.
Hermann Hesse

immagine 
 

IL CORAGGIO

La speranza ha due bellissime figlie:

lo sdegno e il coraggio...
Lo sdegno per la realtà delle cose;

il coraggio per cambiarle.

Pablo Neruda

 

ON THE ROAD

«Dobbiamo andare e non
fermarci finché non siamo
arrivati»
«Dove andiamo?»
«Non lo so, ma dobbiamo andare »
(Jack Kerouac - On the road)

 

 

« Sono quello che se ne va.....

IRON

Post n°283 pubblicato il 16 Novembre 2011 da franz_69

Deep in the ocean, dead and cast away
Where innocence is burned in flames
A million mile from home, I'm walking ahead
I'm frozen to the bones, I am...

A soldier on my own, I don't know the way
I'm riding up the heights of shame
I'm waiting for the call, the hand on the chest
I'm ready for the fight, and fate

The sound of iron shocks is stuck in my head,
The thunder of the drums dictates
The rhythm of the falls, the number of dead's
The rising of the horns, ahead

From the dawn of time to the end of days
I will have to run, away
I want to feel the pain and the bitter taste
Of the blood on my lips, again

This deadly burst of snow is burning my hands,
I'm frozen to the bones, I am
A million mile from home, I'm walking away
I can't remind your eyes, your faceIn fondo all'oceano, morto e naufragato

In fondo all'oceano, morto e naufragato
Dove l'innocenza brucia tra le fiamme
Un milione di miglia lontano da casa,
sto camminando, guardo avanti

Sono congelato fino alle ossa, io sono...
Soldato di me stesso, non conosco la via
Sto raggiungendo le altezze della vergogna
Sto aspettando la chiamata, con la mano sul petto
Sono pronto per la battaglia,
e per quello che ha il serbo per me il fato

Il suono dei colpi di ferro
sono fissi nella mia testa
Il tuono della batteria comanda
Il ritmo delle cadute, il numero di morti
La rinascita dei corni, avanti

Dall'alba del tempo alla fine dei giorni
Io dovrò scappare
I voglio sentire il dolore e l'amaro sapore
Del sangue nelle mie labbra, di nuovo
Le bruciature mortali della neve
stanno bruciando le mie mani
Sono congelato fino alle ossa, io sono...

Un milione di miglia lontano da casa, sto scappando
Non riesco a ricordare i tuoi occhi, il tuo volto

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/kod/trackback.php?msg=10809600

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
MabelRock
MabelRock il 02/08/12 alle 20:25 via WEB
Allora Franz... è che stasera m'è presa male... che sono lontana dalla mia famiglia e dai miei amici... e m'è presa male che ci sono persone che AMO, che mi piacciono tantissimo e a cui voglio bene, che adorerei frequentare, perché sono le persone che fanno per me... così distanti dalla mia vita di oggi. M'è presa così male che ho passato ore sui vecchi blog a rileggere commenti, rifugiata tra vecchie canzoni e fotografie di concerti... e mi mancate tutti. Mi manca il tugurio, il Vespucci, tu, Luka, Simone e CiPensoIo, mi manca pure la musica dei Depeche (!!!)... e non so che darei per tornare indietro nel tempo stasera...
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

GEORGE ORWELL

Gli animali da fuori guardavano il
maiale e poi l'uomo, poi l'uomo e
ancora il maiale:ma era ormai
impossibile dire chi era l'uno e
chi l'altro.
immagine

L'anarchia è la conseguenza di
un governo debole e corrotto


 

REGOLE DI VITA

Così la macchina dell'oppressione
sempre si rivolta contro chi la serve.
(Italo Calvino)

 


Mi sono fatto una regola di non bere
mai alla luce del giorno e di non
rifiutare mai da bere quando è buio.

immagineimmagineimmagine

 

BARRIERE

Non è ogni uomo un errore,
un passo falso?
Non cade in una prigionia tormentosa
appena nasce?
Prigione! Prigione!
Barriere e legami dappertutto!

immagine

Una impronta digitale (detta più
correttamente dermatoglifo) può
essere definita come lo schema
alternato di creste e valli che
possono essere facilmente
rilevate sulla superficie delle dita,
in particolar modo sull'ultima falange.
Le creste variano in ampiezza da
100 ai 300 micron, mentre il periodo
cresta/valle corrisponde all'incirca
ai 500 micron. (Wikipedia)

 

LUST MONEY

Naturalmente nella vita ci sono un
mucchio di cose più importanti del
denaro.
Ma costano un mucchio di soldi!

immagine

 

GOVERNO ITALIANO = vile
 asservimento alle
seduzioni del potere e
del denaro.

 

 

JIM MORRISON

Vivi ogni giorno della tua vita come
se fosse l'ultimo perché il giorno
che
lo sarà non avrai voglia di
crederlo.

immagine

 

VIRTÙ

Dà un senso di libertà essere
completamente fregati perché
sai che tanto le cose non
potrebbero andare peggio di così
Si, si, la terra, il cielo, gli astri, l'infinito!
Ci si sente schiacciare.
Ma c'è un infinito ancora più stupefacente:
quello della stupidità umana
 

IL MATTINO HA L'ORO IN BOCCA

La pazzia signore, se ne va a passeggio
per il mondo come il sole,
e non v'è
luogo in cui non risplenda.

immagine

Si osservano gli effetti negativi del
pensiero medicalizzante sulla possibilità
di un rapporto interpersonale con il
soggetto disturbato mentale, e si
auspicano le vie di una psicopatologia
umanistica per il recupero, oggi,
di un’autentica centralità della persona
sofferente.
Mah...
 

NON È UNA COMMEMORAZIONE

Quando guardi la morte in faccia,
in quel momento sei immortale

immagine

Il male è il prodotto dell'abilità
degli uomini di rendere astratto
ciò che è concreto.

immagine 

 

" PER ASPERA AD ASTRA"

Attraverso le difficoltà si giunge fino alle stelle

immagine

 

TRACCIA DI UN BLOG

Le cose che scrivo sono il punto
di arrivo delle sensazioni che
fanno rumore dentro di me.
Esse nascono, maturano e
cessano il loro naturale
corso in tempo a volte troppo
corto perché se ne possa
prendere coscienza, altre volte
fin troppo lungo perché se ne
possa perdere traccia. (C.B.)



Lasciare una traccia sulla rete
grazie ad una fredda tastiera,
senza sapere chi leggerà
queste righe rubate non ricordo
più a chi e senza sapere cosa
penserà.

 

FUCK YOU