Creato da lauviahdamore il 03/10/2005

Amici del Subconscio

Il subconscio può lì dove tu pensi di non farcela

 

 

« Le tentazioni dell'AngeloLe tentazioni dell'Angelo  »

Le tentazioni dell'Angelo

Post n°92 pubblicato il 05 Giugno 2006 da lauviahdamore

Assolutamente una storia NON vera... (Scritta nel 2001)

4°puntata 

"Bisogno di una "bolla"... 

...desiderio di un "numero"...

L'Angelo Serafino sente bussare alla porta della sua camera...

E' un suo vecchio amico, Cherubino, con il quale molto spesso piacevolmente parlano del più e del meno...

CHE... "Ma che ti è successo, come mai non eri alla partita di calcetto?" 

SER... "E' un periodaccio... lasciamo perdere... ho fatto una richiesta al Comitato... e non me l'accettano... la burocrazia è lenta..." 

CHE... "Raccontami... conosco un tipo che lavora nella segreteria del Comitato... proviamo a vedere se con un "regalino" si riesce ad avere più fortuna... Ma cosa ti serve?"

SER... "Lascia stare... quello che voglio è impronunciabile!"

CHE... "E che sarà mai!?... Non ti vergognerai mica di dirlo ad un vecchio amico?"

Serafino, all'orecchio del suo amico, pronunciò un solo vocabolo... Cherubino ebbe una sola reazione: rise, rise e rise per almeno 10 minuti...

CHE... "Dai che ce l'ho io la soluzione!!!... Tu hai semplicemente sbagliato il modulo di richiesta!... Devi compilare una "bolla di accompagnamento" e devi inserire i dati precisi... Lo sai che non ci si può spostare senza quel documento!!!"

Serafino era sgomento.

CHE... "Ora vado, torno tra un'ora e il modulo lo compiliamo insieme..."

Il suo amico andò via ancora ridendo però pensava a tutti i dati che occorreva inserire nella bolla e si accorse che uno, il più importante non lo conosceva... o forse non se lo ricordava...

Bastava ricordarsi un numero!!!!

Pubblicità

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

Questo blog è interamente dedicato a Paola....                                                  "Quando i rapporti umani vanno oltre l'opportunismo virtuale"

 

 immagine

Ti criticheranno sempre e  parleranno
male di te... 

Quindi: vivi come credi e fai ciò che vuoi... 

Una vita è un'opera di teatro che non ha
prove iniziali.

Quindi: canta, ridi, balla, ama...

vivi intensamente
ogni momento della tua vita...

prima che cali il
sipario e l'opera finisca senza applausi.

Charlie Chaplin

"Luci della ribalta"

 

ALTRE IDENTITÀ

 

FACEBOOK