Creato da steppen.wolf il 01/01/2008

Gaia

Una maggiore consapevolezza delle conseguenze delle nostre azioni darà vita ad un nuovo impegno per impedire la distruzione della vita sulla terra.

 

 

« L'artico si sta sciogliendoIl mare si desertifica »

La società sostenibile

Post n°9 pubblicato il 21 Gennaio 2008 da steppen.wolf
 

Ormai è chiaro che quello che noi attualmente chiamiamo sviluppo, o crescita economica non è sostenibile dal pianeta, stiamo esaurendo le fonti non rinnovabili, come il petrolio ed altre materie prime, stiamo sfruttando eccessivamente le fonti rinnovabili come le foreste gli oceani l’acqua, e stiamo provocando cambiamenti climatici che provocano disastri enormi, le risorse inoltre non sono equamente distribuite e questo provocherà sempre più tensioni sociali dal terrorismo alla guerra per le risorse

Qual è la soluzione? "La società sostenibile".

Nel 1987 la commissione mondiale per l’ambiente e lo sviluppo ha definito l’idea di sostenibilità:

La società sostenibile è una società che soddisfa i propri bisogni senza compromettere la capacità delle future generazioni di soddisfare i propri.

E difficile immaginare come sarà una società sostenibile sicuramente molto diversa da quella attuale, sicuramente i valori su cui poggerà saranno molto diversi, ed ogni attività sarà valutata con i criteri della sostenibilità, si cercherà sempre il benessere, ma si capirà che si può avere anche senza il consumismo, probabilmente saranno guardate con disprezzo le persone che ostentano ricchezze materiali, e si ammirerà la sobrietà,

La rivoluzione della sostenibilità sarà prima di tutto una rivoluzione culturale di milioni di persone, e l’informazione sarà il fattore chiave del cambiamento.

Questa rivoluzione è iniziata circa quaranta’anni fa, quando Aurelio Peccei con gli altri membri del club di Roma,finanziò uno studio per prevedere quale sarebbe stato il nostro possibile futuro, il risultato fu un libro intitolato “i limiti dello sviluppo” ora quei concetti si stanno diffondendo e probabilmente tra altri quarant’anni saranno entrati a far parte della cultura comune.

La strada da fare è molta e tutti possono e devono dare il loro contributo, e anche tu che stai leggendo se capisci l’importanza di queste idee devi esserne profeta in modo che si diffondano il più velocemente possibile.

Wolf

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/lavitasullaterra/trackback.php?msg=3952798

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
dragonshare
dragonshare il 21/01/08 alle 10:12 via WEB
Molte volte la storia ci ha insegnato questo concetto.Gli abitanti dell'isola di pasqua,si estinsero,quando nonostante si rendessero conto che ciò che stavano facendo era errato,tagliarono l'ultimo albero dell'isola.Praticamente distrussero la loro stessa fonte di vita.Oggi noi nel 2008 ci stiamo comportando alla stessa maniera.La scuola insegna la storia,teoricamente per non incappare negli errori commessi dai nostri antenati.Per capire nonostante la nostra imperfezione,che possiamo cambiare le cose.Mi duole dirlo,ma purtroppo la gente non è compatta,ecco del perchè la nostra condanna è già in fase di sentenza.Quando una persona sta bene,non si preoccupa del benessere degli altri,e conseguentemente si isola,e procede tranquillo per la sua strada.L'uomo di per se non dovrebbe agire così,perchè è fatto per stare insieme,e perchè tutti i comportamenti analoghi hanno portato alla fine di imperi,stati e poteri....Siamo dipendenti l'uno dall'altro.Ad ogni azione corrisponde una reazione.Certamente in questo contesto la società non andrà avanti per molto,ma nonostante sia evidente nessuno vuole fare marcia indietro,perchè il denaro e il potere sono più importanti della vita e prolungamento della propria specie...complimenti di nuovo per i post
 
 
steppen.wolf
steppen.wolf il 23/01/08 alle 08:34 via WEB
Ciao Drago sono perfettamente daccordo con te, conosco bene la terribile storia storia dell'isola di pasqua, le analogie con la nostra, la terra è come un'isola da cui non possiamo scappare... si l'egoismo è alla base ti molti problemi... complimenti per il tuo commento ... potevi farci un post :-)a presto
 
   
dragonshare
dragonshare il 23/01/08 alle 09:27 via WEB
i tuoi post sono molto belli...a me piace più commentare e scambiare opinioni in maniera civile....che non fa scriverne....di nuovo bei post....tra un po' ti manderò per posta la spiegazione del mio progetto...non mi sono dimenticato,così possiamo vederlo insieme e confrontare le idee...buona giornata
 
     
steppen.wolf
steppen.wolf il 23/01/08 alle 21:33 via WEB
E a me fa piacere essere commentato... attendo notizie sul tuo progetto ciao Drago buona serata
 
charles_dexter_ward
charles_dexter_ward il 21/01/08 alle 12:37 via WEB
La cosa che fa riflettere è che mentre a Napoli continua l'emergenza rifiuti tra mille polemiche, dall'altra parte del mondo, i governi cinese e australiano decidono la riduzione dell'utilizzo delle buste di plastica per ridurre l'inquinamento e risparmiare risorse naturali ed altri Paesi stanno pensando di adottare le stesse misure per la lotta all'inquinamento, come Francia e Germania. Ogni tanto sarebbe il caso di guardare cosa fanno gli altri, giusto per migliorarci un pò. Ciao wolf
 
 
steppen.wolf
steppen.wolf il 23/01/08 alle 08:41 via WEB
Bè l'Australia ha fatto nel suo territorio danni molto gravi... e ora ne sta pagando le conseguenze... in Cina per il dio progresso i danni li stanno ancora facendo ... pensa che nasce una nuova cantrale a carbone ogni settimana!! ma ad esempio sulle rinnovabili è piu avanti dell'Italia... si hai ragione basterebbe prendere per esempio le cose giste che fanno gl'altri paesi, non sarebbe difficile... Ciao Charles a presto
 
moll_flanders1
moll_flanders1 il 21/01/08 alle 13:35 via WEB
ciao Wolf, questa é una società eco-insostenibile e mi rendo sempre più conto che non si fa proprio nulla per salvare le risorse del nostro ambiente,che stiamo letteralmente prosciugando e distruggendo. Nessuno di noi ha una consapevolezza critica al riguardo, forse perché il problema per molti é inverosimile, lontano dalla loro testa ed é più comodo pensare al proprio andazzo quotidiano.Non pensando che, proprio nelle attività quotidiane che svolgiamo, sono incluse quelle a salvaguardare l'ambiente. Ma finché ciascuno di noi imbratterà i marciapiedi (tanto per fare uno stupido esempio)con le varie cacche dei loro amati cani, invece di munirsi di paletta e sacchetto; oppure di seminare i boschi dei resti del pranzo domenicale, allora...addio, mondo. Un saluto Helene
 
 
steppen.wolf
steppen.wolf il 23/01/08 alle 08:43 via WEB
Il problema è che comunque saremo costretti a farlo... ma prevenire sarebbe meglio che curare... si anche nelle piccole cose si può fare molto... quello è un dovere di tutti... tutti dobbiamo imparare a cambiare un pò alla volta... ciao Moll a presto
 
   
moll_flanders1
moll_flanders1 il 23/01/08 alle 17:35 via WEB
Sono d'accordo con te, Charles. Per forza é un nostro dovere, imprescindibile dalla nostra vita e da quelle delle generazioni future,il trovare un sistema per far cambiare le cose; acquisire una coscienza comune, critica e civile che ci induca a contribuire alla protezione del nostro ambiente in ogni modo possibile e lecito. Solo il pensare a Napoli, é un problema che fa venire la pelle d'oca...Ma sembra prevalere, comunque e sempre (questa mia é una sensazione personale),un clima di sostanziale disinteresse al problema da parte della nostra società, nonostante i politici si riempiano la bocca di belle parole e la gente ne parli.. Parlare sì,ma non basta più. Programmi ben definiti per affrontare il problema non mi pare che ce ne siano;ci si contenta di aspettare con trepidazione l'ennesima edizione del grande fratello e tiriamo a campare... Saluti a te, Charles
 
kiblyn
kiblyn il 21/01/08 alle 18:32 via WEB
Ciao come va? Se hai voglia volevo invitarti a vedere un cortometraggio noir iterpretato da me che hanno trasmesso su La7. Ciao buon inizio settimana.
 
 
steppen.wolf
steppen.wolf il 23/01/08 alle 08:44 via WEB
Si certo paserò sicuramnete ciao a presto
 
bruno14to
bruno14to il 21/01/08 alle 20:28 via WEB
Ciao, temo che la nostra società sia poco o per nulla sostenibile. Non esiste programmazione per il futuro nè tantomeno interesse per la qualità del pianeta che lasceremo a figli e nipoti. Buona serata, Bruno
 
 
steppen.wolf
steppen.wolf il 23/01/08 alle 08:47 via WEB
No non le proprio per nulla... ma dovrà diventarlo per forza di cose di questo ne sono sicuro... Gaia è un organimo che si autoregola e l'uomo che è diventato una malattia verrà bastonato finchè non riuscirà a vivere in simbiosi... ciao a presto Bruno
 
magicjuves
magicjuves il 24/01/08 alle 10:50 via WEB
buongiorno e grazie per il messaggio nel mio blog....stefy
 
 
steppen.wolf
steppen.wolf il 05/02/08 alle 19:26 via WEB
Ciaooo grazie a te :-)
 
moll_flanders1
moll_flanders1 il 24/01/08 alle 14:09 via WEB
ciao Wolf, un saluto veloce per l'augurio di un buon pomeriggio! Helene
 
 
steppen.wolf
steppen.wolf il 05/02/08 alle 19:27 via WEB
Grazie Helene ... ciao a presto
 
AliceVirtu
AliceVirtu il 01/02/08 alle 15:51 via WEB
Non vedo l'ora che questo mondo migliore arrivi, che le menti umane mutino e si facciano rispettose e lungimiranti. Aspetto con ansia il momento in cui tutti si guarderanno dentro chiedendosi: "ma sono davvero sicuro che siano tutti questi oggetti a rendermi una persona felice?"... A presto..
 
 
steppen.wolf
steppen.wolf il 05/02/08 alle 19:31 via WEB
Io purtroppo penso che finchè non saremo obbligati dagli eventi... ben poco succederà... mi auguro non sia troppo tardi... la tua domanda è la chiave di svolta... ciao a presto...
 
maffy.maf
maffy.maf il 02/02/08 alle 02:17 via WEB
Hai perfettamente ragione! Abbiamo tutti una parte di ragione... Ma di insostenibile, secondo me, c'è la piccolezza dell'essere umano dinanzi alla propria distruzione di cui è arteficie protagonista.
 
 
steppen.wolf
steppen.wolf il 05/02/08 alle 19:33 via WEB
Si ma prima o poi arriverà il conto da pagare... e dovremo adeguarci per forza... ciao :-) è bello vederti a presto
 
   
maffy.maf
maffy.maf il 05/02/08 alle 23:36 via WEB
Mi sento pessimista in questo caso :( Non credo che l'uomo si adeguerà! E' da molti secoli che commette gli stessi errori e del resto ...una generazione passa a quella dopo il proprio debito. Perchè dovrebbe essere diverso? Forse perchè ogni secolo che passa, pensiamo di essere più progrediti? Magra illusione davvero. Ci saranno sempre persone valide e competenti come te che sollevano il polverone e illuminano le coscienze e ci saranno sempre quelli che faranno spalluccee quelli come me... che fanno polemica ;)
 
     
steppen.wolf
steppen.wolf il 06/02/08 alle 09:10 via WEB
Perchè i debiti non possono protrarsi all'infinito tutto ha un limite... in questo caso il limite è il pianeta in cui viviamo, io forse sono piu pessimista di te, ma quando finiranno gli idrocarburi la nostra società dovrà adeguarsi per forza, quando il cibo non basterà più per tutti, ci azzuferremo per averlo... stiamo viaggiando su un'auto lanciata a folle velocità contro un muro indistruttibile, se ne siamo consapevoli freniamo, altrimenti andremo a sbattere, io spero che si riesca a frenare quel tanto che basta almeno per ridurre i danni...
 
sabrina_ergo_sum
sabrina_ergo_sum il 04/02/08 alle 11:20 via WEB
Eccomi...grazie per la fiducia...a inagurare il tuo blog impegnato...ogni manifestazione di coraggio sia pur piccola come la nostra...come la tua...è solo una goccia nell'oceano...ed esso è formato da tante gocce d'amore...come le tue come le mie...Voglio ringraziarti con una poesia che non è mia...ma è di tutti noi... Attendimi sulla spiaggia arriverò coi delfini sulle onde dell'oceano tra le grida dei gabbiani la vela gonfia di vento la pelle bianca di sale. Arriverò alle prime luci dell'alba col nuovo sole per scacciare la notte della lontananza. Lascerò le mie impronte sulla sabbia come le tue parole sul mio cuore e tesseremo il domani sotto l'azzurro cielo del tuo nuovo mondo PS: Congratulazioni per il tuo nuovo mondo...Sabrina è con te e segue i tuoi passi
 
 
steppen.wolf
steppen.wolf il 05/02/08 alle 19:35 via WEB
Ciao si questa è solo una piccolissima goccia nel deserto... forse inutile ma almeno avrò provato... Grazie per la poesia molto bella... e grazie di esserci !! per me è importante a presto
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 20
 

LETTURE CONSIGLIATE

La rivolta di Gaia di James lovelockIl bene comune della Terra di Vandana Shiva


I signori del clima. Come l'uomo sta alterando gli equilibri del pianeta 

I nuovi limiti dello sviluppo. La salute del pianeta nel terzo millennio
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Ro_Cmaurizi.brunelladragonissimo1rickyb2gianchi890AldoCarerababybadgi.mgiuliocrugliano32ritabotti1970ceithreninograg1f.chianura1980ladymiss00davidesolurghi
 

ULTIMI COMMENTI

buon compleanno
Inviato da: ninograg1
il 07/04/2013 alle 07:15
 
uno scenario da incubo...
Inviato da: rox.rg
il 24/07/2008 alle 15:37
 
Caro steppen,ciò che dici è molto vero,ma partiamo dal...
Inviato da: dragonshare
il 17/07/2008 alle 18:51
 
bentornato...ricorda che l'unica libertà che abbiamo è...
Inviato da: dragonshare
il 17/07/2008 alle 18:37
 
esatto le solite.. parole, parole, parole... c'é...
Inviato da: i_companeros
il 17/07/2008 alle 14:07
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom