Creato da xavierwheel il 16/08/2010
Dedicato a tutte le persone che sanno ascoltare e dare voce al proprio cuore

Pensieri e Aforismi

 

Dubitate di chi ha solo
grandi certezze
e riponete fede
in chi ha anche
dei ragionevoli dubbi,
in quanto
la vera saggezza
sta anche
nel saper riconoscere
la propria ignoranza,
ne fu un classico esempio,
il grande filosofo greco Socrate,
alla base della
cui sapienza
stava la consapevolezza
di sapere
di non sapere nulla.

Xavier Wheel

 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

Ultime visite al Blog

key251Smeraldo08Cherryslcuspides0surfinia60alberto.gambinerixavierwheelamistad.siempreqmrcarloreomeo0agosto2999misteropaganogocce.di.brina0marsiglia.r
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

IL COMPLOTTISTA

Post n°98 pubblicato il 03 Gennaio 2021 da xavierwheel

LEGGERE CON CAUTELA!

Questo post può nuocere gravemente alla salute dei complottisti!

Scritto da Carlo Romero


Caro complottista, vorrei porgerti una domanda: Come mai si sarebbe dovuto ricorrere ad inscenare, architettare una pandemia, con conseguente reale crisi economica mondiale, recludendo praticamente ai domiciliari per mesi milioni di persone, svuotando piazze e città, costringendo alla chiusura bar, ristoranti e vari altri locali pubblici, mettendo in serio pericolo l’esistenza di aziende e di altre attività commerciali, il tutto per avere il pretesto, tramite uno pseudo vaccino, di impiantare:
Un chip dotato di tecnologia 5G, una sorta di cerotto o un tatuaggio quantico in grado di accedere e di trasmettere in ogni momento alle autorità competenti informazioni relative alla nostra posizione, al nostro stato di salute, alla nostra fedina penale, sul nsotro conto corrente, sui nostri gusti sessuali, sulla nostra appartenenza politica, sulla nostra fede religiosa, ecc.
Quando tali dati e molti altri sono già accessibili da anni non solo dalle autorità competenti ma da chiunque abbia l’adeguata strumentazione, il relativo software e le giuste competenze informatiche?
Ti faccio solo alcuni esempi:
Quando strisci la tua carta di credito o bancomat, all’interno di qualunque esercizio commerciale, si può risalire a: in quale negozio hai fatto l’acquisto, cosa hai comprato, il giorno e l’ora in cui hai effettuato l’acquisto e l’importo, acquisendo contemporaneamente i dati della carta attraverso cui hai effettuato il pagamento, sarà possibile accedere alle informazioni relative al conto corrente cui essa è associata, i relativi estratti conto, i finanziamenti in essere e quelli estinti, le domiciliazioni attive, ecc, arrivando persino a clonarti la stessa di modo che chiunque sia in possesso del clone possa fare acquisti utilizzando i tuoi soldi.
Quando te ne vai in giro con il tuo inseparabile smartphone, tablet, laptop o qualunque aggeggio elettronico in grado di connettersi alla rete, a proposito anche la tua auto può essere dotata di un dispositivo GPS, fosse anche solo un antifurto satellitare, puoi essere costantemente localizzato e, ti svelo un segreto, anche se disattivi la geolocalizzazione essa può restare attivata in background e anche se così non fosse, sarebbe possibile localizzarti semplicemente triangolando la posizione delle antenne all’interno della cella a cui si è agganciato il tuo dispositivo per permetterti di ricevere e inviare chiamate o di connetterti ad internet.
Quando navighi in internet, effettui ricerche tramite Google o qualunque motore di ricerca, i dati relativi alle tue ricerche vengono archiviati, ceduti o venduti ad altri enti dalle multinazionali che gestiscono tali motori, rivelando così i tuoi gusti, i tuoi interessi e non solo per fini commerciali credimi. Lo stesso vale quando entri in quei siti in cui ti chiedono di accettare i cookie per poter accedere alle informazioni in essi contenute, o quando per crearti qualunque tipo di account ti chiedono il consenso al trattamento dei tuoi dati personali, consenso obbligato, perché se rifiuti ti verrà negata la possibilità di concludere tale procedura. Non voglio allarmarti ma senza che tu dia alcun consenso è possibile accedere anche ai dati relativi alla tua cronologia di navigazione e mi dispiace dirtelo, ma è possibile risalire anche ai dati relativi a quei siti che hai visitato in modalità privata.
Non vorrei alimentare le tue paranoie, ma in qualunque momento e senza che tu te ne accorga, è possibile accedere al microfono del tuo smartphone e ascoltare ciò che dici anche quando esso è apparentemente in standby. Non ci credi? Allora pensi di essere dotato di poteri paranormali quando riesci ad attivare il tuo dispositivo semplicemente pronunciando la frase: “OK GOOGLE” o “EHI SIRI”? Questo vale anche per quei dispositivi tipo ALEXA o GOOGLE HOME che magari hai in casa e con i quali potrai essere ascoltato con una portata è una qualità decisamente migliore. Ti dirò di più, lo stesso identico software è in grado di attivare la fotocamera non solo del tuo smartphone ma di qualunque tuo dispositivo che ne sia dotato e che abbia accesso alla rete, scattando foto o registrando video a tua insaputa, materiale che, inutile dirlo, potrebbe poi essere divulgato in rete.
Mi fermo qui, perché non è mia intenzione angosciarti oltre e perché basterebbe incrociare tutti i dati raccolti tramite quanto scritto sopra per avere informazioni su di te, di cui neanche tu sei in possesso e che nessun tatuaggio quantico sarà mai in grado di ottenere e di contenere e pensare che c’è chi nonostante quotidianamente lasci dietro di se una scia di dati sensibili non ha voluto scaricare l’app IMMUNI perché in essa vi vedeva una violazione della sua privacy, gli stessi che poi magari hanno scaricato l’app IO, fornendo senza alcun problema le proprie coordinate bancarie, i dati relativi alle proprie carte di credito, ecc, e pensare che simili personaggi hanno ancora il coraggio di parlare di coerenza.
Ma se nonostante tutto questo, si fosse voluto comunque impiantarci un qualunque dispositivo per controllarci ulteriormente, sarebbe stato sufficiente prometterci un piccolo bonus, soglia massima 150 euro ad esempio, visto il successo dell’operazione cashback e dell’app IO ad essa collegata o trasformare il chip 5G anche in un router a cui collegarci con connessione illimitata e gratuita e avremmo assistito ad una adesione di massa volontaria. Senza provocare il dolore, l’ansia, la rabbia la frustrazione di milioni di persone e tutto ciò che le restrizioni dovute al covid hanno comportato e comportano. Lo abbiamo visto e constatato più volte, l’essere umano in genere si svende per pochi euro, anzi a volte per niente.
Caro complottista, ti devo confessare che tutti noi abbiamo rinunciato, consapevolmente o inconsapevolmente alla nostra privacy tanti anni fa, in nome della tecnologia e di quel progresso che da essa deriva e questi cavalieri erranti che a spada tratta pretendono di difenderla, mi sembrano in realtà tanti Don Chisciotte che combattono contro altrettanti mulini a vento.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

I.A. vs D.N.

Post n°97 pubblicato il 08 Novembre 2020 da xavierwheel

Viviamo in un epoca in cui all'Intelligenza Artificiale, sempre più evoluta, abbiamo contrapposto la Deficienza Naturale, sempre più diffusa. Xavier Wheel.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

In amore

Post n°96 pubblicato il 23 Aprile 2015 da xavierwheel

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Carlo Romero intervista Xavier Wheel

Post n°95 pubblicato il 02 Dicembre 2014 da xavierwheel

Ciao, oggi come anticipato in un mio post, mi accingo ad inaugurare quello che vorrei divenisse uno spazio fisso, le interviste dei blogger, lo scopo è quello di intervistare gli amici blogger per tentare di conoscerci meglio, di interagire, divenendo così sempre di più una vera Community.

Ringrazio e saluto il mio amico Xavier Wheel, per essersi offerto quale cavia, per questa mia prima intervista.

Xavier Wheel: Ciao a tutti.

Carlo Romero: iniziamo subito, ho visitato il tuo profilo e il tuo Blog, ricco di pensieri, riflessioni e poesie molto profonde e toccanti, tu come ti definiresti: un Poeta o un Filosofo?

Xavier Wheel: Niente di tutto questo, sono semplicemente un uomo che cerca di mettere in parole le sue emozioni, di cristallizzarle su un foglio, cartaceo o virtuale che esso sia poco importa, quasi come se fossero delle istantanee emozionali, ed ogni volta che rileggo qualcosa che ho scritto rivivo le emozioni che attraverso le parole ho descritto, spero che altrettanto capiti a chiunque le legga.

Carlo Romero: Perché hai deciso di entrare in questa Community?

Xavier Wheel: Per incontrare persone che, nella quotidianità non avrei mai avuto l’opportunità di conoscere. Io credo che i vari social siano un potente strumento di interazione, ma come ogni strumento dipende sempre con quali intenzioni  e con quale criterio si decide di usarlo.

Carlo Romero: In questa community hai trovato ciò che cercavi?

Xavier Wheel: Direi di sì, ho conosciuto persone meravigliose, dotate di una sensibilità e di una umanità straordinarie, di cui ho apprezzato il loro modo di essere e di porsi. Certo si potrebbe fare molto di più in termini di interattività, di condivisione, per questo mi auguro che questa tua iniziativa sia il primo passo per trovare nuovi modi di interazione che possano sempre più aiutarci a conoscerci facendoci conoscere.

Carlo Romero: Perché hai iniziato a scrivere nel Blog?

Xavier Wheel:  Come ho scritto anche in un mio post, per lo stesso motivo per cui si scrive un diario, ma forse con un po’ di sincerità in più, in quanto quando si scrive un diario l’obiettivo palese è quello di tenerlo nascosto, gelosamente custodito da occhi indiscreti, affinché nessuno possa leggerlo, perché troppo personale, troppo intimo, ma la verità latente è un’altra, inconsciamente vogliamo che qualcuno lo legga, vogliamo che qualcuno sappia come siamo realmente fatti, quali siano i nostri sogni e le nostre paure. Tutto ciò che si scrive del resto è in funzione che qualcuno, non chiunque, ma qualcuno lo possa leggere. La cosa di cui sono fermamente convinto è che non si può programmare un blog, deve nascere e crescere così, giorno per giorno, uniformandosi all’umore e alle vicissitudini del suo autore, solo così potrà considerarsi autentico.

Carlo Romero: So che hai scritto un libro: “La Voce del Cuore” di cosa parla?

Xavier Wheel: Credo che già il titolo dica molto, vi ho scritto tutto quello che mi dettava il cuore, poesie, pensieri aforismi, nati da esperienze vissute, da sentimenti intensi e passioni fortemente provate. In questo libro vi è la parte di me più vera e profonda, ma anche la più sensibile e quindi la più vulnerabile. Ho scritto questo libro per dar voce al mio cuore, affinché altri la possano ascoltare, sentendo magari il loro cuore unirsi al mio in un unico melodioso canto.

Carlo Romero: Oltre la scrittura hai qualche altro hobby?

Xavier Wheel: Amo molto leggere, leggo di tutto, mi piace tenermi in forma, pratico a livello non agonistico il ciclismo e rassodo i miei muscoli attraverso il body building. Come antistress, appena posso, faccio lunghe passeggiate in mezzo alla natura.

Carlo Romero: Nella vita reale di cosa ti occupi?

Xavier Wheel: Sono un tecnico riparatore specializzato nella riparazione di apparati radiomobili (cellulari), ma all’occorrenza riparo anche pc sia a livello hardware che software. Un lavoro che mi da grandi soddisfazioni, perché è un settore in continua, rapida evoluzione e io amo imparare sempre cose nuove.

Carlo Romero:  Spesso in ciò che scrivi si parla d’amore, quanto è importante nella tua vita questo sentimento?

Xavier Wheel: Direi fondamentale, l’amore, nel senso più vasto che questo termine ricopre è per me l’essenza stessa della vita, senza amore saremmo niente. Il fatto stesso di provare amore verso qualcosa o qualcuno è la sensazione più bella che si possa provare. Amare con tutto me stesso, mettendo amore in ogni mio singolo gesto, questo è quello che cerco di fare nella mia vita, non sempre ci riesco ma continuo a provarci perché credo fortemente in questo sentimento.

Carlo Romero: Se per te va bene Xavier, io chiuderei qui questa intervista, ti chiedo solo di esporre sinceramente le impressioni che hai provato nell’essere intervistato.

Xavier Wheel: Per me è la prima esperienza, non essendo mai stato intervistato, ma è stato bello avere l’opportunità di raccontarmi, di farmi conoscere, mi hai fatto sentire a mio agio e ti ringrazio per avermi intervistato, ripeto, spero che questa tua iniziativa prenda piede, che altri blogger si facciano intervistare e conoscere al di fuori di ogni contesto.

Carlo Romero: Sono io che ringrazio te Xavier, saluto tutti e spero che qualcun altro si proponga per un intervista, ne sarei veramente felice. Preciso che anche per me era la prima volta che intervistavo qualcuno, spero sia andata bene, ma giudicate voi.

Xavier Wheel: Ciao a tutti e ancora grazie Carlo.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PAROLE

Post n°93 pubblicato il 02 Giugno 2014 da xavierwheel

Vivo di parole, mi si appiccicano addosso, le mastico, le bisbiglio, le grido, le sputo.  Parole attraverso cui esprimo stati d’animo, rabbia, gioia, dolore, amore, parole a volte semplici altre complesse, ma che nascondono sempre diversi significati, in cui ognuno può riconoscersi, farle proprie o ripudiarle, se raccontano verità troppo scomode da accettare, verità che si preferisce ignorare. Parole che mi pulsano dentro, che mi ronzano nella testa, che vogliono, pretendono di essere scritte, di materializzarsi sul foglio bianco, cartaceo o virtuale che esso sia poco importa, prioritario fissare le emozioni che esse racchiudono, cristallizzare una sensazione, un pensiero, a questo mi servono le parole, le uso, a volte ne abuso nel tentativo di sondare le profondità della mia anima, di scrutare nell’abisso che ho dentro. A volte le sfido, mi sfido, cercando di esprimere attraverso di esse, concetti che le parole non potrebbero esprimere e allora scrivo parole che vadano oltre il limite delle parole stesse, che esprimano ciò che attraverso di esse non si potrebbe descrivere, parole fra le righe, parole che rievocano sentimenti e sensazioni già vissute, che creano atmosfere suggestive, che vanno al di la del loro significato letterale, spingendosi oltre. Questo è quello che faccio con le parole, questo è quello che le parole mi permettono di fare affinché possa esprimere pienamente ogni mia gioia o turbamento. Parole come anestetico per il dolore, parole che fanno incendiare il cuore e ancora parole per amplificare e trasmettere la gioia, per far riaffiorare ricordi che credevo perduti, parole per ritrovare me stesso, per salutare chi non mi ha saputo capire o per chiedere scusa se sono stato io a non aver capito chi mi stava di fronte. Mi nutro della potenza delle parole, capaci di commuovere, di farci sorridere, di farci riflettere o sognare. Maneggio con cura le parole, le doso sapientemente, come armi affilate o potenti veleni, sapendo che possono lasciare ferite profonde che difficilmente si cicatrizzano o avvelenare l’anima di chi le ascolta o le legge. Parole per tentare di dare voce al mio cuore, per capire ciò che io stesso ho da dire. Parole, per esternare dolori che se interiorizzati per troppo tempo finirebbero per fare male, parole per elaborare pensieri, osservandoli da ogni possibile punto di vista.     

 

Xavier Wheel

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IMPELLENTE BISOGNO DI CAMBIAMENTO

Post n°92 pubblicato il 01 Giugno 2014 da xavierwheel

A volte vorremmo cambiare le persone che ci circondano, il posto in cui viviamo, questo ci potrebbe portare a cambiare amici, paese, città o addirittura nazione, per poi scoprire che quel malessere che sentivamo dentro è rimasto invariato, perché ce lo siamo portato dietro, come un bagaglio troppo pesante e ingombrante, ed allora, se riusciremo ad essere onesti con noi stessi, scopriremo che abbiamo cambiato tutto, tranne ciò che veramente necessitava di un cambiamento… noi stessi. Lo so è difficile ammettere, che siamo noi in tutto o in parte a dover cambiare se vogliamo generare un cambiamento, anche minimo, negli altri, più facile, pretendere che siano gli altri a cambiare come noi vorremmo. Ma la realtà racconta tutta un’altra storia.

 

Xavier Wheel

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IN AMORE

Post n°91 pubblicato il 01 Giugno 2014 da xavierwheel

Non pensare che la grandezza di un amore si possa misurare

in base alla grandezza dei caratteri con cui lo si scrive,

o che l’intensità di un amore

dipenda da quanto frequentemente pronunci le parole:

“Ti Amo”.

L’amore è racchiuso nei piccoli gesti di ogni giorno,

in un sorriso, in uno sguardo, in una frase appena bisbigliata.

L’amore non è solo stare vicini,

ma constatare quante volte

il tuo pensiero va alla persona amata

quando essa è lontana.

In amore il significato di certi silenzi

è così profondo ed eloquente,

che sarebbe un peccato interromperlo

con delle banali parole.

In amore, la gelosia è inutile,

perché chi ama non farebbe mai nulla

che possa far soffrire la persona amata.

L’amore è immune al logorio del tempo,

non si piega sotto il peso delle piccole e grandi difficoltà

che ci affliggono ogni giorno.

Non si spezza o si indebolisce per un banale litigio.

 

L’imperativo dell’amore è costruire, non distruggere.

 

Xavier Wheel

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

RIDERE PER NON PIANGERE

Post n°90 pubblicato il 01 Giugno 2014 da xavierwheel

Ci saranno quei giorni, in cui fingerai una felicità che non ti appartiene, semplicemente perché hai capito che è meglio ridere senza un motivo, piuttosto che piangere per mille valide ragioni.

 

Xavier Wheel

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

INSEGUENDO IL FUTURO

Post n°89 pubblicato il 01 Giugno 2014 da xavierwheel

Chi passa la propria vita inseguendo il futuro è come colui che si illude di raggiungere l’orizzonte, senza rendersi conto che esso si allontanerà esattamente di un passo ad ogni passo che lui compirà nella sua direzione. L’uomo saggio invece non mira a raggiungere il futuro, in quanto è consapevole che esso si costruisce nel presente e che ci sarà sempre futuro fino a quando ci sarà un domani, in quanto oggi era il futuro di ieri e domani sarà già passato.

 

Xavier Wheel

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IL DOLORE

Post n°88 pubblicato il 01 Giugno 2014 da xavierwheel

Il dolore, l’amico di tutti, anche se nessuno l’ha mai veramente voluto,

l’amico che nessuno avrebbe mai voluto aver conosciuto, eppure è proprio lui che ti rimane accanto, quando tutti gli altri amici presunti, ti hanno educatamente abbandonato. Lui, compagno fedele di molte, di troppe notti passate insonni, che ti tiene sveglio nel cuore della notte, che come un tarlo si insinua nei ricordi più cupi. Lo senti straziarti lo stomaco, traboccarti dagli occhi, trasformare in una smorfia il tuo viso.

 

Il dolore, quel pesante fardello, che ogni giorno ti porti dentro, nascondendolo dietro un incerto sorriso, mentre fingi una serenità che non ti appartiene, con essa forse ti illudi di ingannare te stesso e chi ti sta intorno, ma non potrai ingannare il cuore di chi ti vuole bene, che te lo leggerà negli occhi.

 

Xavier Wheel

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

VITA = CAMBIAMENTO

Post n°87 pubblicato il 01 Giugno 2014 da xavierwheel

La vita è cambiamento: o sei tu che cambi per cercare di adeguarti ad essa, o combatti per fare in modo che sia la vita ad adeguarsi a quello che tu sei.

 

Sappi però che qualunque scelta tu farai e qualunque esito esse potranno avere, la vita ti avrà cambiato, perché il cambiamento fa parte della sua natura, ogni essere vivente è costretto a cambiare continuamente per poter vivere.

 

Xavier Wheel

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IL PESO DELL'ASSENZA

Post n°86 pubblicato il 01 Giugno 2014 da xavierwheel

Se vuoi che qualcuno non dia per scontata la tua presenza, fagli sentire il peso della tua assenza.

 

Xavier Wheel

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

RITROVARE SE STESSI

Post n°85 pubblicato il 01 Giugno 2014 da xavierwheel

Se riuscirai ad affrontare in maniera sempre diversa i problemi di ogni

giorno, potrai trovare soluzioni inaspettate. Perché solo se avrai il

 

coraggio di percorrere nuove strade, potrai ammirare paesaggi sconosciuti, certo, rischierai anche di perderti, ma potresti anche trovare ciò che ancora non sapevi di avere perso.

 

Xavier Wheel

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SI PUO' SEMPRE IMPARARE

Post n°84 pubblicato il 01 Giugno 2014 da xavierwheel

Non dimenticare mai che si può imparare anche insegnando.

 

Xavier Wheel

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

I VOLTI DELL'AMORE

Post n°83 pubblicato il 01 Giugno 2014 da xavierwheel

L’amore è come un purissimo diamante, ha mille sfaccettature ed ognuna di esse brilla in modo diverso, se la saprai osservare nella giusta luce.

 

Xavier Wheel

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

AUTENTICA SAGGEZZA

Post n°82 pubblicato il 01 Giugno 2014 da xavierwheel

Il vero saggio non è chi parla solo come tale, ma colui che anche saggiamente agisce.

 

Xavier Wheel

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

AMORE E ORGOGLIO

Post n°81 pubblicato il 01 Giugno 2014 da xavierwheel

E’ amore, quando il cuore trova la forza per mettere a tacere il tuo orgoglio.

 

Xavier Wheel

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PROFONDIFITA' UMANE

Post n°79 pubblicato il 01 Giugno 2014 da xavierwheel

La profondità di una persona dipende da quanto vogliamo spingerci a guardare nell'abisso che ha dentro.

 

Xavier Wheel

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

UNIVERSO INTERIORE

Post n°78 pubblicato il 01 Giugno 2014 da xavierwheel

 

Persone come pianeti, le cui orbite impazzite a volte si intersecano

per brevi momenti, che possono durare un’eternità,

persone come meteore entrano ed escono dalle nostre vite,

persone come stelle comete ci guidano lungo il cammino,

persone come il radioso sole, sanno far risplendere i nostri giorni, scaldandoci il cuore.

A volte ti fermi un attimo a contemplare il cielo della tua esistenza,

costellato dalle persone che hanno illuminato la tua vita,

certo alcune sono più luminose di altre, ma tutte,

tutte hanno contribuito a creare il tuo universo.

Tra queste inevitabilmente saprai che ce ne sono di particolari,

la cui luce brilla ancora nei tuoi occhi,

anche se si sono spente già da tempo nel cielo

ma non nel tuo cuore,

dove brilleranno per sempre.

 

Xavier Wheel

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

TRASMETTERE AMORE

Post n°77 pubblicato il 01 Giugno 2014 da xavierwheel

Non dobbiamo perdere l’occasione di apprezzare le persone che amiamo e che ci amano, aggrappandoci ad esse o dandogli sostegno nel continuo alternarsi delle vicende della vita.

 

Non dobbiamo mai aver paura di mostrare  e dimostrare ciò che proviamo per loro, ricordandoci che in alcuni momenti, un abbraccio sincero è l’unica cosa di cui si ha veramente bisogno e che un “ TI VOGLIO BENE” o un “TI AMO”, detto con il cuore, non è mai scontato. Per questo vi auguro di dirlo e di sentirvelo dire spesso nel corso di tutta la vostra vita, perché l’amore, nel senso più vasto che questo termine ricopre, è un bene prezioso, che aumenta di valore proporzionalmente alla nostra capacità di trasmetterlo agli altri.

 

Xavier Wheel

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »