Creato da: carloreomeo0 il 03/06/2014
pensieri in libertà
Citazioni nei Blog Amici: 34
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 34
 

Ultime visite al Blog

I.am.Laylaalda.vincinialf.cosmosmonellaccio19Watch4khdcassetta2CupidoLiberoRoberta_dgl8luboponina.monamourfz581jigendaisukecarloreomeo0michelericcardiEstelle_k
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 

SIRI INDAGATO PER CORRUZIONE

Post n°236 pubblicato il 18 Aprile 2019 da carloreomeo0

Flat tax, Milano Finanza rende _nore alla Lega: "La ricetta funziona, genera efficienza"

 

Salvini dimostra ancora una volta di essere figlio di quel modo di fare politica che usa due pesi e due misure, troppo legato al garantismo da non riuscire ad essere obiettivo, da perdere di vista la coerenza e la legalità, che pretende che sia la legge a piegarsi alle sue esigenze piuttosto che  sottostare ad essa come tutti i comuni mortali, che pensa che la frase: “La legge è uguale per tutti” sia un eufemismo o che si applichi solo quando ad avere a che fare con la giustizia sono i suoi rivali politici. Del resto in questo ha avuto un buon maestro.

 

Ora vedremo se il M5S riuscirà ad essere coerente con i suoi principi o cederà alle pressioni di Salvini come già successo in passato. 

Sono proprio curioso...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

TUTTOLOGI DEL WEB

Post n°235 pubblicato il 17 Aprile 2019 da carloreomeo0

Risultati immagini per tuttologi del web

 

E poi… e poi ci sono loro, i tuttologi del web, a cui basta fare due ricerche mirate su Google, per diventare esperti di qualunque professione, luminari in qualunque branca dello scibile umano, che con la tipica saccenza dell’ignoranza colta, si sentono in diritto di criticare anche chi quella data professione la svolge da anni, personaggi il cui cervello ha dimensioni microscopiche se paragonato al loro ego sconfinato, che li porta a credere di essere gli unici depositari della verità assoluta e che tutti gli altri, indistintamente, siano solo un branco di ignoranti.   

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

NOTRE-DAME IL GIORNO DOPO...

Post n°234 pubblicato il 16 Aprile 2019 da carloreomeo0

Incendio Notre Dame, la vignetta dell'artista Cristina Correa Freile

 

Che tra noi italiani e i francesi ci sia una sorta di antipatia reciproca è risaputo, sarei un ipocrita se tentassi di negarlo, ma di fronte a fatti simili si lascia da parte tutto e ci si stringe in un simbolico fraterno abbraccio.

 

Mi ha fatto veramente male leggere sui social certi commenti, certe battute sarcastiche e irreverenti, riguardo all’incendio di Notre-Dame,  allo stesso identico modo in cui mi ha fatto male al tempo leggere i commenti di certi francesi in merito alle sciagure che hanno colpito in passato l’Italia, vedi il terremoto di Amatrice, la valanga a Rigopiano e il crollo del ponte di Genova, abbassarci al loro livello però non ci rende di certo migliori, anzi. I deficienti, per non dire di peggio, non hanno nazionalità, si trovano ovunque, facciamo solo e sempre in modo che l’intelligenza non venga soffocata dall’ignoranza.

 

Non condivido neanche le critiche mosse ai pompieri, facile come sempre criticare comodamente seduti  davanti ad un monitor, ma non è facile gestire un incendio del genere, specie quando le priorità erano due da gestire in contemporanea, domare l’incendio e calarsi tra le fiamme per salvare le opere d’arte a rischio della propria vita.

 

Il mio pensiero va al vigile del fuoco gravemente ferito.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

INCENDIO NOTRE-DAME

Post n°233 pubblicato il 15 Aprile 2019 da carloreomeo0

Incendio a Notre Dame a Parigi, le fiamme devastano la cattedrale: crollano la guglia e il tetto

Sono vicino ai cugini francesi, Notre-Dame, non è solo il simbolo di Parigi è patrimonio dell’umanità, emblema dell’arte e della cultura. Mi consola solo il fatto che non vi siano state vittime. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IN RICORDO DI TE...

Post n°232 pubblicato il 14 Aprile 2019 da carloreomeo0

 

A volte inesorabilmente riaffiorano in me ricordi dolorosi, ricordo le tue braccia forti che mi stringevano forte al petto, ricordo il pulsare vigoroso del tuo grande cuore e il tuoi luminoso sorriso, ora le tue esili braccia si avvinghiano a me, affinché ti sorregga, mentre mi sussurri all’orecchio non mi lasciare. Sento ancora il tuo grande cuore, ma ora più flebile è il suo pulsare, ma in esso alberga ancora prepotente l’amore di madre, mentre da troppo tempo mi manca il sorriso che ti illuminava il viso. Vederti così è straziante, ma ho nascosto le mie lacrime dietro uno stentato sorriso, non voglio che tu mi veda piangere, perché le mie lacrime si confonderebbero con le tue.

 

Sono passati quasi sei anni da quando ci hai lasciato ma credimi non passa giorno in cui un pensiero non mi riporti a te, che resterai nel mio cuore fino al suo ultimo battito.

 

Il male oscuro aveva cancellato dalla tua mente di me ogni ricordo, ma il tuo cuore mi ha riconosciuto sempre, fino alla fine.

 

Sei e resterai il mio Angelo.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LA VERITA' SULLE BUFALE

Post n°231 pubblicato il 13 Aprile 2019 da carloreomeo0

L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso, testo

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

INTOLLERANZE COMPORTAMENTALI

Post n°230 pubblicato il 12 Aprile 2019 da carloreomeo0

Risultati immagini per crampi stomaco uomo

Mi rendo conto che con il passare del tempo, sto diventando intollerante a molte cose e non parlo di intolleranze alimentari, ma mi riferisco a delle vere e proprie intolleranze comportamentali, non tollero più, infatti, certi atteggiamenti, certi modi di porsi e di vendersi per ciò che non si è, a chi ha un ego sconfinato e una mentalità ristretta. Di fronte a simili personaggi lo stomaco mi si contrae e gli intestini mi si contorcono, un senso di gonfiore  e pesantezza si localizza nel mio basso ventre e quel che fino a qualche anno fa riuscivo pazientemente a tollerare ora non riesco più a sopportare, mi è divenuta indigesta l’arroganza e la saccenza, la prepotenza e pure l’incoerenza.

Signori miei non so se sia colpa o sia un difetto, se invecchiando c'é sempre più gente che non reggo, ma la vita mi ha insegnato  che se c'é qualcosa che ti rode dentro in qualche modo va esternato, se no la sensazione è tale di come quando hai l'impellente necessità di evaquare ma in bagno non ti ci fanno andare.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

FIUMI DI PAROLE

Post n°229 pubblicato il 11 Aprile 2019 da carloreomeo0

Risultati immagini per logorroico

 

In questa nostra realtà così chiassosa, dove tutti hanno sempre qualcosa da dire, impellentemente, urgentemente tanto che ci si accavalla con l’interlocutore, arrivando a urlare per prevalere sull’altro e il messaggio che inizialmente si voleva dare diventa solo rumore che si aggiunge ad altro rumore, tutti vogliono parlare ma sono rimasti in pochi quelli che sanno ancora davvero ascoltare, comprendere senza giudicare. Mi guardo intorno e scopro che sono sempre più numerosi quelli che hanno paura del silenzio, di quel silenzio profondo che li costringerebbe a viaggi introspettivi che sono divenuti incapaci di intraprendere, di ascoltare quella voce interiore a cui sono divenuti sordi. Non so cosa ne pensate ma a me a volte manca la cultura del silenzio, inteso come assenza di parole da contrapporre ogni tanto a chi invece ininterrottamente ne riversa fiumi sugli altri, inondandoli,  spesso sciorinate così in fretta da non avere il tempo materiale di riflettere adeguatamente su ciò che si sta dicendo, senza dare il giusto peso alle parole.  

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

DEPRESSIONE

Post n°228 pubblicato il 10 Aprile 2019 da carloreomeo0

Risultati immagini per Depressione

 

A volte capita che nella frenesia della vita quotidiana, qualcuno rallenti e resti indietro o che per i motivi più disparati esca da quel sincronismo che scandisce la nostra quotidianità. La causa che può scatenare il tutto il più delle volte è la perdita del lavoro, la difficoltà nel reinserirsi in un mercato sempre più agguerrito e selettivo, dove la concorrenza è spietata, ed ecco che senza neanche rendercene conto, entriamo nel tunnel della depressione, il male di questi nostri tempi. Di quel male che ti fa sentire un fallito, un essere inutile,  che ti confina in un mondo grigio, velato da un malinconico disagio che non sai neanche tu descrivere, da quello stato d’animo opprimente a cui ti sembra impossibile sfuggire.

 

Lo so, perché ci sono passato anch’io e vorrei dire a tutti quelli che si sentono così, di non abbattersi, dovete innanzitutto ricominciare a volervi bene, dovete farvi aiutare, vi serve aiuto per smetterla di vedere tutto nero,  e iniziare a guardare la vostra vita da un’altra prospettiva, che vi porti a vedere delle possibilità laddove prima vedevate solo porte chiuse. Credetemi è possibile ma avete bisogno di attingere a tutta la forza che vi è rimasta dentro e a tutto l’amore delle persone che vi vogliono bene, perché la depressione è un tunnel da cui si può uscire.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

AMOR PATRIO

Post n°227 pubblicato il 09 Aprile 2019 da carloreomeo0

Risultati immagini per italia bandiera PATRIA

 

Noto, con una forte amarezza, che siamo privi di patriottismo, di quel senso di appartenenza, di quell’amor patrio, che già a pronunciarlo sa di vecchio, di una terminologia desueta, di qualcosa che è non è più di moda in questa società talmente proiettata nel futuro da essersi scordata il passato. Non amiamo questa nostra Italia, perché se l’amassimo davvero la difenderemmo non solo dai politici e da quei governi che fanno più i loro interessi che quelli del Paese, la difenderemmo anche dai furbi e dai furbetti, che invece spesso, sempre più spesso idolatriamo, da chi infrange le regole morali e le leggi a discapito degli altri, degli onesti che in una moralità al contrario diventano i fessonesti. Se l’amassimo davvero questa nostra Italia, non saremmo così indifferenti verso chi la deturpa, verso chi la sporca o la infanga, fosse anche solo a parole. Se avessimo più rispetto per questa nostra Italia non permetteremmo all’ideologia razzista di prendere il sopravvento, ai pregiudizi di dividerci. Non gireremmo la testa dall’altra parte quando il valore di questo Paese viene messo in discussione, non resteremmo in silenzio di fronte a chi è solo capace di enfatizzarne i difetti ignorandone volutamente gli innumerevoli pregi. Dovremmo fare tutto questo soprattutto nel caso in cui avessimo il coraggio e l’intelligenza necessaria per riconoscere che in qualche occasione siamo proprio noi a non amare questo nostro Paese, questa nostra Italia, perché il  cambiamento, quello vero, può partire solo da noi, perché ognuno di noi è un piccolo ma importante tassello di questa società.

 

P.S. Se pensate che fare il tifo per la nazionale italiana sia patriottismo, dimenticate tutto ciò che avete letto sopra, non era rivolto a voi.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SIAMO CIO' CHE NON SIAMO

Post n°226 pubblicato il 08 Aprile 2019 da carloreomeo0

Risultati immagini per vanità egocentrismo social

 

Siamo pieni di fobie, di pregiudizi, siamo divenuti intolleranti verso gli altri, e tutto questo ci limita, condizionando le nostre scelte, condizionando il modo con cui guardiamo noi stessi e il mondo che ci circonda. Viviamo in un epoca che ci istiga all’odio, alla superficialità, all’indifferenza, votati all’individualismo estremo, affetti da quell’egocentrismo che ci porta a usare gli altri solo come specchi in cui riflettere la nostra inutile vanità. Quella stessa vanità che riversiamo quotidianamente nei social, virtualità dell’irreale in cui è possibile creare un immagine di noi, di quel noi che non ci appartiene, di ciò che vorremmo essere ma che non siamo, il luogo perfetto in cui può regnare incontrastata l’apparenza fine a se stessa.    

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

BERLUSCONI E IL COMUNISMO

Post n°225 pubblicato il 07 Aprile 2019 da carloreomeo0

L'immagine può contenere: 1 persona

Quello nella foto, è l’unico italiano che non ha ancora capito che il comunismo in Italia è morto da anni, o meglio, è l’unico italiano a cui fa comodo fare finta di non saperlo. Del resto Berlusconi ha bisogno di un nemico da strumentalizzare, da demonizzare per potersi ergere a salvatore del Paese, un copione già visto, trito e ritrito, ma che fa ancora presa su i tanti italiani affetti da Alzheimer politico. “Accusa” di comunismo anche il M5S, a suo dire la peggiore specie, quella più pericolosa, di comunismo, peggiori addirittura di quelli del PD, che definisce comunisti da salotto. Io vorrei solo ricordare che la stragrande maggioranza dei partiti che formano l'attuale panorama politico di questo Paese sono più a sinistra del PD, per il semplice fatto che il PD stesso non ha la più vaga idea di cosa sia la sinistra, di quali siano i suoi principi, i suoi ideali e lo dimostra quotidianamente.

Berlusconi accusa la maggioranza degli italiani, che alle ultime elezioni politiche non l’hanno votato di, non avere capito nulla, certo, mentre quelli che negli ultimi vent’anni l’hanno votato e continuano a votarlo hanno capito tutto.😂🤣

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LA PATRIMONIALE DI LANDINI

Post n°224 pubblicato il 06 Aprile 2019 da carloreomeo0

L'immagine può contenere: 2 persone, persone che sorridono

 

Maurizio Landini segretario della CGIL, lancia la proposta di una patrimoniale affinché non sia sempre e solo chi ha di meno a dover pagare più tasse, ma siano i più ricchi ad essere tassati e i poveri tutelati, in perfetta sintonia con quell’ideologia tipicamente di sinistra che punta alla redistribuzione della ricchezza o quanto meno tenta di ridurre le diseguaglianze economiche. Mi aspettavo quindi che il PD prendesse subito la palla al balzo appoggiando una simile proposta, invece l’intero partito, che da anni non si era mostrato così unito nella condivisione di una presa di posizione, ha bocciato categoricamente una simile proposta, dimostrando ancora una volta, come se ce ne fosse bisogno, di essere un partito di sinistra a parole ma che con i fatti punta decisamente a destra, a volte più a destra della stessa destra.

 

A sorpresa, ma neanche tanto, anche il M5S boccia quella proposta che, per un movimento che si definisce di matrice populista dovrebbe essere la massima espressione della sua stessa ideologia: “rubare” ai ricchi per donare ai poveri. Una simile reazione fa nascere in me il dubbio che anche loro vogliano difendere quei poteri forti e spesso occulti che a parole dicono di voler contrastare.

 

A mio avviso, in tutto questo mare di apparente incoerenza, l’unico naufrago che arranca fra le onde, saldamente aggrappato al relitto della coerenza è proprio Landini e la confederazione che esso rappresenta.  

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CHI SONO I SOSTENITORI DEL PD???

Post n°223 pubblicato il 05 Aprile 2019 da carloreomeo0

Immagine di copertina

 

Io vorrei sapere quali ideologie persegue chi sostiene e vota PD, forse lo fa per fede o per cieco fanatismo, di certo non è animato da principi di sinistra, in quanto in questo partito non vi è la più flebile reminiscenza di qualunque ideologia di sinistra anzi è esattamente agli antipodi d’essa. La sinistra proposta dal PD è come l’isola che non c’è, è assente, anzi inesistente. Le loro proposte di legge, le loro esternazioni o prese di posizione non fanno altro che alimentare i moti populisti, rafforzando di fatto il governo di cui loro rappresentano l’opposizione, dimostrandosi quindi incapaci, assenti e inesistenti anche nel fare opposizione. 

Il PD ha dimostrato e dimostra la sua totale incapacità di contestualizzarsi con l’attuale situazione politica, sociale ed economica del Paese, vive di fatto in una realtà parallela, in un mondo tutto suo che gli impedisce di comprendere quali siano le reali esigenze del Paese.  

Il PD è portavoce di una sinistra che non c’è, lasciandoci di fatto orfani d’essa, consegnandoci ad un Paese che è di fatto politicamente ambidestro, anzi se devo essere sincero il PD persegue ideologie che vanno oltre il centro destra.  

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

VIRTUALITA' DELLE PAROLE vs CONCRETEZZA DEI FATTI

Post n°222 pubblicato il 04 Aprile 2019 da carloreomeo0

L'immagine può contenere: una o più persone e testo

 

Il fatto è che di questi tempi si da più importanza all’apparenza che alla sostanza.
A chi urla piuttosto che a chi resta in silenzio.
A chi si lamenta piuttosto che a chi non esterna continuamente il proprio malessere.
A chi amplifica i problemi, trasformando sassolini in macigni, piuttosto che a chi se li accolla e che silenziosamente tenta di risolverli.
A chi fa più parole che fatti. 
A chi fa pesare ogni singola cosa che fa piuttosto che a chi fa mille cose come se nulla gli pesasse.
A chi non cerca solo e freneticamente i riflettori perché brilla di luce propria.
A chi non ha bisogno di comprare consensi, perché è ben consapevole dei suoi limiti e dei suoi pregi.
A chi ha la capacità di far apparire complicate le cose più semplici piuttosto che a chi è in grado di semplificare ogni complicazione
A loro, e solo a loro va il mio silenzioso applauso, perché so quanto sia difficile percorrere quella strada resa tortuosa ed impervia da un mondo che da più importanza alla virtualità delle parole che alla concretezza dei fatti, che continua a credere che delegare e collaborare siano sinonimi.  Che continua a confondere la presenza con l’efficienza, che preferisce il clamore fine a se stesso alla silente laboriosità di chi nonostante sia perfettamente consapevole di tutto questo non si adegua ad un sistema che non sente suo e rimane fedele ai suoi principi, anche se con questa sua coerenza si precluderà molte opportunità.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LA SUPERFICIALITA' DELL'APPARIRE

Post n°221 pubblicato il 03 Aprile 2019 da carloreomeo0

Risultati immagini per superficialità profondità

 

Si dice spesso che si dia più importanza all’apparenza piuttosto che alla sostanza ed è vero, viviamo una vita frenetica, dove tutto deve essere veloce, pratico, immediato, dove l’imperativo è correre, non importa verso quale direzione. Questo vale  anche e soprattutto nei rapporti umani, non abbiamo tempo, ne voglia e forse nemmeno la capacità di scandagliare l’anima delle persone che per motivi e ruoli diversi fanno parte delle nostre vite, con cui spesso l’unica cosa che crediamo di avere in comune è la condivisione dello stesso spazio nel medesimo lasso temporale. In questa epoca convulsa l’unica filosofia vincente è la superficialità, la superficialità dell’apparire contrapposta alla profondità dell’essere che ci ha portato ad aguzzare la vista e a inaridire il cuore. L’uomo è qualcosa di complesso di cui noi giudichiamo con semplicistica indifferenza solo le esteriorità. La cosa peggiore è che giudichiamo con la stessa superficialità anche noi stessi, il nostro apparire, incapaci come siamo di qualunque processo introspettivo.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SCHIAVI DELLA LIBERTA'

Post n°220 pubblicato il 02 Aprile 2019 da carloreomeo0

L'immagine può contenere: testo

Definizione di libertà tratta dal dizionario di filosofia TRECCANI: libertà Capacità del soggetto di agire (o di non agire) senza costrizioni o impedimenti esterni, e di autodeterminarsi scegliendo autonomamente i fini e i mezzi atti a conseguirli.

“…Sì, la libertà è insita nell'uomo stesso, fa parte della sua natura e niente e nessuno potrà mai privarlo d'essa, ma è pur vero che per quanto l'uomo strenuamente lotti e si dibatta, non riuscirà mai ad evadere da se stesso, da ciò che è, dalle sue paure, dalle sue angosce, ne tanto meno da quella stessa sete di libertà, di cui egli stesso è prigioniero.”

 

Xavier Wheel

 

Quante guerre sono state combattute in nome della Libertà, quanti hanno vissuto gran parte della loro vita come prigionieri nel tentativo di afferrarla, prigionieri dell’ideologia stessa della Libertà. LIBERTA’, forse una delle parole più abusate, snaturate e distorte di questo nostro tempo, in quanto viviamo in un epoca in cui molte delle catene fisiche che in altre epoche imprigionavano gli uomini sono state infrante. Viviamo in un epoca in cui la parola schiavitù ha fortunatamente perso gran parte del suo drammatico significato.

 

Eppure lasciatemi dire che la Libertà di cui molti di noi godono è una Libertà falsata, ingannevole, illusoria, perché se è vero che le catene fisiche sono state infrante, di pari passo sono aumentate le catene ideologiche, mentali, sociali, religiose, culturali, ecc. A dire il vero io credo che sia proprio nella natura dell’uomo essere palesemente, coscientemente sempre alla ricerca della libertà assoluta, mentre in realtà in questa sua corsa non fa altro che rinchiudersi in schemi di comportamento e mentali sempre più ristretti, a erigere barriere sempre più alte da cui è sempre più arduo per lui evadere, è come se avesse l’assurda e contraddittoria necessità per sentirsi pienamente libero, di porre dei limiti, di mettere dei paletti, di definire dei confini invalicabili. Io in sintesi credo che la Libertà, quella vera, spaventi l’uomo, che per sua stessa natura la ripudi inconsciamente mentre coscientemente la brama, come qualcosa che si vuole a tutti i costi raggiungere, mentre facciamo di tutto affinché ci sfugga, come colui che tenta di raggiungere l’orizzonte.  

 

Se vuoi imprigionare una mente fagli credere che la prigione in cui è rinchiusa si chiami libertà

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

VOTO = CONTRATTO?

Post n°219 pubblicato il 01 Aprile 2019 da carloreomeo0

Immagine correlata

 

Molti credono che con il loro voto, siglino un contratto non scritto che li spinge a sostenere sempre e comunque lo schieramento politico per cui hanno votato. Bene vi svelerò un segreto che potrà stupire molti, il voto non implica nessun vincolo contrattuale, il voto non è neanche una delega in bianco. Questo vuol dire che se lo schieramento politico che avete votato fa, dice o decide qualcosa che contrasta con il vostro pensiero, la vostra ideologia di vita i vostri principi, potete dirlo o scriverlo liberamente. Lo scrivo perché fino ad oggi ho sempre e solo conosciuto persone perfettamente allineate con l’ideologia politica a cui sentono di appartenere, anche quando essa prima dice e poi si contraddice e questo francamente mi sembra un po’ sospetto. Vi prego non sostenete la corrente politica a cui vi sentite legati come se fosse la vostra squadra del cuore, la tifoseria lasciamola negli stadi, perché il tifoso non è mai obiettivo, è tifoso, pur di sostenere la sua squadra vede falli dove non ci sono, il tifoso deve sempre e comunque denigrare, svilire la squadra avversaria anche e soprattutto quando essa vince (quante affinità con alcuni dibattiti politici, sempre più simili a risse verbali ). Abbandonate la tifoseria politica, perché qui in ballo non c’è una coppa o uno scudetto, qui c’è in gioco il nostro futuro, il futuro di questo nostro Paese e delle generazioni che verranno. Rompete gli schemi di pensiero, abbandonate ogni forma di pregiudizio o condizionamento, non permettete che vi appiccichino addosso delle etichette e ritornate ad essere dei liberi pensatori. Per concludere voglio solo dire a chi non concepisce l’apparente incoerenza di alcuni miei post, che io non appartengo a nessuno, non possiedo nessuna tessera di partito e mi sento quindi libero di sostenere chiunque persegua fini che condivido, fossero anche espressi da chi si oppone al governo per cui in parte ho votato. Lo so sono un italiano anomalo, ma è sempre meglio essere anomali che gregge, credetemi.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

RICORDI...

Post n°218 pubblicato il 31 Marzo 2019 da carloreomeo0

Risultati immagini per ricordi

 

Mi sto rendendo conto che più passano gli anni più divengono importanti i ricordi, più il tempo passa e più aumentano i momenti, le emozioni da ricordare. In effetti noi siamo fatti di ricordi, non sempre piacevoli, a volte ingombranti, a volte da dimenticare ma ciò nonostante onnipresenti nella nostra mente, inscindibili da ciò che ora siamo e allo stesso tempo legati a ciò che eravamo. Ricordi, momenti di vita vissuta che per qualche motivo si sono impressi nella mente o cristallizzati nel cuore, come vecchie fotografie ingiallite dal tempo che ogni tanto consapevolmente o accidentalmente andiamo a ripescare, rivivendo nel bene o nel male ciò che esse fanno riaffiorare alla mente. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IL PD: UNO STRANO MODO DI ESSERE DI SINISTRA

Post n°217 pubblicato il 30 Marzo 2019 da carloreomeo0

Immagine correlata

Il PD invece di promuovere e sostenere la proposta di Landini che punta ad ottenere meno tasse e più salario, nonché la reintroduzione dell’articolo 18 per i lavoratori, ritenuta forse troppo di sinistra, rilancia, infatti, dopo la proposta di reintrodurre il finanziamento pubblico ai partiti, ora vuole aumentare gli stipendi dei parlamentari, portandoli dagli attuali 16000 euro a 19000 euro mensili. Dopo simili proposte prevedo un impennata di consensi e futuri successi elettorali. Il PD dopo simili prese di posizione si conferma la vera faccia dell’antipolitica, di quella casta così imperniata su se stessa, talmente blindata nei sui privilegi, così ottusa nella sua tracotanza, da aver innescato quella rabbia diffusa nella maggioranza degli italiani che ha dato vita ai moti populisti che hanno portato all’attuale governo. La cosa peggiore è che il PD non rendendosi conto di tutto questo continua nella sua corsa autolesionista, aumentando le distanze tra se stesso e gli italiani.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »