Blog
Un blog creato da vocedimegaride il 09/11/2006

La voce di Megaride

foglio meridionalista

 
 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

FIRMA E DIVULGA LA PETIZIONE
 
www.petitiononline.com/2008navy/petition.html 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

"mamma" della MARINA MILITARE ITALIANA


 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

FAMIGLIE D'ITALIA

"ARGO" (dim.di LETARGO) il caporedattore de "LA VOCE DI MEGARIDE"/blog, coraggioso foglio indipendente, senza peli sulla lingua... ne' sullo stomaco!
ARGO

Il social family project di Umberto Napolitano
http://famiglieditalia.wordpress.com/

 

IL BLOG DI ANGELO JANNONE

LE NOSTRE VIDEO-NEWS

immagine
L'archivio delle video-news e delle interviste filmate per "La Voce di Megaride" è al link http://www.vocedimegaride.it/Fotoreportages.htm

********* 

 

SFIZIOSITA' IN RETE

 Il traduttore online dall'italiano al napoletano
http://www.napoletano.info/auto.asp

*********

Cliccando http://www.box404.net/nick/index.php?b  si procede ad una originalissima elaborazione del nickname ANCESTRALE di una url. "La Voce di Megaride" ha ottenuto una certificazione ancestrale  a dir poco sconcertante poichè perfettamente in linea con lo spirito della Sirena fondatrice di Napoli che, oggidì, non è più nostalgicamente avvezza alle melodie di un canto ma alla rivendicazione urlata della propria Dignità. "Furious Beauty", Bellezza Furiosa, è il senso animico de La Voce di Megaride, prorompente femminilità di una bellissima entità marina, non umana ma umanizzante, fiera e appassionata come quella divinità delle nostre origini, del nostro mondo sùdico  elementale; il nostro Deva progenitore, figlio della Verità e delle mille benedizioni del Cielo, che noi napoletani abbiamo offeso.
immagine

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 23
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

AREA PERSONALE

 

 

« Incredibile Sanità!Un presepe anche nel Nat... »

Bandiera identitaria

Post n°86 pubblicato il 18 Dicembre 2006 da vocedimegaride
 

dagli appunti di Angelo Manna

….. La lingua è corpo, non è testa, è sangue, non è cervello. Le sue chiavi sono magiche ed è il immaginepopolo a custodirle. Una parola pronunciata da un popolano ha un senso e un sapore che non sempre possono essere colti, compresi dal letterato che è abituato a starsene comodamente dietro una pila di libri, dietro una scrivania nel suo studio isolato, panoramico, privilegiato da una grande quantità di lauree e diplomi, luccicante di coppe e di medaglie. E così un modo di dire racchiude a volte un’esperienza storica che il popolano non conosce ma che ripetendo fa rivivere, e che il dotto, il letterato,perfino l’esegeta non riescono a penetrare, se non si calano in esso con umiltà. La lingua di una nazione non è quella che parlano i suoi reggitori, ma è quella che parla il suo popolo, perché è il popolo il suo “inventore” continuo, il suo sacerdote, il custode delle sue ortografie e delle sue fonazioni. I letterati la forzano, la violentano, anticipano abusivamente evoluzioni che non è detto che naturalmente si verificherebbero, e che, semmai dovessero verificarsi, si verificherebbero secondo natura, e cioè per gradi, rispecchiando l’evoluzione sociale del popolo: perché popolo e lingua hanno sempre lo stesso identico destino.
La lingua è il termometro della civiltà di un popolo, il popolo è una vicenda narrata dalla propria lingua.

immagineNella lingua di Napoli tutte le sofferenze del popolo di Napoli, tutte le felicità, i sentimenti, i moti dell’anima e della testa. Un letterato che violenti il linguaggio del popolo e in TV faccia dire ad uno dei suoi personaggi inventati da lui “ me so’ comprato dudece ova” tradisce il popolo il quale ha sempre detto “ m’aggio accattato na dozzina d’ova” , inventa, abusa, tradisce Napoli per una manciata di milioni: e la scusa che il suo lavoro traditore deve essere compreso anche a Pordenone e a Pinerolo è un’aggravante.
E’ corpo la lingua di un popolo, non è mai testa, è sangue, non è cervello. E le sue chiavi sono magiche, ed è il popolo, soltanto il popolo a custodirle. 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

PREMIO MASANIELLO 2009
Napoletani Protagonisti 
a Marina Salvadore

Motivazione: “Pregate Dio di trovarvi dove si vince, perché chi si trova dove si perde è imputato di infinite cose di cui è inculpabilissimo”… La storia nascosta, ignorata, adulterata, passata sotto silenzio. Quella storia, narrata con competenza, efficienza, la trovate su “La Voce di Megaride” di Marina Salvadore… Marina Salvadore: una voce contro, contro i deboli di pensiero, i mistificatori, i defecatori. Una voce contro l’assenza di valori, la decomposizione, la dissoluzione, la sudditanza, il servilismo. Una voce a favore della Napoli che vale.”…

 

PREMIO INARS CIOCIARIA 2006

immagine

A www.vocedimegaride.it è stato conferito il prestigioso riconoscimento INARS 2006:
a) per la Comunicazione in tema di meridionalismo, a Marina Salvadore;
b) per il documentario "Napoli Capitale" , a Mauro Caiano
immagine                                                   www.inarsciociaria.it 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

versione integrale

 

DEDICATO AGLI EMIGRANTI

 

NOMEN OMEN

E' dedicato agli amici del nostro foglio meridionalista questo video, tratto da QUARK - RAI 1, condotto da Piero ed Alberto Angela, che documenta le origini della Nostra Città ed il nome del nostro blog.

 

IL MEZZOGIORNO CHE DIFENDIAMO

immagine

vuoi effettuare un tour virtuale e di grande suggestione tra le numerose bellezze paesaggistiche, artistiche ed architettoniche di quel Mezzogiorno sempre più obliato dalle cronache del presente?
per le foto:
http://www.vocedimegaride.it/html/Articoli/Immagini.htm
per i video:
http://www.vocedimegaride.it/html/nostrivideo.htm

 

VISITA I NOSTRI SITI

 

I consigli di bellezza
di Afrodite

RITENZIONE IDRICA? - Nella pentola più grande di cui disponete, riempita d'acqua fredda, ponete due grosse cipolle spaccate in quattro ed un bel tralcio d'edera. Ponete sul fuoco e lasciate bollire per 20 minuti. Lasciate intiepidire e riversate l'acqua in un catino capiente per procedere - a piacere - ad un maniluvio o ad un pediluvio per circa 10 minuti. Chi è ipotesa provveda alla sera, prima di coricarsi, al "bagno"; chi soffre di ipertensione potrà trovare ulteriore beneficio nel sottoporsi alla cura, al mattino. E' un rimedio davvero efficace!


Il libro del mese: