Blog
Un blog creato da vocedimegaride il 09/11/2006

La voce di Megaride

foglio meridionalista

 
 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

FIRMA E DIVULGA LA PETIZIONE
 
www.petitiononline.com/2008navy/petition.html 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

"mamma" della MARINA MILITARE ITALIANA


 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

FAMIGLIE D'ITALIA

"ARGO" (dim.di LETARGO) il caporedattore de "LA VOCE DI MEGARIDE"/blog, coraggioso foglio indipendente, senza peli sulla lingua... ne' sullo stomaco!
ARGO

Il social family project di Umberto Napolitano
http://famiglieditalia.wordpress.com/

 

IL BLOG DI ANGELO JANNONE

LE NOSTRE VIDEO-NEWS

immagine
L'archivio delle video-news e delle interviste filmate per "La Voce di Megaride" è al link http://www.vocedimegaride.it/Fotoreportages.htm

********* 

 

SFIZIOSITA' IN RETE

 Il traduttore online dall'italiano al napoletano
http://www.napoletano.info/auto.asp

*********

Cliccando http://www.box404.net/nick/index.php?b  si procede ad una originalissima elaborazione del nickname ANCESTRALE di una url. "La Voce di Megaride" ha ottenuto una certificazione ancestrale  a dir poco sconcertante poichè perfettamente in linea con lo spirito della Sirena fondatrice di Napoli che, oggidì, non è più nostalgicamente avvezza alle melodie di un canto ma alla rivendicazione urlata della propria Dignità. "Furious Beauty", Bellezza Furiosa, è il senso animico de La Voce di Megaride, prorompente femminilità di una bellissima entità marina, non umana ma umanizzante, fiera e appassionata come quella divinità delle nostre origini, del nostro mondo sùdico  elementale; il nostro Deva progenitore, figlio della Verità e delle mille benedizioni del Cielo, che noi napoletani abbiamo offeso.
immagine

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 23
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

AREA PERSONALE

 

 

« Non tutti i "Cardarelli"...Nasce "Generazione Attiva" »

Il mitico conclave di Caserta

Post n°114 pubblicato il 12 Gennaio 2007 da vocedimegaride
 

di Marina Salvadore
immagine

Megaride dolorante reduce dal massacro del conclave di Caserta giorno primo, inutile rappresentazione di tutto il possibile e l’impossibile folklore della Compagnia dei Guitti di Palazzo, più simile ad una malinconica “gita scolastica” per il cinquantenario della maturità di una scolaresca da regio convitto, o anche alla parata carnevalesca dei carri allegorici di Viareggio, visti i “soggetti” che non necessitano di caricature: già di per sé abbondantemente “fisionomici”!!! L’ennesima offesa all’Italia, al Mezzogiorno di nuovo occupato, invaso, dalla ipocrisia del “potere” che vuole travestirsi di paramenti e modi quasi francescani, tormentandoci di buonismo melasso ormai inefficace, capace di far saltare immediatamente i nervi ai senzienti di qualsiasi colore politico. Quanto è costata questa performance puramente mediatica a noi contribuenti…”che ci tocca pagare tre finanziarie progressive del cavolo”? Mancavano solo i parà della Folgore per poter dire di aver schierato il “2 giugno” al completo… persino i cani da “tartufo” sono stati reclutati e li abbiamo visti scovare talpe sui manti erbosi del parco della reggia… ma talpe vere, con tanto di baffetti!… Chi volevano che andasse a sparargli anche solo un bengala a questi imbecilli? Fossero stati i coniugi assassini di Erba, ci sarebbe stato un linciaggio, sicuro! La cittadinanza manco se n’è accorta di tanta nobile schiatta! La folla era composta da forze dell’ordine, lavaparabrezza rom e “vucumpra’” senegalesi ai semafori del vialone,  da cameraman e fotografi e tantissimi giornalai leccaculo (giornalisti assenti). Tutti presenti a Caserta per raccattare il nulla assoluto se non le solite esternazioni che siamo abituati ad ascoltare, uguali, ogni sera da mesi su tutti i telegiornali-fotocopia di tutte le emittenti. Su Famiglia, Precariato, Giovani e Mezzogiorno, dietrologie penose circa la precedente gestione di governo, solito “rosario” di preci e buone intenzioni; risoluzioni zero! Celebrazione all’inverosimile dell’americanizzata Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione, laddove la scolaresca ha prodotto minzioni, desinato e fatto la ninna-nanna… pare, tra l’altro, che quella prestigiosa sede non esisterà più, a breve. Una delle produzioni librarie tematiche della predetta Scuola per funzionari statali titola “Empowerment Innovazione e Ammodernamento delle Pubbliche Amministrazioni del Mezzogiorno” e nel immaginecapitolo “Sviluppo della Cultura del Personale”, Formazione Specialistica per una Gestione Avanzata delle Risorse, si scopre che la Cultura è fatta solo di valutazione e monitoraggio di piani e progetti per i fondi strutturali europei, comunicazione nella P.A. meridionale (forse, in lingua napoletana non essendo il “meridione” italiano?), Finanziamento delle infrastrutture, mercato globale, new public management, contabilità analitica ed altre “scienze” bocconiane varie, prive dell’indispensabile CULTURA del territorio e della sua Storia; elementi fondamentali dai quali soli scaturirebbe ogni possibile disamina circa la geopolitica, l’economia e lo sviluppo. Ma… il territorio è vasto e bello ed ancora sfruttabile… peccato che la sua Storia sia un tabù e che debba essere occultata da nuove forme d’arte di Pensiero e di CULTURA… Megaride ha nutrito per ore, inutilmente, la segreta speranza che gli ignoranti di corte inseriti nel prestigioso contesto culturale casertano avessero sensazione che la Reggia con le sue meraviglie storiche non fosse stata costruita dal mago Zurlì o da Carlo Rambaldi immagineper il loro conclave ma ch’è lì da secoli, a testimonianza di un Sud che seppe anche essere una potenza in Europa, prima di essere colonizzato…ma i viceré di carnevale non hanno assolutamente meditato su queste “quisquilie”, anche perché sarebbe impossibile svendersi la reggia vanvitelliana con una cartolarizzazione. Il giorno prima, peraltro, la voce dell’opposizione di tal Bonaiuti si era prestato ad una “magra” miserevole, sparlando di convegno “neoborbonico” e del menzognero luogo comune del “Facite Ammuìna” della Marina di Franceschiello, ignorando i primati della Marina Italiana che si dipartono proprio dalla Marina Napoletana. Gli illustrissimi nostri hanno organizzato questo bordello, solo per sedersi attorno ad un tavolo e leggere, ognuno, il compitino scritto dai propri portavoce, in interventi della durata massima di dieci minuti. A questo si è ridotto il celebre “conclave”; cosa che avrebbero tranquillamente potuto fare a Roma, magari inoltrandosi via e-mail gli elaborati. Nulla hanno detto a proposito di pensioni, sociale, sviluppo, turismo e tutela del nostro ricco patrimonio museale, realtà progettuali. L’odore di gas venefici  e tumori provenienti dalla vicina Marcianise ha finito col mescolarsi all’aria fritta impastata su Caserta. In breve: “SOTTO IL POLITICO NIENTE!”. La fulgida giornata aveva già preso il via da Napoli, con l’inaugurazione del “trenino” da Fuorigrotta a Mergellina, presentato al mondo come un altro primato napoletano, dopo Bassolino, la Jervolino e Pecoraro Scanio , emuli subliminali e rinnegati dei Borbone della Napoli-Portici ma in assenza delle debite proporzioni spazio-tempo… Alcun telegiornale è stato in grado di fornire le immagini del viaggio inaugurale perché gli imbecilli del cerimoniale, in testa le autorità, avevano invitato circa tremila persone all’evento, mettendo a disposizione un trenino di due vagoni. Botte da orbi tra invitati, cameraman e forze dell’ordine. Il “popolo” non è stato informato di questa vergogna e neppure dei fischi a Prodi a piazza Trieste e Trento. Un altro mezzo massacro lo si è avuto a Caserta, durante la sfilata dei immagine"carri allegorici" e delle maschere istituzionali: forze dell’ordine contro cameraman, fotografi contro forze dell’ordine e cameraman, una bolgia stretta tra gli ambientalisti di Pecoraro Scanio scesi in piazza a protestare…contro se stessi, parrebbe, visto che non si sono accorti d’essere al Governo… Il solito “pierino”, quel pirla di Pannella, ha fatto anche l’ammuffita goliardata, credendo di fare un atto politico di protesta: nel chiuso del segretissimo conclave con il telefonino si è messo in diretta su Radio Radicale, vanificando l’intero progetto prodiano. Il Vesuvio è stato un Signore: non un sussulto ne’ uno starnuto, laddove il kamikaze Sansone avrebbe fatto la sua parte, annientando tutti i Filistei!

interni reggia:immagini di Mauro Caiano/VIP-Napoli    

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

PREMIO MASANIELLO 2009
Napoletani Protagonisti 
a Marina Salvadore

Motivazione: “Pregate Dio di trovarvi dove si vince, perché chi si trova dove si perde è imputato di infinite cose di cui è inculpabilissimo”… La storia nascosta, ignorata, adulterata, passata sotto silenzio. Quella storia, narrata con competenza, efficienza, la trovate su “La Voce di Megaride” di Marina Salvadore… Marina Salvadore: una voce contro, contro i deboli di pensiero, i mistificatori, i defecatori. Una voce contro l’assenza di valori, la decomposizione, la dissoluzione, la sudditanza, il servilismo. Una voce a favore della Napoli che vale.”…

 

PREMIO INARS CIOCIARIA 2006

immagine

A www.vocedimegaride.it è stato conferito il prestigioso riconoscimento INARS 2006:
a) per la Comunicazione in tema di meridionalismo, a Marina Salvadore;
b) per il documentario "Napoli Capitale" , a Mauro Caiano
immagine                                                   www.inarsciociaria.it 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

versione integrale

 

DEDICATO AGLI EMIGRANTI

 

NOMEN OMEN

E' dedicato agli amici del nostro foglio meridionalista questo video, tratto da QUARK - RAI 1, condotto da Piero ed Alberto Angela, che documenta le origini della Nostra Città ed il nome del nostro blog.

 

IL MEZZOGIORNO CHE DIFENDIAMO

immagine

vuoi effettuare un tour virtuale e di grande suggestione tra le numerose bellezze paesaggistiche, artistiche ed architettoniche di quel Mezzogiorno sempre più obliato dalle cronache del presente?
per le foto:
http://www.vocedimegaride.it/html/Articoli/Immagini.htm
per i video:
http://www.vocedimegaride.it/html/nostrivideo.htm

 

VISITA I NOSTRI SITI

 

I consigli di bellezza
di Afrodite

RITENZIONE IDRICA? - Nella pentola più grande di cui disponete, riempita d'acqua fredda, ponete due grosse cipolle spaccate in quattro ed un bel tralcio d'edera. Ponete sul fuoco e lasciate bollire per 20 minuti. Lasciate intiepidire e riversate l'acqua in un catino capiente per procedere - a piacere - ad un maniluvio o ad un pediluvio per circa 10 minuti. Chi è ipotesa provveda alla sera, prima di coricarsi, al "bagno"; chi soffre di ipertensione potrà trovare ulteriore beneficio nel sottoporsi alla cura, al mattino. E' un rimedio davvero efficace!


Il libro del mese: