Blog
Un blog creato da vocedimegaride il 09/11/2006

La voce di Megaride

foglio meridionalista

 
 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

FIRMA E DIVULGA LA PETIZIONE
 
www.petitiononline.com/2008navy/petition.html 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

"mamma" della MARINA MILITARE ITALIANA


 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FAMIGLIE D'ITALIA

"ARGO" (dim.di LETARGO) il caporedattore de "LA VOCE DI MEGARIDE"/blog, coraggioso foglio indipendente, senza peli sulla lingua... ne' sullo stomaco!
ARGO

Il social family project di Umberto Napolitano
http://famiglieditalia.wordpress.com/

 

IL BLOG DI ANGELO JANNONE

LE NOSTRE VIDEO-NEWS

immagine
L'archivio delle video-news e delle interviste filmate per "La Voce di Megaride" è al link http://www.vocedimegaride.it/Fotoreportages.htm

********* 

 

SFIZIOSITA' IN RETE

 Il traduttore online dall'italiano al napoletano
http://www.napoletano.info/auto.asp

*********

Cliccando http://www.box404.net/nick/index.php?b  si procede ad una originalissima elaborazione del nickname ANCESTRALE di una url. "La Voce di Megaride" ha ottenuto una certificazione ancestrale  a dir poco sconcertante poichè perfettamente in linea con lo spirito della Sirena fondatrice di Napoli che, oggidì, non è più nostalgicamente avvezza alle melodie di un canto ma alla rivendicazione urlata della propria Dignità. "Furious Beauty", Bellezza Furiosa, è il senso animico de La Voce di Megaride, prorompente femminilità di una bellissima entità marina, non umana ma umanizzante, fiera e appassionata come quella divinità delle nostre origini, del nostro mondo sùdico  elementale; il nostro Deva progenitore, figlio della Verità e delle mille benedizioni del Cielo, che noi napoletani abbiamo offeso.
immagine

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 23
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

AREA PERSONALE

 

 

« Nasce "Generazione Attiva"Annessi e non connessi »

Cellulari in classe a Napoli

Post n°116 pubblicato il 15 Gennaio 2007 da vocedimegaride
 

di Gennaro Capodanno
Chi si aspettava chissà quali roboanti iniziative per impedire agli studenti della immagine Campania l’uso dei cellulari a scuola, dopo gli eclatanti episodi di immagini riprese all’interno dei plessi scolastici o nei loro dintorni, con scene di sesso e di violenza esplicita per lo più ai danni di studentesse e con l’apertura d’indagini da parte della Magistratura inquirente per la diffusione di video anche attraverso Internet, oggi deve prendere atto dell’ennesimo flop con una circolare diramata dal direttore generale dell’ufficio scolastico regionale della Campania, Bottino, sottoscritta il 2 gennaio scorso, prot. 132/P

www.campania.istruzione.it/circolari/2007/prot132_07.shtml> immagine pervenuta in questi giorni sui tavoli dei dirigenti scolastici, nella quale, come peraltro in quella precedente, emanata sempre al riguardo, all’inizio del corrente anno scolastico, si spalmano quintali di buonismo, con qualche “consiglio” che sembra estratto dal calendario di frate Indovino. “ Mi preme suggerire alle SS. LL. – afferma infatti il direttore Bottino, rivolgendosi ai D.S. -, nel pieno rispetto delle Loro autonomie e in considerazione delle realtà territoriali nelle quali le SS. LL. operano, la possibilità di prevedere azioni formative di educazione sentimentale e di educazione sessuale, magari con l’aiuto di esperti che le SS. LL. vorranno individuare o che potranno richiedere a questa Direzione, che li indicherà su designazione delle Autorità sanitarie regionali “. Insomma, secondo Bottino, il problema dell’uso indiscriminato dei cellulari a scuola va risolto con non meglio precisate lezioni di educazione sessuale, non chiarendo neppure se dovranno essere solo “orali”, o anche pratiche. Invece di vietare sic et simpliciter l’uso dei cellulari in classe, così come fanno da tempo, per esempio, i magistrati nelle aule d’udienza o, come avviene normalmente, sugli aerei in volo, si tira fuori dal cappello a cilindro il vecchio e trito problema dell’educazione sentimentale dei ragazzi. Insomma con la collaudata tecnica di un colpo al cerchio ed una alla botte, nulla si dice sul divieto assoluto dell’uso del cellulare in classe. Ed infatti più avanti nella stessa circolare si legge l’ “invito”, immaginenon altro, agli studenti. “ Nell’imminenza – dice al riguardo il direttore generale -, inoltre, sento la necessità di pregare le SS. LL. di voler invitare gli alunni a evitare l’uso dei cellulari durante le attività didattiche, fornendo ovviamente idonee alternative per garantire la comunicazione con l’esterno nei casi di effettiva urgenza e necessità. Ogni comunità educante troverà le regole che riterrà più opportune per porre un freno all’uso indiscriminato del cellulare in aula “. Insomma, con un comportamento di pilatesca memoria, il DG afferma che più di un invito non si sente di fare. Se poi i DS vogliono prendere una qualche iniziativa per impedire l’uso del cellulare in classe, se ne assumano in toto la responsabilità insieme al corpo docente. Ed è proprio ai docenti, ma non ai dirigenti, che è riservata l’ultima stoccata. Date il buono esempio! Come se i docenti invece di andare in classe a fare lezione, si mettessero dalla cattedra a conversare o ad utilizzare il cellulare per riprese pornografiche. “ Poiché i ragazzi conclude immagine infatti Bottino - sono molto sensibili ai comportamenti dei docenti, che tanto potere hanno di esercitare influssi indelebili nella coscienza in formazione dei loro alunni, prego le SS. LL. di fare appello alla sensibilità di tutti i docenti, affinché anch’essi evitino, per quanto possibile, l’uso del cellulare durante le ore di lezione “. Ogni ulteriore commento appare superfluo. A questo punto gli studenti stiano tranquilli, esternando la loro gratitudine al direttore generale della Campania. Potranno continuare a fare il loro comodo utilizzando il cellulare in classe e nei pressi della scuola, pure per i loro filmati osceni e violenti, mentre stiano attenti i docenti che se vengono beccati col cellulare in mano da qualche dirigente scolastico troppo zelante, possono incorrere nelle pesanti sanzioni, richiamate di recente anche nel vademecum rispolverato dal ministro Fioroni, rischiando “ per il cattivo esempio dato “ pure il licenziamento e una possibile denuncia alla Magistratura.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

PREMIO MASANIELLO 2009
Napoletani Protagonisti 
a Marina Salvadore

Motivazione: “Pregate Dio di trovarvi dove si vince, perché chi si trova dove si perde è imputato di infinite cose di cui è inculpabilissimo”… La storia nascosta, ignorata, adulterata, passata sotto silenzio. Quella storia, narrata con competenza, efficienza, la trovate su “La Voce di Megaride” di Marina Salvadore… Marina Salvadore: una voce contro, contro i deboli di pensiero, i mistificatori, i defecatori. Una voce contro l’assenza di valori, la decomposizione, la dissoluzione, la sudditanza, il servilismo. Una voce a favore della Napoli che vale.”…

 

PREMIO INARS CIOCIARIA 2006

immagine

A www.vocedimegaride.it è stato conferito il prestigioso riconoscimento INARS 2006:
a) per la Comunicazione in tema di meridionalismo, a Marina Salvadore;
b) per il documentario "Napoli Capitale" , a Mauro Caiano
immagine                                                   www.inarsciociaria.it 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

versione integrale

 

DEDICATO AGLI EMIGRANTI

 

NOMEN OMEN

E' dedicato agli amici del nostro foglio meridionalista questo video, tratto da QUARK - RAI 1, condotto da Piero ed Alberto Angela, che documenta le origini della Nostra Città ed il nome del nostro blog.

 

IL MEZZOGIORNO CHE DIFENDIAMO

immagine

vuoi effettuare un tour virtuale e di grande suggestione tra le numerose bellezze paesaggistiche, artistiche ed architettoniche di quel Mezzogiorno sempre più obliato dalle cronache del presente?
per le foto:
http://www.vocedimegaride.it/html/Articoli/Immagini.htm
per i video:
http://www.vocedimegaride.it/html/nostrivideo.htm

 

VISITA I NOSTRI SITI

 

I consigli di bellezza
di Afrodite

RITENZIONE IDRICA? - Nella pentola più grande di cui disponete, riempita d'acqua fredda, ponete due grosse cipolle spaccate in quattro ed un bel tralcio d'edera. Ponete sul fuoco e lasciate bollire per 20 minuti. Lasciate intiepidire e riversate l'acqua in un catino capiente per procedere - a piacere - ad un maniluvio o ad un pediluvio per circa 10 minuti. Chi è ipotesa provveda alla sera, prima di coricarsi, al "bagno"; chi soffre di ipertensione potrà trovare ulteriore beneficio nel sottoporsi alla cura, al mattino. E' un rimedio davvero efficace!


Il libro del mese:



 

 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963