Blog
Un blog creato da vocedimegaride il 09/11/2006

La voce di Megaride

foglio meridionalista

 
 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

FIRMA E DIVULGA LA PETIZIONE
 
www.petitiononline.com/2008navy/petition.html 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

"mamma" della MARINA MILITARE ITALIANA


 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

FAMIGLIE D'ITALIA

"ARGO" (dim.di LETARGO) il caporedattore de "LA VOCE DI MEGARIDE"/blog, coraggioso foglio indipendente, senza peli sulla lingua... ne' sullo stomaco!
ARGO

Il social family project di Umberto Napolitano
http://famiglieditalia.wordpress.com/

 

IL BLOG DI ANGELO JANNONE

LE NOSTRE VIDEO-NEWS

immagine
L'archivio delle video-news e delle interviste filmate per "La Voce di Megaride" è al link http://www.vocedimegaride.it/Fotoreportages.htm

********* 

 

SFIZIOSITA' IN RETE

 Il traduttore online dall'italiano al napoletano
http://www.napoletano.info/auto.asp

*********

Cliccando http://www.box404.net/nick/index.php?b  si procede ad una originalissima elaborazione del nickname ANCESTRALE di una url. "La Voce di Megaride" ha ottenuto una certificazione ancestrale  a dir poco sconcertante poichè perfettamente in linea con lo spirito della Sirena fondatrice di Napoli che, oggidì, non è più nostalgicamente avvezza alle melodie di un canto ma alla rivendicazione urlata della propria Dignità. "Furious Beauty", Bellezza Furiosa, è il senso animico de La Voce di Megaride, prorompente femminilità di una bellissima entità marina, non umana ma umanizzante, fiera e appassionata come quella divinità delle nostre origini, del nostro mondo sùdico  elementale; il nostro Deva progenitore, figlio della Verità e delle mille benedizioni del Cielo, che noi napoletani abbiamo offeso.
immagine

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 23
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

AREA PERSONALE

 

 

« Il futile dell'inutile è LeggeI fatti di Vicenza visti... »

IN VINO VERITAS

Post n°172 pubblicato il 20 Febbraio 2007 da vocedimegaride
 

da redazione "La Voce di Megaride"
immagineIl Consorzio Tutela Vini dei Campi Flegrei, fondato il 20 febbraio 2004 dal comparto vitivinicolo dei Campi Flegrei, è nato dalla volontà di garantire e tutelare la tradizione vinicola dell'area e di consolidare ed ampliare la notorietà dei vini autoctoni ed attualmente rappresenta circa il 90% della produzione. E' stato ufficialmente riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole, con decreto del 26/04/2005 e pubblicato su G.U. 12/05/2005, n. 109. Con il supporto della Camera di Commercio di Napoli e la proficua collaborazione con il mondo scientifico ed universitario, sono continuamente approfonditi gli argomenti sulle tecniche di vinificazione e di coltivazione del vitigno. La produzione Campi Flegrei DOC, riconosciuta con decreto ministeriale del 3 ottobre 1994 è diffusa nell'intero territorio dei comuni di Procida, Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida e Quarto e in parte di quelli di Marano e Napoli.
I vini Campi Flegrei Doc, prodotti su terreno vulcanico ricco di ceneri, lapilli, pomici, tufi e microelementi, determinano nelle uve e nei suoi vini aromi e sapori assolutamente prelibati. Una delle caratteristiche che rende unica la Doc dei Campi Flegrei è la pianta di vite da cui deriva, detta a piede franco. Si tratta di una vigna originaria, la "Vitis vinifera", non innestata su ceppi di vite americana, rimanendo inalterata all'attacco della fillossera (Philossera vastatrix) che devastò i vigneti europei nella seconda metà del diciannovesimo secolo, comportando un'alterazione dell'assetto ampelografico della viticoltura europea. La vite è coltivata ancora oggi su piede franco, senza porta innesto.
Ciò accade proprio nei Campi Flegrei; dove, per la particolare struttura del terreno vulcanico gli insetti non riescono a sopravvivere, poiché i grani, sciolti e grossolani, impediscono alle larve di poter scavare percorsi e gallerie. Tuttora, l'attuale metodo di coltivazione, avviene per propaggine, piantando nel terreno la nuova vite, successivamente separata dalla pianta madre, consentendo di mantenere inalterata, per una sorta di donazione naturale, il bagaglio genetico, delle viti originarie.
 immagine
.
I Campi Flegrei (dal greco phlegraios = ardente; per l'evidente attività vulcanica), situati a nord di Napoli, rivelano tutta la spettacolare natura di un territorio tra i più ricchi di storia del nostro paese: una sconfinata depressione vulcanica, generata dallo svuotamento della camera magmatica, a seguito di una violentissima eruzione che ne provocò il conseguente collasso e l'ingressione del mare all'interno dell'area.
Proprio questa particolare caratteristica è alla base dell'antichissima viticoltura di questi luoghi, già descritta da importanti scrittori dell'antichità, quali Catone, Varrone, Plinio e Columella. In un graffito del primo secolo d.C., ritrovato in una taberna puteolana, Tibullo fa espresso riferimento a tecniche viticole autoctone. La storia della viticoltura è proseguita nei secoli senza interruzione di sorta. Con la nascita del Regno di Napoli, anche le campagne della zona trovarono un miglior assetto, e la vite portò la sua fama fin nel Medio Evo, quando il vino de Putheolo era tra i vini prescelti dalla regia mensa al tempo di Carlo II D'Angiò. Con l'avvento dei Borbone, a Napoli e nelle campagne flegrée, si affrontarono importanti lavori di bonifica e di convogliamento delle acque; furono aperti gli emissari del lago di Patria e del lago Fusaro e fu costruito l'alveo dei Camaldoli. Lo splendore di queste terre richiamò artisti da tutto il mondo e il suo incanto fu immortalato in gouache e poesie. Nella seconda metà dell'800 fu istituito il "Comizio Agrario Puteolano" e successivamente fu impiantata in zona, una cantina sperimentale la cui attività contribuì molto al miglioramento della produzione, e allo sviluppo del commercio.
immagine
FALANGHINA: È un vitigno che venne annoverato tra i “finissimi fautori di piaceri sublimi della gola”.
E’ un’uva a bacca bianca fra le più diffuse ed apprezzate.
Generalmente dà vini bianchi giallo paglierini, di ottima consistenza, con un bouquet floreale e fruttato molto ampio e fine, al palato è morbido, secco e delicato. Il nome falanghina deriva da “falange”, il grande palo di castagno a sostegno dell’alta vite, ancora oggi utilizzati nella sua coltura. È coltivato a piede franco. E’ un vino giovane da pasto che accompagna egregiamente piatti tipici della cucina marinara,quali i frutti di mare anche crudi, pesce nobile e crostacei sia alla griglia sia in frittura.
immagine
PIEDIROSSO: Antichissimo vitigno campano, già apprezzato ai tempi della Baia Imperiale e citato anche da Plinio il Vecchio.
La tradizione vuole che prenda i nome dal colore del suo graspo, uguale a quello della zampa del colombo e quindi conosciuto localmente come Per'e Palummo. Viene coltivato su piede franco.
E' un vino da pasto che si presenta di colore rosso rubino intenso, al naso si avvertono odori di ciliegia, lampone, rosa ed al palato giunge morbido e corposo. Si accompagna eccellentemente a piatti dal sapore deciso della tradizione campana. E' ottimo con arrosti e paste al sugo, bolliti e formaggi stagionati.

CONSORZIO TUTELA VINI DEI CAMPI FLEGREI
Via S. Aspreno, 2 80133 Napoli - Italy
c/o Camera di Commercio di Napoli
tel. +39 081 4288445                081 8545555 (presidenza)

fax  +39 081 8545489 

           

(le immagini sono tutte di Mauro Caiano/V.I.P.edizioni-Napoli)

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

PREMIO MASANIELLO 2009
Napoletani Protagonisti 
a Marina Salvadore

Motivazione: “Pregate Dio di trovarvi dove si vince, perché chi si trova dove si perde è imputato di infinite cose di cui è inculpabilissimo”… La storia nascosta, ignorata, adulterata, passata sotto silenzio. Quella storia, narrata con competenza, efficienza, la trovate su “La Voce di Megaride” di Marina Salvadore… Marina Salvadore: una voce contro, contro i deboli di pensiero, i mistificatori, i defecatori. Una voce contro l’assenza di valori, la decomposizione, la dissoluzione, la sudditanza, il servilismo. Una voce a favore della Napoli che vale.”…

 

PREMIO INARS CIOCIARIA 2006

immagine

A www.vocedimegaride.it è stato conferito il prestigioso riconoscimento INARS 2006:
a) per la Comunicazione in tema di meridionalismo, a Marina Salvadore;
b) per il documentario "Napoli Capitale" , a Mauro Caiano
immagine                                                   www.inarsciociaria.it 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

versione integrale

 

DEDICATO AGLI EMIGRANTI

 

NOMEN OMEN

E' dedicato agli amici del nostro foglio meridionalista questo video, tratto da QUARK - RAI 1, condotto da Piero ed Alberto Angela, che documenta le origini della Nostra Città ed il nome del nostro blog.

 

IL MEZZOGIORNO CHE DIFENDIAMO

immagine

vuoi effettuare un tour virtuale e di grande suggestione tra le numerose bellezze paesaggistiche, artistiche ed architettoniche di quel Mezzogiorno sempre più obliato dalle cronache del presente?
per le foto:
http://www.vocedimegaride.it/html/Articoli/Immagini.htm
per i video:
http://www.vocedimegaride.it/html/nostrivideo.htm

 

VISITA I NOSTRI SITI

 

I consigli di bellezza
di Afrodite

RITENZIONE IDRICA? - Nella pentola più grande di cui disponete, riempita d'acqua fredda, ponete due grosse cipolle spaccate in quattro ed un bel tralcio d'edera. Ponete sul fuoco e lasciate bollire per 20 minuti. Lasciate intiepidire e riversate l'acqua in un catino capiente per procedere - a piacere - ad un maniluvio o ad un pediluvio per circa 10 minuti. Chi è ipotesa provveda alla sera, prima di coricarsi, al "bagno"; chi soffre di ipertensione potrà trovare ulteriore beneficio nel sottoporsi alla cura, al mattino. E' un rimedio davvero efficace!


Il libro del mese: