Blog
Un blog creato da vocedimegaride il 09/11/2006

La voce di Megaride

foglio meridionalista

 
 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

FIRMA E DIVULGA LA PETIZIONE
 
www.petitiononline.com/2008navy/petition.html 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

"mamma" della MARINA MILITARE ITALIANA


 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

FAMIGLIE D'ITALIA

"ARGO" (dim.di LETARGO) il caporedattore de "LA VOCE DI MEGARIDE"/blog, coraggioso foglio indipendente, senza peli sulla lingua... ne' sullo stomaco!
ARGO

Il social family project di Umberto Napolitano
http://famiglieditalia.wordpress.com/

 

IL BLOG DI ANGELO JANNONE

LE NOSTRE VIDEO-NEWS

immagine
L'archivio delle video-news e delle interviste filmate per "La Voce di Megaride" è al link http://www.vocedimegaride.it/Fotoreportages.htm

********* 

 

SFIZIOSITA' IN RETE

 Il traduttore online dall'italiano al napoletano
http://www.napoletano.info/auto.asp

*********

Cliccando http://www.box404.net/nick/index.php?b  si procede ad una originalissima elaborazione del nickname ANCESTRALE di una url. "La Voce di Megaride" ha ottenuto una certificazione ancestrale  a dir poco sconcertante poichè perfettamente in linea con lo spirito della Sirena fondatrice di Napoli che, oggidì, non è più nostalgicamente avvezza alle melodie di un canto ma alla rivendicazione urlata della propria Dignità. "Furious Beauty", Bellezza Furiosa, è il senso animico de La Voce di Megaride, prorompente femminilità di una bellissima entità marina, non umana ma umanizzante, fiera e appassionata come quella divinità delle nostre origini, del nostro mondo sùdico  elementale; il nostro Deva progenitore, figlio della Verità e delle mille benedizioni del Cielo, che noi napoletani abbiamo offeso.
immagine

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 23
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

AREA PERSONALE

 

 

« " FUJTEVENNE! ""Compagni" di merende »

Apocalisse

Post n°557 pubblicato il 15 Gennaio 2008 da vocedimegaride
 

Mimmo Di Renzo pres. SenzaBarriere onlus/Comitato Bruno Contrada


Un saluto a tutti Voi. Sono stanco, amareggiato, deluso, disgustato. Si stanco di combattere contro i mulini a vento. Stanco di sentire tutti i giorni i lamenti che giungono dal basso, dal mio popolo, sempre più affamato, dimenticato, oggetto di soperchierie, violentato, derubato, disprezzato. Stanco di questa Italia, ormai in mano alle Banche, agli intrallazzatori di ogni genere, agli approfittatori, agli amici degli amici, ad una classe politica fallimentare e fallita, che non conosce assolutamente il senso originario di fare politica, ma è sempre più legata alle poltrone, collusa, ai cosiddetti poteri forti. Politica, Banche, e certa Magistratura, sono come un’orrida maschera di Medusa, che annichilisce, stordisce, elimina chi non si allinea nel coro. Quando poi il pericolo è imminente, ecco che si dà mano a valvole di sfogo, che attirano l’attenzione del popolo e lo distolgono dalle idee pericolose. Sono convinto, che valvole di sfogo, ad arte sono state nel tempo, il Movimento Studentesco, i grandi scioperi, il terrorismo, la mafia. Parole chiavi, usate, riusate, in modo da ricompattare ogni tipo di fronte, scricchiolante, da respingere ogni critica, da usare contro gli stessi che potessero causare la crisi. Poveri studenti del 68, del 72, poveri operai, poveri giornalisti, poveri giudici, poliziotti, carabinieri. Povere famiglie, quanti lutti. La mafia, come diceva un mio amico, non italiano, è fatta di violenza, di ritardi, di mancanza di responsabilità, di dimenticanze, d’ignoranza, di soperchierie, di avalli, d’ingiustizia. Solo i poteri forti rimangono, inossidabili, eterni. Umano e non umano. Mai umanità. Il cittadino si ribella, invoca il rispetto dei propri diritti, da quelli elementari a quelli che rendono la vita degna di essere vissuta, ed allora, le istituzioni intervengono riducendolo alla disperazione, svilendolo, avvilendolo, togliendogli dignità e rispetto. Non mancano i gracidii di rane e rospi, ed i re travicello che giustificano, con i loro esserci e non esserci, ogni tipo di mancata decisione. Ultimo, l’approvazione da parte della maggioranza del Consiglio comunale di Napoli, della prossima riapertura della discarica di Contrada Pisani a Pianura. Una bomba ecologica, a pochi passi da Napoli, voluta dal Commissario straordinario, ex poliziotto, quasi a sancire la volontà di repressione di ogni opposizione popolare. Ultimissima. La decisione del Giudice di Sorveglianza, del Tribunale di Napoli di negare a Bruno Contrada gli arresti domiciliari. Un settantasettenne, con una serie di ben 25 patologie, più o meno gravi, con i danni relativi all’età e con quelli psicologici, che hanno influito sulla sua persona per una serie di processi, con alti e bassi, che si sono alternati per ben sedici anni. Sempre protestatosi innocente. Il popolo di Pianura che rivendica il diritto alla vita, destinato a soccombere al diktat della Forza pubblica, forza davvero ma mai pubblica, perché distante dalle aspettative popolari, e Bruno Contrada, vecchio, ammalato, derelitto, larva umana, destinato a morire in un carcere militare, con l’accusa, mai pienamente dimostrata di aver agito quale fiancheggiatore della Mafia. A Pianura, si è negato ad un disabile di poter dotarsi di un elevatore, a sue spese, ma si riapre la discarica, di proprietà privata, da più di cinquant’anni pagata con i soldi pubblici. Ancora lutti, disabilità, malattie, tumori, morte. Sono disgustato ed amareggiato, perché sono convinto che con ognuno di loro, muore anche una parte di noi, di Napoli.. Il Sindaco si era dichiarato contrario ed ora, se veramente la discarica dovesse riaprire, cosa dirà alla gente di Pianura, ed a tutta Napoli, che vede le strade, invase dalla spazzatura. Morale materiale!

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

PREMIO MASANIELLO 2009
Napoletani Protagonisti 
a Marina Salvadore

Motivazione: “Pregate Dio di trovarvi dove si vince, perché chi si trova dove si perde è imputato di infinite cose di cui è inculpabilissimo”… La storia nascosta, ignorata, adulterata, passata sotto silenzio. Quella storia, narrata con competenza, efficienza, la trovate su “La Voce di Megaride” di Marina Salvadore… Marina Salvadore: una voce contro, contro i deboli di pensiero, i mistificatori, i defecatori. Una voce contro l’assenza di valori, la decomposizione, la dissoluzione, la sudditanza, il servilismo. Una voce a favore della Napoli che vale.”…

 

PREMIO INARS CIOCIARIA 2006

immagine

A www.vocedimegaride.it è stato conferito il prestigioso riconoscimento INARS 2006:
a) per la Comunicazione in tema di meridionalismo, a Marina Salvadore;
b) per il documentario "Napoli Capitale" , a Mauro Caiano
immagine                                                   www.inarsciociaria.it 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

versione integrale

 

DEDICATO AGLI EMIGRANTI

 

NOMEN OMEN

E' dedicato agli amici del nostro foglio meridionalista questo video, tratto da QUARK - RAI 1, condotto da Piero ed Alberto Angela, che documenta le origini della Nostra Città ed il nome del nostro blog.

 

IL MEZZOGIORNO CHE DIFENDIAMO

immagine

vuoi effettuare un tour virtuale e di grande suggestione tra le numerose bellezze paesaggistiche, artistiche ed architettoniche di quel Mezzogiorno sempre più obliato dalle cronache del presente?
per le foto:
http://www.vocedimegaride.it/html/Articoli/Immagini.htm
per i video:
http://www.vocedimegaride.it/html/nostrivideo.htm

 

VISITA I NOSTRI SITI

 

I consigli di bellezza
di Afrodite

RITENZIONE IDRICA? - Nella pentola più grande di cui disponete, riempita d'acqua fredda, ponete due grosse cipolle spaccate in quattro ed un bel tralcio d'edera. Ponete sul fuoco e lasciate bollire per 20 minuti. Lasciate intiepidire e riversate l'acqua in un catino capiente per procedere - a piacere - ad un maniluvio o ad un pediluvio per circa 10 minuti. Chi è ipotesa provveda alla sera, prima di coricarsi, al "bagno"; chi soffre di ipertensione potrà trovare ulteriore beneficio nel sottoporsi alla cura, al mattino. E' un rimedio davvero efficace!


Il libro del mese: