Blog
Un blog creato da vocedimegaride il 09/11/2006

La voce di Megaride

foglio meridionalista

 
 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

FIRMA E DIVULGA LA PETIZIONE
 
www.petitiononline.com/2008navy/petition.html 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

"mamma" della MARINA MILITARE ITALIANA


 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

FAMIGLIE D'ITALIA

"ARGO" (dim.di LETARGO) il caporedattore de "LA VOCE DI MEGARIDE"/blog, coraggioso foglio indipendente, senza peli sulla lingua... ne' sullo stomaco!
ARGO

Il social family project di Umberto Napolitano
http://famiglieditalia.wordpress.com/

 

IL BLOG DI ANGELO JANNONE

LE NOSTRE VIDEO-NEWS

immagine
L'archivio delle video-news e delle interviste filmate per "La Voce di Megaride" è al link http://www.vocedimegaride.it/Fotoreportages.htm

********* 

 

SFIZIOSITA' IN RETE

 Il traduttore online dall'italiano al napoletano
http://www.napoletano.info/auto.asp

*********

Cliccando http://www.box404.net/nick/index.php?b  si procede ad una originalissima elaborazione del nickname ANCESTRALE di una url. "La Voce di Megaride" ha ottenuto una certificazione ancestrale  a dir poco sconcertante poichè perfettamente in linea con lo spirito della Sirena fondatrice di Napoli che, oggidì, non è più nostalgicamente avvezza alle melodie di un canto ma alla rivendicazione urlata della propria Dignità. "Furious Beauty", Bellezza Furiosa, è il senso animico de La Voce di Megaride, prorompente femminilità di una bellissima entità marina, non umana ma umanizzante, fiera e appassionata come quella divinità delle nostre origini, del nostro mondo sùdico  elementale; il nostro Deva progenitore, figlio della Verità e delle mille benedizioni del Cielo, che noi napoletani abbiamo offeso.
immagine

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 23
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

AREA PERSONALE

 

 

« Buon viaggio, Camilla!FIDATEVI ! »

Denominazione di Origine Napoletana

Post n°685 pubblicato il 27 Maggio 2008 da vocedimegaride
 

di d.o.n. Enrico Moscarelli

 

I mass media di questo bel paese da tempo portano avanti una guerra non dichiarata a Napoli. I napoletani vengono considerati, soprattutto dai leghisti e dai loro alleati, quasi alla stregua di un’etnia indesiderata. E come la conducono, i mass media, questa guerra? Ecco: non esponendo nelle migliori vetrine il meglio che Napoli e il Sud producono nel campo dell’industria, del commercio (sono rari gli accessi alle pubblicità televisive di prodotti del Sud), così come nel campo della cultura, della gastronomia, dell’arte, delle canzoni e quant’altro. Io, anzi, do sempre questo consiglio: se un napoletano è in possesso, sfortunatamente per lui, di una certa sub-cultura, meglio se ha anche un aspetto sgraziato e inelegante, e ancora meglio se si esprime in modo grossolano e volgare (l’optimum, poi, è, se si fa vedere mentre agita le braccia), si presenti fiduciosamente a chi seleziona quanti appariranno in tv: potrà  agevolmente accedere ad importanti trasmissioni. Se, poi, c’è qualche efferato delitto, da parte dei mass media si considera normale, e anzi necessario, indagare fino alla settima generazione del reo, per non perdere l’occasione di proclamare l’utilissima notizia che il delinquente è napoletano o quanto meno “di origine napoletana”, un complimento che viene riservato anche ai “romeni”, agli “albanesi” e ad altri forestieri, ma che, ovviamente, nessun cronista si sogna di fare, per esempio, ad un delinquente di Abbiategrasso, veneziano o piacentino. Interi quartieri di Napoli, che io peraltro amo meno di altri più sfortunati, sono abitati da cittadini benestanti, tranquilli, normalmente colti e laboriosi: sono centinaia di migliaia di esseri umani che non sanno di vivere al di fuori della storia: essi sono inesistenti per i mass media, perché non corrispondono a ciò che sono, anzi che “devono” essere, “i napoletani”. Non esistono. Se venissero scoperti da qualche speleologo della notizia, potrebbero mettere in difficoltà giornali e tv. Ma non certo adesso. Adesso, come una manna dal cielo, è arrivata la spazzatura: un’opportunità meravigliosa per i denigratori. Se poi, nella spazzatura partenopea, c’è qualcosa di buono la si porta via (affinché i napoletani non la guastino o la rubino) come giustamente fecero i liberatori piemontesi quando scoprirono il tesoro di S. Gennaro, poi restituito, o come hanno fatto, più di recente, quando hanno adocchiato l’antichissimo Banco di Napoli, non ancora restituito. Un’altra tecnica è questa: se proprio emerge qualcosa di innegabilmente positivo e di valido, non se ne parla. Forse per non scandalizzare qualcuno con l’insolita e quindi incredibile notizia. Ora, non scherziamo! Si è mai visto un paese che fa la guerra ad una città che ne fa parte e che, per non dire altro, conta decine di migliaia di morti in guerra per difenderla? O si intende dar ragione all’intellettuale Calderoli che recentemente ha dichiarato che “Napoli non è Italia”? Non mi hanno detto nulla del DNA di Calderoli, anche perché, per me (non so se anche per lui), tutti gli uomini sono uomini. Ma non credo che, oltre ad essere un uomo, sia un gran lettore di classici antichi, anche perché i nostri pensosi parlamentari non hanno tempo per queste sciocchezze. Visto, però, che vengo a sapere dal “Corriere della Sera. it” che, secondo l’ineffabile utente del medievale carroccio « Napoli non è Italia », allora gli leggo un passo di Strabone, dal libro V, che tratta appunto dell’Italia, che proprio al primo paragrafo recita: « Più tardi, poi, dopo che i Romani ebbero concesso il diritto di cittadinanza agli italici, essi decisero di concedere lo stesso onore anche ai Galli cisalpini e ai Veneti » (Rizzoli, 1988, pag. 47). Vorrei anche ricordare che dapprincipio il nome Italia fu riferito alla parte più meridionale della Calabria. Se quindi Calderoli volesse proprio distinguere il suo glorioso e ricco paese da Napoli e dal Sud, ci userà la cortesia di scegliersi un altro nome… Attenzione: la guerra ai partenopei, immaginata da questa consorteria di politici e di proprietari di giornali e tv, sta per diventare visibile a tutti. Chi non si meraviglierebbe se la Francia dichiarasse guerra, per esempio, a Marsiglia? Qualcuno potrebbe insinuare che  io soffro di una seria mania di persecuzione. Ma come la mettiamo con la precedente notizia secondo cui Rutelli cassò Napoli dall’elenco delle principali città turistiche italiane “fino a quando ci sarà immondizia per le strade”? E superò se stesso quando declassò il Forum Mondiale assegnato a Napoli per il 2013, a evento “minore”? Non sono questi dei chiarissimi atti di ostilità? Ma forse questi nemici di Napoli ignorano che i napoletani sono in questo pianeta, almeno trenta milioni. Basteranno la sistematica disinformazione e la calunnia a tenerli divisi e succubi? E fino a quando? Vorrei aggiungere solo una breve postilla: non ho scritto quanto sopra solo perché sono meridionale e napoletano, ma perché sono contro ogni forma di razzismo e ritengo che questa vergogna dell’umanità (altro che spazzatura!) dovrebbe essere severamente punita come un gravissimo comportamento criminale. E Napoli, in “questa” miserevole Italia, incapace di un minimo non dico di solidarietà ma di pudore, ne è vittima: qualcuno, pertanto, non sottovaluti o trascuri, imitando importanti enciclopedie, le Quattro Giornate di Napoli contro i nazisti. Napoli è molteplice, multiculturale e multietnica da secoli, esempio di convivenza civile e di fusione di popoli, e, quando è necessario, sa diventare una.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

PREMIO MASANIELLO 2009
Napoletani Protagonisti 
a Marina Salvadore

Motivazione: “Pregate Dio di trovarvi dove si vince, perché chi si trova dove si perde è imputato di infinite cose di cui è inculpabilissimo”… La storia nascosta, ignorata, adulterata, passata sotto silenzio. Quella storia, narrata con competenza, efficienza, la trovate su “La Voce di Megaride” di Marina Salvadore… Marina Salvadore: una voce contro, contro i deboli di pensiero, i mistificatori, i defecatori. Una voce contro l’assenza di valori, la decomposizione, la dissoluzione, la sudditanza, il servilismo. Una voce a favore della Napoli che vale.”…

 

PREMIO INARS CIOCIARIA 2006

immagine

A www.vocedimegaride.it è stato conferito il prestigioso riconoscimento INARS 2006:
a) per la Comunicazione in tema di meridionalismo, a Marina Salvadore;
b) per il documentario "Napoli Capitale" , a Mauro Caiano
immagine                                                   www.inarsciociaria.it 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

versione integrale

 

DEDICATO AGLI EMIGRANTI

 

NOMEN OMEN

E' dedicato agli amici del nostro foglio meridionalista questo video, tratto da QUARK - RAI 1, condotto da Piero ed Alberto Angela, che documenta le origini della Nostra Città ed il nome del nostro blog.

 

IL MEZZOGIORNO CHE DIFENDIAMO

immagine

vuoi effettuare un tour virtuale e di grande suggestione tra le numerose bellezze paesaggistiche, artistiche ed architettoniche di quel Mezzogiorno sempre più obliato dalle cronache del presente?
per le foto:
http://www.vocedimegaride.it/html/Articoli/Immagini.htm
per i video:
http://www.vocedimegaride.it/html/nostrivideo.htm

 

VISITA I NOSTRI SITI

 

I consigli di bellezza
di Afrodite

RITENZIONE IDRICA? - Nella pentola più grande di cui disponete, riempita d'acqua fredda, ponete due grosse cipolle spaccate in quattro ed un bel tralcio d'edera. Ponete sul fuoco e lasciate bollire per 20 minuti. Lasciate intiepidire e riversate l'acqua in un catino capiente per procedere - a piacere - ad un maniluvio o ad un pediluvio per circa 10 minuti. Chi è ipotesa provveda alla sera, prima di coricarsi, al "bagno"; chi soffre di ipertensione potrà trovare ulteriore beneficio nel sottoporsi alla cura, al mattino. E' un rimedio davvero efficace!


Il libro del mese: