Creato da lafarmaciadepoca il 13/10/2010

La farmacia d'epoca

Raccolta di scatole e flaconi di farmaci di ieri - di Giulia Bovone

 

« Buona Pasqua 2019Pacchetto di Medicazione... »

Novoseptale Farmitalia

Post n°579 pubblicato il 29 Aprile 2019 da lafarmaciadepoca
 

 

Era un po’ che non parlavamo di antibiotici anni Cinquanta, così ho deciso di rimediare con il Novoseptale Farmitalia.

Questo prodotto, era a base di p. amino – benzen – solfometiltiazolo, una molecola che a prima vista parrebbe utile solo a farvi guadagnare un sacco di punti a Scarabeo, ma che in realtà ha rivoluzionato la terapia di molte patologie batteriche.

I primi antibiotici a comparire sul mercato furono i preparati sulfamidici, a partire dal Prontosil Rosso Bayer, commercializzato in Italia per la prima volta nel 1939. Il Prontosil è un colorante che viene metabolizzato dal corpo umano a livello del tratto gastro – intestinale, liberando una struttura sulfamidica: la solfonilammide.

Questa molecola e i suoi derivati risultarono estremamente efficaci nel trattamento delle infezioni da pneumococco, meningococco, gonococco, streptococco e stafilococco, rivoluzionando il mondo medico e farmaceutico. Per la prima volta nella storia umana era possibile curare patologie con altissima mortalità, in maniera efficace, veloce, ma soprattutto definitiva.

Per noi è ormai quasi impossibile percepire l’importanza di quel momento storico, in quanto fortunatamente, nessuno di noi ha sperimentato l’altissima mortalità infantile di fine Ottocento, e se nel secondo dopoguerra si sono registrate tante “famiglie da record” con più di dieci figli con la stessa moglie (le malattie microbiche potevano portare a setticemia anche la puerpera!), lo dobbiamo in gran misura agli antibiotici.

Per l’epoca, però, l’entusiasmo, spesso indicato sui testi inglesi come “sulfa -mania” portò allo sviluppo di centinaia di migliaia di preparati sulfamidici (in Italia chi non ricorda lo Streptosil!), con anche alcuni episodi mortali. Non essendo ancora presente una rigida legislatura circa i test sui farmaci, chiunque poteva mescolare tra loro diversi prodotti chimici ( non importa se avessero proprietà farmaceutiche o meno), versarli in una bottiglia con relativa etichetta e venderli al pubblico.

Su questa linea di pensiero nacque l’Elisir di Sulfanilammide, prodotto nel 1937 S. E. Massengill Company. Gli ingredienti non erano molti: sulfanilammide, aroma di lampone e glicole dietilenico.

Il glicole dietilenico è velenoso per gli esseri umani e anche molto rapido nei suoi effetti: nel giro di meno di un mese morirono un centinaio di persone, alcune trovate cadavere con ancora la bottiglia di Elisir di Sulfanilammide in mano.

Il capo chimico della Massengill Company si suicidò e in brevissimo tempo fu promulgato il Food, Drug and Cosmetic Act che rende obbligatori i test di sicurezza prima dell’immissione sul mercato di una qualunque molecola.

Nella nostra Penisola, la “sulfa-mania”, portò invece alla creazione di molti antibiotici da utilizzare a scopo “preventivo e profilattico”, aumentando a dismisura il consumo ingiustificato di questi prodotti, accelerando il processo di antibiotico – resistenza.

Ecco la foto della scatola:

Novoseptale

 

Misura 8,7 cm x 1,7 cm x 1,9 cm e risale alla fine degli anni Quaranta / primissimi anni Cinquanta. Ogni scatola conteneva un tubo da 20 compresse da 0,50g, da assumersi secondo quanto prescritto dal medico. Ogni scatola costava 350 Lire.

Grazie per aver letto il post!

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/lfde/trackback.php?msg=14476670

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
Mr.Loto il 30/04/19 alle 11:05 via WEB
Molto interessante, un pezzo di storia medica non solo italiana. La cosa che mi sembra risaltare è il prezzo, 350 lire all'epoca non erano pochi mi pare. Un saluto
 
 
lafarmaciadepoca
lafarmaciadepoca il 30/04/19 alle 12:47 via WEB
Sì, 350 Lire del secondo Dopoguerra non erano poche, ma si trattava di un prodotto salvavita, che doveva avere un'alta qualità di produzione.Per questo motivo il prezzo poteva essere giustificato.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Paola il 07/09/19 alle 15:04 via WEB
A tema 'sulfamidici' conoscevo questo aneddoto: https://www.google.com/amp/s/www.butac.it/fleming-e-churchill-parabole-di-vita/amp/ ma non sapevo come fosse nata la FDA! Complimenti davvero per il blog: pur capendo io poco di chimica è davvero molto interesante, e fa capire un po' quanto sia stata tormentata la storia della medicina moderna. Paola (sopravvissuta a nonni estimatori di Formitrol :)
 
 
lafarmaciadepoca
lafarmaciadepoca il 10/09/19 alle 16:43 via WEB
Grazie per il link che sono andata subito ed avidamente a leggere. Non preoccuparti se non capisci molto di chimica: per scelta il blog è semplice proprio affinchè tutti possano leggere e capire quanto fosse complessa ed anche un poco assurda la storia della farmacia. Saluti! Giulia
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

TO ALL NON ITALIAN SPEAKERS

Do you need help with your old chemist tins?
Do you want to know more about Italian pharmaceutical history?
Do you have informations about Italian medical history that you want to share with other people?
Feel free to email me! I speak English, French and Latin ( you don't know when an ancient Roman could show up), so not speaking Italian is no more a problem.

Welcome to La Farmacia d'Epoca!

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

COLLABORAZIONI

Deliri Progressivi

 

Spazio Salute

 

ULTIME VISITE AL BLOG

AngeloSenzaVeliledydellanottegiliola.pivettiprefazione09tammaromangiacapretissy_dei_boschilafarmaciadepocasilentdreamerbrandinstitute92leonthebestmiriam691veneto666leoncinatarantomaurafe
 

FACEBOOK

 
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom