Un blog creato da librodade il 26/01/2008

Canto XXXV - Inferno

Donne affette da Endometriosi

 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

 

 
« Alessandra di TorinoStoria di Dada ... »

Sara di Milano

Post n°510 pubblicato il 02 Aprile 2010 da librodade

GRAZIE! GRAZIE! GRAZIE!
Come prima cosa é doveroso x quello che hai fatto e stai facendo x tutte noi!
 
Passo alle presentazioni visto che é la prima volta che ti scrivo.
Ho letto entrambi i tuoi libri: lacrime a go go....ma anche una sensazione di essere finalmente capita.
Io mi chiamo Sara, abito in provincia di Milano (in un piccolo paesino), come te sono nata nel 1972 a maggio e come te sono affetta da endometriosi al 4° stadio.
Ho un bimbo meraviglio é un bimbo "DI CUORE" non di pancia..ma mi ha fatto dimenticare almeno in parte cosa sia l'endometiosi.
Io ho avuto una grossa fortuna (come dici tu bisogna vederla anche sotto altri aspetti), sapevo ancora prima di sposarmi che avrei avuto delle grosse difficoltà a restare incinta (anche se i ginecologi mi dicevano:non ti preoccupare si fa un'inseminazione ed é fatta!).
Porca miseria! Ho capito solo dopo di cosa stavamo parlando!!!
Partiamo dal presupposto che ne io ne mio marito siamo mai stati x l'accanimento terapeutico. Fortunatamente non ho mai avvertito la necessità di vedermi con la pancia e quindi di partorire. La mia endometriosi mi procura davvero parecchi dolori e forse incosciamente quelli del parto me li volevo evitare...boh!
Comunque come scrivi tu nel libro, non volevo arriva un giorno a 50 anni e dovermi rimproverare nulla. Volevo sentirmi a posto con me stessa e dire: le ho tentate tutte.
Risultato: 1 ICSI in Italia e 3 in Austria (da quello che descrivi tu nel libro, nello stesso posto; Krupemdorf).
La differenza con te é che io in Austria mi sono sentita amata, coccolata, rispettata. Forse sono andata in un periodo (estivo) dove non avevano molta fretta (anche se era pieno di gente, tra l'altro italiana).
Ho avuto anch'o la prima volta il problema della puntura alla 7:00 della mattina, é venuta l'infermiera in hotel a farmela. Che dire!
Dopo ho imparato a bucarmi la pancia da sola, la forza la trovavo immaginando il mio SOGNO.
Nonostante 3 tentativi falliti, oggi se qualcuno mi chidessi consigli su dove recarsi per la procreazione assistita, ancora direi AUSTRIA.
Sarà che mi sono trovata meno peggio? Io in Italia sono stata trattata come uno schifo!
A Monza (MI) dove lavora il mio ginecologo. Mi hanno fatto il transfer mentre parlavano al cellulare e una volta fatto: signora si muova abbiamo finito!
Oggi sono serena! Sempe vigile perché come dici tu, mi fanno sorridere quelle che sostengono: anch'io l'ho avuta! Tra queste una mia collega alla quale ho prestato il tuo libro.
Io non guarirò, avrò sicuramente un angioletto in cielo.
Mi sono operata per fortuna solo 2 volte. Una nel '94, laparascopia trasformatasi in laparatomia per cisti di 5 cm. (tolta mezza ovaia di sinistra).
Aderenze e follicoli. Mi hanno dato una bella ripulita.
L'altro internvento nel 2003 fatto solo a scopo diagnostico x vedere le tube che sono completamente chiuse.
Ho ovviamente tutto incollato, ovaie tube intestino e utero.
Non ho grossi dolori al momento (uso naturalmente la pillola da sempre). Ho più problemi nella sfera intima dati dalla pillola.
Ma sai x questo ti viene risposto: NON PUOI PERMETTERTI IL LUSSO DI PENSARE AGLI EFFETTI COLLATERALI!
Certo! Per fortuna non ho un marito "coglione", scua la parola!
Ho dimenticato di dirti subito all'inzio che le mie mestruazioni sono sempre stata dolorose. Dal primo menarca comparso all'età di 12 anni.
Finita un sacco di volte al pronto soccorso, con vomito, dolori e svenimenti; mi mandavano a casa dopo avermi fatto una flebo e dicendo a mia mamma di darmi un pò di cognac/alcolico (é un vasodilatatore signora, aiuterà sua figlia). Rendiamoci conto, ad una bambina di 12 anni!
Per fortuna mia mamma ha fatto l'infermiera in passato e quindi ad un certo punto (vendendomi con la febbre) ha preso la situazione in mano e mi ha portato a pagamento da un bravo ecografista. Scoperta dell'endometriosi: 22 anni!
Oggi mi trovo senza ginecologo, il mio é un gran cretino!
Cercherò informazioni presso l'APE, ho visto che la sede a me più vicina é quella di Brescia. Ho anche intenzione di recarmi a Roma x un consulto.
Bene! In sintesi questa é la mia storia, ci sarebbe da parlare x ore (ma questo tu lo sai).
Ti saluto ringraziandoti tanto x tutto.
La tua scelta di non aver seguito la strada dell'adozione ti fa onore! Bisogna essere davvero convinti, non si può essere egoisti. Questo non vuol dire desiderare meno un figlio. Vuol dire forse amarlo di più.
Ti abbraccio più forte che si possa . 
GRAZIE DI CUORE VERONICA!
Ciao Sara, penso che tu sia in gamba, mi piace questo tuo senso pratico e positivo.
Si il posto in Austria era quello ... è vero non mi sono trovata umanamente benissimo ma tutto sommato ho continuato a "consigliarlo" perchè mi rendo conto che, anche se non ho avuto altre esperienze, è un buon centro.
Su Roma c'è il Tor Vergata, è un ottimo centro specializzato in endometriosi PUBBLICO, perchè come dice Marisa, LA SALUTE NON SI PAGA.
Se vuoi info te le do in privato.
Su Milano lo saprai meglio di me, c'è il Mangiagalli.
Tieniti sempre controllata mi raccomando ... per te e per il tuo piccolo.
Un bacio grande, e Buona Pasqua!
Vero

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 
 
 
 
 
 
 

IN QUESTO MOMENTO SIAMO IN

web stats