Creato da poeta_dellanima il 19/04/2008

L'incanto

L'anima del poeta:uno straordinario e fiabesco universo

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

 

Sensibile

Post n°23 pubblicato il 17 Novembre 2010 da poeta_dellanima
 
Tag: amando

La fronte,
corrugata,
appare più vecchia
allo specchio
e mentre la mano
cerca di capire la verità
trovi il tuo cuore vuoto.
E come una casa,
a cui mancano porte e finestre
a cui mancano muri e fondamenta,
ed è forse che ti vedi così.
Quasi un'anima vuota
le mani nude
ed una via che sa di futuro.
Si accende la luce,
ed un flasch
acceca la tua mente.
Ora c'è solo la luce
ed il riflesso del sole,
specchiatosi nelle tue lacrime,
ispira nuove fantasie.
E nella nebbia di questi giorni
nella sera,
Troverò ancora un nuovo giorno
occhi nuovi,
ed albe e sole
e..tornare di nuovo
a
vivere...
Amando!!!

 poeta dell'Anima

 
 
 

Carillon

Post n°22 pubblicato il 27 Ottobre 2010 da poeta_dellanima
 

 

 

La dolce musica di un carillon,
suona soave nella stanza,
riempiendo di gioia il mio cuore,
riscaldandomi l'anima


Apro la finestra,
solo il rumore della pioggia
mi fa compagnia.
Chiudo la finestra.
Nella stanza
il rumore del silenzio
echeggia come uno sparo.
Il mio cuore batte forte,
sono solo...in questa fine del giorno
che se ne va,
La musica del carillon
mi veste l'anima,
come il tocco di una manodi donna!
Queto preludio di notte,
ed il manto che è nel cielo
nero e buio, che mette quasi paura.
 La luce del lampione, investito salla pioggia
rende tutto questo momento, magico,
Come quel sorriso,
La musica del carillonè  finita.
Ed è già un altro giorno

...domani ed è già domani....
 

Il Poeta dell'Anima        Buonanotte Anima mia

 
 
 

Sotto le lenzuola!!!!

Post n°21 pubblicato il 27 Ottobre 2010 da poeta_dellanima
 

Una canzone del mitico Adriano Celentano,
bhè credo tutti, la ricordino.
Un uomo, una donna...e quel titolo.
Mi chiama...mi fa, " Tesoro mi occorre una cosa, ti spiace?"
Ma no...che mi spiace, figurati!!
Vado, a casa la Nostra tanti progetti insomma,
la casa del nostro futuro...ma da un anno,
non c'è più nulla!!  Lei era già li..
mise che poco lasciava all'immaginazione,
"Rò, ho dimenticato le sigarette puoi!" Come no, tanto, la febbre
era sopra i 40°...
e si torna in scena, cena spuntata fuori come dal cilindro
di un prestidigiatore, e lei..e  noi...e ...il camino...
Ed il letto che tanto aveva voluto...
che sciccheria, tutto per accontentarla
ma neanche quel tutto è bastato!!!
E così ci siamo finiti sotto, alle lenzuola non so
cosa provassi, mi sentivo...svuotato..usato!!
Lei mi conosce, la mia "farfallina", mi conosce...
Uscito dentro di me saliva una rabbia sorda, muta cieca.
Lei è così....


Era così!!! Davvero...Ed all'improvviso con un mio Amico, andiede ad
una serata di gala!!!

Carina vero?? La mia donna certo MIA!!!
Successivamente, la vidi sempre con il mio amico
in piscina, dove lavoro...certo,
tutto normale, ma li vidi così!!!

mi sembrava un atteggiamento, tra amici..
e lei mi confemò..
lui addirittura, si alterò quasi!!
Per convincermi

Lei insomma stava con il mio amico.
ED io..con un palmo, di naso!!!
Ma  Ora conscio di non essere più..
innamorato della mia bella  piccola,
"farfallina".
che
...ora è volata lontana...
Buon volo "AMORE"

 

 

 
 
 

fiore d'autunno!!!

Post n°20 pubblicato il 23 Ottobre 2010 da poeta_dellanima
 

Mentre il nero d'inverno
ricopre la sera, un filo di vita
appare...
una rosa appassita che è stata recisa
la rosa giace muta tra le foglie
del manto autunnale,
ne ammiro la beltà dei colori,
dei sapori nuovi che sono nell'aria...
...forse c'è la stessa aria di un giorno...
...ieri...

Quel giorno tra quelle foglie che crepitavano
sotto i nostri corpi abbiamo riso a quel sole fioco
che non scaldava e d'improvviso..
...una goccia e poi ancora un'altra...
ed il temporale ci ha sorpresi...così...
vestiti e sorridenti...
...dolce era quel fiore d'autunno...
il suo sapore che si mescolava ai profumi
emanati dalle foglie e dalla pioggia.
Ti ho visto sorridere e ridere.
quando per ripararti dal temporale
ho tolto il mio soprabito e ti ho avvolta dentro...
sentivo il tuo corpo contro il mio, tremavi e mi cingevi,
..fiore d'autunno....intriso
di pioggia..e di noi...
Di baci e promesse,
..ed intanto...compariva un meraviglioso arcobaleno...
...mentre il mio fiore d'autunno, d'amore...
appassiva!!!

il poeta dell'Anima


Buongiorno Anima mia                   

 
 
 

Un anno fa

Post n°19 pubblicato il 20 Ottobre 2010 da poeta_dellanima
 

Un anno fa, com'è passato il tempo che credevo di non vedere neppure il domani,
ferito dal vuoto di un'amicizia inesistente, per me, che pensavo solo al modo di chiudere
gli occhi e .. Chiuderli sul mondo  sulle cose sulla vita. La vita,
questo stupendo mistero che ci avvolge come la nebbia, che ci sorprende al mattino,
un mattino freddo e gelido.
Gelido come il mio cuore, un cuore capace di soffrire, di soffrire e di amare
come pochi sono in grado di fare. Ed io lo so. Lo so perchè ho conosciuto il dolore,
il vero dolore che uccide,
come una mannaia che si avventa sulla testa, troncando lo sguardo tagliando
il corpo in due.
Due, come le anime gemelle che vivono insieme,
ma che non sanno che la vita in comune..a volte è una tortura come lo é la vita in solitudine.
Un anno fa, e la vita vola. Sarei curioso di sapere tu cosa pensi.

Già, perchè son sicuro che tu "farfallina", ci ripensi. E come non puoi farlo, 
quando nei miei ricordi, quando nella mia mente  si ritrova il colore della tua vita,
il sapore delle tue parole.
Quando i miei occhi vedono oltre il buio dei tuoi pensieri.
Pensieri nuovi ,  che ti frullano in testa ,  e chissà cosa pensi . Ed io ora me lo chiedo,
e chissà se un giorno  potrò mai avere la risposta , così ardita e sperata, così vuota e persa.
Ed ora, mentre sto scrivendo ciò che sento, mentre vomito pensieri a volte insensati,
sto scoprendomi solo.  Ma non solo perchè non ho braccia intorno a me.
Solo perchè non ho la verità, quella che cerco quella che credo sia
Ma forse il mio credo è falso.
Falso come l'uomo che tradisce la sua donna, falso come il cuore della donna che non ama,
falso come la vita di chi ti uccide. Ed uccide per soldi, 
lo stesso dio denaro che ci compra e ci vende tutti,
come se non fossimo padroni di noi stessi.
E ci tratta come stracci, come pietre senza valore,
gettate al vento, nella pioggia, spaccate dal sole.
E quanto sole ho visto Io, quanta pioggia ho sentito scendere,
con quanto vento ho sbattuto il questo anno, questo lungo e sporco anno.
Sporco come il mare sulla costa, come un fiume di città,
come la vita di chi getta il cuore attraverso il freddo viaggio di un filo grigio.
Ed è così che io ho ucciso il mio cuore, tradito dal Caino di turno,
forse inconsapevole di ciò che accadeva, ma  consapevole di ciò che faceva .
E l'ha fatto.
Ed io inerme non ho potuto nulla, perchè incantato dalla tua voce ,
sono caduto come un'idiota nel tranello tesomi dalla vita,
che mi ha imposto a scegliere, tra l'amicizia e il  mio vero unico amore,
tra la vita e la morte.
Ed ho perso tutto, ho pero la prima amicizia ed il mio solo Amore.
Ed ora rimpiango la bella vita. quando ti ho avuto vicino,
molto più di quel che credevo e non lo sapevo...
perchè non me lo hai mai detto che mi amavi..
davvero che eri più vicina al mio cuore  di quel che credevo..
non lo sapevo, no io non lo sapevo.
ed ora sbatto i pugni, credendo di risolvere chissà cosa, ed invece ,
non serve a nulla, non può servire a nulla .
e sbatto gli occhi scuotendo la testa.

 

...Chissà, chissà domani
   su cosa metteremo le mani...

E la musica va,
riempiendo la testa vuota

 

Buona domenica.....

e lo stereo riempie di bugie.

Quella sua maglietta fina...

e le parole vanno e ti fanno sognare. Ma la vota non è solo sogni,
e la realtà ti cade addosso quando non lo sai quando non ci vuoi credere,
e come il buio che ti avvolge tu ti ritrovi già grande, maturo,
e non sai che il tuo futuro è dietro quella porta, la stessa porta che ti fa paura, 
la stessa porta che non vuoi aprire,
perchè dietro essa una volta aperta troverai il tuo futuro,
ed hai paura del futuro.
Ma che cos'è il futuro se non la nostra vita, anno dopo anno.
Ed anno dopo anno, sono già arrivato fino a qui.
Un anno fa come mi sembra lontano, solo ieri potevo ridere, solo ieri scherzavo,
ed ora ho paura anche a respirare.
Respirare il roco ansimare del tuo fiato che rimbomba in testa , ed ora,
dopo che hai corso fino adesso scopri che sei arrivato ultimo.
Hai lottato...si vero ho lottato faticato e sudato mi sento distrutto
e tutto ciò per cosa, per essere ultimo...
Ma so di  non essere ultimo dentro al tuo cuore, e tu non lo sei mai stata nel mio...
Ma non ci basta saperlo c'è il mondo fuori.. per noi, questo era il passato...
ora c'è il presente ed il futuro, dietro quella porta che tra un attimo si aprirà.
Troverò forse di nuovo i tuoi occhi...
Un anno fa...
finisce qui... aprendo quella porta!


                                              
Il poeta dell'Anima

 
 
 
Successivi »
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

romina05paolovilla2007claudia.holajl1animabilepaccottino1tony57Lorelai54rossopositivo53sabry9186Gioia83.Giplincipessadgltrillyinanausica_46corbani.decomania
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom