Un blog creato da myfriend.mi il 24/03/2014

Lo Stagista

Carte da decifrare

 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

TAG

 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 
 
 
 
 
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: myfriend.mi
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 54
Prov: MI
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« Entanglement quantistico...In viaggio nel nostro si... »

L'infinita solitudine

Post n°34 pubblicato il 18 Aprile 2014 da myfriend.mi
 
Tag: Scienza

Gliese 667C è una stella con una massa pari a un terzo di quella del Sole, si trova a una distanza di circa 22 anni luce, nella costellazione dello Scorpione, ed è la prima (ad essere stata scoperta) a ospitare una zona abitabile (quella in cui le temperature permetterebbero l'esistenza di acqua allo stato liquido) popolata da pianeti. Un team di astronomi ha infatti trovato indizi circa la presenza di tre superterre nella zona abitabile (o vicino ad essa) di Gliese 667C, potenzialmente adatte a ospitare la vita.

Le tre superterre si chiamano: Gliese 667C-b, Gliese 667C-c, Gliese 667C-d.

Si tratta, spiegano i ricercatori guidati da Guillem Anglada-Escudé della University of Göttingen, e Mikko Tuomi della University of Hertfordshire, di pianeti con masse superiori a quella della Terra ma inferiori a quelle di Urano o Nettuno (da 2,7 a 3,8 le dimensioni del nostro pianeta racconta Tuomi alla Bbc) e del primo caso noto in cui ben tre di questi corpi potenzialmente rocciosi vengono trovati nella zona abitabile dello stesso sistema solare.

Gliese 667C fa inoltre parte di un sistema a tre stelle, così che la vista potenzialmente apprezzabile da una delle sue superterre mostrerebbe sì l'astro principale, ma anche gli altri due soli, Gliese 667A e Gliese 667B sullo sfondo, ritratti insieme ad altri esopianeti del sistema solare (come mostrato nell'immagine, con la vista di un esopianeta appena crescente sulla sinistra).

 

 

La verità dell'universo. Noi ne conosciamo solo una infinitesima parte e conosciamo solo una infinitesima parte della sua bellezza.
Ci vorrebbero 22 anni di tempo per raggiungere quei pianeti viaggiando alla velocità della luce (cioè a 300mila Km/s), cosa impossibile per noi e per la nostra tecnologia attuale.

Tuttavia è difficile non rimanere affascinati dalla infinita bellezza, forza, brutalità, dolcezza, grandezza e poesia dell'universo. Dalla sua infinita maestosità e solitudine. Dalla sua creatività e dalle sue molteplici forme. Laggiù, nell'universo, ogni giorno c'è un tramonto con tre soli che si svolge nella più assoluta solitudine. Non c'è nessuno a guardarlo. Egli è così solo per se stesso.

Ci sono tante cose che si possono fare nella vita, è ovvio. E tutte molto più interessanti di questa. Tuttavia se potessi esprimere un desiderio direi che mi piacerebbe tanto poter vedere quel tramonto con tre soli, almeno una volta.

 

La zona abitabile

La zona abitabile di un sistema solare è quella zona attorno al suo sole nella quale, grazie alla temperatura mite, nei pianeti l'acqua potrebbe esistere al suo stato liquido. La presenza di acqua allo stato liquido è una delle precondizioni per l'esistenza della vita (almeno per le forme di vita che conosciamo noi).

Questo è il sistema solare di Gliese 667C con i suoi pianeti e la zona abitabile.


 

E questo è il confronto tra la zona abitabile del nostro sole e quella di Gliese 667C.

 

Questa è una rappresentazione del sistema solare di Gliese 667C e il confronto tra il pianeta Gliese 667C-c (quello ideale per ospitare la vita) con la Terra e Marte.

 

 

Questa è una comparazione sintetica tra i pianeti "abitabili" fino ad oggi scoperti e la Terra.

 

 

E questa è una immagine di come potrebbe essere un tramonto sul pianeta Gliese 667C-c.

 


 
 
 
Vai alla Home Page del blog