Un blog creato da lostvampire il 08/06/2008

lostvampire

ultimo guerriero

 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

lostvampirecaracolahelixklintdanaestellina_del_mare_85ester.petittimarial_francomatteozannolismallcicci68balamqludozeroduelafenicedifuocoginevra1154Arcobaleno1961fernandez1983raba_rama
 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 

TAG

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« DHARMACOME VORREI... »

APOLOGIA DEL GUERRIERO

Post n°9 pubblicato il 17 Giugno 2008 da lostvampire
 

È una fortuna crescere con dei Miti…e non con idoli..

Il Mito è qualcosa con cui puoi interagire, che vive di vita propria, carico di simboli e significati…Mito…Archetipo…

Con il Mito il rapporto è attivo … interagisci … elabori…cresci…

Gli idoli sono sterili…vuoti…pura apparenza…con essi puoi avere solo un rapporto passivo…esserne condizionato…plagiato…svuotato sino a portarti all’identificazione con l’idolo stesso…

Mitizzazione e idolatria…due strade ben differenti…

 

La via del guerriero non può che essere una via del mito…

Ho avuto la fortuna di crescere con un mito…a dire il vero con più d’uno…

 

Mio PADRE…si tutto maiuscolo…se l’ho merita…era un guerriero…

 

Via ogni significato retorico da questa parola…non sono un guerrafondaio…credo che questo mito abbia un significato molto più profondo…

Mio PADRE era un guerriero…mi ha insegnato valori semplici…onestà e valore…rispetto ed onore…sincerità e responsabilità…passione e desiderio…tolleranza e solidarietà…con cui vivere ogni aspetto della propria vita…questo è un guerriero…un uomo…come tutti dovrebbero essere…

 

Heidegger ne parla come di un essere per la morte…non facciamoci ingannare…la morte è parte della vita…inevitabilmente…si deve imparare a vivere come se si dovesse morire in ogni istante…non è retorica…vuol dire comprendere il valore della vita…e non sprecarne un secondo…

 

Il guerriero cambia…si evolve…con l’età…con l’esperienza…con gli amori…

 

All’inizio è Achille …che fantastico figlio di puttana…tutto gloria ed eternità…l’apoteosi del valore e dell’egoismo…conta solo vincere…diventare eterni nella gloria…ogni battaglia per lui era l’attestazione della sua superiorità…e della sua solitudine…non è malvagio…e crudele...cosa ben differente…piange i suoi morti e i morti avversari allo stesso modo…con la stessa pietà…

Solo Briseide lo vince…solo l’amore lo mette in contatto con la sua interiorità…e per Amore compirà l’unico sacrificio…l’ultimo sacrificio.

Achille ha paura…ha paura di essere dimenticato…non gli basta sapere che il suo sangue vivrà in eterno…vuole che il suo nome…che lui viva in eterno…ha paura di morire prima di diventare immortale.

 

Quante volte sono stato Achille…quante volte dietro l’impassibilità della maschera tremavo…quante volte una conquista nella vita serviva solo a sostenere il mio Ego…

Fortunatamente Achille è un mito…non un idolo…e cresce…cambia…si evolve...tu cresci…cambi …ti evolvi…

 

Ettore…il domatore di cavalli…Ettore il sorridente…Ettore marito e padre…Ettore è il guerriero…maturo…invincibile anche nella sconfitta…invincibile anche nella morte…

La via del guerriero porta ad Ettore…porta alla consapevolezza…alla serenità…ad amare così profondamente da essere pronti a qualunque sacrificio…Amore completo…non verso una donna…o la donna…Amore verso la vita…

Ettore dona al propria vita perché la vita continui …

Ettore non fugge anche se conosce l’esito della battaglia…

Ettore non ha paura di morire…diventa immortale prima di morire

 

Fa quel che devi…succeda quel che può…

 

Qualcuno scrisse “…fortunato il paese che non ha bisogno di Eroi…”

 

Vero…paese fortunato…non ha bisogno di Eroi…perché tutti lo sono…perché tutti sono guerrieri…perché ognuno sa ciò che DEVE fare…perché ognuno ama cosi intensamente da donarsi completamente…

 

Sfortunato il paese che ha bisogno di Eroi…gli Eroi moriranno…e resteranno i mediocri.

 

Io sono un guerriero…

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 
 
 
 
 

THE MARRIAGE OF TRUE MINDS

Let me not to the marriage of true minds

Admit impediments, love is not love,

Which alters when it alterations find

Or bends with the remover to remove.

 

O no, it is an ever-fixed mark

That look on the tempest and it’s never shaken;

It is the star to every wand’ ring bark,

Whose worth’s unknown, although his height be taken.

 

Love’s not time’s fool, though rosy lips and cheeks

Within his bending sickle’s compass come,

Love alters not with brief hours and weeks,

But bears it out even to the edge of doom:

 

If this be error and upon me proved,

I never writ, nor no man ever loved.