Creato da luloca il 10/03/2006

Liberi come l'aria.

In questo blog sono graditi tutti gli interventi, se in tema con l'argomento del post. Potete dire qualunque boiata, purché non lo facciate in maiuscolo o in grassetto. La prima regola del vivere civile é quella di non prevaricare gli altri, e chi lo fa,oltre a non meritare la mia stima, si rivela solo un gran cafone.

 

 

« Quando si parla del pass...Ecco, lui c'é l'ha fat... »

La necessità di essere profondamente anticlericali.

Post n°227 pubblicato il 25 Marzo 2010 da luloca
 

In un panorama come quello di oggi, é bene che i "non credenti" escano dal loro angolo di silenzio.
La chiesa ha un potere così grande sulla nostra società, perché possiede un posto privilegiato nelle istituzioni, concesso non si sa bene per quale ragione.
Persino alla Rai, gli emissari del vaticano, occupano un loro posto nel consiglio di amministrazione. Per non parlare della scuola o di altre istituzioni, dove praticamente fanno ciò che vogliono, in barba ad ogni regola democratica sulla laicità dello stato italiano sancita dalla costituzione.
I numerosi privilegi, come quello di non pagare l'ICI, o le tasse, anche su attività che sono di tipo imprenditoriale, la pongono in una posizione di superiorità che non ha precedenti in alcun paese democratico dove vige l' uguaglianza.
In Italia, di fatto, la chiesa é uno stato dentro lo stato. Uno stato totalitario con regole e leggi tutte sue, e con una sovranità che non appartiene certo al popolo. In questa sovrapposizione di poteri statali, gli emissari del vaticano, vescovi e cardinali, godono di diritti diplomatici che di fatto li rendono immuni da ogni indagine giudiziaria della magistratura, non possono neanche essere interrogati o giudicati da una corte ordinaria nel caso commettano crimini. E ciò é accaduto varie volte, con il risultato che alcuni prelati criminali l'hanno fatta franca.
In tutto ciò, anche se, le eminenze cardinalizie, non fanno parte dello stato italiano, e a lui non sono assoggettati da alcun vincolo, anzi godono di immunità diplomatica, si sentono in diritto di dire la loro su ogni questione che riguardi la politica italiana, anche se di fatto non accedono neanche al voto. E' come se al telegiornale, a un certo punto, apparisse il console della Danimarca, per dirci la sua su cui votare alle prossime elezioni. Ma vi sembra possibile questo?

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/luloca/trackback.php?msg=8610117

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
piandeloa
piandeloa il 26/03/10 alle 08:40 via WEB
Io non ne posso più, caro Lu. Non ne posso più al punto che, le rare volte in cui voto, scelgo il partito esclusivamente in base al suo livello di laicità. Però sono un po' stufo di dover votare micropartiti.
 
 
luloca
luloca il 26/03/10 alle 12:33 via WEB
Dobbiamo organizzarci, altrimenti finisce che questi ci impomgono anche come vivere, per legge. A me non me ne può fregare di meno delle idiozie in cui credono: che ci cradano pure, cavoli loro! La cosa importante, per me, é che io possa vivere diversamente a loro, seguendo le mie convinzioni etiche e morali, che non sono certo ispirate dal papa. Con il potere politico, di ago della bilancia, che stanno finendo per assumere in italia, causa pochezza della nostra politica interna, finiremo per essere perseguitati. In qualità di non credente, esigo di avere voce sui mezzi d'informazione. Al telegiornale vorrei che ad ogni fesseria del papa, potesse rispondere qualcuno che la pensa diversamente. Altrimenti é l'oblio di ogni ragione. Si rischia una svolta totalitaria delle peggiori, perché non sarebbe solo sul fronte ideologico, ma religioso. Questo mi fa una paura enorme!
 
Enricostrat
Enricostrat il 26/03/10 alle 09:26 via WEB
Eppure i clericali convinti, sono ciechi come altre categorie di "credenti". Anche davanti all'evidenza non ammettono.
 
 
luloca
luloca il 26/03/10 alle 12:39 via WEB
Quando certe fesserie te le mettono in testa fin da bambino é molto difficile riuscire a comprendere la realtà. La religione fa leva su suggestioni, su paure e su vere e proprie manipolazioni di carattere psicologico. La legge, contro questo genere di crimini esiste, ma come al solito nei loro confronti si fanno mille eccezioni. Cio che vale per Vanna Marchi e C., per loro non vale.
 
card.napellus
card.napellus il 29/03/10 alle 09:01 via WEB
Ti prego, stai parlando con un card.! Ma hai mai sentito che Ciampi o Cossiga abbiano dato dei consigli ai cardinali riuniti in conclave o criticato le bolle papali?
 
 
luloca
luloca il 30/03/10 alle 17:00 via WEB
No, mai sentito. Ma neanche che un sovrano di un altro paese, a parte il papa, parli in parlamento.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: luloca
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 53
Prov: EE
 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

cartmanzonifederica.trontimariafrancesca.mfMarco_heavendavidecredsimoninissil81bseleonora.grazianiolgapaltrisalve600Jim223silvanobrubadreligion78liberto732007ericadt
 

ULTIMI COMMENTI

Magnetic powder core Powder core Soft Magnetic Powder...
Inviato da: bamboo furniture
il 21/08/2013 alle 08:08
 
Crystal Candle Labra Crystal Candle Holder Crystal Flower...
Inviato da: bamboo furniture
il 05/06/2013 alle 09:15
 
Plastic Tube Cosmetic Tube Cosmetic Packaging Cosmetic...
Inviato da: bamboo furniture
il 27/03/2013 alle 02:41
 
Anche io per un bel po' non ho avuto niente da dire....
Inviato da: ventididestra
il 10/01/2013 alle 13:19
 
China ear thermometer China infrared ear...
Inviato da: bamboo furniture
il 31/10/2012 alle 02:59
 
 

TAG

 
Citazioni nei Blog Amici: 12
 

UNA PROFEZIA DI PIER PAOLO PASOLINI.

Alì dagli Occhi Azzurri uno dei tanti figli di figli, scenderà da Algeri, su navi a vela e a remi. Saranno con lui migliaia di uomini coi corpicini e gli occhi di poveri cani dei padri sulle barche varate nei Regni della Fame. Porteranno con sè i bambini, e il pane e il formaggio, nelle carte gialle del Lunedì di Pasqua. Porteranno le nonne e gli asini, sulle triremi rubate ai porti coloniali. Sbarcheranno a Crotone o a Palmi, a milioni, vestiti di stracci asiatici, e di camice americane. Subito i Calabresi diranno, come malandrini a malandrini: «Ecco i vecchi fratelli, coi figli e il pane e formaggio!»
 

FACEBOOK

 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom