Contatta l'autore

Nickname: lunarossa.1974
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 46
Prov: NA
 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 11
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

FACEBOOK

 
 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

Ultime visite al Blog

bulltorino2015words_62cerinosergiobrunelli72enri130christianvisJesus0adannyrenzihadrusgio0madevixrobertalemmarotax1lesaminatorearcopaljehu
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

No alla censura! Basta con l'imbroglio!

Questo blog è pubblicato in base all'art. 19 della Dichiarazione Universale dei diritti dell'Uomo, all'art. 10 della CEDU, all'art. 11 della Carta di Nizza, all'art. 6 del Trattato sull'Unione Europea, all'art. 21 della Costituzione Italiana.

La libertà d'espressione fa parte del patrimonio giuridico e morale mondiale.

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Creato da: lunarossa.1974 il 16/02/2007
Senza nè Santi nè Eroi.

 

 
« I ragazzi di "Addiopizzo...Io sto con il Dalai Lama. »

Ma perchè ci fanno votare?

Post n°77 pubblicato il 17 Marzo 2008 da lunarossa.1974

Sia la banda Veltroni che la banda Berlusconi potevano risparmiarsela tutta questa esagitazione alla ricerca del voto capace di regalargli l'alloro: a noi, noi civili, non cambieranno la vita. E nemmeno avrebbero avuto bisogno di inscenare tali e tanti comizi, siamo già addormentati, narcotizzati, l'incantatore di serpente ha fatto egregiamente il suo lavoro.

L'esagerato sperpero di denaro per arricchire con sfavillanti addobbi le loro campagne elettorali è doppiamente vergognoso poiche loro sanno, che i giochi, gli impicci son già stati compiuti.

Il nostro voto al massimo deciderà il colore della bandiera che primeggerà per i prossimi 5 anni, sabotaggi permettendo, ma non decideremo chi dovrà occupare le poltrone. L'accoppiamento

nome – poltrona è già stato deciso.

Dell’Utri, Cuffaro, Carra, Crisafulli sono già stati eletti, insieme a tutti gli altri. Diventeranno nostri dipendenti a 25.000 euro al mese anche Fassino (per la quarta volta), sua moglie (per la quinta volta), D’Alema, gli avvocati e la segretaria dello psiconano. La Camera e il Senato sono al completo. Sold out.
Il Parlamento è la nuova casa chiusa degli italiani.

Sia che vinca l'uno sia che vinca l'altro le nostre vite quindi muteranno talmente poco da non accorgercene neppure.

Non bastano i mega pullman e i sorrisi alla folla, non bastano le promesse fantasiose, a dire il vero non basterebbe nemmeno la loro forza d'animo, se ne avessero, e tutto il loro potere. Nemmeno se uno dei due o tutte e due insieme fossero illuminati da qualche Dio potrebbero fare il miracolo.

Non si tratta di semplice incapacità o di banale delinquenza. Tutto è troppo intrecciato, legato a doppio filo, unito da vincoli pericolosi da recidere. Una rete talmente fitta che giungere ad un capo risulta impresa impossibile da realizzare. Le figure si mischiano tra loro come le mani di esperti pokeristi. Non a caso, Bassolino e tutti gli altri indagati coinvolti nelle indagini, risultano essere agli atti, nulla tenenti. Avete capito? Nulla tenenti.

Per capire a fondo quel che voglio dire bisogna guardare alla Campania e ai sui affari non come ad una regione corrotta ma come allo specchio magico che riflette gli affari di tutta la Nazione.

Oltre a ricordare la devastante situazione rifiuti, una emergenza largamente generata da anni di inadempienza, incuria e magna magna di entrambe le fazioni politiche.

Una emergenza che tutt'oggi vede la stessa regione Campania spaccata a metà: a nord l'immondizia sembra essersi inghiottita ogni lembo di terra, a sud della regione, l'emergenza rifiuti sembra non essere mai esistita tanto sembrano lustri i marciapiedi e le strade. Tutta Salerno, la costiera Amalfitana, il Cilento, e la zona di Pompei e Scafati pulite e con una buona raccolta differenziata: perchè tanto contrasto nella stessa regione?

Forse perchè la parte nord è strettamente controllata da clan spietati appoggiate dalle istituzioni: istituzioni o troppo poco coraggiose o molto colluse. Certo, anche la parte a sud possiede i suoi

“ proprietari “ ma evidentemente comprendono l'importanza di non attirare esageratamente l'attenzione. E di far respirare ai propri figli aria decente.

Prodi intanto firma il consenso a bruciare nella futura Acerra le balle  della  Fibe.

Ma non era indagata la Fibe? E perche ancora gli è permesso di gestire i rifiuti? Perchè è stata dissequestrata?

Balle non a norma e quindi altamente tossiche: le ceneri di un veleno micidiale verranno respirate da tutti noi.

Avrà voluto fare un favore agli amici della Fibe, oppure, non ha potuto rifiutarsi.

Eloquente il volto di De Gennaro: un uomo che ne ha vista tante, ma non tutte!

Ma non solo la spazzatura potrebbe assumere il ruolo di prova schiacciante e incontrovertibile: proviamo a sbirciare all'interno delle strutture pubbliche.

Infaticabile la procura di Napoli macina inchieste a più non posso aprendo orizzonti funesti.

A Napoli si sa, c'è un mare che è un incanto , praticato da molte barche, motoscafi, gommoni, navi e yacht.

Ce n'è uno battezzato, Canaglia; la Procura segue la scia che essa lascia perchè il fortunato possessore di cotanta bellezza è un certo Claudio Ragosta, l'ex vertice del potente ufficio tecnico della manutenzione sanitaria di Napoli. Praticamente nel suo ambiente il Capo dei Capi.

Intercettano una sua telefonata, sta parlando con l'uomo che tempo fa gli ha venduto anzi svenduto proprio lo yacht che oggi sfoggia compiaciuto. Un certo Vincenzo Cotugno, peccato che a questo santo uomo proprio due giorni prima gli son stati sequestrati ben 4 milioni di euro, i reati contestatogli riguardano innummerosi appalti truccati. Un appalto truccato non è cosa da poco, un appalto vinto in questo modo toglie il pane alle persone oneste, costringe i lavoratori onesti a chiudere bottega a cadere in disgrazia!

Dicevamo, questo buon uomo, Vincenzo Cotugno, è molto vicino all'ambiente politico del PD, non solo, non ha problemi nemmeno con l'altra parte, con Berlusconi per intenderci. Si sa in piazza si afferrano per i capelli nell'intimità ottimi affaristi e grandi amiconi.

Quel giorno al telefono con il caro timoniere di Canaglia si parla di affari, infatti Vincenzo dice, senza mezzi termini, che lui è il numero uno e per agganci e per gare vinte in modo scorretto, non solo, secondo lui, vantandosi, non vi è in tutta la Campania un uomo che conosce uno per uno i nomi dei funzionari corrotti, sia della regione sia di ogni comune campano.

L'azienda Asl Napoli 1 è la piu imponente di Europa, qualcosa come 9 nosocomi nella sola provincia. Ospedali controllati e gestiti interamente dalla camorra.

L'inchiesta individua la camorra addirittura nelle aziende che si occupano di lavare le lenzuola, nella mensa, nelle imprese di pulizia, nelle aziende di lavoro interinale alle quali gli ospedali si rivolgono per reperire infermieri, portantini e ect, ect. Anche chi si occupa della manutenzione di software e di apparecchiatura medica risultano essere gestiti dai clan.

Anche la scelta dei primari ricade sui clan, ma, e questo farebbe capire come mai gli ospedali risultano essere cosi mal gestiti, troviamo nelle poltrone dirigenziali personaggi che non possiedono nemmeno la terza media! Totalmente fuori ogni criterio.

Vicino questi analfabeti siedono ora dirigenti della Margherita, ora dirigenti della CDL, ora del PD.

Otto milioni di debiti accumulati.

Ma loro son sempre li, e sempre ci saranno almeno fin quando non eserciteremo la nostra volontà di cittadini.

Ecco perchè dico che poco importa chi eleggeremo, loro sono già li e si dividono soldi, privilegi e divorano ogni cosa gli si pari davanti.

Quel che è peggio e che con tutto che la Procura e l'antimafia facciano emergere questi gravi episodi i politici rispondono che a loro nulla è permesso e che tempo per rifar leggi non vi è!

Fate voi.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/lunarossa74/trackback.php?msg=4307975

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
L1700s
L1700s il 30/03/08 alle 20:35 via WEB
Ciao, interessante il tuo blog, ci farò un salto quando avrò più tempo per leggere i tuoi articoli. P.S: ma come fai a scriverne di così lunghi!? Sono interessanti ma molto impegnativi! Un saluto.
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

ARRESTATECI TUTTI

COPIA E INCOLLA NEL TUO BLOG