Creato da lape.cheronza il 23/09/2006

racconti di vita

adoro essere chiamato tesoro e papà

 

 

« IO NON HO PAURAMamma »

TITANIC

Post n°129 pubblicato il 20 Ottobre 2010 da lape.cheronza


Non era possibile chiarire nel tempo quel modo di essere, di stare lontani. Noi, pianeti irraggiungibili, dimensioni diverse, universi paralleli. Noi avvicinati per caso da un destino generoso e folle.
"E così te ne vai? Così decidi arbitrariamente di buttare nel cesso un esemplare di maschio sessualmente attivo, non bellissimo ma affascinante, simpatico, arguto e colto, con spiccate tendenze romantiche-passionali come me? Non ci credo, dai, non è possibile".
Pensavo ai tuoi occhi e pensavo al passato e ai tuoi "Veramente?!", a quello che ormai giaceva sepolto, ma dove? E come trovarlo, dov'era la mappa? Immaginavo le tue mani, gesticolavi nervosa come se le mie parole scritte fossero insetti noiosi da scacciare. Avrei voluto fermarle quelle mani morbide, stringerle per farti sentire quanto forte potesse essere il bisogno di venire compresi e quanto altrettanto violento il non poter esserlo.
"Che ho fatto, detto, pensato, per meritarmi una simile punizione? Non mi sono evoluto come tu pretendevi? Parla, abbi il coraggio delle tue azioni e magari anche delle mie".
Tu un torrente impetuoso di parole e di accuse. Hai chiuso la porta e  quanto fa male sentirsi al di là dei tuoi pensieri e dei tuoi sogni. Al di là di tutto. Alzi l'ancora calata da poco nelle mie torbide acque insicure e salpi a bordo di una nave luminosa. Io resto sul molo, nemmeno sollevo la mano, nemmeno un saluto, pronto a nutrirmi di ricordi come un avvoltoio sulla carcassa di noi.
"Vedi bellezza, voi donne siete così, sempre alla ricerca, insicure, non sapete cosa volete e pretendete che un cervello strutturato così semplicemente come quello di un maschio stia dietro alla vostra incomparabile e sublime inconsistenza".
"Mai" e "sempre", le più sublimi bugie dell'amore, ripetute, sussurrate, urlate mille volte come fosse possibile l'eternità, comune denominatore di ogni vita.
Un altro Titanic che pareva inaffondabile è sprofondato nell'abisso.
 
"Signori, è stato un piacere suonare con voi".





 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: lape.cheronza
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 49
Prov: RM
 

Se vuoi un consiglio……

Non ti innamorare mai di uno come me…

Ti ritroveresti in un mondo fatto di  ombre di alberi che ballano al ritmo del vento, di boschi nei quali si alternano  meandri oscuri dalla vegetazione fitta, irta di rovi, ispida e tormentata, come spesso è il mio cuore, ed ampie radure scaldate dai raggi del sole dove poterti dissetare attingendo alle acque fresche e pure di un ruscello....

Dovresti imparare a specchiarti nei sogni, a viaggiare cavalcando la coda delle stelle, a vedere oltre le apparenze, a bere i suoi baci e godere del suo corpo....

Dovresti imparare a capire i silenzi, le parole non dette, le lacrime nascoste, ad accettare che lui si prenda cura di te , che entri nel tuo mondo con la sua irruenza, la sua allegria, la sua voglia di vivere con il suo essere semplice e complicato nello stesso momento....

Dovresti imparare a superare le barriere che sono state erette, a scalare le montagne a piedi scalzi, a sfiorare le sue ferite, a metterlo al centro del tuo mondo ed a farti mettere al centro del suo....

Se vuoi un consiglio….. non ti innamorare mai di uno come me….. il mondo è pieno di persone meno complicate……..

SHE, Elvis Costello clicca qui...

 

 

.

Credete davvero che 

L'Amore sia roba da grandi?

 

.

veggo il meglio ma al peggior m'appiglio:)

 
 
Quando pensi che tutto sia perso,
è proprio quello il momento di ricominciare,
raccogli cio' che di buono sei riuscito a creare
e portalo con te,
il resto lascialo.
Vestiti di un sorriso e di tanta speranza
allena il tuo cuore per le future battaglie
e impara da quelle che tu chiami sconfitte.
Ricorda, c'è un tempo per piangere
e un tempo per sorridere, SEMPRE
se questo è il giorno della tua lacrima
ricordati che domani
si potrà trasformare in sorriso
se tu lo vorrai.

 
 
 
 
Sapere che c'e' qualcuno,
da qualche parte,
dal quale ti senti compreso
malgrado le distanze
o i pensieri inespressi,
fa di questa terra un giardino.
 
 
 

ULTIMI COMMENTI

Miiiiiiiiiiii...lì'avessi scrittta iooooooooooooooo :-)
Inviato da: gi_mg
il 17/07/2011 alle 18:54
 
sono rimasta senza parole nel leggere cio' che hai...
Inviato da: maria cuccu
il 21/04/2011 alle 05:09
 
è meravigliosa.....
Inviato da: LaDy_D3LiSH
il 16/04/2011 alle 14:21
 
In ogni caso..danza Cico. La danza non ha mai spazio per il...
Inviato da: x_MissCaccolo_x
il 28/03/2011 alle 13:44
 
...tua figlia è uno dei tuoi lati migliori...l'ho...
Inviato da: adelia75
il 21/03/2011 alle 08:47
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

elementaricenesellimara_dolcemaramarcolantepantaleoefrancatecaldialessioannecchiricoteresaf_1emanuele11dglgialloclubwherethestreetshaveadelia75raffaella.marinielloscilipoti.danielail_ramo_rubatoeliodoc