Area personale

 

Ultimi commenti

speriamo che qui tutti sembrano dormire beati....
Inviato da: antonello
il 05/06/2009 alle 19:04
 
Complimenti per la vostra iniziativa. Speriamo che almeno...
Inviato da: Gripping head
il 18/05/2009 alle 21:28
 
http://www.ilribelle.com/lettere-alla-redazione/2008/11/21/il-grido-di-un-cancelliere.html#entry2594611
Inviato da: Anonimo
il 26/11/2008 alle 18:02
 
Diciamo che sopravviviamo cercando di turarci il naso. Ma...
Inviato da: Anonimo
il 28/10/2008 alle 10:19
 
Ragazzi, mi raccomando partecipate numerosi allo sciopero...
Inviato da: Anonimo
il 14/10/2008 alle 20:06
 
 
Creato da: pumina78 il 17/04/2008
si parla di politica..e non solo

 

 

I lavoratori degli uffici giudiziari di Milano scrivono al Presidente della Repubblica

Post n°20 pubblicato il 11 Maggio 2009 da pumina78

Signor Presidente della Repubblica,


Siamo i lavoratori degli Uffici giudiziari di Milano e, come tutti, stiamo attraversando enormi difficoltà alle quali si aggiunge un profondo malessere per il modo nel quale veniamo presentati all’opinione pubblica ( dipendente statale = fannullone ).

Ci siamo autoconvocati e “autotassati” perché, di questi tempi, chi non conquista uno spazio mediatico rimane senza voce.

Le chiediamo di essere la nostra voce, come cittadini e come lavoratori che rendono concreto l’operare del Potere Giudiziario, uno dei tre pilastri su cui poggia la Costituzione di cui Lei, Signor Presidente, è custode e garante.

In primo luogo è necessario che venga chiarito un enorme equivoco: non è nelle aule dei Tribunali che si decide cosa è giusto o cosa è sbagliato, né si stabilisce come punire i reati.

Ciò viene deciso legittimamente dal Parlamento, che è il luogo dove si esercita la sovranità dei cittadini e a noi, tali decisioni, giungono attraverso i Codici.

E’ nel Codice che sta scritto se lo stupro deve essere punito più duramente del furto di una mela e in che proporzione, se il colpevole colto in flagranza di reato debba attendere in carcere la sua condanna o possa andare libero, quanto sia ampio il tempo per indagare prima che il reato si prescriva e non sia più possibile alcuna punizione o come il processo possa essere agevolato o bloccato.

Il Legislatore e la Politica individuano la massa delle azioni da punire, la quantità delle persone che devono cooperare perché ciò avvenga e la razionalità delle procedure da applicare: se vi è saggezza in questa proporzione il risultato sarà positivo, altrimenti insorgeranno problemi. E’ una regola elementare, quella del vincolo di bilancio, nota alle Multinazionali e ai buoni padri di famiglia.

Non è l’inefficienza o la negligenza dei lavoratori della Giustizia che determinano le lungaggini del processo, ma i Codici che regolano le procedure – spesso molto complesse – di tutta la macchina della giustizia.

Perché nessuno lo dice? Perché nessuno ha informato l’opinione pubblica che negli ultimi anni sono state più volte cambiate dette procedure con un esponenziale aumento degli adempimenti a nostro carico, il tutto a fronte di:

• nessuna formazione che, specie in un settore così delicato, ciascuno di noi è costretto ad acquisire anche per non incorrere in sanzioni disciplinari o più gravi;

• una continua riduzione delle risorse umane e finanziarie che, al contrario, vanno proporzionalmente aumentate;

• nessuna crescita professionale - sebbene una sempre maggiore competenza acquisita nel corso degli anni - per noi lavoratori della Giustizia, gli unici nel settore pubblico a non avere avuto un processo di riqualificazione nonostante questo fosse previsto da un contratto firmato il lontano 5 aprile 2000?

Signor Presidente, in questo momento di generali incertezze e sacrifici, sentiamo il dovere di richiamare la sua autorevole attenzione a un’impellente necessità di verità, nel timore che lasciar radicare nei cittadini una convinzione errata sulle nostre responsabilità possa offrire lo spazio a frettolosi revisionismi che – invocando aspirazione di efficienza e di eccellenza che noi per primi auspichiamo – stravolgano di fatto la visione etica con la quale la Costituzione ha disegnato il Potere Giudiziario, ove chi indaga e chi giudica è soggetto solo alla Legge, tutti i reati vanno evidenziati e puniti e ogni cittadino è uguale per diritti e doveri.

In democrazia ogni cambiamento è legittimo, ma vuole verità, chiarezza e trasparenza.

La nostra tristezza e la nostra indignazione ora, ove sempre più spesso la valutazione superficiale e poco obiettiva del nostro operare induce qualcuno a ritenere di poter ledere pubblicamente e ingiustificatamente anche il nostro onore e la nostra dignità, cede il passo a questo senso di responsabilità verso la Casa comune in cui ci riconosciamo e che Lei, anche come uomo, ha fortemente voluto, certi che lo saprà cogliere e fare Suo.

Con rispetto ed affetto.

Milano, 27 marzo 2009.
 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Un testo per riflettere sulle idee, sul martirio e sui cattivi maestri

Post n°19 pubblicato il 18 Gennaio 2009 da un_pessimo_elemento

"Morire per delle idee" (George Brassens - Traduzione di F. De André)

Morire per delle idee, l'idea è affascinante
per poco io morivo senza averla mai avuta,
perchè chi ce l'aveva, una folla di gente,
gridando "viva la morte" proprio addosso mi è caduta.

Mi avevano convinto e la mia musa insolente
abiurando i suoi errori, aderì alla loro fede
dicendomi peraltro in separata sede
moriamo per delle idee, va bè, ma di morte lenta, va bè
ma di morte lenta.

Approfittando di non essere fragilissimi di cuore
andiamo all'altro mondo bighellonando un poco
perchè forzando il passo succede che si muore
per delle idee che non han più corso il giorno dopo.

Ora se c'è una cosa amara, desolante
è quella di capire all'ultimo momento
che l'idea giusta era un'altra, un altro movimento
moriamo per delle idee, va bè, ma di morte lenta
ma di morte lenta.

Gli apostoli di turno che apprezzano il martirio
lo predicano spesso per novant'anni almeno.

Morire per delle idee sarà il caso di dirlo
è il loro scopo di vivere, non sanno farne a meno.

E sotto ogni bandiera li vediamo superare
il buon matusalemme nella longevità
per conto mio si dicono in tutta intimità
moriamo per delle idee, va bè, ma di morte lenta, va bè,
ma di morte lenta.

A chi va poi cercando verità meno fittizie
ogni tipo di setta offre moventi originali
e la scelta è imbarazzante per le vittime novizie
morire per delle idee è molto bello ma per quali.

E il vecchio che si porta già i fiori sulla tomba
vedendole venire dietro il grande stendardo
pensa "speriamo bene che arrivino in ritardo"
moriamo per delle idee, va bè, ma di morte lenta, va bè,
ma di morte lenta

E voi gli sputafuoco, e voi i nuovi santi
crepate pure per primi noi vi cediamo il passo
però per gentilezza lasciate vivere gli altri
la vita è grosso modo il loro unico lusso
tanto più che la carogna è già abbastanza attenta
non c'è nessun bisogno di reggerle la falce
basta con le garrote in nome della pace
moriamo per delle idee, va bè, ma di morte lenta,
ma di morte lenta.

http://it.youtube.com/watch?v=8fAFLRKzRHo

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

riflessioni !

Post n°18 pubblicato il 25 Ottobre 2008 da pumina78

salve amici del mio piccolo blog,

sono rientrata a casa dopo una giornata serena trascorsa insieme a persone che mi vogliono bene.

sono fortunata.

nonostante ciò sono un pò giù.

!ma qui si parla di politica!

sia per lavoro, sia per studio o altro incontro tante persone... parlo con tutti, ascolto le loro verità.. però capita sempre il koglione di turno che mi fa girare le scatole.

ho letto i giornali e del grande successo della manifestazione di veltroni.

è una piccola vittoria, godiamocela.

e poi?

e adesso?

che si fa?

non amo le persone che fanno chiacchiere, in ogni situazione della vita bisogna essere pragmatici, bisogna agire, c'è bisogno di ribaltare le situazioni che ci stanno risucchiando come in un vortice.

nella politica come nella vita si incontrano persone belle, pulite e personaggi loschi.

nel nostro bel paese ci sono tante persone oneste, leali, con una moralità degna dei migliori uomini....ma la melma?????

quanta melma, quanti opportunisti, quanti affaristi e mafioncelli...

apparentemente poi sembrano dei galantuomini e poi la sorpresa.

vi chiedo voi come vi comportate, come reagite davanti a situazioni che vi fanno venire il vomito?

io mi sento mancare la terra sotto i piedi, mi pietrifico, non riesco a pensare,

come vi fa sentire avere un ministro dell'istruzione che non sa parlare correttamente la lingua italiana?

come vi sentite quando si ha un capo del governo come il nostro? (e non aggiungo altro sul capo del governo...perchè è inutile)

come vi sentite quando il tg4 tratta gli studenti universitari come dei terroristi?

quando un presidente della camera paga una multa per aver fatto una cosa che sapeva di non poter fare?

quando un ministro dell'economia è stato il commercialista del capo del governo, lo stesso capo che è l'evasione fiscale in persona.

quando i più illustri onorevoli del nostro parlamento sono gli avvocati, le segretarie, le amanti sempe del nostro capo del governo.

quando io per laurearmi devo pagare tasse esagerate, per allevare un bambino devo ricorrere agli asili nido privati, per farmi una mammografia devo pagare 250 euro,

per mangiare una pizza a milano ( già di per se schifosa) devo fare prima una rapina, quando per comprare un bilocale in periferia di milano devo pagare un mutuo per 30 anni!

chi mi risponde??????????????????????????????????????????????'' 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

di Ezio Mauro

Post n°17 pubblicato il 23 Ottobre 2008 da pumina78
Foto di pumina78

Davanti a una protesta per la riforma della scuola che si allarga in tutt'Italia e coinvolge studenti, professori, presidi e anche rettori, il Presidente del Consiglio ha reagito annunciando che spedirà la polizia nelle Università, per impedire le occupazioni. La capacità berlusconiana di criminalizzare ogni forma di opposizione alla sua leadership è dunque arrivata fin qui, a militarizzare un progetto di riforma scolastica, a trasformare la nascita di un movimento in reato, a far diventare la questione universitaria un problema di ordine pubblico, riportando quarant'anni dopo le forze dell'ordine negli atenei senza che siano successi incidenti e scontri: ma quasi prefigurandoli.

Qualcuno dovrebbe spiegare al Premier che la pubblica discussione e il dissenso sono invece elementi propri di una società democratica, non attentati al totem della potestà suprema di decidere senza alcun limite e alcun condizionamento, che trasforma la legittima autonomia del governo in comando ed arbitrio. Come se il governo del Paese fosse anche l'unico soggetto deputato a "fare" politica nell'Italia del 2008, con un contorno di sudditi. E come se gli studenti fossero clienti, e non attori, di una scuola dove l'istruzione è un servizio e non un diritto.

Se ci fosse un calcolo, le frasi di Berlusconi sembrerebbero pensate apposta per incendiare le Università, confondendo in un falò antagonista i ragazzi delle scuole (magari con il diversivo mediatico di qualche disordine) e i manifestanti del Pd, sabato. Ma più che il calcolo, conta l'istinto, e soprattutto la vera cifra del potere berlusconiano, cioè l'insofferenza per il dissenso.


Lo testimonia l'attacco ai giornali e alla Rai fatto da un Premier editore, proprietario di tre reti televisive private e col controllo politico delle tre reti pubbliche, dunque senza il senso della decenza, visto che a settembre lo spazio dedicato dai sei telegiornali maggiori al governo, al suo leader e alla maggioranza varia dal 50,17 per cento all'82,25. Forse Berlusconi vuol militarizzare anche la libera stampa residua. O forse "salvarla", come farà con le banche.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

tutto bene quello che finisce come vuole re silvio

Post n°16 pubblicato il 27 Settembre 2008 da pumina78
Foto di pumina78

bene amici del blog...pochi ma buoni... finalmente l'alitalia non fallisce.. non ce la facevo più sentire i tg che davano notizie catastrofiche per il nostro paese sul futuro di una compagnia aerea.

qualcuno di voi aveva dubbi sull'esito della trattativa...? io no!

qualcuno di voi era dispiaciuto del fatto che quei poveri piloti non avrebbero guadagnato più lauti compensi ma si dovevano (ahimè anche loro ) accontentare di uno stipendio da fame, come facciamo noi da una vita.

è cominciata ed è finita come re silvio voleva...

per berlusca l'italia, cioè noi,.. non è altro che una fiction di canale 5... dove lui è il regista..il produttore..l'attore protagonista..e noi semplici, misere comparse mal pagate e senza contributi...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

lettera a travaglio...

Post n°15 pubblicato il 20 Agosto 2008 da pumina78

la mia non vuole essere una critica ai vari travaglio, purtroppo pochi in Italia, ma bensì uno sfogo di una persona come tante che vive in questo paese dove c'è tanto marcio.

le iniziative sono belle, scrivere gli articoli sui giornali anche, partecipare e supportare le manifestazioni di Grillo bene... ma intanto sul fronte nemico loro fanno i fatti,,, fanno le loro leggi,,,si autoimmunanano,,, si autoeleggono,,, approvano le finanziarie,,, approvano a colpi di fiducia i decreti pseudo-sicurezza etc etc....
noi italiano gente "perbene" è questa una parola così fuori moda,,, out,,, se si pronuncia immagino le risate di tutta quella bella gente a montecitorio... cmq.: noi cosa facciamo?

a parte leggere i vostri articoli spiritosi,, parteciapare alle vostre iniziative che per quanto "nobili" mi chiedo cosa cambiano?
non certo gli animi di quei mafioncelli,, truffaldini??? giusto??
non certo il giudizio di chi non vi segue,,, giusto???
la mia domanda è ::::: ma allora dobbiamo solo subire???? dobbiamo stare qui a blablalblalbalblaa a sputacchiare belle parole e basta????

 io dico no!!!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

la bella gnocca

Post n°14 pubblicato il 20 Maggio 2008 da pumina78
Foto di pumina78

eccola la bella gnocca..

c'è che dice che non ha testa ma solo tette.. 

credo che un pò di cervello ce l'abbia visto dove è saputa arrivare,,

certo non per le sue qualità intellettuali o abilità politiche..

non credo che qualcuno l'ha mai sentita parlare ad un comizio elettorale..

non ha mai partecipato ad un dibattito televisivo o ad una discussione con colleghi/e

perchè?

è davvero scema come dicono?

oppure è la solita marionetta usata dai volponi vecchi.

di fatto la ragazza è inattaccabile ..

anche se le arriveranno critiche da tutto il mondo lei (loro) porteranno avanti ( e ci riusciranno) la distruzione dei diritti civili e umani di tutti, non solo i gay

dopo di loro saranno attaccate le ragazze madri, i drogati, le ragazze un pò grassottelle, i disoccupati, i senza tetti, i poveri e i barboni.

ma i "monnezzari" come loro saranno rappresentati dalla bella gnocca e così tutto sembrerà normale..

avanti ...

veline di tutte il mondo unitevi.... alla carfagna....

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

la verità

Post n°13 pubblicato il 11 Maggio 2008 da pumina78

salve cari amici del blog... vi voglio consigliare un libro che sto leggendo in questi giorni, " trame atlantiche" di Sergio Flamigni.

ammetto che quando leggo devo fare delle pause, fermarmi e a volte rileggere qualche passo perchè mi manca il fiato... sento un soffocamento perchè si capiscono tante cose, si capisce cosa e chi hanno davvero votato gli italiani, è giusto quando si dice che bisogna rispettare la volontà popolare però si deve anche dire che questa "VOloNTà" tante cose non le conosce, la verità di questi personaggi oggi al governo pochi la conoscono, è brutto dirlo ma il popolino è molto ignorante, nel senso che ignorano, che non sanno le vicende degli ultimi trent'ANNI.

LEGGETE AMICI E SOFFRITE!!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

redditi on line

Post n°12 pubblicato il 06 Maggio 2008 da pumina78

"ma dov'è lo scandalo?? chi decide di sequestrare sa già chi prendere non
dipende certo da una clikkata sul sito dell'Entrate: non mi risulta che i
sequestratori, in passato, si siano mai sbagliati!

i mafiosi il pizzo lo chiedono a tutti indipendentemente da chi dichiara un reddito alto o meno!

chi paga le tasse non fa altro che il proprio dovere non è certamente un
eroe... il problema è che non bisogna mai svegliare il can che dorme...


l'Italia è un paese sommerso, preferiamo non vedere quello che succede..
copriamo con discorsi banali e populisti la realtà di questo paese,,,

il sistema non è solo quello descritto da Saviano nel suo Gomorra ma tutta
l'Italia ,, tutta intera.. che fare?"


- lettera inviata al blog di Beppe Grillo -

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

perchè ci sono?

Post n°11 pubblicato il 02 Maggio 2008 da pumina78

Ieri sera ho visto Santoro.. capisco che nessuno di destra se la sente di andare in quel programma perchè alle domande scomode nessuno vuol rispondere.. ma qualcuno mi spiega perchè Sgarbi?

qualcuno mi spiega perchè ques'essere spregevole e insulso ancora parla ma soprattutto perchè parla??

qualcuno mi spiega perchè alle offese gratuite e alle parolacce che dice nessuno gli fa cadere i denti??

Travaglio.. si vabbè è un signore,, si vabbè tanto risponde con i suoi articoli,, si vabbè è sempre meglio non trascendere,, MA QUALCUNO mi spiega perchè devo ascoltare le kazzate di questo stronzo !!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

senato

Post n°10 pubblicato il 29 Aprile 2008 da pumina78

per un senato schifoso .. schifani è proprio quello che ci vuole.. degno rappresentante di affaristi, avvocaticchi, piduisti, mafioncelli e quant'altro... chi vuole aggiungere alla lista faccia pure... anch'io sono schifata!?!?! ormai! 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 9

Post n°9 pubblicato il 25 Aprile 2008 da pumina78
Foto di pumina78

una persona perbene... pochi in Italia,,, meno male che c'è, almeno, lui!

il 25 aprile pochi sanno cosa è successo!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 6

Post n°6 pubblicato il 19 Aprile 2008 da pumina78
Foto di pumina78

eccolo è tornato con la sua volgarità, italiani è questo che meritate.....

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

UN SENSO - VASCO ROSSI

Post n°5 pubblicato il 18 Aprile 2008 da pumina78

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PENSARE

Post n°2 pubblicato il 18 Aprile 2008 da pumina78

Agire significa dar vita a qualcosa di nuovo, improbabile e imprevisto, al di là di ogni schema di comportamento.

I regimi totalitari, hanno cercato di realizzare il dominio totale sugli individui, il cittadino modello di tali regimi è il cane di Pavlov, l’umano ridotto alle reazioni più elementari.

Il dominio mira ad eliminare tutti i fattori d’imprevedibilità esistenti nell’uomo e dunque la sua capacità di agire..

HANNAH  ARENDT

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 1

Post n°1 pubblicato il 17 Aprile 2008 da pumina78

 non so voi italiani, ma io sono inkazzata nera , rossa, verde ... ha vinto di nuovo quella merda ...ma come si fa.. siamo ciechi, sordi e muti... questo paese non vuole crescere.. sono una persona spigliata e allegra mi capita di parlare con tanta gente e nessuno dico nessuno mi parla bene di quella merda ormai putrefatta ( ma una kaccola non è già putrefazione?) ,,,e allora mi chiedo ma da noi in Italia ma chi kazzo va a votare.. i morti..i fantasmi.... chi chi ?????

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Ultime visite al Blog

frederaickSilvanilmachoirene0dglgioacchini.gioacchinpumina78Lo.Scrittorem.a.r.y.s.esouthcross0AnimeMagichemaxliodasorridi86PierreRochegiustini.fabiojamesbrown0vecchia_gallina0
 

Chi può scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
 

FACEBOOK