Un blog creato da hscic il 26/02/2009

Memorie di una colf

Contorsionismi mentali e funambolismi lessicali

 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 19
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« Memorie di una colf. El ...Memorie di una colf. E s... »

Memorie di una colf. Tour de...trance.

Post n°577 pubblicato il 04 Dicembre 2013 da hscic

Non è che non ci sia. Ogni tanto, nel bel mezzo di qualche attività, mi sorprendo a pensare: "adesso scrivo e metto nero su bianco la riflessione che mi ha attraversato la mente". Poi non lo faccio...e quella che mi sembrava una verità da condividere...se ne vola via. Dice il bardo "le canzoni son come i fiori nascon da sole e sono come i sogni e a noi non resta che scriverle in fretta perché poi svaniscono e non si ricordano più"...ed in fondo una canzone che cos'è se non un pensiero in musica? Passo questi giorni guardando spesso a terra...in modo letterale....forse perchè corro tanto, forse perchè quando facevo quelle lunghe marce notturne, sotto il peso di decine di chili di materiale, era il modo più naturale per affrontare la fatica, forse perchè non spaziare con lo sguardo aiuta a concentrarmi, forse perchè restringere l'orizzonte da l'impressione di vivere in un posto piccolo e nascosto, in una tana, in un rifugio, in un angolo protetto. Non lo so bene. Però non mi è passata la voglia di correre. Non potrei propugnarmi sostenitore delle teorie organicistiche se poi non credessi nell'importanza fondamentale del movimento, del divenire, del "chi si ferma è perduto". La vita è tutto un equilibrio sopra la follia (ma vuoi mica vedere che quello sgrammaticato mezzo cotto di Vasco Rossi ne sa una più di tutta la banda dei filosofi?) ma è un equlibrio "dinamico". Come andare in bicicletta, come camminare sul filo, come volare appeso ad un paio d'ali... come credere in qualcosa anche quando tutto intorno a te vuol convincerti del contrario. E poi è così se ci si pensa. Il ciclista guarda l'orizzonte...mica la ruota.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

karma580hscicstefy.gavtestipaolo40canescioltodgl10miss.piggyalberodegliamicicaserta1969cassetta2Io_Me_Stessa_E_Mewasp_hackerlatortaimperfettaoversize47zancarlo2010