Un blog creato da Lotdox il 08/08/2009

Non pensare ...

...ma se proprio vuoi farlo, usa la tua testa

 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

TAG

 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 
 
 
 
 
 
 

 

 

CRISI

Post n°20 pubblicato il 06 Luglio 2014 da Lotdox

Crisi, una parola che conosciamo tutti e purtroppo molto bene.

 “Crisi finanziaria” quella che stiamo patendo insieme alla crisi economica, sembra sia un suo prodotto derivato.

Come uscirne? Boh ….

Forse creando dei posti di lavoro?

Certo, lavoro per i giovani … vi rispondono quasi tutti … ma io non penso sia la soluzione perché oltre ai giovani ci sono i quarantenni, gli esodati, le madri … tutta gente che deve mantenere una famiglia

Dando solo lavoro ai giovani non penso che risolveremmo una cippa.

Propongo di introdurre il vecchio contratto di formazione dandogli un nuovo nome, qualcosa tipo “contratto di inserimento” senza limiti di età.

Ma con nuove regole, non con agevolazioni e simili, tanto lo stipendio lo si contratta sempre e comunque col datore di lavoro.

Oltretutto, senza agevolazioni, nessun imprenditore avrebbe convenienza a protrarre il turnover di contratti a termine ma al contrario, avrebbe il tornaconto sfruttando l’esperienza di chi lavora da un po’ più di tempo.

Il contratto di inserimento, della durata di un paio d’anni permette di valutare il lavoratore. Tutto questo all’insegna della stabilità, perché se una persona ha la garanzia di avere un lavoro, fa investimenti come comprare un’auto, una casa e quindi contribuisce anche a  risolvere la crisi finanziaria

Altro punto dolente, l’articolo 18. Secondo me non ha senso perché tutela solo chi lavora in una società con più di 15 dipendenti cambiamolo utilizzando un’altra formula: non può essere licenziata una persona che lavora nella stessa ditta da più di 15 anni. Insomma, se è lì da 15 anni è perché il suo dovere lo fa, no?

 

Guardiamola ora dal punto di vista di chi si mette in proprio:

Purtroppo col carico fiscale che ci accompagnano, non è facile per nessuno, si hanno agevolazioni i primi anni e poi arrivano le mazzate. Tutto questo non va bene, agevola solo chi ogni tre anni cambia ragione sociale oppure intesta ad altri la società. Abbassiamo le tasse a tutti, lasciamo che tutti abbiano gli stessi vantaggi così certi meccanismi perversi non hanno più ragion d’essere

Ultimamente ho sentito di pos obbligatorio, canone rai per le ditte solo perché utilizzano il pc … mi sembra tutto così assurdo … non desidero approfondire troppo questo discorso in questa sede, è solo per portare un esempio di come gli imprenditori siano tartassati.

Insomma, volete tracciare i pagamenti? Basta invogliare la gente a chiedere lo scontrino come hanno fatto in certi paesi: ogni settimana viene estratto il vincitore di un’auto. Supponiamo che lo stato metta in palio anche una fuoriserie da centomila euro, quanto sarebbe il recupero in tasse applicate sugli scontrini emessi?

Gli 80 euro in busta paga fanno comodo, peccato che vanno solo nella busta paga di chi già lavora e magari non ha un contratto a tempo indeterminato, in sostanza sono 80€ che non sono “reinvestiti”

 

Insomma, chi lavora crea lavoro e più il suo lavoro è stabile, più lo è quello altrui (i soldi che spende)

 

E’ così sbagliato quello che penso oppure è solo impossibile realizzarlo?

 

Un LotDox in crisi

...e scusate per ‘sto pippone ma se mi bannano ho colpito nel segno!

Prego comunque tutti coloro che vorranno inserire un commento di trattenersi dall'insultare direttamente qualcuno o cose simili.

Ricordo che l'ingiuria è un reato punibile con la reclusione dai due ai cinque anni e da qualche tempo la cassazione, con una sentenza, ha reso punibile anche la calunnia contro anonimi fatta in internet.

Sono comunque bene accetti i cosiddetti commenti costruttivi

grazie per la pazienza

 
 
 

L'ENNESIMA RICETTA DI CUI SI SENTIVA LA MANCANZA

Post n°19 pubblicato il 19 Luglio 2013 da Lotdox
 
Foto di Lotdox

Et volià, dopo anni di post “semiseri” un post scacciapensieri

Lo dedico ad EremoII, colui il quale mi ha consigliato la cottura della pasta “a risotto”. Non avertene a male Eremo se ho snaturato i principi dei tuoi insegnamenti e sperimentato per conto mio fino a rasentare l'eresia, ti chiedo umilmente perdono.

Dunque, la pasta cotta a risotto, non è altro che la pasta cotta in padella nell’acqua.

Basta mettere in una padella pasta e acqua nel rapporto 2 a 3.

Il rapporto due a tre significa due dita di pasta e tre d’acqua e pochissimo sale, ricordandovi che il sale è commisurato all’acqua e non alla pasta, non fate come me che la prima volta l’ho fatta talmente salata che c’ho dovuto bere insieme tre bottiglie di birra!

Consigliato quindi un cucchiaino scarso di sale grosso non iodato, non usate quella roba anti-colesterolo.

La pasta consigliata è una pasta grezza di tipo artigianale, io ad esempio ho usato gli scialatielli che esigono ben “venti minuti di cottura venti”.

 

Ma ora, bando alle ciance e veniamo ai dettagli, io ho usato:

150 gr di pasta

1 cucchiaino scarso di sale

2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva

un cucchiaio di cipolla (non so quant’era, stava in un cucchiaio)

mezzo pomodoro allungato

mezzo cetriolo (nessuno faccia battute eh?)

un uovo

due fettine di scamorza affumicata tagliate molto sottili

basilico

pepe

birra

 

Cottura della pasta:

mettere nella padella la pasta, la cipolla tagliata fine, il basilico tritato (oppure a foglioline piccole) ed il sale.

Nel frattempo in una terrina, o scodella che dir si voglia, sbattete l’uovo insieme alla scamorza affumicata tagliata a pezzettini fini, soprattutto sottili

A termine sbattimento aggiungete il pepe

Su un’asse di legno (va bene anche quella di plastica dell’IKEA) tagliate a cubettini il pomodoro ed il cetriolo e metteteli un un piattino

 

ATTENZIONE!!! L’acqua bolle

Quando comincia a bollire, versate l’olio, calcolate il tempo di cottura ed alzate un po’ la fiamma.

Oh, stategli dietro a farla saltare se no attacca ed ottenete l'indesiderato effetto "pasta al forno"!

Man mano che evapora l’acqua aggiungete la birra e continuate a far saltare

Quando è pronta, scolatela in una marmitta (insalatiera) e versategli sopra l’uovo sbattuto con scamorza e pepe e girate continuamente col cucchiaio di legno.

Una volta amalgamato il tutto lasciate riposare per i classici 5 minuti di chi ha fame e poi aggiungete pomodoro e cetriolo e servite

Ho notato un retrogusto amarognolo, forse per colpa della troppa birra … mi sa che in futuro userò lo scalogno al posto della cipolla

 

Ah, io non uso mai il dado, lo considero contronatura, una vera violenza alla buona cucina. Axx, c’è già il sale per dare sapore!

 

Bevanda consigliata, birra ovviamente

Film consigliato “Idiocracy”

correzioni apportate al secondo tentativo:

aggiungere solo mezzo bicchiere di birra

poi aggiungere solo acqua man mano che si avvicina il termine della cottura

quando mancano pochi minuti e tutto il liquido è evaporato, aggiungere l'olio d'oliva

infine, dopo aver versato le uova, sciacquare la scodella con un cucchiaio di latte e versarlo sulla pasta

 
 
 

Esistono altre forme di vita?

Post n°18 pubblicato il 09 Luglio 2013 da Lotdox

Chiunque affermi con totale certezza che gli extraterrestri non sono ancora tra noi, o lavora già per loro oppure è un alieno egli stesso


LotDox

 
 
 

LIBRI ....

Post n°17 pubblicato il 25 Aprile 2013 da Lotdox
 

A voi capita passare davanti al reparto libri di un centro commerciale o di una stazione di servizio?

Quante volte avete preso in mano il libro e cercato di leggere l’ultima di copertina per capire quello che tratta leggendone il riassunto?

Quante volte ci siete riusciti?

Quante volte invece vi è stato impedito dall’etichetta adesiva del prezzo?

Mi chiedo perché, con tutto lo spazio disponibile venga apposta proprio in quel punto, sul riassunto!

Forse l’addetto non ci pensa o forse non ha il tempo di pensarci perché è pressato dalle tempistiche.

Ma esiste ancora il controllo qualità? I merchandiser delle case editrici esistono?

E se esistono fanno questo tipo di controlli?

Insomma, c’è internet, c’è il passaparola etc, ma quando prendo in mano un libro devo per forza andare su google per capire di cosa parla? Non mi è permesso leggere l’ultima di copertina?

 

 

P.S.:I merchandisers, detto in maniera molto semplicistica, sono gli addetti che controllano la disposizione dei prodotti nei supermercati della casa produttrice per cui lavorano. Verificano vari fattori, tipo la disponiblità , la disposizione etc in modo che la casa produttrice e gli omini del marketing possano rendersi conto del perché le vendite non vanno come dovrebbero e cose del genere.

 

Illetterato LotDox

 

 
 
 

ASCENSORI

Post n°16 pubblicato il 26 Agosto 2012 da Lotdox

Qualcuno sa dirmi se la luce degli ascensori funziona come quella dei frogoriferi?

Voglio dire: quando le porte sono chiuse e dentro non c'è nessuno la luce resta accesa o si spegne automaticamente dopo un po'?

L'unica maniera per scoprirlo è di prendere l'ascensore e simulare l'uscita: quando le porte si aprono, passate la mano davanti alla fotocellula che di solito è  l'unico sensore che hanno e poi restate dentro immobili. Secondo voi le luci si spegneranno?

Oh, verificate prima che il sistema dall'arme dell'ascensore funzioni e portatevi un cellulare per chiamare qualcuno nel caso in cui si blocchi, se rimanete intrappolati non voglio essere ritenuto responsabile, ok?

 

Cmq fatemelo sapere, sono curioso perchè ce la menano tanto con lo stand-by della televisione etc etc ma qui come funziona?

 

Curiosamente vostro

Lotdox

 

 
 
 
Successivi »
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

femmina_ludicaLotdoxmia1008trilly854camilla6910nurse01minerva_miAquilaNonCaptatMoscaGinevra_2021FollettArcobalenoprefazione09asubotdaunfioreBicchiereCapovolto
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom