Submergé

Post n°434 pubblicato il 26 Novembre 2015 da Disegnorupestre
 
Foto di Disegnorupestre

Non avrei mai creduto che, anche tu, saresti stata lì...

 

Eppure... Eppure... Ti ho vista.

 

Ed è stato come dimenticare tutto il resto.

 

Che frase ovvia!

 

Che frase scontata!

 

Il mio approccio laico e pragmatico, all'esistenza, mi impedisce di lasciarmi andare a sogni troppo vividi. Certamente, mentirei a me stesso se io non ammettessi di lasciar volare il cuore, e l'anima, a volte. Mentirei a me stesso se non confessassi di commuovermi, ammirando la bellezza della creazione, vivendo l'intensità di un affetto, esprimendo un desiderio profondo.

 

Non sono soltanto studio ed arte militare. Non sono soltanto questo.

 

Sono piuttosto capace di lasciarlo intendere, però. Alle persone alle quali non voglio mostrare altro.

 

Lucido nell'uso delle armi, critico nell'approccio alla conoscenza.

 

Due strade che scorrono, parallele. Io gioisco dell'immagine che proietto sugli altri. Su tutti gli altri che mi sono estranei. Gli uomini, e le donne, che non voglio far entrare nella mia sfera più intima.

 

Avevo studiato, e ripetuto nei minimi dettagli, la mia relazione. L'ho confrontata, ancora ed ancora, con tutte le possibili segnalazioni contrarie che il pubblico, infido, avrebbe potuto portare alla mia attenzione.

 

Avevo risposto, nella mia mente, a tutto ciò che, immaginavo, avrebbe potuto imbarazzarmi. Farmi cadere in contraddizione.

 

Non avevo contemplato te.

 

Non ho mai amato. Nessuna delle donne che mi circondano ha suscitato il mio interesse. Sono troppo giovane. Diciassette anni non è tempo d'amore.

 

Per qualcun altro, forse.

 

Non per me.

 

Ho ascoltato la notizia delle pratiche del mio fidanzamento come se si fosse trattato dell'acquisto di un nuovo abito. Ho accennato, ho ringraziato e sono tornato alle mie occupazioni.

 

Non avevo immaginato. Non avrei mai potuto credere che tu fossi così bella!

 

Un fulmine.

 

Una scarica che mi ha lasciato stordito. Ho dubitato di poter iniziare. Ho dubitato di poter continuare. Ho dubitato di poter concludere.

 

Per la prima volta, nella mia vita, ho sentito un sentimento che ho catalogato come gelosia. Avrei voluto sedere accanto a te, non in cattedra! Avrei lasciato il mio posto a chiunque avesse voluto prenderlo! Che importa! Niente è paragonabile a te!

 

I miei genitori avevano tentato di descrivere le tue grazie, ma io ho pensato che fosse un'astuzia, per rendermi rosea l'idea del matrimonio. Un passo che, per me, non è mai valso granché.

 

Finora.

 

Fino ad oggi.

 

Fino a che non ti ho identificata con quei racconti... Fin che il nostro incontro è stato voluto dal destino.

 

Tu non sai, di me. Non sai.

 

Niente.

 

Vivi beata. E sei splendida. Dio, Anaïs! Come sei bella!

 

Ed io, ora? Ora non mi basto più. Non potrò mai competere con te! Non sarò mai abbastanza!

 

Antoine e Fabien possono restarti accanto. Io, invece, no. Io posso soltanto, e questo fin che non avremo concluso il nostro corso di studi, e tu verrai informata della mia esistenza, sognarti.

 

Fabien mi osservava riservandomi uno sguardo strano. Non sempre, ma, in qualche istante, sì. Amica mia... Ti ama, forse? Tu e Fabien vi amate?

 

Hah!

 

Da parte sua, qualcosa di simile all'amore cova, certamente, nel suo cuore. Credo che abbia notato il mio sguardo, su di te, e che non abbia apprezzato.

 

Antoine è troppo immediato. Attratto da altro. Me ne sarei accorto. A meno che...

 

Un momento...

 

A meno che Fabien non ami te e che tu non ami Antoine!

 

L'eterno inseguirsi dei cuori infelici!

 

A me, onestamente, il piccolo Antoine è parso la pace e la serenità fatte persona... Non si strugge, certamente, per amore! Fabien ha lo sguardo cupo dell'amante incompreso... A volte. Sì... L'ho notato... Qualche secondo... Ma...

 

Tu, invece, eri troppo lontana da me, per permettermi di vedere i tuoi occhi. Mi dicono che sono neri. Neri come la notte. La notte del dieci agosto.

 

Un drappo di velluto nero, infinitamente stellato.

 

Bene...

 

Questo tormento non era previsto. Non nella mia tiepida e pacifica esistenza.

 

Non tra i miei libri e le mie pistole.

 

Sei arrivata. E mi hai sorpreso. Un temporale. Un temporale che si abbatta su un guscio di noce perso nell'Oceano.

 

Sommerso.

 

 

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Voleur

Post n°433 pubblicato il 18 Ottobre 2015 da Disegnorupestre
 
Foto di Disegnorupestre

Ti ho visto.

 

Ti ho visto entrare e far scorrere il tuo sguardo sulla sala.

 

Ho notato un lampo di timore, e, quasi contemporaneamente, un muto incoraggiamento. Ti rivolgevi silenziose parole confortanti.

 

Tu sai di valere.

 

Mi sembra che sia giusto. Lo è. Doveroso.

 

Sembravi quasi intimidito dall'assemblea.

 

Da noi, poveri piccoli.

 

Tu conosci più di noi. Per quel che riguarda questa materia, almeno.

 

Sono costretto ad ammettere di averti ascoltato con sincera partecipazione e di aver prestato attenzione ad ogni tua parola.

 

Sei bravo. Sei capace. Sei molto preparato.

 

Hai colpito l'intero uditorio. Penso di poterlo affermare. Certamente.

 

Non ho sentito lo scorrere del tempo, e questo è un valido segnale del tuo ottimo lavoro.

 

Mi complimento con te, amico mio!

 

Il piccino sta dormendo, ora. Sento il suo respiro, attraverso la fessura della porta. Credo che sia andato a dormire tenendo in mano l'archetto della viola.

 

Non smetteva di parlarmi di te.

 

Lo vuoi, Dominic? La vostra nuova amicizia supera quella che mi lega a lui? Sei venuto qui per rubarmi Antoine?

 

Non sarei esattamente favorevole...

 

No.

 

Antoine ed Anaïs, i miei due fratellini, mi dicono, spesso, che io sarei geloso. Voglio un'amicizia esclusiva. Me lo dicono affettuosamente, ma hanno centrato l'argomento. Io sono territorialmente geloso di loro. Nessuna smania di possesso... Nessun sentimento esagerato... Semplicemente, sono i miei due gioielli. Non intendo cederli.

 

Temo, gravemente, di dover retrocedere. Di un passo, almeno.

 

Antoine mi rassicura ogni pochi giorni.

 

"Sei mio fratello, Bibi..."

 

Ma aggiunge, a volte...

 

"L'amore conosce molte varianti, lo sai. Una nuova conoscenza non toglie alcunché alle precedenti... Può soltanto portare novità... Non sono sempre positive... Ma... Se non tentiamo di scoprirlo, come possiamo vivere nuove esperienze?"

 

Hai ragione, lupacchiotto mio... Hai ragione...

 

Ma...

 

Se tu ed Anaïs amate qualcun altro, io soffro.

 

Per me siete così speciali, che non so vedere qualcun altro. Superficialmente, forse... Ma... Poi... Noi tre siamo la famigliola perfetta.

 

Niente potrebbe convincermi a cambiare opinione.

 

Nemmeno tu, caro Dominic, che – ti ho visto! - hai guardato Anaïs. Non come avresti potuto guardare me. Tu l'hai guardata osservandola. Scrutandola. Studiandola.

 

Come fai con le tue stelle.

 

Temo... Sì! Questa volta temo... Che tu l'abbia ammirata, e che tu voglia corteggiarla.

 

Ah! Per tutti gli universi! La nostra amicizia, allora, non sarebbe proprio possibile.

 

Non sai, tu, che Anaïs sia mia?

 

Sì.

 

Esattamente mia. Parlerò a mio padre e gli chiederò di poterla sposare. Avrei dovuto farlo già da tempo... Ma temevo di rovinare la nostra amicizia.

 

Ora tu sei arrivato, e mi hai convinto.

 

Non tentare di oltrepassare il confine, Dominic!

 

Anaïs non potrebbe mai amare un uomo come te. No... Io la conosco.

 

Forse non ama nemmeno me... Ma la questione non riguarda me, riguarda te.

 

Te e la tua mania d'onnipotenza!

 

Scusami, caro amico... Ora esagero... Lo so... Ma... Come posso chiamarti amico, se tendi a lei?

 

No... No...

 

Mi sbaglio... L'hai soltanto guardata, e, dato che è bellissima, ti sei soffermato ad osservarla, per qualche istante.

 

Un puro interesse scientifico.

 

Posso concedertelo.

 

Non lascerò più, però, che il tempo decida per me. Mi hai illumiinato. Ora vado alla scrivania e preparo la mia lettera.

 

Gli chiederò di agire per me... Entro un tempo di dieci giorni.

 

Sì.

 

Gli scriverò e gli chiederò di aiutarmi ad averla. Per quel che riguarda la mia confessione a lei... E tutto ciò che verrà... Saprò come fare.

 

Forse.

 

Per ora, l'importante è che tu non me la rubi.

 

Ladro!

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

A demain

Post n°432 pubblicato il 18 Ottobre 2015 da Disegnorupestre
 
Foto di Disegnorupestre

Come quando arrivi ad un bivio.

 

Che direzione segui?

 

Quale sarà, la strada giusta? La strada sicura? La strada certa?

 

Non ne esistono.

 

Dovrò, quindi, affidarmi solo, e soltanto, al mio istinto.

 

Io.

 

Bene... Dovrò procedere. Ad occhi chiusi. Il mio senso dell'orientamento non è molto sviluppato... Mi spiace... Camminerò comunque. Svilupperò facoltà che mi sono sconosciute.

 

Forse, invece... Lo è.

 

Lo è, ed io rimango, semplicemente, a guardare. Dalla finestra. Come ora. Come sempre.

 

Non posso più. Non posso.

 

Mi sento fuori posto. Fuori posto e fuori luogo.

 

Sono partito senza valutare i rischi dell'incontro. Rischi... Imprevisti, realmente. Ora sono qui. Ho sorpreso i miei ospiti come un'improvvisa nevicata. Come un acquazzone.

 

Come il più remoto accadimento.

 

Comunque sia, ora sono qui.

 

Ho sorpreso tutti, tranne lei. Che ha sorpreso me.

 

Ora dovrò attendere altro. Non da Sophie. Non da Adrien.

 

Da lei.

 

Serba qualche sorpresa. Inizio a temere. La sua esperienza e la sua capacità di coinvolgere l'interlocutore sono ammirevoli. Non si riesce a sfuggirle... Eppure... La sua prigionia è dolce.

 

Ora cedo, però. Le mie forze sono allo stremo.

 

A domani.

 

 

Domani.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Il codice cavalleresco

Post n°431 pubblicato il 30 Settembre 2015 da Disegnorupestre
 
Foto di Disegnorupestre

Rispetta l'autorità e coloro i quali hanno fede in te.

Non tradire mai la fiducia dei tuoi compagni.

Bandisci la menzogna dalla tua vita, per sempre.

Rispetta la tua parola e non impegnarla alla leggera.

Sii leale nei confronti delle persone con le quali ti rapporti e nei confronti degli ideali da te scelti.

Non fare mai osservazioni sgradevoli, offensive o imbarazzanti nei confronti dei tuoi compagni.

Sii cortese, gentile e attento, qualunque cosa accada ed in qualunque situazione.

Non essere, né dimostrarti arrogante, mai, né in presenza dei re, né in presenza dei più umili.

Conserva la fede e non cedere, mai, alla disperazione.

Regola i tuoi conflitti cavallerescamente.

Sii sempre pulito, in ordine e decente, ed indossa abiti appropriati alle varie occasioni.

Non mettere mai in imbarazzo i tuoi compagni, né l'ordine a cui appartieni.

Comportati sempre con nobiltà e sii di buon esempio.

Ricerca sempre l'eccellenza, in ogni tua impresa.

Sii sempre pienamente padrone di te stesso.

Usa la forza sempre, e solo, per servire il bene, mai per un fine di mera gratificazione personale.

Proteggi i deboli e gli indifesi, e vieni loro in aiuto, ovunque si trovino.

Non rispondere alla provocazione.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Puisque

Post n°430 pubblicato il 06 Agosto 2015 da Disegnorupestre
 
Foto di Disegnorupestre

Ora, mentre sono qui, in questi istanti sospesi, nel silenzio di ciò che io sono e di ciò che non so di essere...

 

Concedimi di poter trovare.

 

Concedimi di trovare ciò che, ancora, non conosco.

 

Trovare ciò che ho perduto.

 

Scendere in me stessa e respirare.

 

Tacere.

 

Poter godere di uno... O due...

 

Istanti di pace.

 

La pace. Autentica. Vera.

 

Concedimi di chiudere gli occhi e di lasciarmi andare. Librarmi nell'aria.

 

Allontanarmi. Allontanarmi oltre il consentito. Per, poi, tornare.

 

Ascoltami!

 

Ascolta la mia preghiera. Ascolta le mie parole! Ascolta, soprattutto, il mio silenzio, ed i segreti del mio cuore!

 

Accogli i miei desideri, e non lasciarmi! Non lasciarmi sola!

 

Accogli me, tra le tue braccia, come se io non te l'avessi mai chiesto, e la tua fosse la prima risposta!

 

Poiché...

 

Poiché so che tu mi ascolterai...

 

 

Dio!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Ultime visite al Blog

Disegnorupestremassimo.sbandernolacky.procinofortu4tuarte1245oscardellestelleveuve_cliquotpaolarubini_prSky_Eaglealogicoanima_on_lineslavkoradictekilalmoschettiere62
 

Ultimi commenti

:)
Inviato da: Disegnorupestre
il 29/08/2015 alle 07:27
 
Lieta Serata Un Saluto Leica ^_****
Inviato da: tocco_di_principessa
il 06/08/2015 alle 21:27
 
Grazie a te per averlo letto! :)
Inviato da: Disegnorupestre
il 01/08/2015 alle 23:10
 
Molto bello Il Tuo Post Complimenti. Un Saluto Leica ^_***
Inviato da: tocco_di_principessa
il 23/07/2015 alle 11:01
 
Grazie mille per le tue belle parole, che terrò a...
Inviato da: Disegnorupestre
il 06/07/2015 alle 22:36
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom