Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il comportamento predatore sessuale comprende: Chi  produce e scarica immagini di bambini vittime di abusi sessuali. Chi avvicina un bambino per sesso on-line (ad esempio attività sessuali tramite testo o webcam) grooming -

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail.

Non tutte le persone che conosci on line sono sincere.
Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia.

Per favore, copia e incolla questo post
ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 167
 

Ultime visite al Blog

monellaccio19divinacreatura59fabiomalbogabbiano642014girasole53cvmulinomassimo.motoalbina.marosmariateresa.savinoprolocoserdianaITALIANOinATTESAe_d_e_l_w_e_i_s_sSDprofambradistelle
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

 

E TU CHE FACCIA HAI?

Post n°3003 pubblicato il 24 Settembre 2018 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per faccia tosta

 

 

L'importante notizia la conoscete, tutti ne parlano e vi è stata ampia divulgazione in tutto il mondo: finalmente, dopo tre anni di attesa, anche in Italia e precisamente al "Sant'Andrea" di Roma, è stato eseguito il primo trapianto facciale tutto italiano. Siamo ora avanti a tanti altri paesi per questo traguardo raggiunto da un'eccelsa equipe guidata dal Professor Santanelli della "Sapienza"; si è atteso tanto per associare il destino di due donne: una ventunenne (la donatrice) deceduta in un incidente stradale e una quarantanovenne (la ricevente), affetta da una rara malattia che le impedisce l'uso dei muscoli facciali. Un intervento durato 27 ore e che è riuscito alla perfezione, fermo restando la ovvia prognosi riservata. Direi un importante e soddisfacente risultato che ci qualifica e ci pone all'avanguardia nel campo della chirurgia estetica e oltre. Ecco, andando oltre e ben sperando per  la beneficiata, alla quale esprimo tanti sinceri auguri perché possa ritornare a vivere normalmente la sua vita, vorrei elaborare alcune considerazioni. Poiché la scienza fa passi da gigante e ora che la strada è stata aperta da bravi medici, potremmo sperare in qualcosa di più? Mi spiego meglio: sto pensando alle tante facce toste che stanno in giro, quelle che quotidianamente incontriamo e che puntualmente ci irritano con i loro modi, con i loro atteggiamenti e con le loro fesserie elargite con naturalezza e che noi sappiamo bene essere solo fake: puttanate riportate con classe! Ebbene queste sono le facce toste, sono ricorrenti e diffuse, ci annacquano le verità o esagerano con le loro posizioni false e inappropriate. Ecco, costoro potrebbero un domani prossimo venturo, sottoporsi ad un trapianto facciale. Trovato un donatore il risultato dovrebbe cambiare: una faccia serena, onesta e sincera, altro che faccia tosta. E non finisce qua: li avete apostrofati tante volte e non negate, sono le facce di bronzo, le facce come il culo, le facce di me..a, le facce di c...o, insomma, sapete di chi parlo. Sono noti, sono anche amici, parenti e conoscenti. Sono dappertutto, si moltiplicano perché generano tra di loro e quindi come gli imbecilli, la loro madre è sempre incinta! Beh...ci siamo capiti e non resta altro che sperare in un...cambiamento. Lo so, è difficile, ma ci pensate quanti  di meno ne incontreremmo se li inducessimo a diminuire? Chessò: quanti Casalino in meno avremmo? Quanti Salvini in meno? Qunati Di Maio? Quanti venditori di fumo potrebbero risparmiarci le loro fesserie in libera uscita? Meditate gente: la plastica facciale vi cambia la vita da...così a così!

 


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PER ALCUNI NON SI BATTE CHIODO

Post n°3002 pubblicato il 23 Settembre 2018 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per piangere miseria

 


Se si è abituati a vivere con  un certo tenore di vita, è  ovvio che col passare del tempo e diminuendo gli introiti, la quadratura dei conti  diventa difficile. Nel mondo dello spettacolo capita che qualcuno subisca cedimenti: Pupo e Marco Baldini, hanno avuto (Baldini ancora non si è tirato fuori del tutto), i loro brutti momenti per il gioco e hanno bruciato le loro risorse: lavoravano e perdevano al gioco! Qualcuno li ha aiutati più volte, ma poi diventa difficile dare una mano a chi insiste per malattia ludica cronica! Da un po' di tempo invece, noto alcuni vip che senza alcun motivo evidente (loro non ne fanno cenno) si lamentano pubblicamente per la loro situazione economica. Alvaro Vitali, per esempio, oggi piange per una stretta economica piuttosto stringente: non lavora più, non lo chiama più nessuno e lui tende a drammatizzare la sua situazione. Sandra Milo, lavora ancora perché costretta a farlo visto che non ce la fa a portare avanti due famiglie (???): se pensate che abbia 82 anni ed anche fuori dai contesti attuali, è un grosso problema. L'altro giorno ho letto di Gianfranco D'Angelo, lavora sempre in teatro, ha la sua bella età, eppure dopo oltre cinquanta anni di attività nel cinema e in tv, si lamenta che non riesce a portare avanti la famiglia. Potrei citarne altri che nel tempo si sono lamentati dopo anni di lavoro, della loro insufficienza di mezzi e quindi subito vanno a farsi intervistare per informare l'amato pubblico che si mantengono a galla a malapena. L'ultimo in ordine di tempo è Formigoni: l'ex presidente della Regione Lombardia (Forza Italia), processato per i soliti reati che inquinano la politica e i politici in genere, ha subito la conferma della condanna in appello credo, ha subito e subirà ancora processi, e ieri dichiarava alla stampa: "Mi hanno sequestrato tutti i conti, mi sono rimasti solo duemila euro e non so come andar avanti". Beh, allora facciamo a capirci: è mai possibile che questa gente che si lamenta, non abbia mai provveduto durante tutta l'attività lavorativa, a versare i contributi? Ma la pensione la prendono o no? E se la prendono è mai possibile che sia così bassa da non poter vivere una vita dignitosa e comune? Tutti quasi morti di fame? Lavorano a ottanta anni e sono ancora a parlare di nuovi buchi alle cinture? Possibile che non abbiano mai investito i loro grossi guadagni dei tempi belli e ricchi, per poter oggi concedersi una vita apprezzabile? Sarà forse una tendenza "vippara" quella di piangere davanti alla platea per denunciare la loro povertà? E quelli che veramente tirano la carretta e sono là a mantenersi i pantaloni con le mani perché manco più una cintura hanno per reggerli, cosa dovrebbero fare? Suicidarsi? Appunto...taluni lo hanno fatto!!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SENZA SOLDI NON SI VA DA NESSUNA PARTE

Post n°3001 pubblicato il 22 Settembre 2018 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per bleu. blanc. rouge. oggetti venduti da Macron

 

 

Alcuni giorni fa, per volere del presidente francese Macron e magari su suggerimento di uno dei suoi consiglieri addetti alla comunicazione, è stata avviata on line, la vendita di oggetti e gadget riguardanti la Repubblica Francese: sono souvenir diversi come tazze con l'immagine dello stesso Macron, braccialetti con i tre colori classici blu, bianco e rosso, matite, calamite da attaccare al frigo e altri piccoli oggetti che generalmente i turisti acquistano per aver un ricordo dei loro viaggi all'estero.  Oltre le vendite on line nel cortile dell'Eliseo (il palazzo presidenziale appunto), è stato allestito un locale per la vendita diretta degli oggetti e i visitatori hanno l'opportunità di acquistare sul posto. Beh, ridendo e scherzando, in tre giorni i gadget hanno fatto incassare 350 mila euro. Oh poffarbacco, quanto? Avete letto bene, trecentocinquantamila euro! Aveva suscitato molte polemiche l'iniziativa, i detrattori malignavano: "Queste forme pubblicitarie e divulgative  si intraprendono per personaggi più importanti e duraturi nel tempo; per esempio in Inghilterra la regina Elisabetta va alla grande dopo decenni e decenni ed è raffigurata su ogni oggetto possibile ed immaginabile. Macron oggi c'è e domani magari no". Invece, con grande sorpresa la cifra ha convinto tutti e i soldi che si rastrelleranno, serviranno per interventi di manutenzione e di restauro alla sede presidenziale. Il "monarca" Macron ci mette la faccia e la sua immagine svetta ovunque con tutto il piacere dell'autocelebrazione. Però un'idea malvagia mi assale e la propongo a voi perché in fondo, siamo tutti interessati: e se Salvini e Di Maio prendessero una decisione simile? E se mettessero su un business del genere, potrebbero contribuire alla lievitazione del malloppo che occorrerebbe per i loro programmi? Le loro facce dappertutto, ogni gadget, oggetto con le loro frasi celebri, con i loro diktat, con le loro promesse. Si vantano di avere dalla loro parte il 60% circa dell'elettorato, provino a vendere i loro souvenir agli estimatori e ai turisti, se tanto mi da tanto, Macron è in declino, mentre loro vanno sempre più alla grande, magari farebbero cifre da capogiro! Berreste un te in una tazza con la faccia sorridente di Di Maio? Portereste un braccialetto al polso con il tricolore e la scritta "Prima gli Italiani"? Pertanto datevi da fare, l'idea può essere sfruttata: pagano fior di collaboratori, tutti maestri della comunicazione, sfruttino l'idea e portino soldini alla baracca prima che crolli maldestramente.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

STEP BY STEP.....

Post n°3000 pubblicato il 21 Settembre 2018 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per post numero tremila

 

 

E anche questa è fatta!!!! Pian piano, senza correre altrimenti avrei rischiato un coccolone, un altro traguardo è raggiunto: tremila post in poco meno di otto anni. Non è molto ma non è nemmeno poco. Il giusto direi, per un ragazzo anziano come me. Non so domani cosa farò, se potrò insisterò e lavorerò continuando a fare del mio...peggio!!! Grazie a tutti, senza di voi questa cifra non avrei mai potuto raggiungerla.



 

E questo è un grazioso cadeau della cara amica Spiky che ringrazio tantissimo.

Beh...sono commosso così come fu emozionante riceverne uno simile il 30 aprile del 2014 dall'amica DonnaVittoriana.


Risultati immagini per monellaccio19


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

MISS ITALIA? SOLO FUFFA

Post n°2999 pubblicato il 20 Settembre 2018 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per miss italia

 

 

Se non sappiamo nemmeno organizzare un concorso di bellezza, allora sarà bene che si torni tutti a...studiare! Non ne azzecchiamo una e probabilmente in questo paese, tutto subisce il fascino perverso della politica. La nuova Miss Italia 2018 Carlotta Maggiorana, rischia di perdere la corona e il titolo vinto l'altra sera. Sono apparse per incanto, delle foto che la ritraggono mentre posa nuda e la rivista "OGGI", presenta un bel servizio intervistando la donna. Il regolamento del concorso parla chiaro: nessuna trasgressione (foto osé) è ammessa per gareggiare al concorso, tutte le notizie contrarie ai vari punti del regolamento, possono costituire buona ragione per l'eliminazione. Orbene, la Carlotta ha posato nuda, ha girato film all'estero anche con attori molto noti, è risultata essere la donna più anziana che abbia partecipato ai concorsi di Miss Italia, è sposata, avrà presto un figlio. La signora, insomma, ha all'attivo diversi impegni e pertanto stona con la partecipazione. Se dovesse per un solo motivo perdere la sua elezione, la corona passerebbe alla seconda classificata. Le solite domande: ma nel momento delle rigorose selezioni, l'ufficio preposto si è preso la briga di verificare se tutto rientrasse nel regolamento? Indagano e accertano  i dati e le mansioni di queste persone? Perché quanto spuntato ora, guarda caso a concorso terminato, non è venuto fuori in sede di esami e/o alla presentazione di domanda? Domande chiare che hanno a loro volta risposte molto immediate: perché oggi così va in Italia, si arrangia su tutto, si deroga su ogni regola o norma, si pasticcia dappertutto, si muore in ospedale, si fanno pasticci nel revisionare opere pubbliche difettose e pericolose, si smanetta al governo, ci si arrangia con i vaccini, si ruba per fame ma anche e soprattutto per sistema riconosciuto ecc.ecc. Embé? Non si può sbagliare al concorso di Miss Italia? Andiamo su, abbiate pazienza, affinché si faccia bene il nostro lavoro, dicono tutti gli altri, si apprestino i nostri amministratori a far bene il loro lavoro. Va così da decenni e decenni e nessuno impara la lezione!  A partire dal governo fino a scendere agli ultimi di questo paese!


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »