Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 168
 

Ultime visite al Blog

lascrivanapippoplutonellospaziranocchia56monellaccio19inigo6franco.1001931mantecsrlautonoleggioferraraullialdroambradistellestudio.meni2giava87paola.spigastudio.agrestaleopoldoruberti
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

 

« IN QUESTO MONDO DI LADRI...CON UN COLPO DI CA(N)NONE... »

SFIDA...ALL'ALBO

Post n°3256 pubblicato il 24 Giugno 2019 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

Il primo a...destra (sic) credo sia il volto più noto dei tre. Sono tre giornalisti: Feltri è il più esagitato se non altro per la lunga carriera conseguita nel giornalismo, quello al centro è Sandro Ruotolo noto in tv per i suoi servizi molto interessanti e rischiosi e non  a caso si muove con la scorta, e il terzo (il primo a sinistra) è il giornalista e scrittore Paolo Borrometi (anche lui sotto scorta). Ruotolo e Borrometi, hanno chiesto all' "Ordine dei Giornalisti" di essere sospesi poiché ritengono incompatibile l'appartenenza allo stesso albo dove sia iscritto il collega Vittorio Feltri. La motivazione è che ritengono il pensiero e gli scritti dell'editorialista di "Libero", crimini commessi contro la dignità dei giornalisti stessi. Vittorio Feltri, per chi lo legge (io sono uno di quelli anche se non sono dalla sua parte politica), è atipico: scrive e parla (quando spesso è in tv) come nessun giornalista che si rispetti  debba fare: le sue posizioni rigidissime che sono oltre ogni "destra" possibile e immaginabile, sono da regime dittatoriale univoco e indiscutibile, il suo razzismo va oltre ogni limite e si manifesta sempre più, in tutti i casi che siano in cronaca. Per lui esiste solo il nord (è una concessione forzata la sua) poiché gli unici che avrebbe diritto a vivere in questo paese sono i bergamaschi suoi conterranei. Per cui facile immaginare cosa provi e dica dei "sudici" che andrebbero buttati fuori dal paese per non confondere le razze. Lui è quello che sa tutto, non accetta confronti con chi non la pensi come lui, litiga in tv e manda affan' cucolo tutti, dagli ospiti ai presentatori incauti. Non so voi, ma avendolo seguito per molto tempo conosco tutto di lui: è coerente perché ha un solo credo, quello che è etichettato da una posizione destrogena, intransigente e univoca. Tuttavia, nel caso di cui ci stiamo occupando non è la sua appartenenza politica in discussione, ma le sue manifestazioni intemperanti e inaccettabili sotto il profilo dell'etica professionale e del rispetto di cui servirsi anche per un "nemico" politico. E' questo che hanno messo Ruotolo e Borrometi nella condizione di chiederne la sospensione. Inoltre chiedono la radiazione dall'albo per Feltri poiché è diventato una macchina che annienta tutti senza ritegno e senza alcuna remora. Le ultime frasi dette su Andrea Camilleri, hanno scosso l'opinione pubblica, molti hanno protestato e non finisce qua la storia, poiché la sua battaglia è sempre più aspra e vivace man mano che il suo idolo attuale guadagna consensi: sa di essere protetto e va a briglia sciolta. "Se muore Camilleri, almeno ci toglieremo dai coglioni il terrone Montalbano!". Non vede l'ora il nostro Vittorio e sta tirando le cuoia allo scrittore siciliano ancora sotto terapia intensiva. Il virus che diffonde Feltri coinvolge tre punti fondamentali della nostra società attuale: razzismo, omofobia e xenofobia. Ci sta tutto e ognuno è libero di riportare le sue idee e le sue ardite posizioni. Insultare, offendere e parlare "da solo" su questi temi senza avere contraddittori corretti e legittimi, non è possibile: manda tutti a quel paese e se è in tv, spesso si alza e se va!!!!! Oggi è il depositario del verbo unico e assoluto! Vae Victis....

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog