**TEST**
Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 168
 

Ultime visite al Blog

monellaccio19woodenshipcorradino55nina.monamoure_d_e_l_w_e_i_s_svoglio_usarti0divinacreatura59lascrivanaambradistellelicsi35pemariateresa.savinosurfinia60NoRiKo564carloreomeo0con.turbante
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

 

« LO SCERIFFO CON LA STELL...MAGARI DOVREMO ANCHE RIN... »

RADIOGRAFIA E DIAGNOSI DELLA QUARANTENA

Post n°3516 pubblicato il 24 Marzo 2020 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

In casa sto facendo il possibile per tenere la barra al centro: siamo solo in due è vero, ma formiamo un arco voltaico pericoloso. Elettrizzati e nervosi entrambi, io e il mio 51% possiamo andare in tilt da un momento all'altro. No per scelta, ma per condizioni psicofisiche insopportabili e alienanti. Ormai non so più quanti giorni sono passanti da quando abbiamo detto sì...alla quarantena. Sembra un patto indivisibile, una promessa di matrimonio...ad interim, un sopportarsi cordialmente e con tanta pazienza. L'altro giorno in un post ho fatto cenno ai problemi di coppia legati proprio alla quarantena: ovvero, quando obbligati a stare insieme in casa, l'uomo predisposto a esercitare violenza sulla donna, viene indotto dalla lunga permanenza in un posto chiuso, a dar sfogo alla sua vera personalità di bestia manesca e oltraggiosa. Io non rientro in questa categoria e non arriverò mai a un rapporto di questo genere e se mai, temo che possa picchiarmi lei, visto che in questi giorni, sono venute meno  le condizioni di buon comportamento e le sue paturnie sono evidenti: le mancano le sue attività e soprattutto, le sue personali esigenze abituali. E meno male che non abbiamo bambini in casa, altrimenti, saremmo ancor più alienati e depressi. Lo dico senza tema di smentita: versiamo tutti in condizioni precarie noi che abbiamo accettato di buon grado la quarantena e ora, cominciamo a pagare il prezzo di questo grosso...sacrificio. Intanto per quanto riguarda i bambini, vi mostro un caso limite, ma pericoloso. Se si diffondesse questa inclinazione violenta, non so come si metterebbe per la buona salute dei genitori. 

 

Regolatevi, questi saranno anche piccoli ma con tanti giorni di reclusione e incapaci di scaricare altrimenti  la "nervatura", menano e...di brutto pure! Di contro, sento parlare di abbuffate per scaricare la rabbia che man mano si accumula in casa: si mangia disordinatamente, non si bada più a ciò che si porta alla bocca. Ebbene, a casa nessun problema, ma come da foto in alto, scegliete e puntate su un cibo sano e ricco di vitamine. Infine e per salutarvi con un sorriso, vi mostro un video definito promozionale e significativo: questo più o meno, sta accadendo a tante donne in quarantena. Attenti agli archi voltaici,  spesso sono scariche elettriche pericolose e rapportate alle paturnie femminili, mortali e definitive. 


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog