Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 169
 

Ultime visite al Blog

lascrivanamariateresa.savinoDomesticat1960ambradistelleivri98monellaccio19chiedididario66soltanto_unsognomaximodgl17cassetta2the0thersideofthebedfedechiarag1b9licsi35pe
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

 

« ADDIO ALLA PATINATA D'E...MA CHE PESCE E' OGGI? »

OH RAGA' A QUANDO...L'ANGELUS?

Post n°3522 pubblicato il 31 Marzo 2020 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

Se non siamo all'inceneritore della spazzatura, poco ci manca! Possibile che non si riesca a porre fine a questo insulso spettacolo? Ma siamo sicuri che dicano tutti la verità quando si confezionano gli share e si indica il numero degli spettatori? Andiamo su, non è possibile che un paio di milioni circa siano pronti, disponibili ad accettare un programma di questo genere condotto da un personaggio che conti meno di un due di picche! Un continuo ammasso di "ospiti" (ops, perdonate il vocabolo) pronti a guadagnarsi la pagnotta a qualsiasi condizione e a tutte le imposizione della conduttrice  e della "redazione" (ops, perdonate l'eleganza). Accade di tutto e nulla rientra in un normale programma d'intrattenimento leggero e frivolo. Ce ne fosse uno, uno solo che si salvi o quantomeno, riesca ad emergere sugli altri ospiti: una gara a chi fa del proprio peggio, un continuo moto perpetuo che puntualmente ci viene servito alle...scadenze stabilite. "Ma tu Carle' non seguire il programma: se non ti garba, lascia perdere!".  Infatti non lo seguo, mai fatto, tuttavia le cronache le seguo e leggere le puttanate, le chiavicate che accadono puntualmente in ogni puntata, mi irrita, mi manda in bestia e devo sfogarmi: poi se qualcuno di voi è tra quel paio di milioni che seguono con affezione il programma, allora vi chiedo scusa, ma non riesco a comprendere quali siano i vostri limiti. Il colpo di scena, studiato a tavolino molto argutamente da chi prepara le manfrine che tendono  solo ad aumentare lo share, è stato dato domenica sera: durante il collegamento tra la D'Urso e Matteo Salvini (ospite abbonato alla presenza garantita), c'è stato un "coup de théatre", un eccelso siparietto nel momento in cui i due insieme, hanno recitato "L'eterno Riposo" per i morti del coronavirus. Avvilente sceneggiata, Mario Merola non avrebbe mai potuto far di meglio: pregare in pubblico a comando per ruffianeria, è decisamente insulso e poco credibile, puzza lontano un miglio di prostituzione aberrante e "vastasa". Chi sa e conosce la nostra religione, propende per una preghiera privata, personale, stando chiusi magari nella propria camera e inginocchiati al bordo del letto: da soli e in compagnia del proprio cuore e del Signore. Si chiama l'apologia dell'intimità e della spiritualità. Altro che in diretta, in un contesto che di spirituale non ha nemmeno...le bevande alcoliche. La rete si è scatenata e io mi associo per l'avvilente e vergognoso numero d'alta scuola di recitazione. La spettacolarità ha i suoi limiti, abusarne non è furbizia e/o scelta qualitativa, ma semplice stupidità che non paga. Lo so, non sarò confortato da vostre condivisioni e me ne frego. La loro forza deriva dalla vostra scelta: so che è difficile convincervi. Ma se non ci arrivate da soli, non è colpa mia ma dei protagonisti di tanto scempio televisivo.

 

P.S. In 24 ore è stata formalizzata una petizione con 200.000 firme con la richiesta di far chiudere la trasmissione della D'Urso. Mi conforta e spero che siano molte di più le firme da raccogliere. Una testimonianza che suffraga quanto da me sostenuto: spazzare il trash certificato dal suo nome! Vincerebbe il buon senso degli italiani. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog