Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 169
 

Ultime visite al Blog

ambradistellealberto.gambineriPapermoon68NoRiKo564volami_nel_cuore33monellaccio19Sono44gattinfilax6.2impelgiochiedididario66cassetta2mariateresa.savinolascrivanalicsi35pedivinacreatura59
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

 

« E VAI COL...ROSSO!!!..E IO TI CANCELLO! »

E LA FOGLIA DOVE LA METTO?

Post n°3636 pubblicato il 02 Agosto 2020 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

 

Fa troppo caldo, siamo a squagliarci come neve al sole e trovate il tempo per discutere, litigare e chiedere parità di genere? E per cosa poi? Per il buon radicchio, l'ortaggio molto ambito e noto in tutto il mondo. Quello di Chioggia, IGP e protetto come non mai, viene detto "Rosa di Chioggia" e il Consorzio che lo protegge, ha pensato bene di affrontare la solita campagna pubblicitaria, mostrando una modella con indosso un reggiseno approntato con foglie del radicchio chiozzotto. Domando: "Vedete qualcosa che non sia pertinente e/o offensivo, in questa  foto?". Purtroppo, le solite femministe troppo avanti, esigenti e pronte a dire la loro prima ancora che notino un problema, hanno immediatamente contestato lo spot e la sua rappresentazione, hanno chiesto sia al direttore del Consorzio, nonché al Sindaco di Chioggia, perché intervengano a bloccare l'inaccettabile manifesto. Come al solito, vi tiro in ballo poiché essendo a favore delle donne, dei loro diritti e del loro pieno rispetto, chiedendovi cosa ne pensiate e se sia proprio il caso di piantare una grana "politicamente scorretta", ma in riga e senza offese inerenti la donna e la sua femminilità? A me non sembra proprio, l'idea non è male, è originale e richiama l'attenzione su un ortaggio comune e diffuso, meglio ancora se IGP di Chioggia. Poi se il pelo nell'uovo c'è e non si vede, oppure non c'è e si vede, allora siamo pronti ad un conflitto senza fine e pronto a ripresentarsi in ogni occasione gratuitamente e divertenti per le circostanze. 


Poiché le femministe per rimarcare la loro protesta, hanno replicato con una foto montata ad hoc con sottile affinità alla foto con il reggiseno, secondo voi il confronto è possibile o siamo andati oltre al problema?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog