Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 174
 

Ultime visite al Blog

emmeeffeemmelicsi35pesparusolamonellaccio19g1b9icavallidirossnurse01mariateresa.savinosurfinia60Estelle_kprofumodisale71astratta5ambradistellemonellaccio_19
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

 

« IL PIACERE DI UN PREMIOALLA RICERCA DEL BRONZO.... »

DONNE IN CARRIERA? NO GRAZIE!

Post n°3985 pubblicato il 21 Luglio 2021 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

 

E' singolare la confessione di una bella donna, tale Jana Hocking trentaseienne australiana, giornalista, scrittrice e tante attività radiofoniche e televisive. Lei è la classica "donna in carriera": molto lavoro e tanti soldi! Orbene la bella signorina (sic) si lamenta di non aver ancora avuto l'occasione  di sposarsi. Certo no per sua scelta, lei vorrebbe incontrare l'uomo della sua vita, ma nonostante i corteggiamenti e le attenzioni che riceve dagli uomini, si è resa conto che la maggior parte di loro, teme l'unione definitiva. Tendono al rapporto, ma no al matrimonio che pure potrebbe interessare a taluni e anche alla donna: "Il problema fondamentale è la competizione temuta dagli uomini, fatalmente quando chiacchiero con gli uomini con i quali esco e parlo del mio lavoro, delle mie ambizioni e degli obiettivi che mi piacerebbe raggiungere, i loro occhi dimostrano chiaramente il debole senso della competizione, una sorta di limite che avvertono, consapevoli di non poter essere all'altezza". Sono parola dette con determinazione, con sicumera e la consapevolezza delle proprie possibilità. Jana è disinvolta e anche un tantino amareggiata per queste situazioni imbarazzanti, si stupisce come gli uomini notoriamente cacciatori testardi, uomini che non devono mai chiedere nulla, si sentano sminuiti e depressi dinanzi alla...gioiosa macchina da guerra. La Hocking si chiede come possa ancora insistere il pensiero unico della donna casalinga, tutta dedita alla famiglia, ai figli e al marito, mentre l'uomo è sempre quello che porta i soldi a casa e resta il "deus ex machina" di una unione matrimoniale. Molti hanno sottolineato la sua forte dedizione al lavoro, il suo stakanovismo esasperato e produttivo, alcuni con molta sincerità le hanno detto: "...la carriera non è quella che ti scalda la notte sotto le coperte...". Lei si infuria per questi luoghi comuni e sostiene che non direbbe mai a un uomo in carriera, professionista e/o manager, le stesse cose! Pertanto, la Jana soffre e si lamenta, si pone domande legittime ma non ottiene risposte concrete e disponibili per un SI' al matrimonio. Vi lascio la questione aperta perché mi sembra interessante oggi, nel contesto in cui viviamo: siamo fermi all'antico luogo comune, alle solite posizioni intransigenti dei maschietti che devono e vogliono sovrastare la donna, oppure è la nostra amica che è arrogante e spocchiosa? Sincerità, vi prego. Grazie.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog