Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 174
 

Ultime visite al Blog

monellaccio19amici.futuroieriEremoDelCuorelascrivanagianor1g1b9e_d_e_l_w_e_i_s_smariateresa.savinolicsi35peelyravMARGO129cassetta2ReCassettaIIsimona_77rmmauriettino
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

 

« UN DOMANI POTRO' DIRE: ...COMPRO...UN ASTERISCO »

SUSSURRAMI LA TUA PASSWORD

Post n°4107 pubblicato il 22 Novembre 2021 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

 

 

"Mi vien che ridere..." pensando che viviamo un tempo pericoloso sotto tutti i punti di vista e in particolare, quello digitale e telematico. Attacchi continui e insistenti su tutte le basi informatiche di Enti, Istituzioni e database addirittura segreti: gli hacker stanno razziando dappertutto dati sensibili e importanti. Noi poveri e ultimi utenti della rete e manovali del digitale, siamo anche vittime non solo di rompiscatole a tempo pieno, ma vi sono attacchi alle nostre mail, ai nostri dati celati e no a portata di mano. Bene, volete sapere quale sia la password più usata dagli italiani? Da non credere: "123456". Roba che negli anni non ha subito notevoli cambiamenti e 1.726.692 persone continuano imperterriti a usarla, come se fossero esenti da intrusioni sgradevoli. E' evidente che leggerezza, indifferenza e ignoranza impediscano a costoro di trovare qualcosa di più coperto e meno attaccabile. Niente, magari lo fanno perché temono di non ricordarla al momento opportuno e con "123456" sono certi di non aver problemi. Comunque ve ne sono altre che non sono da meno: facili da ricordare e altrettanto facili di violare: sono nomi delle squadre di calcio più amate e più seguite. La Juventus, il Napoli, L'Inter ecc.ecc. insomma, senza alcuna preoccupazione e con estrema leggerezza, si continua con queste password elementari e a rischio violazione. Dall'inizio di quest'anno si contano 800 intrusioni al giorno e presumibilmente le password sono del genere che vi ho detto. Infine non puntate su date e numeri che riguardino i vostri dati anagrafici, anche in questo caso, sono facilmente individuabili da parte degli Hacker. Cambiate fin che siete in tempo: Melassa, Parmigiana, Spaghetti allo scoglio, pinzillacchere e tante altre sono disponibili. Siate accorti, non ci vuol molto a proteggersi!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog